La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

13° CONVEGNO FIMP NAPOLI 17-18 maggio 2013 TOLLERANZA IMMUNOLOGICA E APPARATO GASTROINTESTINALE Dr. Angiola Fontanella Dr. Giuseppina Aloj Pediatra di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "13° CONVEGNO FIMP NAPOLI 17-18 maggio 2013 TOLLERANZA IMMUNOLOGICA E APPARATO GASTROINTESTINALE Dr. Angiola Fontanella Dr. Giuseppina Aloj Pediatra di."— Transcript della presentazione:

1 13° CONVEGNO FIMP NAPOLI maggio 2013 TOLLERANZA IMMUNOLOGICA E APPARATO GASTROINTESTINALE Dr. Angiola Fontanella Dr. Giuseppina Aloj Pediatra di Famiglia AIF – Dip. di Pediatria Napoli 1 Centro Università Federico II Napoli

2

3 NOVITA IN TOLLERANZA IMMUNOLOGICA E APPARATO GASTRO-ENTERICO: NEL QUOTIDIANO Importanza della barriera intestinale Diete di esclusione in gravidanza e allattamento Timing Svezzamento Diete nella Dermatite Atopica Probiotici e Tolleranza SOTI

4 BARRIERA INTESTINALE Muco e acidità gastrica protettivi nei confronti dellallergia intestinale Infatti la ridotta acidità facilita le reazioni IgE mediate Untersmary et al JACI 2003;112: ATTENTI ALL ABUSO INIBITORI POMPA IN PEDIATRIA!

5 Tempi e modalità di contatto con lantigene La politica di avoidance non ha prodotto effetto epidemiologico utile, anzi aumento casi allergia alimentare di tipo anafilattico PERTANTO Greer FR et al. AAP Pediatrics 2008;121: Kramer et al. Cochrane Database Syst Rev 2006(3) Lack G et al N Engl J Med 2003;348: No diete di esclusione in gravidanza e allattamento per prevenire m.atopica

6 TIMING SVEZZAMENTO IERI AAP 2004: solidi oltre i 4 -6 mesi Rischio atopico : LV > 1anno, uovo > 2 anni, arachidi, nocciole e pesce > 3anni EAACI 2006: solidi oltre 4-6 mesi (LM e Formula) Rischio atopico: LM>4 mesi,solidi > i 6 mesi ACAAI 2006: solidi > 6 mesi e allergizzanti singolarmente e con precauzione

7 INDUZIONE TOLLERANZA Di Pillo S et al. RIAP ; 14-18

8 OGGI

9 TIMING SVEZZAMENTO NELLA PRATICA Favorire lAutosvezzamento con gli stessi alimenti della famiglia assicurandosi di corrette abitudini familiari. Momento prezioso per salvaguardare anche salute degli adulti ! Genitori ricettivi e propensi a modifiche della dieta per il loro bambino FRA il 4 e 6 mese : TUTTO!!!

10 Dieta e Dermatite Atopica Quello che le Linee Guida raccomandano, quello che gli Esperti consigliano LINEE GUIDA NICE 2007 Considerare Allergia alimentare - Reazione immediata ad un alimento - Lattanti o bb piccoli con eczema moderato- grave non rispondente a terapia, specie se dismotilità o deficit crescita

11 DISSENSO FRA GLI ESPERTI N.Maiello,GP Ricci,G.Baviera,E Galli Terapia + appropriata: controllo infiammazione cute, infezioni, ripristino barriera. Se frequenti acuzie e fondato sospetto AA fondamentale TPO per diagnosi Dieta solo se corretta diagnosi RIAIP 05/2011:2-27

12 DISSENSO FRA GLI ESPERTI G.Longo e L.Capra Non evidenze convincenti per avvalorare AA ruolo causale nella DA, mentre è vero il contrario (Lack et al.J Allergy Clin Immunol 2008;121:1331 ) Rischio Fabbrica super allergici

13 IPOTESI DOPPIA ESPOSIZIONE ALLERGENE

14 RIVOLUZIONE COPERNICANA Badina and G.Longo Current Pharmaceutical Design, 2012,18: Dermatite atopica causa di sensibilizzazione e non effetto di allergia alimentare

15 NEL NOSTRO QUOTIDIANO? Sforzo maggiore di corretto trattamento topico per rapida remissione e mantenimento integrità della barriera cutanea Educazione e coinvolgimento della famiglia Forme gravi e resistenti (pochissime!): consulto con esperti!

16

17 MICROBIOMA Minore colonizzazione flora fecale di enterococchi e bifidobatteri e maggiore S.aures nei bb che sviluppano allergia Bjorksten B. et al J Allergy Clin Immunol 2001;108: Carica totale bifidobatteri inferiore nei soggetti che sviluppano atopia Kalliomaki M et al. J Allergy Clin Immunol 2001;107: Polisaccaride A Bacteroides fragile interagisce con TLRs e promuove Tregs modulando infiammazione in modelli murini di IBD Round et al. PNAS 2010;107:12204

18 Flora batterica cruciale per bilanciato rapporto Th1/Th2 LGG accelera tolleranza PLV se associato a idrolisato R.Berni Canani et al. J Allergy Clinical Immunology 2012 La somministrazione di bifidobatteri nel topo germ freenel periodo neonatale induce tolleranza Sudo et al. J.Immunol 1997;159: MICROBIOMA

19 NEL NOSTRO QUOTIDIANO? PREMESSE INCORAGGIANTI I benefici dei Probiotici sono strettamente ceppo-specifici, correlati al tipo di patologia allergica trattata, caratteristiche del paziente, durata terapia e tipo di prodotto impiegato

20 TERAPIA ALLERGIA ALIMENTARE OGGI: Dieta di eliminazione Gold standard Prerequisito essenziale per sviluppo tolleranza è esposizione orale e ripetuta allantigene Allergy 2009;64: SOTI (Specific Oral Tolerance Induction) From Avoidance to Tolerance

21 SOTI Somministrazione orale di quantità crescenti di allergene per indurre desensibilizzazione e poi, nel tempo, favorire tolleranza - DESENSIBILIZZAZIONE: cambiamento dose-soglia allergene causa sintomi allergici -TOLLERANZA: modulazione attiva risposta immune che favorisce Treg e allontana risposta Th2

22 - VERA TOLLERANZA Bambino che riprende a mangiare lalimento per soppressione attiva della risposta Th2 (Treg, IL-10; TGF-beta) -FALSA TOLLERANZA Bambino a rigorosa dieta di esclusione, da progressiva riduzione IgE specifiche per mancata stimolazione

23 SCOPO SOTI Anafilassi: Assicurazione sulla vita ! Evitare rischio reazione severe per minime tracce alimenti offending Fenotipo meno grave (già parzialmente tollerante): innalzare dose soglia reattività per condurre dieta libera Iride Dello Iacono Atti SIAIP 2013

24

25

26 GRAZIE !!!


Scaricare ppt "13° CONVEGNO FIMP NAPOLI 17-18 maggio 2013 TOLLERANZA IMMUNOLOGICA E APPARATO GASTROINTESTINALE Dr. Angiola Fontanella Dr. Giuseppina Aloj Pediatra di."

Presentazioni simili


Annunci Google