La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SEMINARIO FORMAZIONE EUROPEA 10-SETTEMBRE 2011 Indagine ISFOL sugli esiti formativi e occupazionali dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SEMINARIO FORMAZIONE EUROPEA 10-SETTEMBRE 2011 Indagine ISFOL sugli esiti formativi e occupazionali dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale."— Transcript della presentazione:

1 SEMINARIO FORMAZIONE EUROPEA 10-SETTEMBRE 2011 Indagine ISFOL sugli esiti formativi e occupazionali dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale Domenico Sugamiele

2 Luglio 2010 – febbraio 2011 Campione di giovani Iscritti ai percorsi di IeFP nella.f. 2004/05 sia nelle Agenzie formative che nelle Istituzioni scolastiche Qualificati nella.f. 2006/07 Intervistati a tre anni dalla qualifica Lindagine Valeria Scalmato

3 Maschi 59% Cittadinanza italiana 94% Residenti al Nord Italia 76% Percorsi in Agenzie formative60% Condizioni familiare: Titolo di studio più alto in famiglia: licenza media61% Famiglie di operai (generici e specializzati)55% Giudizio scuola media : buono/distinto 55,5% sufficiente 42% Dopo scuola media : iscrizione diretta ai percorsi27% Identikit del campione

4 I qualificati per indirizzo professionale dei percorsi frequentati

5 85% dei qualificati rifarebbe la scelta di iscriversi ai percorsi I giovani valutano il percorso: i voti (da 1 a 10)

6 I ragazzi valutano aspetti prettamente didattici

7 Il 36% dei giovani, subito dopo la qualifica, ha intrapreso un percorso formativo/di studio. Di questi: Esiti formativi: prosecuzione studio/formazione subito dopo la qualifica

8 Esiti formativi: la prosecuzione della formazione e dello studio a più di 3 anni dalla qualifica Al momento dellintervista: 9,7% di giovani ha intrapreso un percorso formativo/di studio (rappresentano il 23,7% dei soli non occupati) Si trovano alluniversità, scuola secondaria superiore, formazione terziaria non accademica Sono soprattutto: italiani, Donne, del Centro Italia, da percorsi triennali realizzati a scuola - specie quelli a indirizzo servizi sociali e alla persona e quelli ai servizi allimpresa

9 Condizione dei giovani al momento dellintervista

10 Condizione prevalente per variabili di sfondo (%) NON OCCUPATIOCCUPATITOTALE GENERE MASCHIO35,964,1100 FEMMINA47,952,1100 CITTADINANZA ITALIANA40,959,1100 STRANIERA39,960,1100 AREA GEOGRAFICA NORD OVEST37,262,8100 NORD EST35,065,0100 CENTRO44,555,5100 SUD E ISOLE59,840,2100 AGENZIA/SCUOLA AGENZIA36,064,0100 SCUOLA48,651,4100 CORSO ELETTROTECNICO32,667,4100 INDUSTRIA31,668,4100 SERVIZI ALLE IMPRESE 48,052,0100 SERVIZI SOCIALE E ALLA PERSONA 43,356,7100 TURISTICO- ALBERGHIERO 45,854,2100 TOTALE40,959,1100

11 La velocità del primo inserimento A 3 mesi dalla qualifica ha trovato il primo impiego il 50% degli allievi Rispetto alla struttura formativa, ad un anno dal termine del percorso formativo, lavorava il 70% degli allievi delle agenzie contro il 50% di quelli delle scuole (dopo due anni rispettivamente l85% e il 78%). Rispetto allindirizzo professionale: inserimento più rapido per indirizzo industriale e più lento per servizi alle imprese

12 La condizione dei giovani al momento dellintervista Stabilità: numero di esperienze di lavoro tra la qualifica e lintervista

13 Coerenza del lavoro svolto con il percorso formativo La coerenza del lavoro attuale con il percorso svolto è pressocchè uguale a quella del primo impiego (64%). Differenze per: - Indirizzo professionale: servizi alla persona 62%, allindustria (50%), turistico alberghiero (46%); meno coerenza nei servizi alle imprese (28,2%). - Tipo di struttura: coerenza nel 51% giovani provenienti da agenzie ; 37,5% da scuole - Area Geografica: coerenza del 46,3% al NO, 49,5% NE, 50% al Centro e SOLO 33% al SUD Coerenza legata a utilità: 91% di chi afferma coerenza ritiene utile anche che formazione

14 Più dell80% degli intervistati dà come voto un punteggio tra 8 e 10, media del campione 8.5. Questo valore è alto per tutte le variabili considerate (genere, cittadinanza, area, indirizzo, tipo di contratto, mansioni) Soddisfazione generale per il lavoro svolto Quanto ti piace fare il tuo lavoro ? (voto da 1 a 10)

15 Livello professionale degli occupati

16 I canali utilizzati per la ricerca del lavoro attuale e del primo impiego (%)

17 La stabilità lavorativa numero di esperienze di lavoro Più della metà dei qualificati ha una situazione di stabilità lavorativa Gli stranieri più esposti ad instabilità Al Sud maggiore la quota di quanti non hanno mai lavorato

18 Posizione professionale e inquadramento contrattuale (%) L87% dei giovani qualificati occupati lavora alle dipendenze; Il 5% ha un rapporto di collaborazione; L8% lavora come indipendente

19 Coerenza della formazione e del lavoro attuale Maggiore coerenza per: - Servizi sociali e alla persona (62%) - Industria (50%) - Qualificati negli enti regionali (51%) - Manuali specializzati (57%) e Tecnici (60%) Minore coerenza per: -Servizi alle imprese (28%) -Qualificati in istituti scolastici (37%) -Qualificati al Sud e Isole (33%)

20 Servizi di Orientamento e di Placement Finanziamento Garanzia di erogazione del servizio Questioni aperte


Scaricare ppt "SEMINARIO FORMAZIONE EUROPEA 10-SETTEMBRE 2011 Indagine ISFOL sugli esiti formativi e occupazionali dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale."

Presentazioni simili


Annunci Google