La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Docente di Tecniche di Gestione Aziendali nell Istituto dIstruzione Secondaria Ignazio Calvi di Finale Emilia (Mo) giugno 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Docente di Tecniche di Gestione Aziendali nell Istituto dIstruzione Secondaria Ignazio Calvi di Finale Emilia (Mo) giugno 2003."— Transcript della presentazione:

1

2 Docente di Tecniche di Gestione Aziendali nell Istituto dIstruzione Secondaria Ignazio Calvi di Finale Emilia (Mo) giugno 2003

3 ESPROPRIAZIONI PER PUBBLICA UTILITA ESCURSUS STORICO ESCURSUS STORICO DETERMINAZIONE DELLINDENNIZZO DETERMINAZIONE DELLINDENNIZZO MAGGIORAZIONE DELLINDENNITA IN CASO DI CESSIONE VOLONTARIA MAGGIORAZIONE DELLINDENNITA IN CASO DI CESSIONE VOLONTARIA INDENNITAAGGIUNTIVE PER IL COLTIVATORE DIRETTO INDENNITAAGGIUNTIVE PER IL COLTIVATORE DIRETTO ITER ESPROPRIATIVO ITER ESPROPRIATIVO

4 ESCURSUS STORICO Legge fondamentale 25 giugno 1865 n° 2359 Legge Napoli 15 gennaio 1885 n° 2892 Legge per la casa 22 ottobre 1971 n° 865 Legge Bucalossi 28 gennaio 1977 n° 10 Legge n° agosto 1992 Testo Unico DPR 08 giugno 2001 N°237 Articolo 40 per espropriazione parziale Articolo 39 per espropriazione totale Emanata per realizzare Il risanamento della città di Napoli, colpita da continue epidemie di colera Necessaria per Regolare lo sviluppo urbanistico delle città più industrializzate Del nord Con questo testo sono state abrogate le vecchie leggi, tuttavia, i precedenti criteri di indennizzo sono stati recepiti dalla nuova normativa

5 Esproprio totale PARCO PUBBLICO DETERMINAZIONE DELLINDENNIZZO: Lindennità è determinata sulla base delle caratteristiche del bene al momento dellaccordo di cessione volontaria o alla data dellemanazione del decreto di esproprio. - AREEE EDIFICABILI ind. = Valore venale + 10 Redditi domenicali x 60% 2 - AREE EDIFICATE ind. = In base allart. 38 del Testo unico lindennità è (con fabbricato) determinata nella misura pari al valore venale (corrispondente al valore di mercato o al valore di ricostruzione) - AREE AGRICOLE ind.= in base allart. 40 è determinata col criterio del valore agricolo medio (VAM), tenendo conto della coltura effettivamente praticata. Se larea non è effettivamente coltivata, lindennità è commisurata al VAM corrispondente al tipo di coltura prevalente nella zona

6 Esproprio parziale Azienda agricola Sig. Bianchi Giuseppe nuova tangenziale DETERMINAZIONE DELLINDENNIZZO: In caso di esproprio parziale, il valore della parte espropriata è determinato tenendo conto della diminuzione di valore della parte non espropriata e cioè secondo laspetto economico del valore complementare. Il valore complementare si ottiene dalla differenza tra il valore di mercato del bene intero (Vm) e il valore di mercato che il bene avrebbe senza la parte oggetto di stima (Bene residuo Vm) Vc= Vm – Vm Vc Bene intero Bene residuo Superficie espropriata

7 Maggiorazioni dellindennità in caso di cessione volontaria Per le aree edificabili Per le aree edificabili non si applica la riduzione del 40% alla media del valore venale e di 10 redditi domenicali rivalutati. non si applica la riduzione del 40% alla media del valore venale e di 10 redditi domenicali rivalutati. Ind = Valore venale + 10 Redditi domenicali 2 Per le aree agricole Per le aree agricole Se il proprietario non è coltivatore diretto, lindennità è pari al VAM aumentato del 50% Se il proprietario non è coltivatore diretto, lindennità è pari al VAM aumentato del 50% Ind = VAM x 1,5 Se il proprietario è coltivatore diretto, lindennità è pari al VAM aumentato del 200% Se il proprietario è coltivatore diretto, lindennità è pari al VAM aumentato del 200% Ind = VAM x 3

8 Schema riassuntivo indennità di esproprio per unarea edificabile

9 Indennità aggiuntive per coltivatore diretto Nel caso in cui larea espropriata sia utilizzata dal proprietario coltivatore diretto (o da un imprenditore agricolo a titolo principale) per fini agricoli, al proprietario spetta oltre allindennità di esproprio, unindennità aggiuntiva pari al VAM corrispondente al tipo di coltura effettivamente praticata. La stessa indennità spetta allaffittuario coltivatore diretto che, per effetto della procedura di esproprio, sia costretto ad abbandonare il fondo coltivato da almeno un anno. Tale indennità aggiuntiva si applica anche ai proprietari delle aree edificabili, quando tali aree sono al momento utilizzate per fini agricoli

10 Schema riassuntivo indennità di esproprio per unarea agricola

11 Schema delliter espropriativo Vincolo preordinato allesproprio Approvazione dello strumento urbanistico (piano regolatore generale, variante) Avviso ai proprietari dellavvio del procedimento Dichiarazione di pubblica utilità Approvazione del progetto definitivo e approvazione del piano di attuazione Indennità di espropriazione Compilazione elenco dei beni da espropriare Determinazione dellindennità provvisoria Accordo di cessione VOLONTARIA RIFIUTO (anche con il silenzio) Pagamento dellindennità Determinazione dellindennità definitiva Decreto desproprioImmissione in possesso

12 FINE Unità didattica realizzata dal Prof. Enrico Rampelli, insegnante di Tecniche di Gestione Aziendale nell Istituto di Istruzione Superiore I. Calvi di Finale Emilia (Modena) nel mese di giugno 2003


Scaricare ppt "Docente di Tecniche di Gestione Aziendali nell Istituto dIstruzione Secondaria Ignazio Calvi di Finale Emilia (Mo) giugno 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google