La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Norme generali relative agli interventi di manutenzione A cura di : Lana Mauro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Norme generali relative agli interventi di manutenzione A cura di : Lana Mauro."— Transcript della presentazione:

1

2 Norme generali relative agli interventi di manutenzione A cura di : Lana Mauro

3 Indice 1. L addetto alla manutenzione 2. La sicurezza negli spazi confinanti 3. Norme relative ai mezzi di trasporto 4. Norme relative ai sistemi oleopneumatici

4 1:L addetto alla manutenzione L addetto,oltre a preservare durante il lavoro la propria integrità fisica da eventuali pericoli, deve anche analizzare le condizioni di sicurezza delle macchine e degli impianti rendendo note le eventuali anomalie ai responsabili della produzione.

5 Il manutentore potrebbe essere coinvolto in responsabilità civili e\o penali, qualora alcuni lavoratori si infortunassero a causa di: Cattiva manutenzione; Mancata riattivazione dei sistemi di sicurezza; Sottovalutazione dei pericoli delle macchine. Nb: il D.L: 626\94 impone agli addetti di attenersi alle norme di sicurezza e alle istruzioni fornite dei relativi fabbricanti dei macchinari, prevedendo per i trasgressori severe sanzioni( ammenda fino a 2 milioni di lire o arresto fino a un mese)

6 Il manutentore, prima di iniziare un qualsiasi intervento deve: Togliere tensione allimpianto o alla macchina; Esporre il cartello ; Adottare tutte le misure e cautele atte a garantire l incolumità di tutti.

7 ..mentre al termine del lavoro deve: Rimettere a posto tutte le protezioni esistenti; Riattivare tutti i dispositivi di sicurezza; Ripulire la zona da ogni scarto di materiale; Ripulire il pavimento in caso di macchie di olio o di unto.

8 Accorgimenti generali per il manutentore: Mantenere gli utensili nelle apposite borse( per impedirne la caduta durante il raggiungimento di zone elevate) Smaltire gli stracci sporchi di solventi,grasso,olio o vernice negli appositi contenitori; Corredarsi dei D.P.I. Avere sempre con se un pacchetto di medicazione completo di tutti i materiali per il primo soccorso.

9 2:La sicurezza negli spazi confinanti Gli spazi confinanti sono quei luoghi sopra o sotto il suolo, in cui non è prevista la presenza costante di persone e gli interventi di manutenzione possono costituire un rischio grave e probabile. Es:serbatoi,cunicoli,sotterranei,pozzi, cisterne,silos,locali caldaie.

10 Rispettare quindi la seguente tabella:

11 3:Norme relative ai mezzi di trasporto Gli addetti alla manutenzione utilizzano furgoni attrezzati per il trasporto di manufatti finiti o semilavorati e attrezzature utili per la messa in posa e la manutenzione. I mezzi di trasporto sono vetture di lavoro e devono essere tenuti in efficienza conformemente alle norme vigenti per ogni altro veicolo.

12 Sul mezzo devono esserci : Il libretto di manutenzione Schede strutturate con: -gli apparecchi elettrici -le attrezzature significative(scale,saldatrici ecc) -i D.P.I. Lestintore I materiali di primo soccorso

13 Molti componenti dei sistemi oleopneumatici sono già veri e propri dispositivi di sicurezza capaci di preservare dal rischio di infortuni e disastri,sempre possibili nell automazione dei cicli produttivi e nella robotica industriale.Sono tali : Le valvole di sicurezza, di scarico rapido, di bilanciamento. Le valvole per l azionamento\antiripetitore a due mani; I silenziatori, i pressostati, e simili. 4:Norme relative ai sistemi oleopneumatici

14 Impianti pneumatici: Sebbene laria sia antideflagrante, tento da venire usata nelle attività ad alto rischio di incendio e di esplosione(industrie del legno, tessili, petrolchimica, alimentari ecc),molti infortuni accadono a causa dei serbatoi contenenti aria compressa.

15 Impianti oleodinamici: Valgono generalmente le stesse regole degli impianti pneumatici anche se fluidi,a differenza dei gas possono generare problemi allergici causati dal contatto con i fluidi stessi. La tabella seguente mette in evidenza i fattori di rischio più comuni, i danni fisici\materiali e i principali criteri di prevenzione.

16 Fattori di rischio più comuni, danni e criteri di prevenzione: Fattori di rischioDanni fisici\materiali Prevenzione Recipienti, serbatoi con difetti di costruzione compressori Scoppi Rumorosità> di 85 db(A) Infortuni da intrappolamento tra pulegge e cinghie Rumorosità > 85 db(A) Ogni serbatoio a pressione deve essere provvisto di libretto di manutenzione I compressori devono essere omologati Impianti rumorosi Tubazioni Aumenti illeciti della pressione d esercizio Rumorosità > 85 db(A) Scoppi Utilizzare tappi e cuffie Applicare appositi filtri silenziatori Effettuare le riparazioni tempestivamente Non manomettere le valvole di sicurezza Attrezzature pneumatiche Soffiatori Infortuni da schiacciamento e taglio Rumorosità > 85 db(A) Polveri e trucioli al volto o negli occhi Prestare attenzione alle parti in movimento Usare tappi e cuffie Usare gli occhiali protettivi Impianti, centraline e attrezzature idrauliche Caratteristiche fisico\chimiche, additivi e decomposizione dell olio Infortuni da schiacciamento e taglio Rumorosità > 85 db(A) Allergie da contatto Dermatosi, irritazioni cutanee Gli oli esausti sono rifiuti pericolosi I serbatoi non necessitano di omologazione Fissare i tubi rigidi con appositi sistemi Attenzione alla perdite di olio Utilizzare guanti in lattice Rispettare le normative dello smaltimento

17 Lavoro eseguito da: Lana Mauro


Scaricare ppt "Norme generali relative agli interventi di manutenzione A cura di : Lana Mauro."

Presentazioni simili


Annunci Google