La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Www.medra.org Piero Attanasio Associazione Italiana Editori DallISBN al DOI passando per ONIX: Un percorso per migliorare gli scambi di dati tra editori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Www.medra.org Piero Attanasio Associazione Italiana Editori DallISBN al DOI passando per ONIX: Un percorso per migliorare gli scambi di dati tra editori."— Transcript della presentazione:

1 Piero Attanasio Associazione Italiana Editori DallISBN al DOI passando per ONIX: Un percorso per migliorare gli scambi di dati tra editori e biblioteche Milano, 1 giugno 2004 EDI e non solo: gli standard per il commercio elettronico di libri e riviste

2 Sommario La revisione dello standard ISBN Il DOI (stato dellarte internazionale e lesperienza mEDRA) Le relazioni tra ISBN, ONIX e DOI

3 Perché una revisione dellISBN La principale ragione della revisione è il rischio di carenza dei numeri Tuttavia, cerano altre domande cui rispondere LISBN si applica e in quali termini ai libri elettronici? E come si definiscono i libri elettronici? Come gestire il rapporto tra lISBN e gli altri standard editoriali (ISSN, ISTC, DOI, ecc.)? È utile imporre la fornitura di un set minimo di metadati al momento della registrazione dellISBN? E come devono essere costruiti?

4 La procedura ISO 2002: costituzione del Working Group ISO (TC46 – SC9) 2003: elaborazione di una prima bozza, sottoposta alla procedura ISO di commento da parte delle autorità nazionali Maggio 2003: seconda bozza, che accoglie le osservazioni provenienti dalle autorità nazionali - Inizio procedura di voto Luglio 2004: Il WG si riunisce per esaminare i voti (ed eventuali nuove richieste di emendamento) – Approvazione bozza definitiva 31 dicembre 2004: data prevista per lapprovazione definitiva 1 gennaio 2007: piena entrata in vigore del nuovo standard

5 I principali cambiamenti Una nuova sintassi: lISBN diventa a 13 cifre e coincide con lEAN Una più precisa definizione dellambito di applicazione Un set minimo di metadati da fornire al momento della registrazione allagenzia Un nuovo modello per il governo dello standard a livello internazionale

6 LISBN-13: cosa cambia LISBN diventa a 13 cifre e coincide con il numero EAN A tutti gli ISBN esistenti sono premesse le cifre 978- In futuro potranno essere disponibili nuovi prefissi nazionali che inizieranno per 979- EAN International si impegna a fornire nuovi prefissi in relazione alle effettive esigenze della comunità ISBN N.B.: anche il check digit finale cambia: sarà utilizzato lalgoritmo EAN Esempio: Vecchio ISBN: Nuovo ISBN:

7 Lambito di applicazione LISBN si applica a qualsiasi pubblicazione monografica Indipendentemente dal formato (a stampa, elettronico on line o off line, ecc.) Al livello di granularità prescelto (è possibile identificare con un ISBN una parte di una monografia, se resa disponibile al pubblico separatamente) Un elemento controverso: ogni formato elettronico assume un diverso ISBN, se reso disponibile al pubblico separatamente Il principio base è che You need to identify what you trade

8 Il set minimo di metadati Alle agenzie nazionali è raccomandato di chiedere la fornitura da parte del registrante di un set minimo di metadati La non obbligatorietà è stata preservata soprattutto in relazione alle esigenze dei paesi meno avanzati I metadati devono contenere almeno 12 campi (ONIX compliant) ISBN Product form Title Series title and enumeration Contributor Edition Language(s) of text Imprint Publisher Country of publication Publication date ISBN of parent publication

9 Cosè il DOI – Digital Object Identifier (5 definizioni) 1. Il DOI è un identificatore standard… Ha nel commercio elettronico dei contenuti un ruolo simile di quello del codice a barra nel commercio di cose fisiche: facilita linteroperabilità tra i sistemi informativi delle parti … delle entità su cui insistono diritti di proprietà intellettuale Non solo (qualsiasi forma di) oggetti digitali, ma qualsiasi IP entity, ivi inclusi i libri, le opere dellingegno in quanto tali, ecc. Più è complessa la catena del valore, più è alto il valore del DOI

10 I metadati del DOI Diversi schemi di metadati sono necessari per diverse Application profile (AP) Tutti gli schemi comprendono un set minimo di metadati (kernel metadata)… … e metadati addizionali, specifici per ciascuna AP. Questi ultimi comprendono metadati descrittivi (legati al tipo di risorsa identificata), emetadati di servizio (legati alle applicazioni) Il DOI utilizza schemi di metadati esistenti e si propone come uno strumento per linteroperabilità tra gli schemi esistenti 2. Il DOI è uno strumento per descrivere le entità identificate

11 Il sistema di risoluzione DOI La tecnologia sottostante è l Handle System ® prodotto da CNRI (USA) Handle è un sistema di risoluzione, cioè uno strumento per risolvere una stringa verso una risorsa informativa (tipicamente una URL). Appartiene quindi alle tecnologie n 2 l (urn to url) Handle consente una risoluzione multipla: un DOI può risolvere a più di una fonte di informazione 3. Il DOI utilizza un sistema di risoluzione che lo rende azionabile in Internet

12 Risoluzione vs Identificazione N.B. cosa il DOI identifica e verso cosa il DOI risolve sono due concetti differenti What the DOI The DOI ® (Digital Object Identifier) is a standard for identifying any object of intellectual property. A DOI provides a means of persistently identifying a piece of intellectual property on a digital network and associating it with related current data. On digital networks, all intellectual property is simply a string of bits; a DOI can apply to any form of intellectual property in any digital environment. DOIs have been called "the bar code for intellectual property": like the physical bar code, they are enabling tools for use all through the supply chain to add value and save cost. A DOI differs from commonly used internet pointers to material such as the URL – Uniform Resource Locator, the usual means of referring to World Wide Web material – because it identifies an object as a first-class entity, not simply the place where the object is located. A DOI is also different from commonly used identifiers of intellectual property like standard bibliographic and related identifiers (ISBN, ISSN, ISRC, etc) because it is associated with defined services and is immediately "actionable" on a network. However, the DOI does not compete with these standards since it allows them to be integrated as suffixes in DOI strings. A DOI is an implementation of the Internet concepts of Uniform Resource Name and Universal Resource Identifier. A DOI is different from abstract naming specifications such as URN in that it is a defined Identificazione Oggetto identificato Informaz. sul documento DOI Risoluzione 1 Risoluzione 2 Risoluzione 3 AbstractDove comprare il doc. Risoluzione 4

13 È anche possibile che il DOI non risolva direttamente alloggetto identificato (es.: se non è in rete, o laccesso è riservato) What the DOI The DOI ® (Digital Object Identifier) is a standard for identifying any object of intellectual property. A DOI provides a means of persistently identifying a piece of intellectual property on a digital network and associating it with related current data. On digital networks, all intellectual property is simply a string of bits; a DOI can apply to any form of intellectual property in any digital environment. DOIs have been called "the bar code for intellectual property": like the physical bar code, they are enabling tools for use all through the supply chain to add value and save cost. A DOI differs from commonly used internet pointers to material such as the URL – Uniform Resource Locator, the usual means of referring to World Wide Web material – because it identifies an object as a first-class entity, not simply the place where the object is located. A DOI is also different from commonly used identifiers of intellectual property like standard bibliographic and related identifiers (ISBN, ISSN, ISRC, etc) because it is associated with defined services and is immediately "actionable" on a network. However, the DOI does not compete with these standards since it allows them to be integrated as suffixes in DOI strings. A DOI is an implementation of the Internet concepts of Uniform Resource Name and Universal Resource Identifier. A DOI is different from abstract naming specifications such as URN in that it is a defined Identificazione Oggetto identificato Informaz. sul documento DOI Risoluzione 2 Risoluzione 3 AbstractDove comprare il doc. Risoluzione 4 Risoluzione vs Identificazione

14 4. Il DOI è un identificatore persistente Doc URL Normalmente i documenti in rete sono citati tramite le URL

15 Persistenza: lo scenario attuale Doc URL 404 File not found Una recente indagine indica che il 16% dei link non funzionano più dopo 6 mesi

16 Persistenza: come lavora il DOI Doc URL DOI URL DOI 404 File not found Tutti i link costruiti con I DOI continuano a funzionare DOI directory

17 5. Il DOI ha una struttura di governo condivisa a livello internazionale Handle system IDF International DOI Foundation CNRI RA 1 mEDRA RA 2 Comunità di interessi 1 Comunità di interessi 2 Industria europea dei contenuti Local Handle System

18 Cosa il DOI non è! 1. Il DOI non è una misura tecnica di protezione del copyright Può essere usato allinterno di sistemi DRM ma non è una soluzione DRM di per sé 2. Il DOI non è una tecnologia di ricerca dei contenuti Risoluzione, di per sé, non significa ricerca Non compete con Google: può tuttavia contribuire a migliorare lefficienza di Google I metadati DOI possono essere usati per creare cataloghi e strumenti di ricerca, ma questo fa parte delle applicazioni aggiuntive che devono essere implementate

19 Che cosè mEDRA (multilingual European DOI Registration Agency) mEDRA è lagenzia europea per la registrazione del DOI nata come progetto cofinanziato dalla Commissione Europea (programma eContent) sta per diventare una entità giuridica autonoma Partners di mEDRA sono: AIE (Associazione Italiana Editori) – coordinatore SNE (Syndicat National de lEdition) MVB (Una società di proprietà dellAss. Editori tedesca, agenzia ISBN in Germania) Editrain (unimpresa privata in Spagna) Cineca (consorzio di università italiane) – Fornitore tecnologico

20 Le altre agenzie DOI nel mondo Crossref: sistema di referenze incrociate tra articoli di riviste scientifiche: il caso di maggior successo LON (Learning Object Network): agenzia USA per lidentificazione dei Learning Objects CDI (Content Direction Inc.): agenzia USA ENPIA: agenzia coreana CAL (Copyright Agency Limited): agenzia australiana specializzata in servizi per le università TSO (The Stationary Office): agenzia inglese, specializzata in contenuti di fonte pubblica Nielsen Book Data (UK): agenzia figlia dellagenzia ISBN britannica Bowker R.R. (USA): agenzia figlia dellagenzia ISBN in USA

21 Business case 1: DOI e aggregatori di contenuti Comunità universitaria Biblioteche universitarie mEDRA Casalini Digital Division Assegnazione di DOI e fornitura di metadata Publishers Editori Publishers Altri produttori di contenuti

22 Unevoluzione a breve termine… Comunità universitaria australiana Biblioteche universitarie mEDRA Casalini Digital Division Publishers Editori Publishers Altri produttori di contenuti CAL Negoziazione diritti per course-packs Ricerca

23 … e gli sviluppi futuri Comunità universitaria europea Biblioteche universitarie CAL Casalini Digital Division Publishers Editori mEDRA Negoziazione diritti per course packs Ricerca Crossref Publishers Editori RRO europee Publishers Editori Fornitori di servizi Aziende tecnologiche

24 Business case 2: collaborazione editori biblioteche per cataloghi specialistici Comunità scientifica Banca dati bibliografica Publishers Editori DB Servizio MD Ricerca Link usando le URL La situazione attuale Libro o rivista

25 Business case 2: il possibile contributo di mEDRA Comunità scientifica Banca dati bibliografica Publishers Editori DB Servizio MD Libro o rivista Ricerca Link (DOI) mEDRA DB DOI reg. Assegnazione di DOI e fornitura di metadata Risoluzione 1 Aggregatore Risoluzione 2 Servizio bibliotecario Risoluzione 3

26 Gli schemi di metadati mEDRA mEDRA ha creato i seguenti schemi di metadati Per le monografie (sia in quanto manifestazioni sia in quanto opere in senso astratto) Per gli articoli di riviste (sia in quanto manifestazioni sia in quanto opere in senso astratto) Per i fascicoli di riviste Per le parti di monografie Tutti gli schemi sono stati creati in collaborazione con Editeur e sono ONIX compliant È in corso un progetto per il mapping dei metadati allinterno di iDD (indecs Data Dictionary) con gli schemi di Crossref e CAL

27 ISBN e DOI Stiamo lavorando ad unapplicazione per integrare lISBN e il DOI Uso dellISBN come suffisso del DOI (?) Lobiettivo è rendere lISBN azionabile in Internet Ciò può consentire lo sviluppo di servizi da parte (o a favore) di editori, librerie, intermediari, biblioteche

28 Il Metadata manager di mEDRA Il mEDRA MDM è uno strumento di gestione dei metadati bibliografici pensato per i piccoli editori Obiettivi Facilitare la gestione corretta dei metadati da parte dei piccoli editori Facilitare ladozione dellISBN-13 Facilitare ladozione di (sub-set) di ONIX

29 mEDRA DallISBN al DOI passando per ONIX Metadata mEDRA DOI ONIX ISBN Libri Monografie elettroniche Articoli riviste Immagini Altri media


Scaricare ppt "Www.medra.org Piero Attanasio Associazione Italiana Editori DallISBN al DOI passando per ONIX: Un percorso per migliorare gli scambi di dati tra editori."

Presentazioni simili


Annunci Google