La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Isabella Menichini - Comune di Parma Vicenza, 6 maggio 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Isabella Menichini - Comune di Parma Vicenza, 6 maggio 2011."— Transcript della presentazione:

1 Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Isabella Menichini - Comune di Parma Vicenza, 6 maggio 2011

2 Parma città a misura di famiglia Obiettivo più importante che il Comune si è dato Definizione di un percorso e di strumenti per tradurre limpegno teorico in azioni concrete I primi tasselli: istituzione dellAgenzia per la famiglia; non è un Assessorato, non eroga servizi, ma strumento flessibile per la progettazione innovativa e per assicurare il mainstreaming delle politiche famigliari in tutti i settori di intervento dellamministrazione (welfare, ambiente, patrimonio, finanza, urbanistica, sport, ecc.) Il percorso sin dal suo avvio è stato condiviso e co-progettato con le associazioni famigliari, sia a livello nazionale che locale In particolare il Forum delle famiglie ha accompagnato fino ad oggi il Comune sostenendo la costruzione - in primis culturale - di una istituzione a misura a famiglia

3 Parma città a misura di famiglia Obiettivi: 1.promuovere la Famiglia come risorsa responsabile 2.far crescere lAssociazionismo Familiare 3.lavorare assieme in una prospettiva trasversale, con gli Assessorati e le Agenzie 4.Sviluppo di nuove modalità di funzionamento dellazione amministrativa (attivazione di processi decisionali e percorsi operativi di carattere trasversale a favore della famiglia, che interessano le scelte dei diversi assessorati 5.portare innovazione attraverso la valorizzazione dellesistente 6.svolgere un ruolo di governance rispetto alle forze sociali ed economiche del territorio 7.avere al nostro fianco quattro partners: Comitato Scientifico ( CSWF) Forum delle Associazioni Familiari Consulta Comunale delle Associazioni Familiari Forum Solidarietà (Centro Servizi per il Volontariato di Parma) … governance, sussidiarietà, responsabilità sociale

4 Parma città a misura di famiglia Obiettivi: SOSTENERE LA NATALITA PROMUOVERE EQUITÀ FISCALE QUALIFICARE IL TEMPO DELLE FAMIGLIE GARANTIRE LA LIBERTA DI SCELTA PROMUOVERE LASSOCIAZIONISMO FAMIGLIE

5 Parma città a misura di famiglia Progetti: la Family card prevede sia la possibilità di erogazioni dirette a sostegno dei bisogni delle famiglie che lintroduzione di riduzioni a carico dei soggetti convenzionati. Il programma di Conciliazione Famiglia&Lavoro con iniziative che riguardano il mondo delle Aziende e anche l Azienda Comune; I Laboratori Famiglia, il Laboratorio Gioco al Carcere, i Laboratori Compiti a casa e lo Sportello famiglia, nati per promuovere e sostenere il protagonismo delle famiglie nello sviluppo e nella crescita della comunità, la loro capacità di sostenersi reciprocamente, di aiutarsi e di accompagnare la crescita delle nuove generazioni La definizione del marchio Family Friendly Una serie di bandi per lassegnazione di sostegni al reddito famigliare per specifiche categorie (monogenitori, ecc.) Un sistema integrato di offerta di servizi per la prima infanzia 0-6 per garantire la libertà di scelta delle famiglie (dal nido, alle tagesmutter, passando per 15 diverse tipologie di servizi con una copertura di oltre il 50% dei posti)

6 Il Quoziente Parma

7 Levoluzione Ci si è avvalsi dellesperienza maturata dal Forum Associazioni famigliari Si è fatto riferimento alle sperimentazioni già avviate dal Comune di Parma (riduzioni operate in favore delle famiglie numerose) Alcuni aspetti decisivi dellesperienza di cui si è tenuto conto: la conferma della attenzione sulla numerosità dei componenti: con la crescita dei componenti aumenta il valore del loro peso, per tipologia di soggetto: a carico e con età inferiore ai 26 anni, o più anziano o non a carico); la maggiore considerazione a favore dei figli a carico, prevedendo non solo la minore età, ma un età inferiore a 26 anni (scelta presente da anni nel Comune di Parma nata per valorizzare il sostegno alla persona in affidamento etero familiare, quando vige la necessità di sostenere una famiglia affidataria disponibile ad aiutarlo nel percorso verso letà adulta, dando compimento ad unaccoglienza che è stata importante );

8 Levoluzione la valutazione della persona in affidamento etero familiare alla stessa stregua di un figlio a carico; la valorizzazione dellambito delle responsabilità genitoriali, con attenzione particolare a proposito della condizione lavorativa dei genitori, della condizione di monogenitorialità, delle responsabilità assunte in quanto famiglia con affidamento etero familiare in corso; la valorizzazione delle condizioni di invalidità in relazione agli impegni assistenziali necessari con riferimento a livelli diversi di invalidità e alletà dellinvalido;

9 9 Tariffe e fiscalità per unequa applicazione famigliare Anno 2008 Obiettivi Azioni progettuali in campo dal 2008 Azioni progettuali in campo dal 2008 Destinatari Rafforzare, con misure economiche più eque, la capacità delle famiglie di espletare al meglio le proprie funzioni di cura, di educazione, di sostegno e accoglienza. 1.Agevolazioni per famiglie affidatarie e famiglie numerose (agevolazioni per il trasporto pubblico e per la frequenza ai servizi per linfanzia, la scuola e lextrascuola) 2.Abbattimento dellIrpef locale 3.Modificazioni e Integrazioni al regolamento per lapplicazione della Tariffa Rifiuti (TIA Tariffa Igiene ambientale) 4.Viene costituito un tavolo tariffe per lelaborazione di un quoziente Parma Famiglie con figli

10 Le ragioni di una proposta Elaborare un Quoziente Parma per rendere più eque ed omogenee le tariffe del Comune di Parma; Migliorare lapplicazione dellISEE per valorizzare maggiormente le componenti famigliari; Riequilibrare la capacità economica delle famiglie in ragione della loro condizione complessiva; Riconoscere la Famiglia e il suo valore sociale Considerare adeguatamente i carichi familiari;

11 Obiettivi operativi Rafforzare il sostegno economico nelle situazioni famigliari di disagio economico; coniugare la normativa ISEE con le scelte locali potenziandone i migliori effetti per le famiglie cosi da rendere il Quoziente Parma il suo reale rafforzamento; Rendere omogenea lapplicazione sistema ISEE a livello comunale, per l'accesso ai servizi e il pagamento delle relative tariffe, introducendo elementi di valutazione aggiuntivi come previsto dalla normativa al fine di tutelare maggiormente le famiglie con più componenti e tra queste quelle con figli a carico, con persone in affidamento etero - familiare, ma anche le altre famiglie che sostengono importanti impegni di cura, rendendo altresì più vantaggiose le modalità distributive e operando per omogeneizzazione sulla base di criteri di proporzionalità

12 Lorizzonte delle possibilità per lente locale Le politiche relative ai servizi educativi Le politiche sociali e socio sanitarie Le politiche per il sostegno economico delle famiglie Le politiche relative ad altri servizi alla persona Le Tariffe e le Tasse Comunali Le politiche di bacino per lacqua

13 Lindividuazione degli strumenti La proposta di una curva lineare continua La sua sperimentazione sui servizi operanti e non, con lISEE La messa a punto delle inclinazioni e delle ricadute in applicazione dellISEE, La scelta di non intervenire sulla struttura dellISEE salvaguardandone la piena legittimità; La messa a punto di un secondo miglioramento oltre lagevolazione di legge

14 L e caratteristiche di un modello Rappresenta un miglior favore rispetto alla giusta agevolazione spettante per legge Rappresenta un secondo sconto sulla tariffa Rappresenta un innalzamento possibile dellerogazione economica Rappresenta un modo innovativo e più qualificato per generare il rapporto economico con la famiglia Rappresenta uno strumento promozionale anche per le famiglie che non possiedono al momento i requisiti

15 15 Descrizione Motivazioni Elaborazione di un Quoziente Parma per rendere più eque ed omogenee le tariffe del Comune di Parma, rafforzando la capacità economica delle famiglie. Studi avviati per prima applicazione: politiche educative NIDI DINFANZIA politiche sociali SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE Riconoscimento della Famiglia e del suo valore sociale I carichi familiari ad oggi non vengono considerati adeguatamente (Ogni figlio riduce la capacità contributiva del 25%). Il sistema a scaglioni fa si che ci siano sperequazioni. Tavolo Tariffe Settori del Comune Università di Parma Fondazione Forum delle Ass.ni Familiari Ass.ne Nazionale Famiglie Numerose QUOZIENTE PARMA Anno 2009

16 BOZZA 16 QUOZIENTE PARMA Azioni CAMPIONAMENTO SIMULAZIONI (modelli a confronto: ISEE, Forum, Lecco) SISTEMA DI CORREZIONE intervento a valle ISEE Il Quoziente Parma è la somma dei coefficienti che riconoscono e attribuiscono un valore più equo alla condizione di figli, alla Condizione Lavorativa, alla Disabilità. Il Q.P. in valore % rappresenta lo sconto da applicare alla tariffa. La nuove modalità di calcolo supera la parametrazione per scaglioni a vantaggio di una CURVA LINEARE più equa ISE E Fattore di Correzione Quoziente Parma Tariffa Parma

17 Lalgoritmo (P-N) _____ = QP in valore assoluto - il valore che in % rappresenta il miglioramento N da applicare Tariffa Norma: calcolata in base ISEE posseduto Tariffa Parma: dopo labbattimento conseguente applicazione QP K: costante da applicare per la determinazione del QP in termini relativi, riferito ad una popolazione interessata ad un determinato servizio e alla pesatura più bassa attribuibile ad una famiglia P : pesatura da Quoziente Parma derivante dai fattori introdotti con listituzione del Quoziente Parma N : pesatura derivante dallapplicazione della normativa I.S.E.E.

18 Lalgoritmo In questo modo il QP viene corretto, sottraendo al valore dato il valore minimo risultante dalla condizione media di base (es. famiglia con un solo figlio a carico e con altre condizioni pesate al livello minimo del quoziente)

19 Scala di definizione della pesatura familiare

20

21 L e finalità del QP elaborare un coefficiente correttivo a misura di famiglia, potenziando e qualificando gli strumenti normativi già in vigore per definire le modalità di agevolazione a favore delle famiglie e migliorare la capacità di sostenerle economicamente, sia nel pagamento di imposte e tariffe che nellemissione di titoli per laccesso ai servizi (voucher) qualificare nel tempo la gestione dei rapporti economici tra il Comune e le famiglie della città. (da Regolamento generale attuativo per lApplicazione del QP – 16 marzo 2010)

22 L e applicazioni del QP Il QP può essere applicato: 1. per ridurre lentità della tariffa vigente già operante verso la generalità dei cittadini. In tal caso opera con due distinte modalità: a1. migliorando la tariffa agevolata tramite lISEE con una ulteriore riduzione della stessa, entro la soglia di ISEE che determina la tariffa massima; – a2. riducendo la tariffa massima, per chi possiede un ISEE superiore alla soglia stabilita per lagevolazione, ma fino ad un valore di ISEE non superiore ad un ulteriore soglia stabilita dal regolamento del servizio 2. Per ampliare la soglia massima di accesso alle erogazioni di tipo economico o di altra natura, con modalità personalizzate per ogni singola famiglia che ne abbia diritto. 3. Per determinare lentità dei benefici nel sostegno economico o per determinarne ladeguamento alle misure vigenti annualmente e stabilite con questa periodicità con Deliberazione della Giunta Comunale. (da Regolamento generale attuativo per lApplicazione del QP – 16 marzo 2010)

23 I criteri per laccesso al Q.P. Il possesso della residenza da almeno un anno Il possesso per gli immigrati del permesso di soggiorno di lungo periodo e carta di soggiorno per familiari cittadini UE Il possesso di un ISEE valido Il possesso dellattestazione Quoziente Parma con la stessa durata dellattestazione ISEE

24 La curva Esigenza di definire un sistema che possa consentire una maggiore graduazione delle tariffe/riduzioni tariffarie applicate sostituendo il sistema dei c.d. scaloni/fasce tariffarie ISEEMAX - ISEE MIN.) Lintroduzione della curva ha permesso il superamento della parametrazione a scaloni e la eliminazione della collocazione di chi, per un valore infinitesimale, si trova a corrispondere una tariffa assolutamente non proporzionale Il passaggio dagli scaglioni alla curva lineare ha qualificato la modalità di agevolazione che oggi viene erogata, non più per classi, ma caso per caso, proporzionalmente e con modalità individuali

25

26 Esempio di struttura delle curve matematiche TARIFFA = TARIFFA MIN. + (T.MAX - T.MIN) * (ISEE POSS - ISEE MIN.) ________________________________________________ (ISEE MAX - ISEE MIN.) TARIFFA = 70,00 + (510, ,00)*(6.399 – 6.360,18) __________________________ (36.000,01 – 6.360,18) TARIFFA = 70,58


Scaricare ppt "Il Quoziente Parma per una politica fiscale e tariffaria a misura di famiglia Isabella Menichini - Comune di Parma Vicenza, 6 maggio 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google