La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Metodo Tre metodi a confronto Galileo Galilei Renè Cartesio Francesco Bacone (1564-1642) (1561-1626) (1596-1650)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Metodo Tre metodi a confronto Galileo Galilei Renè Cartesio Francesco Bacone (1564-1642) (1561-1626) (1596-1650)"— Transcript della presentazione:

1 Il Metodo Tre metodi a confronto Galileo Galilei Renè Cartesio Francesco Bacone ( ) ( ) ( )

2 Galileo Galilei Il Metodo si divide in due momenti Momento Risolutivo Osservazione dei fenomeni Misurazione matematica dei dati Ipotesi Momento Compositivo Esperimento e verifica Formulazione della legge Tra i risultati più importanti ottenuti da Galileo vi fu lindividuazione del metodo della scienza, che da quel momento ha aperto le porte alle maggiori scoperte scientifiche. La forza di questo metodo risiede proprio nellaver trovato la via di compenetrazione tra ragione ed esperienza, tra ragione e sensi. Egli ha saputo riunire nel suo metodo il momento osservativo ed induttivo della ricerca (sensate esperienze) con quello teorico e deduttivo (necessarie dimostrazioni). La storiografia del passato ha presentato talora Galileo come sostanziale i nduttivista oppure al contrario come convinto d eduttivista. In realtà Galileo è tutte e due le cose insieme. Tra linduzione e la deduzione cè una reciproca implicanza.

3 Francesco Bacone Il metodo induttivo è basato Sulla raccolta dei dati Sullelaborazione delle tavole Di presenza Di assenza Dei gradi Sulla formulazione di una prima ipotesi coerente con i risultati delle tavole Sul vaglio delle ipotesi mediante un procedimento di esclusione e tramite una serie di tecniche sperimentali Sulla messa a punto di un esperimento cruciale Sullindividuazione della vera causa o forma del fenomeno Bacone ritiene che il metodo per conoscere si divida in due parti: destruens e costruens. La parte destruens serve ad eliminare gli errori, ci libera infatti dalla logica aristotelica e dai pregiudizi. La parte costruens serve a realizzare la vera e propria conoscenza. Si deve quindi partire dalla distruzione dei pregiudizi: gli idola. Questi si dividono in : tribus, specus fori e theatri. Per quanto riguarda la parte c ostruens il procedimento da seguire è l'induzione.

4 René Cartesio Il Metodo Cartesiano Evidenza= accogliere come vero solo ciò che risulta evidente Analisi = procedere dal complesso al semplice Sintesi = risalire dal semplice al complesso Enumerazione e revisione = enumerare tutti gli elementi dellanalisi e rivedere tutti i passaggi delle sintesi Adesso Cartesio deve giustificare le regole del suo metodo perché la ragione seguendolo è certa di ciò che fa, ma chi dice che raggiungerà la verità? Cartesio dice che se si pone in dubbio ogni cosa e non ci si fida né della ragione, né dell'evidenza, né dell'esperienza, l'unica cosa che rimane certa è il " cogito ergo sum, se dubito penso, se penso sono. Anche se ci fosse un genio maligno che mi inganna facendo apparire vero ciò che è falso non farebbe altro che confermare la mia esistenza.

5 A cura di: Questo progetto (anche se niente di speciale) è stato realizzato grazie alla COLLABORAZIONE del P r o f e s s o r e R. A n a s t a s i Marco Palmeri e Vincenzo Perdicucci


Scaricare ppt "Il Metodo Tre metodi a confronto Galileo Galilei Renè Cartesio Francesco Bacone (1564-1642) (1561-1626) (1596-1650)"

Presentazioni simili


Annunci Google