La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LINFERMIERE CASE MANAGER E IL TEAM MULTIPROFESSIONALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LINFERMIERE CASE MANAGER E IL TEAM MULTIPROFESSIONALE."— Transcript della presentazione:

1 LINFERMIERE CASE MANAGER E IL TEAM MULTIPROFESSIONALE

2 RELAZIONE TRA CASE MANAGER E COORDINATORE CPSE Ada Lelli Bologna, 23 maggio 2008

3 COORDINATORE GARANTE DEGLI OBIETTIVI ORGANIZZATIVI

4 CASE MANAGER GARANTE DEI PERCORSI ASSISTENZIALI

5 LE FINALITÀ OPERATIVE DEL MODELLO CASE MANAGEMENT GARANTIRE UNA FORTE INTEGRAZIONE TRA LE DIVERSE PROFESSIONALITA GARANTIRE IL RUOLO ATTIVO DEL PAZIENTE E CARE GIVER GARANTIRE LINTERAZIONE CON IL CONTESTO SOCIALE AVERE CONOSCENZA DEL TERRITORIO E DELLE RISORSE DISPONILI GARANTIRE UNA FORTE INTEGRAZIONE FRA I PROFESSIONISTI DEI DUE CONTESTI

6 …………………… COMPLESSITA DEL PROGETTO ASSISTENZIALE INTENSITA DELLASSISTENZA RICHIESTA APPROPRIATEZZA DEL PROGETTO INDIVIDUATO OTTIMIZZAZIONE DELLE RISORSE DISPONIBILI

7 I MODELLI ORGANIZZATIVI INFERMIERISTICI E LE RELAZIONI IL COORDINATORE E IL MANAGEMENT ORGANIZZATIVO LICM E IL MANAGEMENT CLINICO LINFERMIERE E IL MANAGEMENT ASSISTENZIALE

8 I MODELLI ORGANIZZATIVI INFERMIERISTICI E I PROCESSI PRESA IN CARICO ASSISTENZA DIMISSIONE

9 RUOLO DEL COORDINATORE IL COORDINATORE CONDIVIDE, INDIVIDUA, IMPLEMENTA E SVILUPPA GLI OBIETTIVI: AZIENDALI DIPARTIMENTALI DI UNITÀ OPERATIVA TERRITORIALI

10 RUOLO DEL CASE MANAGER IL CASE MANAGER: Condivide con il Coordinatore le modalità di Presa in carico, Assistenza, Dimissione dellAssistito Condivide con il Coordinatore la gestione dei percorsi clinico/assistenziali Garantisce lattuazione del progetto assistenziale individualizzato e lo condivide con gli Infermieri ( BREFING ) Sovrintende ai rapporti con i professionisti coinvolti nel piano clinico assistenziale ( TEAM )

11 INTERAZIONE E PROCESSI ORGANIZZATIVI ANALISI DEI RISULTATI RAGGIUNTI IMPLEMENTAZIONE DI PROGETTI DI MIGLIORAMENTO INDIVIDUAZIONE DEGLI INDICATORI DI VERIFICA

12 IL COORDINATORE E LA RELAZIONE LA RELAZIONE E LELEMENTO PIÙ COMPLESSO E PIÙ QUALIFICANTE DEL COORDINATORE, RISENTE DEGLI IMPUT ESTERNI, INTERNI ALLORGANIZZAZIONE, DEL SISTEMA PAZIENTE/FAMIGLIA, RICHIEDE CONOSCENZA ED EQUILIBRIO. IL COORDINATORE RAPPRESENTA LO STAFF ASSISTENZIALE AI DIVERSI LIVELLI DELLORGANIZZAZIONE. IL COORDINATORE GUIDA LEQUIPE ASSISTENZIALE VERSO GLI OBIETTIVI CONDIVISI

13 LICM E LA RELAZIONE LA RELAZIONE E LELEMENTO CHE STA ALLA BASE DELLA SUA FUNZIONE NEL RUOLO DI: SOSTEGNO, DI GUIDA PER IL PAZIENTE E I CARE GIVERS DI GESTORE DI PERCORSI INTRA ED EXTRA-OSPEDALIERI COLLABORA CON IL TEAM NELLORIENTAMENTO DEGLI ASSISTITI NEL RIENTRO AL DOMICILIO O VERSO LE STRUTTURE TERRITORIALI CONTIBUISCE A CONTENERE LANSIA NELLELABORAZIONE DELLA DIAGNOSI E A MANTENERE UN CLIMA TERAPEUTICO

14 LA RELAZIONE TRA COORDINATORE E CASE MANAGER ILCOORDINATORE SVILUPPA LE SUE COMPETENZE SUL VERSANTE ORGANIZZATIVO E GESTIONALE DELLEQUIPE ASSISTENZIALE LICM SVILUPPA LE SUE COMPETENZE NEL GOVERNO DEI PERCORSI CLINICO ASSISTENZIALI

15 IN ASSENZA DI UNA RELAZIONE FATTIVA ED ONESTA NON È POSSIBILE SOSTENERE UNA ORGANIZZAZIONE COSÌ COMPLESSA COME QUELLA BASATA SUL MODELLO DEL CASE MANAGEMENT

16 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "LINFERMIERE CASE MANAGER E IL TEAM MULTIPROFESSIONALE."

Presentazioni simili


Annunci Google