La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BancaSinaptica foglio informativo a cura di Antonino Esposto & friends del SAB di Venezia – Via Cappuccina, 9/g 30172 Mestre

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BancaSinaptica foglio informativo a cura di Antonino Esposto & friends del SAB di Venezia – Via Cappuccina, 9/g 30172 Mestre"— Transcript della presentazione:

1 BancaSinaptica foglio informativo a cura di Antonino Esposto & friends del SAB di Venezia – Via Cappuccina, 9/g Mestre - Federazione Autonoma Bancari Italiani Numero speciale - Rinnovo Contratto Collettivo Nazionale del Credito – Aprile 2011 (chiuso 18.04) FABIFABI Sti qua de lABI no i vol darne nianca el recupero dellinflassion. Ammazzaoh! Vabbene o vammale, questi se pijano n sacco de sordi alla faccia nostra.

2 FABIFABI Giovedì 7 è stata presentata ufficialmente la piattaforma di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Credito (in questi giorni è stato avviato il percorso di preparazione per quella delle Banche di Credito Cooperativo). Lo stesso giorno lABI ha deciso di interrompere la procedura di accesso volontario al Fondo esuberi a decorrere dal 1° luglio: di fatto, una dichiarazione di guerra alle OO.SS., e quindi a tutti i lavoratori del credito!! In attesa delle assemblee che si terranno a maggio, invitiamo chi non lo avesse già fatto a leggere il comunicato sulla nostra piattaforma rivendicativa, e riflettere su di un rinnovo che si preannuncia duro, complesso, difficile. Seguirà un riassunto delle analisi delle nostre richieste economiche pubblicata su Plus24-Il Sole 24 Ore di sabato 9 u.s.- articolo Bancari e Abi divisi sul recupero dellinflazione a firma di Nicola Borzi, dove Massimo Riva, del Centro studi FABI, spiega esaurientemente laspetto salariale. Infine, una puntatina sui stipendi 2010 di alcuni banchieri (Il Sole 24 Ore di giovedì14, pag. 46 – Finanza e mercati – Giovanni Dragoni). Comunicato Stampa Piattaforma per il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale del Credito Oltre la crisi: un Contratto per la difesa del salario reale, per una banca socialmente responsabile, aperta alla buona occupazione per i giovani, al servizio delleconomia per lo sviluppo del Paese La piattaforma rivendicativa per il rinnovo del Contratto Nazionale del credito elaborata da Dircredito, Fabi, Fiba Cisl, Fisac Cgil, Sinfub, Ugl e Uilca si propone di superare la crisi con concreti interventi a difesa del salario, per una banca socialmente responsabile, aperta alla buona occupazione per i giovani e al servizio delleconomia per lo sviluppo del Paese. Il complesso delle richieste elaborate dalle Organizzazioni Sindacali di settore, che si pongono lobiettivo di costruire un nuovo modello di banca socialmente responsabile tramite proposte innovative, possono quindi riassumersi in cinque grandi temi:

3 FABIFABI -Occupazione e contrasto alla precarietà; -Rivendicazione salariale ed equità distributiva; -Relazioni Sindacali; -Qualità della vita lavorativa e tutele professionali; -Politiche Sociali; Per quanto riguarda lOccupazione e il contrasto alla precarietà, alle banche viene lanciata la sfida di grande spessore sociale di creare oltre 30 mila nuovi posti di lavoro stabili soprattutto giovanili tramite assunzioni con parametri professionali di inserimento, lintroduzione dei Contratti Complementari già previsti e mai utilizzati e un ampliamento dellArea Contrattuale. In riferimento alla Rivendicazione salariale e allequità distributiva emerge una richiesta di incremento economico pari a 205 euro per la figura media di 4° Livello della Terza Area Professionale con 7 scatti di anzianità calcolato considerando il recupero della differenza tra inflazione programmata e reale per gli anni di valenza del Contratto Nazionale Sotto il profilo dellequità distributiva, oltre a un reale contenimento delle retribuzioni del top management, si avanzano richieste di grande importanza per quanto riguarda i Sistemi Incentivanti (condivisione di criteri distributivi, collegamento a risultati di medio lungo termine, individuazione di casistiche per la sospensione dellerogazione), per limitare lesasperata ricerca del profitto, il ricorso a strumenti finanziari molto rischiosi e la costante invadenza delle pressioni commerciali sui lavoratori.

4 FABIFABI In merito alle Relazioni Sindacali le richieste sono in linea con la logica di confermare le buone prassi di concertazione seguite negli ultimi anni, ampliando i diritti di informativa, rafforzando il confronto in relazione a processi di ristrutturazioni, riorganizzazioni e tensioni occupazionali ancora possibili nel prossimo futuro, valorizzare la Contrattazione di secondo livello,ampliandone i demandi. Sul tema della Qualità della vita lavorativa e delle tutele professionali la piattaforma si concentra tra laltro sulla Formazione, su una revisione di grande portata degli Inquadramenti e dei Percorsi Professionali per renderli coerenti alle modifiche intervenute nella struttura organizzativa e lavorativa delle aziende di credito e su un concreto riconoscimento dellattività e delle responsabilità dei Quadri Direttivi. Nella Piattaforma vengono inoltre posti in rilievo molti aspetti legati alle Politiche Sociali, chiedendo interventi di prevenzione per i rischi legati allo stress lavoro correlato, un maggiore coinvolgimento dei Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza, un rafforzamento delle logiche di Responsabilità Sociali dImpresa, attenzione per la situazione del Mezzogiorno dItalia, un forte richiamo a concreti interventi in tema di Pari Opportunità, Conciliazione dei tempi di vita e lavoro, Maternità e Part Time. Lobiettivo delle Organizzazioni Sindacali è quindi quello di dare continuità allapproccio responsabile con cui negli ultimi 20 anni hanno contribuito a gestire gli epocali processi di riorganizzazione che hanno coinvolto il settore e le aziende di credito, consentendo al sistema bancario italiano di affrontare la crisi finanziaria ed economica con una solidità patrimoniale molto superiore a quella di omologhi comparti di altri Paesi anglosassoni ed europei.

5 FABIFABI In tale ambito la Piattaforma presenta la volontà di superare logiche aziendali estremamente orientate su una logica di massimizzazione del profitto, a breve termine, tramite il ricorso smodato a strumenti finanziari, per favorire la costruzione di un modello di banca al servizio delleconomia, fattore di sviluppo del Paese e agente del suo futuro, dove sia possibile sperimentare modalità di partecipazione di rappresentanti dei lavoratori negli organismi di governance. Di fronte a una impostazione sindacale, che crede nel confronto costruttivo, lAbi sta rispondendo con iniziative di contrapposizione che mirano a ridurre i costi in riferimento al rinnovo del Contratto Nazionale e al Fondo di Solidarietà di settore. Questa impostazione è un errore strategico e prospettico, che auspichiamo non trovi conferma nei prossimi momenti di incontro, per lasciare spazio a un confronto responsabile e tale da consentire la condivisione di soluzioni positive per le aziende e per i lavoratori. Le Segreterie Nazionali Roma, 7 aprile 2011

6 FABIFABI La richiesta a regime per linquadramento medio (terza area quarto livello con 25 anni di anzianità) è di 205 euro, somma pari ad un aumento a regime del 7,29%. Quanto basta a recuperare quell1,6% di inflazione del triennio non pagato dal contratto firmato l8 dicembre 2007 e a non subire la decurtazione del potere di acquisto in base al carovita previsto da qui a fine 2013 (5,5%). …in funzione della scala parametrale, la richiesta di aumento si declinerà (sempre a regime) in un incremento della busta paga variabile dai 135 euro per un neo assunto al call center ai 360 euro lordi mensili al QD 4 con trentanni di anzianità….. Secondo Roberto Riva del Centro studi della FABI, il 7,29% di aumento richiesto dai sindacati si riferisce solo alle voci stipendio e scatti di anzianità e non alle indennità, trattamento di trasferta, premi aziendali, ticket pasto ed altre voci, motivo per il quale incide sul costo complessivo del personale a bilancio solo per il 70% circa. Dunque lincremento monetario a fine 2013 sarebbe del 5% circa, graduato nel triennio. ….per i neoassunti è stato richiesto un 1% aggiuntivo di aumento degli stipendi per compensare la decurtazione salariale che questi lavoratori subiscono nei primi 4 anni con i contratti dingresso, e per la possibilità per le aziende di assumere con contratti dingresso e complementari che prevedono una riduzione del salario di entrata fino al 15%: in pratica uno sconto alle banche sul salario iniziale e il suo recupero durante la vita lavorativa del dipendente (ndr riassuntiva). …Stimiamo che limpatto sui bilanci… potrebbe essere inferiore al 6% a fine 2013…... Ma lABI, per bocca di Francesco Micheli, presidente del comitato affari sindacali e del lavoro, ha già definito la richiesta insostenibile. Lo scontro si preannuncia dunque incandescente. Le ipotesi di aumento in busta a fine 2013 (Fonte: Ufficio studi FABI) Incremento salariale lordo a regime per le posizioni più frequenti nelle banche; anzianità in anni, aumenti in euro Posizione Neo assunto al call center o inserimento dati Inquadramento II area, II livello Anzianità 0 Aumento 135 Sportellista di nuova assunzione Sportellista III area, I livello III, III livello Consulente junior Consulente senior III area, IV livello Consulente specialistico Responsabile agenzia 7 addetti Quadro direttivo 1° livello Quadro direttivo 2° livello Responsabile di sede addetti Capo area coordinatore di sportelli Quadro direttivo 4° livello Quadro direttivo 1° livello

7 FABIFABI NON CI RESTA CHE PIANGERE Compensi monetari, più eventuali stock options o azioni gratuite, pubblicati nei bilanci 2010 di banche quotate, al lordo delle tasse (dati provvisori in base ai bilanci disponibili – Fonte: elaborazioni Il Sole 24 Ore su bilanci e comunicazioni societarie) Nome Alessandro Profumo Società Ex Ceo UniCredit Compenso 40,59 milioni Note Ad UniCredit fino al 21/9/2010; limporto comprende 38 mln accordo cessazione rapporto di lavoro (incentivo allesodo di 36,5 e 1,5 mln per limpegno di non concorrenza per un anno). Nellaccordo, UniCredit si è impegnata a fare una donazione di 2 mln in beneficienza. Corrado Passera Adolfo Bizzocchi AD e DG Intesa Sanp. DG Credem 3,5 mln Francesco Micheli Renato Pagliaro DG Intesa Sanpaolo P Mediobanca Fino al Dal 10/5, prima C e DG – bilancio al Alberto Nagel Gaetano Miccichè AD Mediobanca DG Intesa Sanpaolo Bilancio al Dal Massimo Di Carlo Maurizio Cereda C e VDG Mediobanca ,16 mln Bilancio al


Scaricare ppt "BancaSinaptica foglio informativo a cura di Antonino Esposto & friends del SAB di Venezia – Via Cappuccina, 9/g 30172 Mestre"

Presentazioni simili


Annunci Google