La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La savana di Mariachiara Bosi, Alberto Coffrini, Luca Giraud e Arianna Tagliani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La savana di Mariachiara Bosi, Alberto Coffrini, Luca Giraud e Arianna Tagliani."— Transcript della presentazione:

1 La savana di Mariachiara Bosi, Alberto Coffrini, Luca Giraud e Arianna Tagliani

2 Dove si trova La savana è l'ambiente intermedio tra la foresta pluviale (equatore) e deserto (tropici). La fascia più estesa di savana si trova in Africa e orla a sud il deserto del Sahara. In America meridionale si estende lungo il fiume Orinoco e a sud della foresta amazzonica, in Brasile. In Asia la savana occupa parte dellinterno della penisola indiana e in Australia occupa la fascia settentrionale (scrub).

3 Che aspetto ha La savana, tipica delle regioni tropicali, è una formazione vegetale caratterizzata da praterie disseminate di cespugli e di radi alberi di varie dimensioni.

4 Che aspetto ha In alcuni casi specifici, un ambiente di savana può essere determinato o favorito da caratteristiche particolari del suolo. E' il caso dei campos cerrados del Brasile, aree di prateria in cui il suolo presenta una crosta dura ferrosa coperta da uno strato di humus sufficiente alla crescita dell'erba ma non allo sviluppo delle radici degli alberi.

5 Il clima Temperatura Alta tutto l'anno (non scende mai sotto i 18° C; punte massime di 35°C). Piovosità Piuttosto scarsa (in media da 200 a 400 mm di pioggia annua). Le precipitazioni si concentrano in alcuni mesi, nel periodo estivo (stagione delle piogge). Stagioni Si alternano due stagioni: una stagione calda, umida e piovosa (stagione delle piogge) ed una calda, secca e ventosa (stagione secca).

6 SAVANA: grafico termo - pluviometrico

7

8 Vegetazione La savana, nelle zone con maggior piovosità, è ricca di grandi alberi a foglie caduche come le acacie (savana alberata). A mano a mano che ci allontaniamo dalle aree più umide verso i deserti, la savana diventa più arida. Nelle zone aride prevalgono arbusti ed erbe giganti, che possono raggiungere anche alcuni metri di altezza. Sono la graminacee che si sviluppano con le prime piogge e scompaiono nel periodo secco. Di rado si vedono alberi non molto alti, con il tronco grosso e nodoso, dotato di una spessa corteccia per proteggere lumidità interna: sono i baobab, predisposti dalla natura per resistere a lunghi periodi di siccità. Al limite delle zone desertiche il manto vegetale diventa più arido e spinoso.

9 Vegetazione Acacia ad ombrello Baobab

10 Fauna Nessun ambiente naturale presenta una varietà di animali quanto la savana africana. Due sono le caratteristiche della sua fauna: 1)Da una parte la necessità di procurarsi acqua e di evitare ogni minimo spreco. 2)Ciò che più sorprende è il frequente gigantismo.

11 Gli animali si dividono in Carnivori Erbivori Spazzini -Ghepardo -Leone -Licaone -Zebra -Rinoceronti -Giraffa - Leoni -Leopardi -Sciacalli -Animali carnivor i

12 Animali erbivori Le grandi distese di erba offrono cibo per gli animali erbivori che abbondano soprattutto nella savana africana. Nella piana del Serengeti, in Tanzania, si incontrano i grandi pascolatori: gnu striati, zebre, bufali, gazzelle, impala, giraffe, elefanti, antilopi e rinoceronti.

13 Animali carnivori e spazzini Gli animali carnivori sono i predatori e gli spazzini della savana; sono i leoni, leopardi, ghepardi, sciacalli, iene e uccelli rapaci, come gli avvoltoi. Nella savana vivono anche gli insetti come termiti e cavallette, che sono in grado di distruggere ogni cosa e si trovano in grandi stormi.

14 L'ambiente della savana è favorevole allagricoltura e allallevamento. Gli abitanti di questo bioma sono soprattutto agricoltori che coltivano cereali e altre piante in grado di sopportare lunghi periodi di siccità, come miglio, sorgo, orzo e frumento, ma anche arachidi, cotone, riso e canna da zucchero. Nelle zone di savana dal clima più arido prevale invece lallevamento. Gli animali allevati sono generalmente bovini (zebù), pecore, capre e asini. Molte sono le popolazioni che abitano la savana africana: i Nubiani nellalta Nubia sudanese, i Kualngo e Akan in Costa dAvorio, Boscimani e Ottentotti in Namibia Insediamenti umani

15 Kuanlgo Boscimani Masai

16 Sfruttamento delle risorse Sfruttamento delle risorse In alcune aree della savana africana e di quella americana le condizioni climatiche e del suolo hanno consentito lintroduzione dellagricoltura di piantagione che ha creato estese monocolture, cioè enormi campi coltivati con un solo prodotto: mais, tabacco, caffè, cotone.

17 Risorse Risorse In questo ambiente sono quasi inesistenti le attività industriali. Vi è scarsa popolazione, e quindi poca offerta di manodopera; inoltre scarseggiano le risorse energetiche e le più elementari infrastrutture. Negli ultimi anni però la savana ha conosciuto un notevole sviluppo del turismo nei numerosi e vasti parchi naturali, ma anche in questo caso il ricavato ricade solo in minima parte sulla popolazione locale che solitamente deve svolgere soltanto i lavori più umili.

18 Problemi Aree desertiche occupano ora zone prima coperte da vegetazione anche se rada, come nel caso della savana secca. Questa situazione è causata da diversi tipi di fattori : - i prolungati periodi di siccità - il far pascolare troppi animali - raccolta di legna da bruciare (per cuocere cibi o far bollire l'acqua).

19 Galleria fotografica Tramonto nella savana Alba nella savana


Scaricare ppt "La savana di Mariachiara Bosi, Alberto Coffrini, Luca Giraud e Arianna Tagliani."

Presentazioni simili


Annunci Google