La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MAKING THE MOST OF VIDEOS

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MAKING THE MOST OF VIDEOS"— Transcript della presentazione:

1 MAKING THE MOST OF VIDEOS
Prof.ssa Rosemonde Gurtner Seminar for teachers and trainers of Italian The American University of Rome 3-16 July , 2013

2 Agenda 1. Screencasting Teoria
Jing (spiegazione, tutorial, esempi: 1 ora + pratica: 2 tasks) 2. Usare internet come risorsa Video online Convertire e scaricare video (short task) 3. Realizzare e condividere video Moviemaker Caricare e condividere i video 4. Usi didattici dei video Per l’assesment Per l’insegnante Per gli studenti 5. Voicethread Applicazioni ed usi (spiegazione, tutorial, esempi: 1 ora + pratica: 1 tasks) Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 2

3 VIDEO NELLA DIDATTICA L’uso dei video permette all’insegnante non solo di dire agli studenti cosa devono fare o cosa devono imparare, ma consente di illustrare loro degli esempi pratici per sviluppare la comprensione. Il tutto in modo rapido e soprattutto divertente Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 3

4 VIDEO NELLA DIDATTICA Sessione 1. Screencasting
Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 4

5 1.Screencasting Obiettivi Dopo questa sessione:
Sarete familiari con gli screencast Potrete creare video con Jing Userete lo screecasting per un’ampia serie di applicazioni didattiche Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 5

6 1.Screencasting Definizione
Uno screencast è una registrazione video di quello che l’utente visualizza sullo schermo (screen) del proprio computer. Lo screencast è accompagnato dalla voce di chi effettua la dimostrazione o crea il tutorial. Il termine “screencast” è stato usato per la prima volta da Jon Udell nel 2004. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 6

7 1.Screencasting Potenzialità
Screencasting è un modo semplice ed efficace di comunicare. Con una semplice applicazione gratuita si possono creare, postare e condividere screencast in poco tempo. Lo screencasting è un modo di ampliare le tue potenzialità comunicative in classe, usando un tutte le possibilità visive ed uditive ed incoraggiando gli studenti alla partecipazione. Infine, una volta postato, lo screencast è visibile 24/7 dai tuoi studenti Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 7

8 1.Screencasting I Vantaggi
Dimostra praticamente idee e teorie, piuttosto che dirle. Consente allo studente di rivisitare il video ogni volta che ne ha bisogno. Stimola lo studente e lo motiva nel processo di acquisizione. Rapido e veloce può essere riutilizzato. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 8

9 1.Screencasting Usi e tipologie
Gli usi degli screencast sono molteplici, ma possono essere raggruppati nelle seguenti categorie: Tutorial Didattici Blogging. Per condividere idee o opinioni Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 9

10 Applicazioni pratiche
1.Screencasting Applicazioni pratiche Video “How to do” Dimostrativi. Per far vedere i migliori lavori degli studenti ed indicare come deve essere svolto il compito Assessment E-lecture Come strumento dell’insegnante per dare feedback Comunicativi. Per indicare come deve essere svolto un assigment Per accompagnare delle presentazioni PPT Per discutere e descrivere un’immagine o un filmato Per Indicare del materiale online utile per il corso Per presentare un corso Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 10

11 Screencasting nella didattica
Introduci l’esempio: corso/classe/compito…….. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 11

12 1.Screencasting Software
Ci sono numerosi software sul mercato, che variano per caratteristiche, costo, durata. I software gratuiti più popolari sono: Jing - 5 minuti di registrazione Screenr - 5 minuti di registrazione Camstudio - 10 minuti di registrazione I software a pagamento piu noti Camtasia Studio ScreenFlow Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 12

13 1.Screencasting Jing http://www.techsmith.com/jing.html
“How to use Jing” Servizio gratuito che permette di creare non solo screencast ma di catturare immagini del tuo schermo Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 13

14 Vai al blog e svolgi le task 1 e 2
1.Screencasting Tutorial TASK: Vai al blog e svolgi le task 1 e 2 Introduci l’esempio: corso/classe/compito…….. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 14

15 VIDEO NELLA DIDATTICA Sessione 2. Online videos
Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 15

16 2.Usare internet come risorsa
Obiettivi Dopo le sessioni 2 e 3 sarete in grado di: Scaricare un video dal Web Uplodare un video su Vimeo Modificarne la grafica Condividerlo online Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 16

17 2.Usare internet come risorsa
Learn Italian Video Youtube Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 17

18 2.Usare internet come risorsa
Teacher Tube www. Teachertube.com Propose una grandissima varietà di video, divisi per area. YouTube Una incredibile risorsa per la didattica Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 18

19 2.Usare internet come risorsa
Zamzar Servizio gratuito che permette di convertire i file in tantissimi altri formati. I formati supportati sono ben 68, cui fanno parte formati per i documenti di testo, le immagini, audio, video. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 19

20 2.Usare internet come risorsa
Youtubefreedowloader Youtubefreedownloader Software gratuito per Windows permette di scaricare video da YouTube in vari formati e qualità. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 20

21 2.Usare internet come risorsa
YTD Video Dowloader Software gratuito per scaricare video dal Web. In alcuni casi è necessario prima scaricare il video, ed in una seconda operazione convertirlo al file desiderato. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 21

22 2.Usare internet come risorsa
YTD Video Downloader tutorial Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 22

23 Realizzare e Condividere
VIDEO NELLA DIDATTICA Sessione 3. Realizzare e Condividere Video online Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 23

24 3.Video recording/sharing
Possibilità Oltre ad essere divertenti e motivanti i “Video progect” aiutano gli studenti a sviluppare importanti abilità . Nella realizzazione del progetto imparano a pianificare, organizzare, comunicare, scrivere, filmare e pubblicare il loro lavoro. Inoltre gli studenti hanno la possibilità di mettere in opera le loro abilità artistiche Per la loro registrazione possono usare numerose modalità: dall’ uso del loro telefonino ad una videocamera agli strumenti online Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 24

25 3.Video recording/sharing
iMovie Windows Movie Maker Animoto Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 25

26 3.Video recording/sharing
Comunque venga realizzato il video, un grande vantaggio è la possibilità di postarlo online e condividerlo con gli altri studenti ed amici Vimeo Blip Flickr YouTube TeacherTube I link indicati offrono la possibilità di caricare video gratuitamente Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 26

27 3.Video recording/sharing
Vimeo https://vimeo.com/ Lanciato nel 2004 Vimeo consente di caricare, scaricare e modificare la grafica dei vostri video in modo gratuito

28 3.Video recording/sharing
Vimeo tutorial Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 28

29 Integrare i video nella didattica
Sessione 4. Integrare i video nella didattica Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 29

30 4.Integrare i video nella didattica
Come integrare i video C’è un numero infinito di possibilità di integrare un video in didattica ma possiamo indicare tre categorie: Assessment video Video dell’insegnante Video dello studente Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 30

31 4.Integrare i video nella didattica
A. Assessment Video Video interazione di coppia I video possono essere usati come assessment dell’abilità orale, nell’esame finale, in sostituzione della “conversazione/interazione” con l’insegnante. Hull University esempio Vantaggi Gli studenti sono coinvolti in una conversazione tra pari Viene eliminata la barriera dell’insegnante Affidabilità, grazie alla registrazione Meno stressanti per il docente Possibilità di accedere ai video on ogni momento e di utilizzarli Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 31

32 4.Integrare i video nella didattica
A. Assessment Video Video presentazioni orali - La registrazione video delle presentazioni orali sono molto utili per registrare i loro miglioramenti tra una presentazione e l’altra. Vantaggi Le registrazioni video possono essere caricate nel blog del corso per un’autovalutazione degli studenti Maggiore serietà. Quando gli studenti sono consapevoli che la loro presentazione viene registrata, mettono maggior impegno e serietà nella preparazione del lavoro Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 32

33 4.Integrare i video nella didattica
B. Video dell’insegnante Video “modello” I video possono essere usati in una lezione frontale o caricati sul blog, per mostrare agli studenti un esempio di come deve essere svolto un lavoro. Modello negativo Spesso un esempio negativo (con errori o imperfezioni) è più utile ai fini didattici. Gli studenti osservano l’esempio e in modo deduttivo arrivano all’individuazione di una serie di: errori da evitare In un corso ITL 307 Business Italian, in cui gli studenti vengono valutati in una business formal presentation di un prodotto italiano, ho mostrato un video di un modello negativo (realizzato da me), con numerosi errori da evitare. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 33

34 4.Integrare i video nella didattica
B. Video dell’insegnante Video didattici L’uso dei video in una lezione frontale è ormai molto frequente, data la loro semplicità e capacità di attirare l’attenzione degli studenti. Può trattarsi di: - materiale autentico, - video realizzato per scopi specifici, - video modificato (no audio) per poter essere usato in classe Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 34

35 4.Integrare i video nella didattica
C. Video degli studenti Video reali Una delle grandi potenzialità dell’uso di video digitali nella didattica, è rappresentata dal fatto che permette agli studenti di lavorare in piccoli gruppi creando meravigliosi lavori che danno libero sfogo alle loro abilità creative. I lavori finali sono sempre diversi tra di loro e possono essere caricati sul blog del corso. Gli studenti stessi ne sono orgogliosi e lo chiedono. Aspetti da considerare - Tempi di preparazione - Strumenti necessari - Argomenti Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 35

36 4.Integrare i video nella didattica
C. Video degli studenti Video fotografici Una semplice alternativa alla realizzazione di video sono i movie slideshows. Gli studenti usano il loro cellulare o una fotocamera, per fare delle foto su di un argomento specifico. Per esempio se il topic scelto è “La mia vita a trastevere”, realizzano delle foto dei diversi luoghi che sono soliti frequentare. Con l’ausilio di Movie Maker o Voicethread aggiungono audio con i loro commenti e sottofondi musicali per creare dei bellissimi video fotografici. I video fotografici possono essere caricati su Youtube per ricevere commenti dagli amici di tutto il mondo! Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 36

37 4.Integrare i video nella didattica
C. Video degli studenti Video intervista L’uso dei video è un ottimo strumento per impegnare gli studenti in delle conversazioni con persone madrelingua e verificare la loro abilità orale. Sulla base di un topic specifico, gli alunni lavorano in coppia per preparare delle interviste che devono poi realizzare su campo. In questo tipo di lavoro è fondamentale non solo l’interazione orale con le persone locali, ma anche lo sviluppo delle abilità ricettive e produttive. Viene quindi raggiunto al tempo stesso, l’obiettivo comunicativo ed educativo (Culturizzazione / socializzazione / autorealizzazione) di un curriculum. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 37

38 4.Integrare i video nella didattica
Task 3 Obiettivi Imparare ad usare Jing, Vimeo e creare un’applicazione didattica Scaricare un video dal Web con Jing o crea un tuo video con l’Iphone!! Crea un account su Vimeo e carica il tuo video Modificane la grafica Condividerlo online Progetta un’attività didattica da presentare alla classe Introduci l’esempio: corso/classe/compito…….. Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 38

39 VIDEO NELLA DIDATTICA Sessione 5. Voicethread
Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 39

40 2.Usare internet come risorsa
Obiettivi Dopo questa sessione sarete in grado di: Usare Voicethread Caricare un video da condividere in un lavoro collaborativo Creare un video fotografico Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 40

41 4.Voicethread - Cos’è Voicethread è un servizio interamente web based sviluppato dall’università University of North Carolina, che permette di condividere immagini, video, audio e raccontare parlando... o scrivendo. Non richiede installazione di software e prevede la registrazione gratuita. Voicethread è utile per diverse ragioni, permette di: - caricare video, PPT - realizzare di video fotografici - aggiungere commento audio; - aggiungere note scritte - condividere tali presentazioni Il tutto in un approccio collaborativo, chiunque può lasciare il suo commento audio o scritto.  Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 41

42 4.Voicethread. Possibilità e vantaggi
La caratteristica che maggiormente favorisce l'interazione e l'apprendimento collaborativo è la possibilità di lasciare un proprio commento audio o testuale, creando cosi un dibattito sull'argomento proposto. Si tratta di un servizio molto innovativo, semplicissimo da utilizzare, facilmente adattabile ad usi didattici (lezioni online, apprendimento collaborativo online, ripasso di argomenti, ecc.). Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 42

43 4.Voicethread. Tutorial Voicethread tutorial
Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 43

44 Vai al Blog e svolgi le task richieste
4.Voicethread Task 4 Vai al Blog e svolgi le task richieste Prof.ssa Rosemonde Gurtner - Seminar “New Technologies in Italian teaching” 2013 – AUR slide 44


Scaricare ppt "MAKING THE MOST OF VIDEOS"

Presentazioni simili


Annunci Google