La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

HSR, MI 2011 Le sordità neurosensoriali nelladulto,la diagnosi e la terapia ragionata Lucia O. Piccioni Ospedale San Raffaele, Milano CORSO DI AGGIORNAMENTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "HSR, MI 2011 Le sordità neurosensoriali nelladulto,la diagnosi e la terapia ragionata Lucia O. Piccioni Ospedale San Raffaele, Milano CORSO DI AGGIORNAMENTO."— Transcript della presentazione:

1 HSR, MI 2011 Le sordità neurosensoriali nelladulto,la diagnosi e la terapia ragionata Lucia O. Piccioni Ospedale San Raffaele, Milano CORSO DI AGGIORNAMENTO PER MEDICI E CONSENSUS CONFERENCE ORDINE DEI MEDICI DI MILANO sabato 14 maggio 2011

2 HSR, MI 2011 Le persone affette da vari gradi di sordità, sia bambini che adulti, fanno i conti quotidianamente con le loro difficoltà comunicative e spesso sviluppano atteggiamenti reattivi, quali: Isolamento sociale (difficoltà comunicative) Depressione Frustrazione Negativismo Deficit cognitivo Problemi associati alla perdita uditiva

3 HSR, MI 2011 Restituire al paziente la comprensione delle parole anche nel rumore, indipendentemente dalla loro direzione di provenienza permettendogli una normale vita sociale. Obbiettivo audiologico sociale

4 HSR, MI 2011 Prevenzione Terapia medica Terapia chirurgica Terapia protesica Cosa possiamo fare?

5 HSR, MI 2011 Prevenzione Prevenzione Primaria Rappresenta lobiettivo principale della programmazione sanitaria mondiale riguardante al problema della sordità. Attivazione di interventi ambientali(sui luoghi di lavoro), procedure diagnostiche e terapeutiche tali da precedere e/o eliminare il danno a livello del sistema uditivo, impedendo lo sviluppo della malattia. Durante la gravidanza prevede interventi rivolti alla cura di quelle affezioni che possono indurre sordità e nellevitare i farmaci cosiddetti ototossici I. Da trauma acustico I. Virale I. da farmaci ototossici

6 HSR, MI 2011 Prevenzione Prevenzione Secondaria La precocità e ladeguatezza dellintervento riabilitativo, protesico e logopedico, rappresentano misure di prevenzione secondaria volte a ridurre le limitazioni di performance comunicativa, o disabilità, del soggetto. Prevenzione Terziaria Nei casi affetti da ipoacusia grave non adeguatamente trattati si assiste ad una stabilizzazione delle disabilità senza possibilità di recupero. Attività sussidiare passive date dallintervento delle strutture pubbliche, assistenziali e sanitarie, con supporto psicologico ed economico.

7 HSR, MI 2011 Prevenzione Terapia medica Terapia chirurgica Terapia protesica Cosa possiamo fare?

8 HSR, MI 2011 Presbiacusia Ipoacusia improvvisa Malattia di Meniére Ipoacusia autoimmune Terapia medica

9 HSR, MI 2011 Presbiacusia Prevenzione e ritardo dellinvoluzione tissutale Abolizione del fumo, Dieta (riduzione dellipercolesterolemia e delliperglicemia) Farmaci antiossidanti (Vitamine E, vitamina C) Farmaci neurotrofici (es.citicolina, Vit B12)?

10 HSR, MI 2011 Ipoacusia improvvisa Sudden sensorineural hearing loss has been described as a medical emergency in search of appropraite diagnostic techniques and treatments Matthew R. OMalley, 2008 Ricovero immediato Infusione di soluzione di mannitolo al 18% Corticosteroidi sistemici Farmaci vasodilatatori Terapia iperbarica

11 HSR, MI 2011 Ipoacusia improvvisa Take Home Messages: Emergenza otologica Prognosi è migliore se il trattamento precoce (entro 4 settimane dalla comparsa) Terapia delezione: Steroidi per via sistemica Steroidi intratimpanici come alternativa se gli steroidi sistemici sono controindicati

12 HSR, MI 2011 Malattia di Menière Terapia Profilattica Dieta evitando sostanze tigger (es: caffeina, nicotina, alcool, zuccheri, grassi) ed iposodica I diuretici (es.: idroclortiazide: Moduretic) diminuiscono la pressione dei liquidi dellorecchio interno Terapia Sintomatica Corticosteroidi, sono in grado di ridurre lidrope endolinfatica e diminnuire la sintomatologia Benzodiazepine IM/EV, riducono vertigine e nausea

13 HSR, MI 2011 Prevenzione Terapia medica Terapia chirurgica Terapia protesica Cosa possiamo fare?

14 HSR, MI 2011 Ipoacusie conseguenti ad otite media cronica Malattia di Meniére Ipoacusia improvvisa post-traumatica Neurinoma dellacustico Terapia Chirurgica

15 HSR, MI 2011 Hanno in genere una componente trasmissiva, per cui si tratta di ipoacusie miste Sono facilmente diagnosticabili con lanamnesi e la radiologia Complicanze delle otiti croniche

16 HSR, MI 2011 Complicanze delle otiti croniche otite media cronica colesteatoma che erode il muro della loggetta e la catena ossiculare muro della loggetta catena ossiculare Tessuto infiammatorio

17 HSR, MI 2011 Malattia di Menière Terapia chirurgica Riservata ai fallimenti della terapia medica ed è peraltro controversa Le procedure chirurgiche si dividono in 2 categorie: Interventi distrittuvi Interventi non distruttivi

18 HSR, MI 2011 Neurinoma dellacustico Terapia chirurgica La tecnica chirurgica adottata dipende dal grado di ipoacusia preoperatorio, dalla sede e dalle dimensioni del tumore: Translabirintica Retrosigmoidea Fossa cranica media Radiochirurgia

19 HSR, MI 2011 Prevenzione Terapia medica Terapia chirurgica Terapia protesica Cosa possiamo fare?

20 HSR, MI 2011 Terapia protesica Gli apparecchi acustici sono l'ausilio riabilitativo per potenziare la capacità uditiva. Eessenziale lutilizzo di questi dispositivi per garantire labilità sociale e mantenere il proprio livello di partecipazione alla vita di relazione. La protesi acustica svolge la funzione di amplificare i segnali sonori in base alle caratteristiche della perdita uditiva. E' il medico specialista(audiologo o otorinolaringoiatra) che prescrive la protesi, mentre sarà laudioprotesista che adatta la protesi al particolare tipo di ipoacusia del soggetto.

21 HSR, MI 2011 Terapia protesica PROTESI ACUSTICHE PER VIA AEREA Analogiche: (in netto declino) aumentano in prevalenza solo lintensità dei suoni Digitali: programmate per aumentare la loudness in campi precisi delle frequenze uditive e per compensare i disturbi qualitativi dellipoacusia.

22 HSR, MI 2011 Terapia protesica Diverse modalità di applicazione: Retroauricolari Endoaurali Totalmente Impiantabili (Esteem-Envoy) Semi-Impiantabili (Vibrant Sound Bridge) Impianti cocleari

23 HSR, MI 2011 Terapia protesica Anacusia monolaterale Disturbi della comunicazione nonostante la presenza di udito normale nellorecchio controlaterale (Giolas, 1994) Difficoltà di ascolto nellambiente rumoroso per la ridotta selezione degli stimoli verbali Perdita della localizzazione della sorgente sonora (direzionalità del suono) Tre Soluzioni Nessuna terapia Protesi acustica CROS BAHA

24 HSR, MI 2011 Terapia protesica Anacusia monolaterale: CROS (controlateral rounting of signal) SISTEMA INDIRETTO Il suono captato da un microfono satellite del lato anacusico viene inviato ad un ricevitore situato nellorecchio migliore

25 HSR, MI 2011 Terapia protesica Anacusia monolaterale: BAHA (Bone anchored hearing aid) SISTEMA DIRETTO Il suono per via ossea raggiunge direttamente la coclea controlaterale, senza lattenuazione degli strati cutaneo e sottocutaneo.

26 HSR, MI 2011 Ipoacusia e Protesizzazione Il 4,3% della Popolazione italiana risulta candidato allapplicazione di una protesi acustica, la quale viene utilizzata solo dall1% dei soggetti

27 HSR, MI 2011 GRAZIE PER LATTENZIONE

28 HSR, MI 2011 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "HSR, MI 2011 Le sordità neurosensoriali nelladulto,la diagnosi e la terapia ragionata Lucia O. Piccioni Ospedale San Raffaele, Milano CORSO DI AGGIORNAMENTO."

Presentazioni simili


Annunci Google