La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dal 4 Agosto 1914 all11 novembre 1918 quasi tutti i paesi si affrontarono in un conflitto di vastità e violenza senza confronti: La Prima guerra mondiale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dal 4 Agosto 1914 all11 novembre 1918 quasi tutti i paesi si affrontarono in un conflitto di vastità e violenza senza confronti: La Prima guerra mondiale."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Dal 4 Agosto 1914 all11 novembre 1918 quasi tutti i paesi si affrontarono in un conflitto di vastità e violenza senza confronti: La Prima guerra mondiale. Essa si svolse prevalentemente in Europa ma si combatté anche nel vicino Oriente.

4 PERCHE MONDIALE? Mondiale perché almeno una volta nella storia si sono fronteggiate tutte le nazioni del mondo.

5

6

7

8 ADESIONE ALLA GUERRA Ladesione alla guerra fu massiccia e lintera Europa caratterizzata da un forte ondata di patriottismo (almeno allinizio infatti soldati erano entusiasti di partire. La maggior parte partirono: operai, uomini daffari, intellettuali che condividevano tutti gli stessi sentimenti di amore per la propria patria.

9 Propagande e cartoline di guerra Per convincere la gente ad arruolarsi le potenze dellIntesa e gli imperi centrali ricorsero a toni molto violenti come mostrano alcuni volantini e cartoline.

10

11 LA GUERRA IN TRINCEA Il fronte occidentale era costituito da linee parallele di trincee, delle specie di protezioni. Milioni di soldati dovettero vivere per anni sotto terra, ne uscivano solo per affrontare il nemico ma il 90% delle volte cadevano a terra morti.

12 CURIOSITA La cucina in trincea. Ogni esercito dava a i suoi soldati 600 gm di pane, 100 gm di carne e pasta (o riso), frutta e verdura (a volte), un quarto di vino e del caffè. Lunico problema era lacqua,perché scarseggiava e anche perché a ogni soldato spettava un litro e mezzo.

13

14 Lobice, una bocca di fuoco corta che sparava pesanti bombe da una media distanza. Il mortaio assomigliava ad un piccolo obice ma sparava a distanza di pochi centinaia di metri Il cannone da campo molto leggero, usato per spostamenti veloci di solito da una trincea allaltra. Il carro armato, talmente forte che poteva abbattere le difese nemiche.

15

16 Quando il presidente del consiglio Antonio Salandra e il ministro degli Esteri Sidney Sorrino proclamarono la neutralità delItalia in realtà stavano tramando lentrata dellItalia in guerra. A favore dellentrata in guerra cerano Benito Mussolini, Leonida Bissolati ma anche il nazionalista Gabriele Dannunzio. Così si diffusero varie propagande in tutto il paese e il popolo si convinse. Così il 24 maggio 1915 lItalia dichiarò guerra alla Svizzera.

17

18 Furono chiamati gli uomini di tutte le famiglie dItalia ma a volte anche bambini poveri o senza famiglie. Da questo punto le donne devono prendersi cura loro della famiglia. Così cominciarono a lavorare nelle fabbriche,nei campi e divennero molto più autonome con dei diritti. La vera importanza si affermerà più avanti ma questa si dimostrava come una vera e propria conquista.

19 Tra questi uomini ci fu anche Giuseppe Di Vittorio, fondatore della CGL insieme a Bruno Buozzi e Achille Grandi, e un grande sindacalista. Prima di tutto questo, egli era un semplice contadino e come tutti gli uomini aveva il dovere e lobbligo di andare in guerra. Gli proposero di stare negli uffici della guerra, per la sua istruzione, ma lui rifiutò.

20

21 Le battaglie più importanti dellItalia furono … ISONZO: 11 battaglie dal 1915 al inconclusa. ALTIPIANI: battaglia nel Offensiva respinta CAPORETTO: battaglia nel Sconfitta italiana. PIAVE: battaglia nel vittoria decisiva italiana. VITTORIO VENETO: Vittoria finale italiana.

22

23

24

25 ECCO FURONO DIVERSI AUTORI … ERNEST HEMINGWAY: Addio alle armi ERICH MARIA REMARQUE: Niente di nuovo sul fronte occidentale CLEMENTE REBORA: Viatico TRILUSSA: Fra centanni EMILIO LUSSU:Un anno sullaltipiano GIUSEPPE UNGARETTI:Le poesie

26 1918 La fine della GRANDE GUERRA La Battaglia contro gli Austriaci fu lultima della grande guerra. LItalia vinse. (3novembre1918). Infatti limperatore Carlo I firmò larmistizio perché la guerra era finita. Poiché anche gli altri paesi chiesero la pace. Mancava solo la Germania che a questo punto cacciò il regno e proclamò la Repubblica.

27 Il 4 novembre si proclamò la vera e propria fine della guerra,i soldati sopravvissuti ritornarono a casa più forti ma soprattutto consapevoli che quella guerra aveva cambiato per sempre lItalia e le loro vite. Il 4 novembre in Italia è festa nazionale. In questa giornata si tende a ricordare tutti coloro che hanno sacrificato il bene supremo della vita per la propria patria.

28

29 Il PowerPoint finisce qui spero vi abbia fatto capire e apprezzare tutti coloro che hanno dato la vita per la propria patria! ANGELA CICALESE <3


Scaricare ppt "Dal 4 Agosto 1914 all11 novembre 1918 quasi tutti i paesi si affrontarono in un conflitto di vastità e violenza senza confronti: La Prima guerra mondiale."

Presentazioni simili


Annunci Google