La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali www.appa.provincia.tn.it Ecopolis 2009 Roma, 1 – 3 aprile 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali www.appa.provincia.tn.it Ecopolis 2009 Roma, 1 – 3 aprile 2009."— Transcript della presentazione:

1 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Ecopolis 2009 Roma, 1 – 3 aprile 2009 Stima dellassunzione dei residui di fitofarmaci attraverso la dieta. Risultati del Progetto Residui nel Pranzo Pronto anni 2005 – 2006 – 2007 Michele Lorenzin APPA Trento

2 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Controllo ufficiale degli alimenti D.M 23 dicembre 1992 (articolo 17 D.Lgs. 194/1995) I Laboratori che sono interessati al controllo ufficiale degli alimenti, analizzano i campioni per la verifica del superamento del limite ed il controllo di utilizzi non consentiti dalla normativa. I piani regionali sono definiti con riferimento ad D.M 23 dicembre 1992 e alle Raccomandazioni dellUnione Europea (per il 2008 Raccomandazione 4 febbraio 2008 n. 2008/103/CE)

3 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Controllo ufficiale degli alimenti Accordo 8 maggio 2003 (articolo 17 D.Lgs. 194/1995) LAccordo 8 maggio 2003 tra lo Stato e la conferenza permanente Stato-Regioni, definisce un programma di indagini relative allesposizione dei consumatori a residui di sostanze attive contenute nei prodotti fitosanitari tramite la dieta articolo 2 comma 1 lettera c)

4 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Controllo ufficiale degli alimenti Regolamento (CE) n. 396/2005 Il Regolamento (CE) n. 396/2005 prevede al Capo V un articolo specifico (n. 30) per i programmi nazionali di controllo dei residui di antiparassitari. In particolare al comma 1 secondo paragrafo viene riportato: I programmi sono basati sul rischio e volti in particolare a valutare lesposizione dei consumatori e losservanza della legislazione in vigore.

5 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Stima dellingestione di residui di fitofarmaci attraverso la dieta A livello internazionale esistono numerosi tipi di approcci per stimare lingestione. Semplificando si possono raggruppare in tre categorie: 1° approccio utilizza i dati del controllo ufficiale degli alimenti 2° approccio studio della dieta totale 3° approccio dieta duplicata

6 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Stima dellingestione di residui di fitofarmaci attraverso la dieta 1° approccio utilizza i dati del controllo ufficiale degli alimenti I valori dei residui di fitofarmaci riscontrati negli alimenti grezzi (frutta, ortaggi, cereali) sono combinati con fattori che considerano la preparazione degli alimenti e con una stima del consumo medio a livello nazionale dellalimento.

7 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Stima dellingestione di residui di fitofarmaci attraverso la dieta 2° approccio studio della dieta totale (Totale Diet Study) Consiste nellanalisi di un consistente numero di alimenti rappresentativi prelevati nei punti vendita (market basket) preparati e cucinati. I dati relativi ai residui di fitofarmaci rilevati sono combinati con la stima del consumo medio a livello nazionale dellalimento.

8 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Stima dellingestione di residui di fitofarmaci attraverso la dieta 3° approccio dieta duplicata Consiste nel preparare un pranzo doppio e tutto quello che viene mangiato o bevuto, per un periodo che può variare da 1 a 7 giorni, viene raccolto e analizzato globalmente

9 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Stima dellingestione di residui di fitofarmaci attraverso la dieta 1° approccio utilizza i dati del controllo ufficiale degli alimenti 1.richiede una valutazione statistica di tutti i dati del controllo ufficiale per stimare il valore da utilizzare 2.occorre conoscere tutti i coefficienti (preparazione e cottura ) per calcolare la presenza dei fitofarmaci nellalimento consumato 3.la concentrazione dei residui stimata nellalimento consumato viene moltiplicata per il fattore medio di consumo

10 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Stima dellingestione di residui di fitofarmaci attraverso la dieta 2° approccio studio della dieta totale (Totale Diet Study) 1.lalimento analizzato viene selezionato sulla base dei consumi 2.la concentrazione dei residui riscontrata nellalimento consumato viene moltiplicata per un fattore medio di consumo

11 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Stima dellingestione di residui di fitofarmaci attraverso la dieta 3° approccio dieta duplicata 1.lalimento non viene analizzato singolarmente 2.la concentrazione dei residui riscontrata rappresenta la media della contaminazione di tutti gli alimenti raccolti con problemi di diluizione dei residui

12 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto promosso dal gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie ambientali Progettazione anno 2004 Realizzazione anni in corso Presentazione dei risultati relativi agli anni

13 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Ingestione di residui di fitofarmaci attraverso la dieta Progetto Residui nel Pranzo Pronto 1.analizzare ogni alimento consumato 2.considerare il peso reale dellalimento consumato E possibile quindi valutare lingestione reale di tutti i fitofarmaci, come pure i valori massimi senza il filtro della media dei consumi (utilizzata nel 1° e 2° approccio) e lingestione delle singole portate e non il campione globale (utilizzato nel 3° approccio)

14 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Assunzione dei residui di fitofarmaci attraverso la dieta yProgetto Residui nel Pranzo Pronto Laboratori partecipanti al Progetto Residui nel Pranzo Pronto 1ARPASiciliaRagusa ARPASiciliaPalermo ARPASiciliaCatania2005 4ARPAPugliaBari ARPACampaniaNapoli ARPASardegnaCagliari ARPAMarcheMacerata ARPAToscanaArezzo ARPAEmilia RomagnaFerrara ARPALiguriaLa Spezia ARPAPiemonteTorino ASLLombardiaBergamo ARPAVenetoVerona ARPAFriuli Venezia GiuliaPordenone ARPAFriuli Venezia GiuliaGorizia ARPAValle dAostaAosta APPATrento

15 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto Progettazione 1. definizione del pranzo tipo italiano 2. dove effettuare i prelievi 3. quando effettuare i prelievi 4. definizione di un protocollo operativo 5. definizione di un protocollo analitico

16 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto Progettazione 1. definizione del Pranzo tipo italiano primo piatto secondo piatto (non analizzato) contorno di verdura frutta pane vino (250 ml)

17 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto Progettazione 2. dove effettuare i prelievi Prelievo da effettuare presso mense aziendali, mense scolastiche, mense di ospedali, mense di case di riposo che non utilizzano alimenti biologici.

18 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto Progettazione 3. quando effettuare i prelievi I prelievi sono programmati ad intervalli quadrimestrali e nei diversi giorni della settimana

19 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto Progettazione 4. definizione di un protocollo operativo Richiesta di registrazione del tipo di alimento consumato e la composizione. Ad esempio verdura mista composta da lattuga, carote e pomodori. Richiesta di registrazione del peso della quantità ingerita. Ad esempio nel caso della banana, il frutto senza la buccia.

20 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto Progettazione 5. definizione di un protocollo analitico Analisi effettuate sulla parte effettivamente consumata, estesa alle sostanze attive ricercate dal Laboratorio utilizzando il metodo per il controllo ufficiale e la partecipazione ai proficiency test dellUnione Europea. Richiesta di raggiungere come minimo 10 ug/kg e se possibile 1 ug/kg o meno. Il secondo piatto costituito da carne o pesce non è stato analizzato. Analisi facoltativa dei metalli pesanti Piombo, Mercurio e Cadmio, contemplati dal Regolamento (CE) n. 466/2001

21 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto PRELIEVI 2005 y1° prelievo8 febbraio martedì y2° prelievo26 maggio giovedì y3° prelievo24 ottobre lunedì y4° prelievo21 dicembre mercoledì

22 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto PRELIEVI 2006 y1° prelievo16 marzo giovedì y2° prelievo29 maggio lunedì y3° prelievo6 ottobre venerdì y4° prelievo12 dicembre martedì

23 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto PRELIEVI 2007 y1° prelievo 30 marzo venerdì y2° prelievo 30 maggio mercoledì y3° prelievo 8 ottobre lunedì y4° prelievo 11 dicembre martedì y1°bis prelievo 17 aprile martedì y2°bis prelievo 8 giugno venerdì y3°bis prelievo 11 ottobre giovedì y4°bis prelievo 19 dicembre mercoledì

24 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto yPresenza di residui di fitofarmaci Sono stati analizzati 50 pasti nel 2005, 47 nel 2006, 53 nel 2007 con la ricerca dei residui di fitofarmaci in tutte le portate (escluso il 2° piatto). In 39 pasti nel 2005, 41 nel 2006 e 50 nel 2007 sono stati riscontrati residui di fitofarmaci. numero di pasti anno con residui 11 senza residui anno con residui 6 senza residui anno con residui 3 senza residui

25 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto yNumero dei residui riscontrati nel pranzo numero dei residui per pranzo - anno 2005 media = 2.4 (121:50)

26 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto yNumero dei residui riscontrati nel pranzo numero dei residui per pranzo - anno 2006 media = 3.6 (170:47)

27 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto yNumero dei residui riscontrati nel pranzo numero dei residui per pranzo - anno 2007 media = 3.8 (200:53)

28 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto yFitofarmaci rilevati nelle portate media delle presenze – numero di sostanze attive ° piatto contorno frutta pane vino

29 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto yFitofarmaci rilevati nel 1° piatto sostanza attiva numero di presenze ( ) sostanza attiva numero di presenze ( ) pirimifos-metile6+4+4captano1+0+1 procimidone0+4+2carbaril0+1+1 clorpirifos2+3+0fenhexamide0+1+1 clorprofam2+1+1fludioxonil0+1+1 cyprodinil1+1+1imazalil1+1+0 dicofol altre sostanze attive malation0+2+1 in totale 34 sostanze attive diverse piperonil butossido0+2+1

30 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto yFitofarmaci rilevati nel 2° piatto - contorno sostanza attiva numero di presenze ( ) clorprofam2+5+4 iprodione0+2+6 procimidone0+1+5 propamocarb0+2+3 cyprodinil0+2+2 fenitrotion2+1+1 carbaril altre sostanze attive in totale 36 sostanze attive diverse

31 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Assunzione dei residui di fitofarmaci attraverso la dieta yProgetto Residui Pranzo Pronto yFitofarmaci rilevati nella frutta sostanza attiva numero di presenze ( ) sostanza attiva numero di presenze ( ) clorpirifos4+11+7captano1+3+4 procimidone6+4+5tiabendazolo2+0+4 clorpirifos metile3+4+5bromopropilato2+0+3 difenilammina6+1+5imazalil1+3+1 fenitrotion altre sostanze attive iprodione1+5+4 in totale 46 sostanze attive diverse cyprodinil2+3+4

32 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto yFitofarmaci rilevati nel pane sostanza attiva numero di presenze ( ) pirimifos metile malation1+3+3 carbaril0+1+2 piperonil butossido altre sostanze attive in totale 16 sostanze attive diverse

33 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto yFitofarmaci rilevati nel vino sostanza attiva numero di presenze ( ) sostanza attiva numero di presenze ( ) procimidone fludioxonil1+3+3 metalaxil6+7+8fenhexamide1+3+2 pyrimethanil4+7+6carbendazim0+0+3 cyprodinil4+6+4diclofluanide1+1+1 iprodione altre sostanze attive carbaril1+1+5 in totale 27 sostanze attive diverse

34 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Ingestione di residui di fitofarmaci attraverso la dieta yProgetto Residui Pranzo Pronto yFitofarmaci rilevati nel pranzo completo sostanza attiva numero di presenze ( ) sostanza attiva numero di presenze ( ) procimidone carbaril pirimifos metile20+15fenitrotion6+6+5 iprodione clorpirifos metile5+5+6 cyprodinil clorprofam4+7+5 clorpirifos altre sostanze attive metalaxil5+8+8 in totale 78 sostanze attive diverse (40 nel 2005, 47 nel 2006 e 55 nel 2007) 25 sostanze attive sono state rilevate nel 2005 nel 2006 e nel pyrimethanil7+7+7

35 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto yPresenza di residui di fitofarmaci In alcuni casi è stata riscontrata la presenza dello stesso fitofarmaco in portate diverse Nel 2005 per 11 volte è stata riscontrata la stessa ss.aa. in 2 piatti diversi. Nel 2006 per 12 volte è stata riscontrata la stessa ss.aa. in 2 piatti diversi e per 2 volte in 3 portate. Nel 2007 per 21 volte è stata riscontrata la stessa ss.aa. in 2 piatti diversi e per 3 volte in 3 portate. ALCUNI ESEMPI pirimifos metile nel 1° piatto e nel pane clorpirifos nel 1° piatto e nella frutta cyprodinil nel 1° piatto e nel vino, nel contorno e nella frutta propamocarb nel 1° piatto e nel contorno

36 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto Elaborazione dei dati residui (ug/kg) X quantità portata (kg) ug sostanza attiva ingerita per la singola portata per ogni ss.aa. e per tutte le portate (1° piatto, contorno, frutta, pane e vino (250ml))

37 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Assunzione dei residui di fitofarmaci attraverso la dieta yProgetto Residui nel Pranzo Pronto ySuddivisione percentuale della quantità ingerita

38 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto - Elaborazione dei dati Calcolo quantità giornaliera ingerita Quantità di sostanza attiva (ug) ingerita nel pranzo completo come somma delle quantità presenti nelle singole portate. Normalmente vi sono due i pasti al giorno e quindi la quantità di sostanza attiva viene moltiplicata per due (quantità giornaliera ingerita (ug/die))

39 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto yElaborazione dei dati Calcolo quantità giornaliera ingerita rapportata al peso corporeo La quantità giornaliera ingerita viene rapportata al peso corporeo (mg/kg p.c./die): 60 kg uomo - 40 kg ragazzo - 20 kg bambino Nel caso del ragazzo e bambino non si considera lapporto del vino nel calcolo della quantità di s.a. ingerita nel pranzo completo e quindi della quantità giornaliera di s.a. ingerita.

40 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto Elaborazione dei dati Rapporto con ADI La quantità giornaliera di s.a. ingerita per kg di peso corporeo (mg/kg p.c./die): 60 kg uomo - 40 kg ragazzo - 20 kg bambino viene rapportata rispetto al valore di ADI e si calcola la percentuale della quantità giornaliera di s.a. ingerita per kg di peso corporeo, rispetto al valore di ADI (% ADI) Sono stati considerati i valori di ADI del documento The status of active substances under EU review (doc. 3010)

41 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui nel Pranzo Pronto Percentuale della quantità giornaliera di s.a. ingerita per kg di peso corporeo, rispetto al valore di ADI (% ADI) ANNO pasti analizzati, o meglio dei 39 con residui. Si ottengono 121 valori di % ADI per luomo e 84 valori per il ragazzo ed il bambino. ANNO pasti analizzati, o meglio dei 41 con residui. Si ottengono 170 valori di % ADI per luomo e 121 valori per il ragazzo ed il bambino. ANNO pasti analizzati, o meglio dei 50 con residui. Si ottengono 200 valori di % ADI per luomo e 159 valori per il ragazzo ed il bambino.

42 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ADI uomo 60 kg - anno 2005 % ADI media = 2.6 % massimo = 73.3%

43 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ADI uomo 60 kg – anno 2006 % ADI media = 2.0 % massimo = 48.8 %

44 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ADI uomo 60 kg – anno 2007 % ADI media = 1.2 % massimo = 15.5 %

45 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ADI ragazzo 40 kg – anno 2005 % ADI media = 4.9 % massimo = 109 %

46 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ADI ragazzo 40 kg – anno 2006 % ADI media = 3.1 % massimo = 44.0 %

47 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali yProgetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ADI ragazzo 40 kg – anno 2007 % ADI media = 2.0 % massimo = 23.2 %

48 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ADI bambino 20 kg – anno 2005 % ADI media = 9.8 % massimo = 219 %

49 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ADI bambino 20 kg – anno 2006 % ADI media = 6.1 % massimo = 88.0 %

50 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ADI bambino 20 kg – anno 2007 % ADI media = 4.0 % massimo = 46.4 %

51 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto - Elaborazione dei dati Rapporto con ARfD Acute Reference Dose - Dose Acuta di Riferimento La quantità di s.a. ingerita in un pranzo per kg di peso corporeo (mg/kg p.c./die): 60 kg uomo - 40 kg ragazzo - 20 kg bambino viene rapportata rispetto al valore di ARfD e si calcola la percentuale della quantità di s.a. ingerita in un pranzo, per kg di peso corporeo, rispetto al valore di ARfD (% ARfD) Sono stati considerati i valori di ARfd del documento The status of active substances under EU review (doc. 3010)

52 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui nel Pranzo Pronto - Elaborazione dei dati Rapporto con ARfD - EU Acute Reference Dose - Dose Acuta di Riferimento LUnione Europea nel documento The status of active substances under EU review (doc. 3010) definisce valori di ARfD per 17 ss.aa. delle 78 ss.aa. riscontrate nei pranzi e per queste 17 ss.aa. è possibile calcolare il rapporto percentuale tra la quantità ingerita con un pranzo ed il valore di ARfD. Nel 2005, per luomo, si è potuto calcolare la % ARfD in 21 casi, nel 2006 per 41 casi e nel 2007 per 39 casi. Il valore massimo rilevato, per luomo, non supera il 2% come rapporto percentuale tra la quantità ingerita con un pranzo ed il valore di ARfD. Per il bambino la % ARfD non supera il 5%.

53 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Progetto Residui Pranzo Pronto Distribuzione % ARfD-EU bambino 20 kg

54 Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali Conclusioni Il Progetto Residui nel Pranzo Pronto è continuato anche nel 2008 e a breve saranno elaborati i risultati. I dati relativi al 2005, sono stati oggetto di una pubblicazione Pesticide residues in Italian Ready-Meals and dietary intake estimation sul Journal of Environmental Science and Health Part B, 2007 (42), Al Ministero della Salute si è chiesto di inserire le attività del Progetto Residui nel Pranzo Pronto nel controllo ufficiale degli alimenti.


Scaricare ppt "Settore Laboratorio e controlli – Gruppo di lavoro Fitofarmaci delle Agenzie Ambientali www.appa.provincia.tn.it Ecopolis 2009 Roma, 1 – 3 aprile 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google