La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE E SPORTIVE SCOLASTICHE PROGETTO MAGNALONGA PER IL BENESSERE Brunello – Di Fluri – Orazio – Pilotto Docente: Luciano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE E SPORTIVE SCOLASTICHE PROGETTO MAGNALONGA PER IL BENESSERE Brunello – Di Fluri – Orazio – Pilotto Docente: Luciano."— Transcript della presentazione:

1

2 ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE E SPORTIVE SCOLASTICHE PROGETTO MAGNALONGA PER IL BENESSERE Brunello – Di Fluri – Orazio – Pilotto Docente: Luciano Bertinato Tutor: Angela Capuzzo

3 ANNA ANTONIO MATTEO FRANCESCA COLLEGAMENT I SCUOLA- TERRITORIO P R O G E T T O COSA PROPORRE? COME ORGANIZZARE? PERCHE PROPORRE IL PROGETTO? A CHI? RICERCA REPERIBILITA DEI FONDI APSETTI LEGISLATIVI AUTONOMIA SCOLASTICA INDICAZIONE DEL CURRICOLO LISTA DELLA SPESA ORGANIZZAZIONE INTERNA DEL GRUPPO LEGGI, PROGETTI, INIZIATIVE, POF, CURRICOLO ARGOMENTO DA TRATTARE STRATEGIE DI INTERVENTO OBIETTIVI – FINALITA - TEMPI – ETC … IL TERRITORIO DA VALORIZZARE

4 LA NOSTRA DOMANDA ……. LE NOSTRE PROPOSTE …… I d e a !!! EDUCAZIONE ALIMENTARE e ATTIVITA FISICA: ORA: DISTRIBUTORI CON LATTE, YOGURT, FRUTTA e PIU TEMPO DEDICATO ALL ATTIVITA FISICA NELL EXTRASCUOLA ……. C a s a S c u o l a

5 Dove si parla di promozione alla salute? Direzione Generale per lo Studente, l'Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Ufficio IV Condizione giovanile, educazione alla salute, orientamento e lotta allabbandono scolastico Politiche sociali a favore dei giovani e, in particolare, governo delle azioni di prevenzione dellabbandono scolastico e contrasto del disagio giovanile in tutte le sue forme. Promozione del benessere bio-psico-sociale dello studente attraverso azioni di educazione alla salute, alla corretta alimentazione e stili di vita positivi. Interventi di orientamento e promozione del successo formativo. Attività di orientamento anche in raccordo con il sistema universitario. Analisi, studio e confronto con le realtà internazionali in collaborazione con le Direzioni generali competenti e collaborazione con altri enti e organizzazioni che sviluppano politiche e azioni a favore degli studenti. Monitoraggio sullimpiego delle risorse di competenza.

6 PIANO PER IL BEN…ESSERE DELLO STUDENTE Rivolgere lattenzione ai temi della corretta alimentazione e delladeguata attività fisica è divenuta, al giorno doggi, prioritaria necessità delle Istituzioni. Nel gennaio 2004 lOrganizzazione Mondiale della Sanità lanciò la Strategia Globale per la Dieta, lAttività Fisica e la Salute, sollecitando unazione coordinata dei Governi, finalizzata alla salvaguardia della salute e del benessere.Nel marzo 2005 la Commissione Europea ha promosso la Piattaforma dAzione per la Dieta, lAttività Fisica e la Salute, apportando così il contributo dellUnione Europea alla realizzazione della strategia globale.

7 INDICAZIONE PER IL CURRICOLO -Settembre Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado. Lalunno, possiede conoscenze e competenze relative alleducazione alla salute, alla prevenzione e alla promozione di corretti stili di vita. Obiettivi di apprendimento al termine della classe terza della scuola secondaria di primo grado. Sicurezza e prevenzione, salute e benessere. ……applicare principi metodologici utili e funzionali per mantenere un buono stato di salute

8 MINISTERO DELLA SALUTE GUADAGNARE SALUTE Rendere facili le scelte salutari Il programma Guadagnare salute, si riassume sostanzialmente in 4 mosse: + FRUTTA E VERDURA + MOVIMENTO NIENTE FUMO NO ALLABUSO DI ALCOL

9 Rischi di una cattiva alimentazioneRischi di una cattiva alimentazioneLassunzione errata di alimenti, sia nella quantità che nella qualità, può essere uno dei fattori principali nella determinazione di stati patologici, come l'ipertensione arteriosa, l'obesità etc.La piramide alimentareSimbolo di una "sana ed equilibrata alimentazione", è uno strumento utilizzato da dietologi, medici e nutrizionisti per indicare con praticità ed immediatezza un modo corretto di alimentarsi. Alla base della piramide si trovano i cibi da consumare quotidianamente, al vertice quelli da assumere con moderazioneMangiare sano e con gustoLa salute si conquista innanzitutto a tavola, imparando sin da bambini le regole del mangiar sano. Una corretta alimentazione è fondamentale per una buona qualità di vita e per invecchiare beneLe nostre abitudini a tavolaLa dieta degli adulti europei risulta eccessivamente ricca di grassi: la percentuale di lipidi varia infatti dal 30% fino a oltre il 40% dellapporto calorico totale, quando quella raccomandata sarebbe del 15-30%. Ecco alcuni dati scaturiti da indagini effettuate su domanda e vendita di alimentiI dieci consigli degli espertiMangiare meglio e con più gusto, proteggendo la propria salute è possibile. Ecco alcuni suggerimenti e indicazioni generali messi a punti da esperti della nutrizioneLa piramide alimentareMangiare sano e con gustoLe nostre abitudini a tavolaI dieci consigli degli esperti Guadagnare salute

10 SCUOLA TERRITORIO (VALORIZZARLO E CONOSCERLO) AZIENDE PRIVATE ( COOPERATIVE, CENTRALE DEL LATTE) EDUCAZIONE FISICA/SPORT ATTORI DEL PROGETTO STUDENTE FAMIGLIA ( UNICEF, UNESCO ) COMUNE, PROVINCIA, REGIONE….. PROTAGONISTA

11 PREMESSA In Italia sono in aumento i disturbi e le patologie correlate ad una alimentazione errata. I Piani Sanitari Nazionali e Regionali degli ultimi anni sottolineano il problema ed hanno fra gli obiettivi quello di promuovere comportamenti e stili di vita che migliorino la Salute dellessere umano intesa come stato di completo benessere fisico,psichico e sociale(O.M.S..) I progetti di Educazione alimentare nella scuola si pongono come obiettivo quello di sottolineare limportanza della conoscenza approfondita dei problemi della nutrizione. Essere bene informati sulle regole e sulle buone abitudini alimentari vuol dire prevenire diverse malattie quali il diabete, lipercolesterolemia, le malattie cardiovascolari che come già accennato sono in grande aumento e sono legate ad abitudini alimentari errate. Seguire una sana alimentazione è dunque sicuramente importarne e le istituzioni, in particolare scuola e sanità, dovrebbero farsi carico di progetti comuni per diffondere una cultura di salute.

12 SCUOLA COME CREATRICE E PROMOTRICE DI CULTURA

13 Ma non solo scuola…… Scuola Sanità Famiglie Società sportive Oratorio Università/ricerca Fare rete/sistema Al centro dellintervento Salute del ragazzo

14 F INALITÀ educare ad una corretta alimentazione e ad una regolare attività fisica, quali elementi convergenti per il conseguimento di un equilibrato sviluppo fisico e mentale del giovane; assicurare un'informazione corretta e puntuale sulle diverse tematiche utili per l'adozione di un sano e corretto stile di vita; favorire l'affermarsi di una mentalità nuova, volta a preferire la qualità e la genuinità degli alimenti, in cui i prodotti agroalimentari e tipici della nostra tradizione possano svolgere un ruolo di protagonisti; valorizzare gli elementi che caratterizzano la specificità della nostra agricoltura, anche biologica

15 O BIETTIVO GENERALE Educare i giovani ad uno stile di vita attivo e scelte alimentari consapevoli

16 OBIETTIVI SPECIFICI Promuovere il consumo di alimenti locali Promuovere la pratica di attività fisica in ambiente naturale Considerare lalimentazione come prevenzione e cura delle malattie. Sapersi alimentare a seconda del bisogno calorico e della situazione. Favorire la partecipazione dei genitori dei ragazzi della scuola a progetti di educazione alimentare e di attività fisica

17 O BIETTIVO L. A. R. N.

18 STRUTTURAZIONE DEL PROGETTO Tempi: Il progetto avrà la durata di un intero anno scolastico e prevederà attività sia attività curricolari che extra.

19 STRUTTURAZIONE DEL PROGETTO Risorse: 1) Organizzazione generale affidata allinsegnante di Educazione Fisica; legge 440 piano di finanziamento autonomia; 2) Uscite presso le aziende del territorio: Pullman finanziato con il fondo distituto 3) Serate informative finanziate dagli enti locali e dal comune 4) Attività sportive pomeridiane a carico delle società sportive come promozione al loro sport

20 STRUTTURAZIONE DEL PROGETTO Durata: Il progetto avrà una durata complessiva di un intero anno scolastico. Esso sarà strutturato in modo tale da fornire in un primo momento ai ragazzi informazioni riguardanti limportanza di una corretta alimentazione ed uno stile di vita attivo e conoscenze riguardo il territorio di origine dei prodotti della loro zona. Nella seconda fase verranno organizzate escursioni sul territorio per vedere di persona e scoprire quei prodotti che caratterizzano il loro territorio. Durante queste uscite saranno organizzate attività motorie in ambiente naturale (orienteering, caccia al tesoro e nord walking)

21 STRUTTURAZIONE DEL PROGETTO Dove: I luoghi dello svolgimento del progetto saranno gli ambienti scolastici, classi e palestra per lezioni teoriche ed attività pratiche e sportive; visite ai luoghi di produzione dei prodotti alimentari per scoprirne lorigine e praticare attività allaria aperta.

22 STRUTTURAZIONE DEL PROGETTO A chi è proposto: Il progetto sarà proposto alle classi prime della scuola secondaria di primo grado di Marano Vic.no.

23 STRUTTURAZIONE DEL PROGETTO Organizzazione attività pluridisciplinari: Le attività svolte saranno varie e suddivise tra i docenti in base al loro ambito dinsegnamento; dalla studio teorico dei benefici indotti da una vita attiva e da una corretta alimentazione(insegnante di scienze), lo studio e la scoperta dei prodotti locali nelle zone dorigine (insegnante di geografia), lattività motoria a scopo preventivo per instaurare una cultura del movimento e del benessere (insegnante di educazione fisica)

24 STRUTTURAZIONE DEL PROGETTO Valutazione del progetto (prima, durante, dopo): La valutazione del progetto verrà effettuata attraverso un questionario, somministrato agli alunni prima dellinizio del progetto e al termine, riguardo le loro conoscenze dellimportanza di una corretta alimentazione e uno stile di vita attivo e rispetto alle loro abitudini.


Scaricare ppt "ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITÀ MOTORIE E SPORTIVE SCOLASTICHE PROGETTO MAGNALONGA PER IL BENESSERE Brunello – Di Fluri – Orazio – Pilotto Docente: Luciano."

Presentazioni simili


Annunci Google