La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Il DATO è uninformazione elementare. Costituisce lelemento che dà il via al processo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Il DATO è uninformazione elementare. Costituisce lelemento che dà il via al processo."— Transcript della presentazione:

1

2 informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Il DATO è uninformazione elementare. Costituisce lelemento che dà il via al processo decisionale: i dati provenienti dai DOCUMENTI ORIGINARI (derivanti da unoperazione di gestione – es. fattura emessa),vengono raccolti, selezionati, elaborati, analizzati, classificati ed archiviati per ottenere unINFORMAZIONE (= risultato dellelaborazione di più dati elementari). Grazie a questa informazione, il soggetto aziendale è in grado di prendere una decisione. Una volta attuata la decisione, si stabilisce se essa sia servita al raggiungimento dellobiettivo prefissato. Così facendo, si ottengono nuovi dati per poter iniziare un nuovo processo decisionale. Lo scopo del SIA è creare INFORMAZIONI raccogliendo, selezionando, elaborando, analizzando, classificando e archiviando DATI per permettere al soggetto aziendale di prendere delle decisioni. I dati, provenienti dai documenti originari, possono essere: interni allazienda – loggetto è interno allazienda es. numero infortuni, quantità prodotta esterni allazienda – loggetto riguarda lambiente esterno, sia specifico che generale, con cui lazienda opera es. fatture Processo decisionale

3 informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE PERSONE PROCEDURE STRUMENTI (mezzi elettronici) Il SIA è composto da dati persone (hanno il compito di analizzare e collegare i dati) strumenti (mezzi elettronici) procedure (ossia le sequenze lavorative necessarie per arrivare al risultato) Il SIA è dunque un insieme di 4 elementi che hanno lo scopo di raccogliere, selezionare, elaborare, archiviare i dati grezzi per creare informazioni utili ai soggetti economici aziendali. Linformazione è quindi lelemento fondamentale del SIA e del processo decisionale; affinché il SIA sia efficace, le informazioni devono essere: complete (presentare tutti gli elementi fondamentali) accurate (precise per lobiettivo) selettive (non devono esserci parti inutili) tempestive (devono arrivare in tempo e alla persona giusta) Il Sia permette anche di attuare le strategie più convenienti, consente di verificare che queste strategie siano efficaci e aggiorna limprenditore sul tragitto che sta percorrendo verso lobiettivo finale. Processo decisionale

4 informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE PERSONE PROCEDURE STRUMENTI (mezzi elettronici) SIA EXTRACONTABILE Scritture/ rilevazioni o Tabelle o Grafici o statistiche SIA CONTABILE SI HANNO DUE TIPI DI SIA, in relazione alle informazioni trattate SIA EXTRACONTABILE: tratta e crea informazioni di tipo non monetario che riguardano lazienda e il suo mercato. Ne sono un esempio le tabelle, le statistiche, le ricerche di mercato… SIA CONTABILE: dà delle informazioni quantitative patrimonio, i suoi elementi e su costi e ricavi, rilevando le operazioni di gestione sia interne che esterne. Ha come strumento il CONTO. Rilevazione è sinonimo di scrittura, ossia unannotazione che elabora e analizza le operazioni di gestione. Per poter attuare le rilevazioni è necessario conoscere le operazioni di gestione effettuate: questo è possibile grazie allanalisi dei documenti originari. Processo decisionale conto

5 informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE PERSONE PROCEDURE STRUMENTI (mezzi elettronici) SIA EXTRACONTABILE Scritture/ rilevazioni o Tabelle o Grafici o statistiche SIA CONTABILE Grado elaborazione obbligatorietà Strumento Criterio ordinatore conto Le scritture si classificano in base: all OBBLIGATORIETA Scritture obbligatorie per legge (codice civile o legislazione fiscale) – es. libro giornale, registri IVA… Scritture facoltative, che lazienda utilizza per sua comodità – es. statistiche di vendita allo STRUMENTO DI RILEVAZIONE strumento conto = scritture contabili (sia contabile) strumento diverso dal conto = scritture extracontabili (sia extracontabile) al CRITERIO ORDINATORE Data = scritture cronologiche Oggetto specifico = scrittura sistematica – es. crediti, saldo cc. al GRADO DI ELABORAZIONE Scritture elementari Scritture sezionali Scritture complesse (Co.Ge + Co.An)

6 informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE PERSONE PROCEDURE STRUMENTI (mezzi elettronici) Scritture/ rilevazioni SIA CONTABILE SIA EXTRACONTABILE o Tabelle o Grafici o statistiche Grado elaborazione obbligatorietà Strumento Criterio ordinatore Inventari CONT. ELEMENTARE CONT. SEZIONALE CONT. GENERALE n Co.Ge. CONT. DIREZIONALE conto Le SCRITTURE ELEMENTARI hanno un basso grado di elaborazione. Riguardano solitamente un oggetto circoscritto – es. prima nota, registro fatture emesse… Le SCRITTURE SEZIONALI hanno un grado di elaborazione medio. Hanno come oggetto elementi del patrimonio. La CONTABILITA DIREZIONALE ha un grado di elaborazione complesso. Viene anche definita Co.An (CONTABILITA ANALITICA) o cont. Gestionale. Analizza i costi e ricavi di singoli settori aziendali. La CONTABILITA GENERALE Co.Ge. È una scrittura complessa. Ha come scopo finale lanalisi dellintera gestione aziendale per poter calcolare il patrimonio aziendale e il risultato economico desercizio.

7 informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE PERSONE PROCEDURE STRUMENTI (mezzi elettronici) Scritture/ rilevazioni SIA CONTABILE SIA EXTRACONTABILE o Tabelle o Grafici o statistiche Grado elaborazione obbligatorietà Strumento Criterio ordinatore Inventari CONT. ELEMENTARE CONT. SEZIONALE CONT. GENERALE n Co.Ge. CONT. DIREZIONALE Cont. IVA Cont. Del Personale Cont. Magazzino Cont. Fornitori Cont. Clienti Cont. Disponibilità Liquide conto La contabilità sezionale si divide in: Contabilità delle disponibilità liquide (cont. cassa, banca e c/c postale) Contabilità clienti Contabilità fornitori Contabilità magazzino Contabilità del personale

8 CONTABILITA DISPONIBILITA LIQUIDE: -Segue e controlla i movimenti dei flussi di liquidità dellazienda per conoscere in ogni istante la situazione della tesoreria (=liq. Imminenti+crediti a scad ravvicinata – scoperti in c/c) cont. CASSA: rileva entrate e uscite di denaro contante, valori bollati, a/b e a/c. Doc. orig.: incassi in contanti, assegni, valori bollati Registri: libro cassa, prima nota, registro a fogli mobili Cont. BANCA: registra i movimenti monetari (versam. o prelevam.) del c/c bancario dellazienda Doc. orig.: saldo conto, lettere addebitamento per pagamento a terzi, accrediti per binifici, promemoria prelevam. Con Bancomat… Registri: scheda di ogni c/c, estratto conto Cont. POSTA: molto simile alla cont. Banca. CONTABILITA CLIENTI: Raccoglie le rilevazioni originate dalle operazioni di vendita ai clienti e regola il pagamento dei relativi crediti. Le rilevazioni seguono lordine fino alla sua evasione, controllano lesattezza delle partite a credito aperte e ne gestiscono la riscossione. doc. orig.: ordini ricevuti dai clienti, fatture emesse, titoli di credito legati alla riscossione (assegni, cambiali, bonifici…) Registri: partitario clienti (elenco di tutti i clienti), scadenzario delle partite attive (crediti attivi che devono scadere) CONTABILITA FORNITORI: Raccoglie le rilevazioni originate dalle operazioni di acquisti dai fornitori e regola lesattezza dei pagamenti dei relativi debiti. Doc. orig.: ordini di acquisto, fatture ricevute, titoli di credito relativi al pagamento (assegno, cambiali, bonifici…) Registri: partitario fornitori (elenco di tutti i fornitori), scadenzario partite passive (debiti in scadenza) CONTABILITA MAGAZZINO: Attesta i movimenti di magazzino (entrate e uscite merci- materie prime), ne segue la dinamica per determinare la consistenza dei diversi articoli. Doc. orig.: Ddt, fatture immediate, bollette carico-scarico Registri: scheda di magazzino (per singolo art o per classe di art), giornale di magazzino (ordine cronologico) CONTABILITA DEL PERSONALE: Tiene un archivio aggiornato dei e sui dipendenti. Gestisce i rapporti con INPS e INAIL. Doc. orig: registri delle presenze, buste paga. Registri: libro paga, libro matricola, registri infortuni. CONTABILITA IVA: Deve sapere la quantità di IVA a debito e a credito e leventuale IVA da versare. Doc. orig.: fatture immediate e differite, scontrini fiscali e ricevute fiscali. Registri: registri IVA acquisti, registro IVA vendite, liquidazione IVA, dichiarazione annuale IVA.

9 METODO PARTITA DOPPIA SISTEMA CONTABILE STRUMENTI informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE PERSONE PROCEDURE STRUMENTI (mezzi elettronici) Scritture/ rilevazioni SIA CONTABILE SIA EXTRACONTABILE o Tabelle o Grafici o statistiche Grado elaborazione obbligatorietà Strumento Criterio ordinatore Inventari CONT. ELEMENTARE CONT. SEZIONALE CONT. GENERALE n Co.Ge. CONT. DIREZIONALE Cont. IVA Cont. Del Personale Cont. Magazzino Cont. Fornitori Cont. Clienti Cont. Disponibilità Liquide conto la partita doppia è un insieme di regole e procedure da seguire nella tenuta dei conti necessari alla registrazione delle operazioni di gestione. È un metodo universale e utilizza il conto come strumento, ossia un prospetto diviso in due sezioni Dare e Avere. Generalmente, al Dare corrispondono i costi e le attività, mentre allAvere i ricavi e le passività. Limporto non deve essere mai negativo: per renderlo così basta collocare il valore nella sezione opposta a quella di appartenenza. Il totale importi in D deve sempre essere uguale al totale importi in A. è necessario avere sempre almeno due conti in sezioni opposte. Lo scopo della Co.Ge. È rilevare tutte le operazioni di gestione per determinare il patrimonio dellazienda e il risultato economico desercizio. Il METODO CONTABILE ( metodo della partita doppia ) rappresenta la forma della Co.Ge., Il contenuto è dato dal SISTEMA CONTABILE, inventato da Gino Zappa e Aldo Amaduzzi nel 1920, ancora utilizzato. Venne definito col nome di Sistema del patrimonio e del risultato economico. La Co.Ge utilizza ovviamente anche degli strumenti per poter conseguire il suo scopo.

10 METODO PARTITA DOPPIA SISTEMA CONTABILE STRUMENTI informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE PERSONE PROCEDURE STRUMENTI (mezzi elettronici) Scritture/ rilevazioni SIA CONTABILE SIA EXTRACONTABILE o Tabelle o Grafici o statistiche Grado elaborazione obbligatorietà Strumento Criterio ordinatore Inventari CONT. ELEMENTARE CONT. SEZIONALE CONT. GENERALE n Co.Ge. CONT. DIREZIONALE Cont. IVA Cont. Del Personale Cont. Magazzino Cont. Fornitori Cont. Clienti Cont. Disponibilità Liquide ECONOMICI FINANZIARI CONTI conto Il Sistema Contabile è linsieme di scritture che analizzano i fatti di gestione sotto lASPETTO ECONOMICO e FINANZIARIO al fine di rilevare il patrimonio e il risultato economico desercizio. Esso infatti rileva, tramite lanalisi dei documenti originari che provano le operazioni di gestione effettuate, laspetto economico e quello finanziario di queste ultime. Si avranno così due categorie di conti, uno finanziario e uno economico, nei quali registrare tutte le operazioni di gestione effettuate e poter calcolare il patrimonio e il risultato desercizio.

11 METODO PARTITA DOPPIA SISTEMA CONTABILE STRUMENTI informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE PERSONE PROCEDURE STRUMENTI (mezzi elettronici) Scritture/ rilevazioni SIA CONTABILE SIA EXTRACONTABILE o Tabelle o Grafici o statistiche Grado elaborazione obbligatorietà Strumento Criterio ordinatore Inventari CONT. ELEMENTARE CONT. SEZIONALE CONT. GENERALE n Co.Ge. CONT. DIREZIONALE Cont. IVA Cont. Del Personale Cont. Magazzino Cont. Fornitori Cont. Clienti Cont. Disponibilità Liquide ECONOMICI FINANZIARI CONTI Situazione economica Situazione patrimoniale Conti mastro Prima nota Piano dei conti Libro giornale conto Gli strumenti utilizzati dalla Co.Ge sono tutti finalizzati al poter poi compilare la situazione economica e quella patrimoniale dellazienda. Essi sono, essenzialmente: prima nota Libro giornale Piano dei conti Conti mastro La Situazione economica e la Situazione patrimoniale sono sì strumenti, ma in funzione della compilazione delle future situazioni, quindi sono anche al contempo il risultato finale della Co.Ge.

12 La Co.ge, oltre ad utilizzare gli strumenti citati, si serve anche della Contabilità sezionale, in quanto dà informazioni analitiche che possono servire nella sua compilazione (e viceversa). PRIMA NOTA : è una scrittura elementare non obbligatoria. È un registro dove sono annotati, in ordine cronologico, i dati relativi alle operazioni di gestione svolte. Verrà poi trasformata in articoli di partita doppia. LIBRO GIORNALE : è un registro che annota cronologicamente tutte le operazioni di gestione con il metodo della partita doppia (è la bella copia della prima nota). È obbligatorio per legge Deve essere numerato progressivamente e bollato (formalità estrinseche) Il Codice Civile ne richiede un ordine accuratissimo. Non vi devono essere abrasioni, cancellature, scritte a matita… deve quindi rispettare le norme dellordinata contabilità (formalità intrinseche) PIANO DEI CONTI o quadro dei conti: È un elenco, un insieme organico di tutti i conti codificati e utilizzati dallazienda. È obbligatorio per legge Il piano dei conti è uguale per ogni azienda nel senso che tutte utilizzano il sistema contabile, però è diverso perché ogni azienda ha dei conti diversi a seconda delle proprie attività. È strutturato in livelli: I livello: GRUPPO (elementi del patrimonio e del reddito) -es 07 disp. Liq. II livello: SOTTOGRUPPO - es 0702 denaro e valori in cassa III livello: CONTO – es denaro in cassa IV livello: SOTTOCONTO (presente solo nelle aziende grandi) CONTI MASTRO sono i conti intestati a tutti gli elementi del patrimonio e del reddito. Servono per calcolare leccedenza di ogni conto. Il CONTO è quel prospetto che raccoglie variazioni positive e negative di un oggetto. Aprire un conto significa intestarlo ad un oggetto; Addebitare un conto significa mettere un valore nella sezione Dare; Accreditare un conto vuole dire mettere un valore nella sezione Avere; LECCEDENZA è la differenza fra totale D e totale A; Il SALDO è dato dal vaolore delleccedenza posizionato nella sezione opposta per poter portare a pareggio il conto, che verrà dunque definito CHIUSO o SPENTO La SITUAZIONE PATRIMONIALE è un prospetto che rappresenta il patrimonio dellazienda a disposizione del soggetto economico in un determinato momento, tenendo conto anche dei debiti. (aspetto finanziario) La SIT. ECONOMICA è un prospetto col quale si riassumono costi e ricavi per calcolare il risultato economico desercizio.(aspetto economico) La Co.Ge permette di compilare entrambe le situazioni.

13 Lutilizzo delle tecnologie informatiche per la tenuta della contabilità aziendale consente a questultima di poter gestire tutte le contabilità obbligatorie ai sensi di legge e, in modo automatizzato, le procedure che consentono di elaborare il bilancio desercizio. Il sistema informativo contabile accoglie e organizza le informazioni riguardanti i fatti interni ed esterni di gestione. Esso consente di ottenere le contabilità sezionali e la contabilità generale, mentre la contabilità gestionale e il budget sono predisposte per supportare lattività di programmazione e controllo. Normalmente le aziende sono dotate di sistemi applicativi gestionali composti di vari moduli in grado di gestire non solo le informazioni contabili dei fatti di gestione, ma di realizzare automaticamente e in tempo reale il controllo aziendale attraverso i principali indicatori contabili. Da questo punto di vista i moduli indispensabili sono quelli di Contabilità con la gestione della prima nota, della Contabilità analitica e delle Analisi di bilancio, il Controllo budgetario, lo scadenzario clienti e fornitori, i rapporti con le banche; le Vendite e gli Acquisti con la possibilità di emettere tutti i documenti obbligatori nelle cessioni e acquisti di beni e servizi sia nazionali sia esteri; il Magazzino con la possibilità di gestire le scorte, effettuare lanalisi dei movimenti, il controllo delle giacenze, la valorizzazione delle scorte e lelaborazione dellinventario. Nel percorso che porta alla formazione del bilancio desercizio, il sistema applicativo gestionale consente di ottenere giornalmente la stampa dei movimenti contabili, lanalisi dei sottoconti, la verifica della situazione contabile e la stampa giornaliera del bilancio sia a sezioni divise sia civilistico. È quindi possibile, quando lazienda lo ritenga opportuno, inserire scritture di rilevazione delle rimanenze di magazzino, di imputazione di quote di accantonamento pro quota, di ratei e di risconti che non costituiscono scritture contabili effettive e pertanto che non potranno essere stampate sul libro giornale, ma che sono selezionabili per lelaborazione dei bilanci. La redazione del Bilancio del periodo amministrativo avviene dopo avere redatto le scritture di assestamento e chiusura dei conti. Nel lasso di tempo intercorrente fra la Generazione del nuovo esercizio e la Chiusura/riapertura dellesercizio lazienda può effettuare scritture contabili con data di registrazione e competenza nel nuovo esercizio; con data di registrazione e competenza dellesercizio precedente.

14

15

16 informazion i Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE PERSONE PROCEDURE STRUMENTI (mezzi elettronici) SIA CONTABILE SIA EXTRACONTABILE Inventari Scritture/ rilevazioni o Tabelle o Grafici o statistiche CONT. ELEMENTARE CONT. SEZIONALE CONT. GENERALE n Co.Ge. METODO PARTITA DOPPIA SISTEMA CONTABILE STRUMENTI ECONOMICI FINANZIARI Situazione economica Situazione patrimoniale Conti mastro Prima nota Piano dei conti Libro giornale CONTI CONT. DIREZIONALE Cont. IVA Cont. Del Personale Cont. Magazzino Cont. Fornitori Cont. Clienti Cont. Disponibilità Liquide conto Grado elaborazione obbligatorietà Strumento Criterio ordinatore Processo decisionale


Scaricare ppt "informazioni Documenti originari DATI SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Il DATO è uninformazione elementare. Costituisce lelemento che dà il via al processo."

Presentazioni simili


Annunci Google