La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ENERGIE RINNOVABILI - INDIA - 15 settembre 2009 Avv. Jacopo Gasperi Of Counsel Studio Legale Macchi di Cellere Gangemi Tel:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ENERGIE RINNOVABILI - INDIA - 15 settembre 2009 Avv. Jacopo Gasperi Of Counsel Studio Legale Macchi di Cellere Gangemi Tel:"— Transcript della presentazione:

1 ENERGIE RINNOVABILI - INDIA - 15 settembre 2009 Avv. Jacopo Gasperi Of Counsel Studio Legale Macchi di Cellere Gangemi Tel: Fax: Cell: Via G. Serbelloni, Milano Of Counsel Titus&Co. Advocates (New Delhi)

2 2 ALCUNE RAGIONI CHE POSSONO FACILITARE LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN INDIA Il veloce sviluppo economico ed una popolazione in costante aumento comportano una elevata domanda di energia Lattuale fabbisogno energetico è soddisfatto prevalentemente dal carbone. La limitata disponibilità domestica del carbone unitamente alla sua scarsa qualità, al basso livello di avanzamento tecnologico degli impianti ed agli elevati rischi ambientali che questa fonte energetica può comportare spingono il Governo Indiano ad individuare soluzioni alternative Limitate riserve domestiche di idrocarburi ed incertezza in relazione alla loro fornitura dallestero come conseguenza dellincremento dei prezzi a livello internazionale Una crescita sostenuta del prodotto interno lordo del 7-8% che richiede un incremento annuo di: -Forniture di energia a fini industriali/commerciali dal 5,2% al 6,1% -Fornitura totale primaria di energia dal 4,3% al 5,1%

3 3 ALCUNE RAGIONI CHE POSSONO FACILITARE LO SVILUPPO DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN INDIA ( Segue ) Condizioni favorevoli per lo sviluppo delle energie rinnovabili: -Ampie estensioni di terreni per la produzione di biomasse e biocombustibili -Abbondante luce solare -Numerosi luoghi idonei alla costruzione di impianti eolici e di piccoli impianti idroelettrici Energie rinnovabili per lIndia rurale: -Circa il 55% della popolazione rurale in India non ha accesso a sistemi di produzione energetica in rete -Gli obiettivi per il 2012 mirano a completare lelettrificazione domestica in tutto il paese Le energie rinnovabili comportano fonti di guadagno per leconomia indiana attraverso progetti relativi al Clean Development Mechanism (CDM)

4 4 LA PRODUZIONE ENERGETICA IN INDIA Capacità totale installata – MW Fonte: IREDA (Indian Renewable Energy Development Agency) Report, gennaio 2009

5 5 INVESTIMENTI NELLE ENERGIE RINNOVABILI IN INDIA SettoreSfruttato (MW) Circa Potenziale non sfruttato (MW)% Realizzato Eolico % Piccoli impianti idroelettrici (fino a 25MW) % Cogenerazione-bagassa % Biomasse % Energia ricavata da rifiuti % Energia Solare kWh/Sq.M/giorno Biomasse / Cogenerazione (Non Bagassa), Gassogeno, 270- Totale % Fonte: IREDA (Indian Renewable Energy Development Agency) Report, gennaio 2009

6 6 PERCHÉ INVESTIRE IN INDIA Tra i più grandi programmi di sviluppo delle energie rinnovabili del mondo Strutture già esistenti per agevolare il commercio di energia, accesso alla rete, ecc. Costante incremento del settore energetico (5%/anno) Mercato finanziario in costante crescita Ministero federale esclusivamente dedicato alle energie rinnovabili Apposita istituzione finanziaria per finanziare progetti in energie rinnovabili

7 7 PERCHÉ INVESTIRE IN INDIA (Segue) Disponibilità di personale qualificato a basso costo Ampia base di consumatori (mercato non ancora maturo) Politica governativa favorevole Aliquote fiscali calmierate Incentivi finanziari e fiscali Mercato emergente nellambito del Clean Development Mechanism (CDM) Market

8 8 QUADRO NORMATIVO E REGOLAMENTARE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN INDIA Il Ministry of New and Renewable Energy ( MNRE ) è la più importante agenzia governativa che si occupa di agevolare lo sviluppo delle energie rinnovabili in India. Le fonti di cui si occupa il MNRE sono, inter alia : -Solare -Eolica -Biomasse -Energia da rifiuti urbani ed industriali -Idrogeno e cellule combustibili -Geotermica -Energia dalle maree L Indian Renewable Energy Development Agency ( IREDA ) è una società finanziaria, non bancaria, controllata dal MNRE che fornisce finanziamenti a medio e lungo termine per progetti nellambito delle energie rinnovabili

9 9 QUADRO NORMATIVO E REGOLAMENTARE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN INDIA (Segue) Tre istituzioni tecniche specializzate istituite dal Ministry for New and Renewable Energy : Solar Energy Center ( SEC ), Center for Wind Energy Technology ( C-WET ) e Sardar Swaran Singh Institute of Renewable Energy Iniziative legislative e governative per riformare il settore energetico fra cui: - Energy Conservation Act, Electricity Act, National Electricity Policy, 2005 Indicazioni future -Introduzione di incentivi legati alla produzione -Introduzione di penali per il mancato raggiungimento dei c.d. Renewable Purchase Obligation (RPOs) -Introduzione di certificati commerciabili relativi alla produzione di energie rinnovabili -Legge in materia di energie rinnovabili -Per il 2020 si vorrebbe introdurre fino a 1 milione di veicoli a base di idrogeno e 1000 MW di impianti per produzione di energia da idrogeno attraverso public-private partnerships

10 10 ELECTRICITY ACT, 2003 Caratteristiche e obiettivi Facilita gli investimenti favorendo la concorrenza tra gli operatori Rimozione delle barriere allingresso al fine di facilitare gli investimenti del settore privato -Deregolamentazione della produzione -Riconoscimento del commercio di energia elettrica come attività indipendente -Accesso diretto alla trasmissione dellenergia Specifica percentuali minime per lacquisto di energie rinnovabili Accesso diretto alla rete di trasmissione e distribuzione per i consumatori che richiedono una fornitura di energia elettrica superiore a 1MW Numerose licenze per la distribuzione Creazione di commissioni per sviluppare il mercato, fissare le tariffe, ecc. Permettere sistemi autonomi di produzione e di distribuzione di energia nelle aree rurali Determinazione di tariffe preferenziali

11 11 NATIONAL ELECTRICITY POLICY OF INDIA, 2005 Obiettivi Completamento dellelettrificazione dei villaggi entro il 2012 Entro il 2012: Disponibilità pro capite di 1000 unità (1 kw allora) per il 2012 Capacità installata sopra i MW Spinning reserves del 5% Consumo minimo di 1 unità per abitazione per giorno Capacità di trasmissione tra stati di MW Fornitura di energia affidabile e di qualità Protezione degli interessi dei consumatori

12 12 TARIFF POLICY, 2006 Politica tariffaria nazionale: graduale introduzione della concorrenza Tariffe preferenziali Concorrenza nellambito della stessa tecnologia Concorrenza nellambito delle energie rinnovabili Concorrenza nellambito di altre fonti energetiche Percentuale minima fissata per lacquisto di energia dal Solar Energy Center ai sensi dellarticolo 86(1)(e) dellElectricity Act, 2003 Ottenimento attraverso gare di licenze per la distribuzione ai sensi dellarticolo 63 dellElectricity Act, 2003 Riduzione dei c.d. cross subsidies al 20% nei prossimi cinque anni

13 13 TARIFF POLICY, 2006 (Segue) Agevolazioni per favorire laccesso alla distribuzione, formulazione di c.d. cross subsidy surcharge Tariffe di trasmissione in base alla distanza Scrupolosa implementazione di Performance Standards

14 14 NATIONAL RURAL ELECTRIFICATION POLICY, 2006 Integrazione del piano Rajiv Gandhi Grameen Vidyutikaran Yojana (Rajiv Gandhi Rural Electrification) che ha come obiettivo Power to all by 2012 Infrastrutture elettriche rurali che provvedano alle necessità delle: Abitazioni Pompe per lagricoltura e per lirrigazione Catene del freddo Piccole e medie industrie Necessità sociali – salute, educazione, ecc. Distribuzione decentralizzata nei villaggi dove la connessione alla rete non è possibile o conveniente dal punto di vista economico Gestione decentralizzata di cooperative, panchayat, ecc.

15 15 PARTECIPAZIONE GLOBALE: PROGETTI RELATIVI AL CLEAN DEVELOPMENT MECHANISM (CDM) Climate Change is the greatest market failure the world has ever seen -The Stern Review: The Economics of Climate Change (2006) LIndia fa parte della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici ( United Nations Framework Convention on Climate Change - UNFCCC ) che si propone di stabilizzare le emissioni di gas ad effetto serra LIndia ha implementato progetti nellambito del c.d. Clean Development Mechanism ( CDM ) in conformità con il Protocollo di Kyoto LIndia ha istituito la National Clean Development Mechanism Authority ( NCDMA ) LIndia emerge come una delle maggiori fonti potenziali dei c.d. Certified Emission Reductions ( CER ) Gli obiettivi previsti dal Comprehensive National Action Plan on Climate Change ( NAPCC ) includono: National Solar Mission – MW di energia solare entro il Ministry of New and Renewable Energy National Mission for Enhanced Energy Efficiency – MW di risparmio energetico entro il Ministry of Power (Fonte: India and Climate Change, Ministry of Environment and Forest, giugno 2009)

16 16 PARTECIPAZIONE GLOBALE: PROGETTI RELATIVI AL CLEAN DEVELOPMENT MECHANISM (CDM) ( Segue ) Future iniziative essenziali nellambito dei programmi di Renewable Energy Technology (RET) previsti dal Ministry of Environment and Forest (giugno 2009): Tecnologie relative ad energie rinnovabili Tecnologie di produzione basate sulle biomasse Piccoli impianti di energia idroelettrica Energia eolica Sistemi di connessione alla rete Tecnologie di Energie Rinnovabili per trasporti e combustibili industriali Aree del settore energetico di maggiore interesse: Rinnovo e modernizzazione di vecchi impianti Conversione delle linee di bassa tensione in linee di alta tensione Importanti progetti di energia termica Progetti idroelettrici

17 17 BOZZA DI LEGGE SULLE ENERGIE RINNOVABILI LIndia ha necessità di unampia ed esaustiva politica in materia di energie rinnovabili simile alla normativa già implementata in paesi come Germania, Regno Unito, Spagna, Danimarca, ecc. E stata presentata una bozza di Legge in materia di Energie Rinnovabili nel 2005 dal World Institute for Sustainable Energy (WISE) in associazione con il Centre for Environmental Law Education and Advocacy (CEERA) Il gruppo di lavoro per sviluppare la normativa applicabile ha ottenuto il supporto della Renewable Energy and Energy Efficiency Partnership (REEEP) e del Renewable Energy and International Law (REIL) Project Il Ministry of New and Renewable Energy (MNRE) ha istituito un comitato tecnico per promuovere la partecipazioni delle istituzioni La bozza di legge include meccanismi fiscali ed istituzionali per sviluppare le energie rinnovabili in India Installazione di sistemi fotovoltaici in tutti gli edifici governativi entro il 2012 Normativa è simile al c.d. National Renewable Portfolio Standard (RPS)

18 18 OBIETTIVI DELLUNDICESSIMO PIANO QUINQUENNALE ( ) Energia eolica:3.500 MW Piccoli impianti idroelettrici:1.400 MW Biomasse/ Cogenerazione/ gassogeno:1.725 MW Energia solare:25 MW Energia termica solare:110 MW Energia da rifiuti urbani/industriali:140 MW Investimento Totale Richiesto: USD 8,96 Miliardi - Sostegno dal governo dellIndia: USD 0,48 Miliardi - Investimenti del settore privato (Equity + Finanziamenti): USD 8,48 Miliardi Fonte: Relazione della Federazione delle Camere di Commercio e Industria dellIndia (Federation of Indian Chambers of Commerce and Industry - FICCI )

19 19 FABBISOGNO FINANZIARIO PER IL PERIODO SettoreFabbisogno finanziario (miliardi USD): Federale65 Statale112 Privato47 Totale224 Fabbisogno finanziario per il settore energetico ai sensi dellundicesimo piano quinquennale: USD 224 miliardi Produzione termica ed idrica: USD 93 miliardi Produzione vincolata e fonti di energia non convenzionali: USD 25 miliardi Merchant Power Plants :USD 9 miliardi Rinnovo e modernizzazione: USD 3 miliardi Produzione totale:USD 129 miliardi Trasmissione, Distribuzione ed elettrificazione rurale: USD 95 miliardi Fonte: Opportunities in Indian Power Sector, Ministry of Power, Government of India, 2007

20 20 SOSTEGNO ALLE INIZIATIVE NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN INDIA Tipo di sostegnoEolicoSolarePiccoli Impianti Idroelettrici BiomasseCogenerazione Sussidi Soft Loan Ammortamento Accelerato Feed-in Tariff (12-15 stati) Obblighi di Acquisto di Energia (17 stati) Tax Holiday Incentivi alla produzione Sovvenzioni per ricerca e sviluppo Diminuzione/ Esenzioni doganali/ Imposta di consumo

21 21 ALCUNI BENEFICI ED INCENTIVI PER GLI INVESTIMENTI IN ENERGIE RINNOVABILI La normativa non fa distinzione tra investitori esteri o domestici E permesso l investimento estero al 100 % ai sensi della FDI ( Foreign Direct Investment) Policy Investimenti al 100% permessi in tutti i settori dalla Press Note 2 (2009) emessa dal Ministry of Commerce and Industry E permesso l investimento estero per il commercio dell energia al 100% ai sensi della FDI ( Foreign Direct Investment) Policy Investimenti al 100% permessi nel commercio di energia dalla Press Note 4 (2006) emessa dal Ministry of Commerce and Industry Income Tax Holiday Ai sensi della Section 80IA(4)(iv) dell Income Tax Act, 1961 estesi sino al 31 marzo 2011 per la produzione di energia, trasmissione e unità di distribuzione Ammortamento accelerato Ammortamento accelerato dell 80% consentito nel primo anno ai sensi della Section 32 dell Income Tax Act, 1961 Dazi doganali agevolati ed esenzione dell imposta di consumo / Importazioni esenti da dazi Basic Customs Duty (BCD) sulle importazioni di magneti permanenti, componenti essenziali per generatori degli impianti eolici è stato ridotto dal governo centrale dal 7,5% al 5%. Il BCD su biodiesel è ridotto dal 7,5% al 2,5% ai sensi della Legge Finanziaria del 2009

22 22 ALCUNI BENEFICI ED INCENTIVI PER GLI INVESTIMENTI IN ENERGIE RINNOVABILI (Segue) Tariffe preferenziali da parti di talune State Electricity Regulatory Commissions (SERC) Incentivi alla produzione introdotti nel 2008 (durata totale di 10 anni) Società possono avvalersi di benefici fiscali Concessione di benefici in relazione alla Sales Tax (solo in alcuni stati) Esenzione dall Electricity Tax (solo in alcuni stati) Riacquisto di energia, agevolazioni bancarie (solo in alcuni stati) Benefici offerti ai consumatori industriali che istituiscono unità di produzione di energia da fonti rinnovabili Permessi industriali non necessari per implementare industrie di produzione di energia da fonti rinnovabili Non è richiesta autorizzazione dallAutorità Centrale per lEnergia ( Central Electricity Authority ) per i progetti per la produzione di energia fino a USD 21 milioni

23 23 ALCUNI BENEFICI ED INCENTIVI PER GLI INVESTIMENTI IN ENERGIE RINNOVABILI (Segue) Agevolazioni disponibili per implementare export oriented units nellindustria delle energie rinnovabili Aiuti finanziari disponibili per le aziende che intraprendono progetti di ricerca e sviluppo con istituzioni che abbiano lo scopo di promuovere tecnologie nellambito delle energie rinnovabili Assistenza nella promozione allesportazione ed allo sviluppo commerciale Permesso di mescolare etanolo fino al 5% con gasolina (previsioni simili estese anche ai biocarburanti) Finanziamenti disponibili attraverso lagenzia indiana per lo sviluppo delle energie rinnovabili (IREDA) per la produzione di macchinari nellambito delle energie rinnovabili

24 24 INCENTIVI OFFERTI DA ALCUNI STATI 14 stati hanno annunciato diversi incentivi per lacquisto e sostegno alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili che includono, ad esempio, agevolazioni bancarie, esenzioni dalla Sales Tax, obblighi di acquisto, ecc. Il Maharashtra ha istituito il Green Energy Fund per promuovere progetti nellambito delle energie rinnovabili Stato Renewable Energy Purchase Obligation (RPO) Andhra PradeshMinimo 5% dal al (incluso un minimo del 0,5% per energia eolica) Madhya Pradesh0.5% KarnatakaMinimo 5% e massimo 10% GujaratMinimo: 2% per il

25 25 INCENTIVI OFFERTI DA ALCUNI STATI (Segue) Stato Renewable Energy Purchase Obligation (RPO) RajasthanImplementazione di progetti fino a 400MW da fonti rinnovabili (ai sensi delle Policy 1999, Policy 2000 e Policy 2003) Orissa200 milioni di unità di energia verde durante il ad un costo non superiore al costo pi ù elevato dell energia termica nella regione dell est MaharashtraObiettivo 250 MW di progetti per produzione di energia da biomasse Tamil Nadu10% del consumo totale di energia HaryanaPercentuale minima: % successivamente +10% West BengalGli obblighi di acquisto sono diversi a seconda della licenza KeralaObbligo minimo del 5%, che include il 2% da piccoli impianti idroelettrici, 2% eolico e 1% da fonti diverse dalle precedenti

26 26 INCENTIVI OFFERTI DA ALCUNI STATI ( POLITICHE PER LACQUISTO DI ELETTRICITÀ) StatoEolicoPiccoli impianti idroelettrici Biomasse Andhra Pradesh3,37 (fisso per 5 anni)2,69 (04-05)2,63 (05-06) (aumento del 1% per 5 anni) Chhattisgarh-- 2,71 (05-06) Gujarat3,37 (fisso per 20 anni)--3,00 (nessun aumento) Haryana--2,25 (94-95)4,00 per biomasse e 3,74 per cogenerazione (aumento del 2% per il ) Himachal Pradesh--2,50-- Karnataka3,40 (fisso per 10 anni)2,902,74 per cogenerazione e 2,88 per biomasse (aumento del 1% per 10 anni dal ) Kerala3,14 (fisso per 20 anni)2,80 ( )(aumento del 5% per 5 anni)

27 27 INCENTIVI PER ALCUNI STATI SPECIFICI ( POLITICHE PER LACQUISTO DI ELETTRICITÀ) StatoEolicoPiccoli impianti idroelettrici Biomasse Madhya Pradesh3,97 – 3,302,253,33 – 5,14 (aumento 0,03 – 0,08 per 20 anni) Maharashtra3,50 (aumento 0,15 all anno) 2,25 (99-00)3,05 per cogenerazione e 3,04 – 3,43 per biomasse (aumento 1% per 13 anni) Punjab--2,73 (98 – 99)3,01 (01-02) (aumento 3% per 5 anni, limitato a 3,48) Rajasthan2,91 (aumento 0.05 per 10 anni) 2,75 (98-99)3,60-3,96 (raffreddamento ad acqua ed aria) Tamil Nadu2,70 (fisso)--2,73 ( )* (aumento 5% per 9 anni) Uttar Pradesh--2,252,86 per impianti esistenti e 2,98 per nuovi impianti (aumento 0,04 all anno) Rupie per unità. * Rupie 2,48 per unità con aumento del 5% in 9 anni ( ) per produzione di energia usando carbone. Le politiche per eventuali agevolazioni sono diverse da stato a stato

28 28 GRAZIE Le informazioni contenute in questa presentazione sono state predisposte al solo fine di agevolare la conoscenza del settore delle energie rinnovabili in India, ma necessariamente non possono essere esaustive e dovranno essere in ogni caso verificate ed integrate qualora si valuti la possibilità di implementare progetti nel settore delle energie rinnovabili in questo paese.


Scaricare ppt "ENERGIE RINNOVABILI - INDIA - 15 settembre 2009 Avv. Jacopo Gasperi Of Counsel Studio Legale Macchi di Cellere Gangemi Tel:"

Presentazioni simili


Annunci Google