La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Osteoporosi Malattia Sistemica dello scheletro caratterizzata da: - RIDUZIONE DELLA DENSITA MINERALE OSSEA. - ALTERAZIONE DELLA MICROARCHITETTURA OSSEA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Osteoporosi Malattia Sistemica dello scheletro caratterizzata da: - RIDUZIONE DELLA DENSITA MINERALE OSSEA. - ALTERAZIONE DELLA MICROARCHITETTURA OSSEA."— Transcript della presentazione:

1 Osteoporosi Malattia Sistemica dello scheletro caratterizzata da: - RIDUZIONE DELLA DENSITA MINERALE OSSEA. - ALTERAZIONE DELLA MICROARCHITETTURA OSSEA. con conseguente aumento della fragilità ossea e predisposizione alle fratture Consensus conference, 1996

2 LA DENSITA MINERALE OSSEA NEL CORSO DELLA VITA osteopenia osteoporosi -1 SD -2,5 SD

3

4 Osteoporosi: Struttura dellosso

5

6 10 milioni di pazienti affetti da osteoporosi negli USA Tutti i gruppi etnici sono interessati Prevalentemente una patologia legata alletà, ma non solo 80% donne, 20% uomini

7 Dimensioni del Problema: Italia Popolazione: Donne > 50 anni: Prevalenza fratture da osteoporosi: Donne con osteoporosi: 56.6 milioni 9.4 milioni 30% 2.8 milioni

8 Determinanti del Picco di Massa Ossea* Fattore Genetico Fattori Nutrizionali Fattori Ormonali Esercizio fisico Fattori ambientali Picco di Massa Ossea tra 16 e 20 anni * Entità massima di massa ossea raggiunta al termine della maturazione scheletrica

9 Osteoporosi: i sintomi E fondamentalmente una patologia asintomatica I sintomi compaiono nella fase più avanzata della malattia e sono legati alle fratture o alle deformità dello scheletro

10

11

12

13 Fino a 1 anno di età 1-5 anni 6-10 anni anni anni In gravidanza o allattamento Donne in postmenopausa in trattamento estrogenico Uomini con età inferiore ai 65 anni Donne in postmenopausa senza trattamento estrogenico Uomini con età superiore ai 65 anni Necessità giornaliera di Ca (mg) Apporto giornaliero di calcio raccomandato

14 Latte intero Latte parz. scremato Latte magro Yogurt intero Yogurt parz. scremato Yogurt magro Grana/Parmigiano Gruviera Caciocavallo Pecorino Crescenza Gorgonzola Mozzarella Scamorza Calcio (mg) Alcuni Cibi Ricchi di Calcio (valori arrotondati per 100 g di prodotto) Alici Baccalà (secco) Calamari Gamberi Latterini Polipo Sgombri in salamoia Broccoletti di rapa Carciofi Cardi Cavolo cappuccio verde Cicoria da taglio Indivia Radicchio verde Spinaci 1 uovo (60 g) Cioccolata al latte Calcio (mg)

15 Linee Guida Pratiche Cliniche per la Diagnosi e la Terapia della Osteoporosi in Canada Fattori di Rischio per Osteoporosi Fattori di rischio maggiori Età > 65 anni Menopausa precoce (prima di 45 anni) Storia familiare materna di fratture da osteoporosi (frattura di femore) Fratture vertebrali Fratture da fragilità dopo i 40 anni Terapie con cortisone > 3 mesi Ipogonadismo Iperparatiroidismo primitivo Sindromi da malassorbimento Evidenza di osteoporosi in radiografie Fattori di rischio minori Peso corporeo inferiore a 57 kg Fumo Importante riduzione della statura* Abuso di alcool Abuso di caffeina Storia di ipertiroidismo Artrite reumatoide Scarso apporto dietetico di calcio Terapie con farmaci antiepilettici Terapie croniche con eparina Vita sedentaria Scientific Advisory Council of the Osteoporosis Society of Canada, 2002 * >10% dellaltezza riscontrata a 25 anni

16 Losteoporosi è responsabile di oltre 1,5 milioni di fratture allanno negli USA fratture del bacino fratture vertebrali fratture del polso altre fratture Femore-bacino-rachide-polso-coste Il rischio di fratture per una donna è pari alla somma del rischio di tumori della mammella, utero ed ovaio OSTEOPOROSI E FRATTURE

17 aa 75 aa 65 aa 55 aa rischio di frattura % < BMD femore (mg/cm2) OSTEOPOROSI E FRATTURE

18 OSTEOPOROSI E MENOPAUSA 1. Riduzione degli estrogeni circolanti 2. Apporto alimentare di calcio 3. Attività fisica

19 OSTEOPOROSI NELLUOMO Ipogonadismo Terapia corticosteroidea (artrite reumatoide, asma, etc) Ipopituitarismo Ipertiroidismo

20 OSTEOPOROSI SECONDARIA Osteogenesi imperfecta Rachitismo Ipofosfatasia Sdr di Marfan Malattie endocrine e metaboliche Anoressia Malassorbimento o malnutrizione Fibrosi cistica Malattie del midollo Insufficienza renale Ipercalciuria idiopatica Malattie epatiche BPCO grave Depressione Ipogonadismo iperPTH Ipertiroidismo Sdr di Cushing emocromatosi diabete insulino-dipendente

21 OSTEOPOROSI SECONDARIA SECONDARIA A FARMACI Corticosteroidi GnRH analoghi Chemioterapia antitumorale Diuretici Ciclosporina

22

23 OSTEOPOROSI : DIAGNOSI Densitometria ossea (DEXA, Ultrasuoni) Può diagnosticare losteoporosi prima che si verifichi una frattura Può predire il rischio di frattura per il futuro Permette di monitorare le variazioni della densità ossea nel tempo e gli effetti della terapia (intervalli annuali)

24 OSTEOPOROSI : PREVENZIONE Raggiungimento di un adeguato picco di densità ossea in età giovanile Dieta bilanciata ricca di calcio e vitamina D Attività fisica Stile di vita sano (fumo ed alcolici) Diagnosi precoce e trattamento precoce

25 OSTEOPOROSI : TERAPIA 1.Terapia ormonale sostitutiva 2. Integratori di Calcio e vitamina D 3. Bisfosfonati 4. Attività fisica


Scaricare ppt "Osteoporosi Malattia Sistemica dello scheletro caratterizzata da: - RIDUZIONE DELLA DENSITA MINERALE OSSEA. - ALTERAZIONE DELLA MICROARCHITETTURA OSSEA."

Presentazioni simili


Annunci Google