La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Qui tollis peccata mundi della Messa in si minore di Bach, ci fa sentire il peccato sociale del nostro secolo IL REGNO E IN MEZZO A VOI FIGLIO, TUTTO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Qui tollis peccata mundi della Messa in si minore di Bach, ci fa sentire il peccato sociale del nostro secolo IL REGNO E IN MEZZO A VOI FIGLIO, TUTTO."— Transcript della presentazione:

1

2 Qui tollis peccata mundi della Messa in si minore di Bach, ci fa sentire il peccato sociale del nostro secolo IL REGNO E IN MEZZO A VOI FIGLIO, TUTTO IL MIO E TUO

3 B- Il Regno è dove SIAMO Lc13,22 a 19,27 - Bisogna entrare dalla porta stretta (Dom 21) - Gli invitati al banchetto del Regno (Dom 22) - Le condizioni per parteciparvi (Dom 23) - Anche i PECCATORI vi entrano (Dom 24) - Valore del denaro per il Regno (Dom ) - Siamo servi inutili (Dom 27) - E da ricevere grati come il lebbroso(Dom 28) Il Regno è già qui: - Preghiamo con insistenza (Dom 29) - Umili come il pubblicano (Dom 30) - Il Regno entra in casa di Zaccheo (Dom 31) Il Regno è già qui: - Preghiamo con insistenza (Dom 29) - Umili come il pubblicano (Dom 30) - Il Regno entra in casa di Zaccheo (Dom 31)

4 La città di Meghiddo (Galilea), simbolo di ricchezza Lungo la via maris (via della seta) luogo utile per i commercianti fra lOriente e lOccidente, incontriamo Meghiddo con resti non solo del tempo di Salomone, ma dal al 350 a.C. Sistema idrico Porta Scuderie Scuderie Silos per grano Luogo di culto

5 Lc 16, 1-13 Diceva anche ai discepoli: «C'era un uomo ricco che aveva un amministratore, e questi fu accusato dinanzi a lui di sperperare i suoi averi. Altare circolare di Meghiddo (sinistra)

6 Sia in oriente che in occidente, gli amministratori non hanno scrupoli Fanno lavorare i fratelli in condizioni infraumane sandali di lusso (no clic) confezionati in India

7 Lo chiamò e gli disse: Che è questo che sento dire di te? Rendi conto della tua amministrazione, perché non puoi più essere amministratore.

8 Un giorno dovranno rendere conto Perché approfittate dei poveri? ( (( (1a lettura)

9 L'amministratore disse tra sé: Che farò ora che il mio padrone mi toglie l'amministrazione? Zappare, non ho forza, mendicare, mi vergogno. So io che cosa fare perché, quando sarò stato allontanato dall'amministrazione, ci sia qualcuno che mi accolga in casa sua.

10 Speriamo che la saggezza usata per far denaro, ci faccia divenire persone Nei momenti difficili, pregate perché lo capiscano quanti hanno autorità (2a lettura)

11 Chiamò uno per uno i debitori del padrone e disse al primo: 6 Tu quanto devi al mio padrone? Quello rispose: Cento barili d'olio. Gli disse: Prendi la tua ricevuta, siediti e scrivi subito cinquanta. Poi disse a un altro: Tu quanto devi? Rispose: Cento misure di grano. Gli disse: Prendi la tua ricevuta e scrivi ottanta.

12 I loro accordi non sono nobili né leali Non capiscono che Dio si mette in difesa dei deboli (Salmo)

13 Il padrone lodò quell'amministratore disonesto, perché aveva agito con scaltrezza. I figli di questo mondo, infatti, verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce. Il padrone lodò quell'amministratore disonesto, perché aveva agito con scaltrezza. I figli di questo mondo, infatti, verso i loro pari sono più scaltri dei figli della luce.

14 Non siete forse Figli della Luce? Essi sono astuti per avere il denaro che si consuma, voi siate più prudenti: andate controcorrente!

15 Ebbene, io vi dico: Procuratevi amici con la disonesta ricchezza, perché, quand'essa verrà a mancare, vi accolgano nelle dimore eterne.

16 La ricchezza vi deve servire per farvi AMICI in tutto il mondo Per questo riceverete la ricompensa POVERTA ZERO

17 Chi è fedele nel poco, è fedele anche nel molto; e chi è disonesto nel poco, è disonesto anche nel molto. Se dunque non siete stati fedeli nella disonesta ricchezza, chi vi affiderà quella vera? E se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra?

18 Al posto del danaro che vale così poco, riceverete tanto che vale molto di più Non sapete che la ricchezza del mondo è ingannatrice?

19 Nessun servo può servire a due padroni: o odierà l'uno e amerà l'altro oppure si affezionerà all'uno e disprezzerà l'altro. Non potete servire a Dio e a mammona».

20 Non siate servitori di falsi idoli Dio è il vostro unico Signore?

21 Gesú, non permettere mai che serviamo a due signori, nè che la ricchezza ci chiuda il cuore Gesú, non permettere mai che serviamo a due signori, nè che la ricchezza ci chiuda il cuore

22


Scaricare ppt "Qui tollis peccata mundi della Messa in si minore di Bach, ci fa sentire il peccato sociale del nostro secolo IL REGNO E IN MEZZO A VOI FIGLIO, TUTTO."

Presentazioni simili


Annunci Google