La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Corso ICF Norme ed approfondimenti per la codifica Maurizio Massucci.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Corso ICF Norme ed approfondimenti per la codifica Maurizio Massucci."— Transcript della presentazione:

1 1 Corso ICF Norme ed approfondimenti per la codifica Maurizio Massucci

2 2 Corso ICF Sommario Ripasso su struttura generale ed elementi della classificazione Norme per la codifica e qualificatori Il valore aggiunto dellICF

3 Struttura Classificazione Parti Componenti o Dimensioni Costrutti/qualificatori Domini e categorie ai diversi livelli ai diversi livelli ICF Parte 1: Funzionamento e disabilità Parte 2: Fattori Contestuali Funzioni e Strutture Corporee Attività e Partecipazione Fattori Ambientali Fattori Personali Cambiam. Strutture Corporee CapacitàPerformanceFacilitatore/Barriera Iivello item: 1 ° 2 ° 3 ° livelloItem: 1 ° 2 ° 3 ° 4 ° livelloItem: 1 ° 2 ° 3 ° Cambiam. Funz.ioni Corporee livelloitem:1° 2 ° 3 ° 4 ° livelloItem: 1 ° 2 ° 3 ° Idealmente un classificazione dovrebbe essere: non ridondante, non ambigua ed esaustiva. Ogni item nella classificazione richiama ad un dato unitario. Idealmente un classificazione dovrebbe essere: non ridondante, non ambigua ed esaustiva. Ogni item nella classificazione richiama ad un dato unitario. Codice alfanumerico

4 4 Corso ICF Interpretazione dei Costrutti Funzioni Corporee cambiamenti osservabili nei sistemi fisiologici Strutture Corporee cambiamenti osservabili nelle strutture anatomiche Attività cambiamenti nella capacità intrinseca e Partecipazione della persona in ambiente standard oppure cambiamenti nella performance nellambiente attuale FUNZIONAMENTO E DISABILITÀ

5 5 Corso ICF LICF è un ordinatore concettuale

6 6 Corso ICF LICF è un ordinatore concettuale

7 7 Corso ICF LICF è un linguaggio comune

8 8 Corso ICF LIRC è un linguaggio comune

9 COSA È CLASSIFICATO NELLICF? LICF comprende tutti gli aspetti della salute e alcuni aspetti del benessere rilevanti per la salute UNIVERSO DELLA CLASSIFICAZIONE ICF Domini di salute Domini collegati alla salute Fattori Contestuali attenzione, memoria, visione, udito, camminare, apprendere, vestirsi, sostegno delle relazioni umane, capacità di lavorare trasporto, abitazione, istruzione, interazione sociale, lavoro, vita sociale e politica fattori ambientali e fattori personali Stato di salute: livello di funzionamento allinterno di un dato dominio di salute

10 UNIVERSO DELLA CLASSIFICAZIONE Intestazione del Capitolo b2 Funzioni sensoriali e dolore Domini d8 Aree di vita principali di salute e d8 Aree di vita principali collegati alla salute Intestazione del Blocco Funzioni visive e correlate (b210-b229) Funzioni visive e correlate (b210-b229) Camminare e spostarsi Camminare e spostarsi (d450- d469) COSA È CLASSIFICATO NELLICF? I domini sono divisioni delluniverso del funzionamento e disabilità conveniente e significativo Meglio fattore Per i fattori ambientali, il termine dominio in senso stretto non si applica Meglio fattore I domini sono divisioni delluniverso del funzionamento e disabilità conveniente e significativo Meglio fattore Per i fattori ambientali, il termine dominio in senso stretto non si applica Meglio fattore

11 11 Corso ICF Sommario Ripasso su struttura generale ed elementi della classificazione Norme per la codifica e qualificatori Il valore aggiunto dellICF

12 12 Corso ICF b Componente (Funzioni corporee) b = Funzioni Corporee s = Strutture Corporee d = Attività e Partecipazione e = Fattori Ambientali CODIFICA CON ICF

13 13 Corso ICF b Capitolo primo livello Capitolo 4Funzioni sist. cardiovascolare, ematologico, immunologico e dellapparato respiratorio. CODIFICA CON ICF

14 14 Corso ICF CODIFICA CON ICF b Categoria secondo livello b435 Funzioni del sist. immunologico 1° livello di categoria

15 15 Corso ICF CODIFICA CON ICF b Categoria terzo livello b4350 reazione immunitaria livello di sotto-categoria

16 16 Corso ICF CODIFICA CON ICF b Categoria quarto livello b43500 reazione immunitaria specifica livello di sotto-categoria

17 17 Corso ICF CODIFICA CON ICF b Gravità primo qualificatore Menomazione lieve Altre classificazioni possono usare più qualificatori (3 per s e 2 per d) mentre per i fattori ambientali si appone un + al posto del punto per identificare i facilitatori ed un punto per indicare le barriere.

18 18 Corso ICF Scegliere un insieme di codici per creare un profilo di funzionamento per lindividuo... tenere conto delle componenti dellICF rilevanti: Funzioni Corporee Strutture Corporee Attività e Partecipazione Fattori Ambientali

19 19 Corso ICF Codificare solo le informazioni rilevanti...nel contesto di una condizione di salute; …assumendo che il soggetto sceglierebbe di compiere lazione.

20 20 Corso ICF Codificare solo le informazioni esplicite …codificare le osservazioni, non le inferenze. LICF non è uno strumento diagnostico

21 21 Corso ICF Ma alcune inferenze sono di senso comune, o addirittura essenziali …? Funzioni mentali (b1) inferenza dal comportamento osservabile Menomazione del metabolismo dei carboidrati (b5401) inferenza dal diabete Limitazioni nella capacità di guardare (d110) inferenza dalla cecità totale

22 22 Corso ICF Codificare informazioni specifiche …codificare il massimo dettaglio possibile permesso dallevidenza dellosservazione Deve essere sempre salvaguardata la struttura gerachica della classificazione: ogni eventuale ulteriore livello introdotto deve poter essere ri-arrotolato (rolling-up) al livello superiore: b4350 risposta immunitaria b43500 risposta immunitaria specifica b risposta immunitaria specifica alla polvere

23 23 Corso ICF Creare un profilo di funzionamento per lindividuo definendo un insieme di codici Codificare solo le informazioni rilevanti, esplicite, e specifiche

24 24 Corso ICF 1.Trovare la categoria appropriata (rilevante, esplicita, specifica). 2.Usare il qualificatore o i qualificatori per ogni componente.

25 Grado della MenomazionePRIMO Qualificatore Funzioni Corporee Barriera o facilitatore (grado) PRIMO Qualificatore Fattori Ambientali Capacità (grado)SECONDO Qualificatore Performance (grado)PRIMO Qualificatore Attività e Partecipazione Localizzazione della Menomazione TERZO Qualificatore Natura della MenomazioneSECONDO Qualificatore Grado della MenomazionePRIMO Qualificatore Strutture Corporee

26 Scala di gravità Primo qualificatore% tempoindicazioni _xxx.0 : nessun problema (assente, trascurabile) 0-4%lindividuo non ha alcun problema; _xxx.1 : problema lieve (leggero, basso) 5-24%il problema è presente meno del 25% del tempo, ha unintensità che lindividuo tollera e si presenta raramente negli ultimi 30 giorni; _xxx.2 : problema medio (moderato, discreto) 25-49%il problema è presente meno del 50% del tempo, con unintensità che interferisce nella vita quotidiana e accade occasionalmente negli ultimi 30 giorni; _xxx.3 : problema grave (elevato, estremo) 50-95%il problema è presente per più del 50% del tempo, con unintensità parzialmente disturbante nella vita quotidiana e accade frequentemente negli ultimi 30 giorni; _xxx.4 : problema completo (totale) %il problema è presente per più del 95% del tempo, con unintensità totalmente disturbante nella vita quotidiana e che accade ogni giorno negli ultimi 30 giorni; _xxx.8 : non specificatoinformazioni insufficienti per specificare la gravità del problema; _xxx.9 : non applicabileinappropriato applicare un particolare codice ( (es: b650 Funzioni della mestruazione per donne in età di pre-menarca o di post- menopausa).

27 27 Corso ICF ESTENSIONE DEL PROBLEMA NATURA DEL CAMBIAMENTO COLLOCAZIONE DEL PROBLEMA xxx.0 NESSUN problema xxx.1 problema LIEVE xxx.2 problema MEDIO xxx.3 problema GRAVE xxx.4 problema COMPLETO xxx.8 non specificato xxx.9 non applicabile 0 nessun cambiamento nella struttura 1 assenza totale 2 assenza parziale 3 parte in eccesso 4 dimensioni anormali 5 discontinuità 6 posizione deviante 7 cambiamenti qualitativi nella struttura, incluso laccumulo di fluidi 8 non specificato 9 non applicabile 0 più di una regione 1 destra 2 sinistra 3 entrambi i lati 4 frontale 5 dorsale 6 prossimale 7 distale 8 non specificato 9 non applicabile 3 QUALIFICATORI Manca mediale!

28 28 Corso ICF b Dolore medio al capo o al collo s Menomazione completa nella regione del cervelletto dovuta a una parziale assenza della struttura nella parte destra

29 29 Corso ICF Capacità Il livello più elevato probabile di funzionamento che la persona potrebbe raggiungere in un certo momento in un ambiente standard.Performance Descrive ciò che una persona fa nel suo ambiente reale.

30 30 Corso ICF d450. _ _ camminare d450.1 _ camminare con difficoltà lieve d450._ 2 moderata difficoltà nella capacità di camminare d moderata difficoltà nella capacità di camminare, e difficoltà lieve nel camminare

31 31 Corso ICF LICF è un «work in progress»... Fornire alle scale dei qualificatori un contenuto operazionale. Correlazione con strumenti clinici esistenti per lassessment

32 32 Corso ICF LICF non è uno strumento di assessment o misura. LICF è una classificazione che crea un framework generale per lassessment di funzionamento e disabilità. LICF fornisce un linguaggio comune e internazionale, legando gli strumenti di assessment per il funzionamento e la disabilità. Occorre sviluppare strumenti di assessment basati sullICF. LICF e lassessment

33 33 Corso ICF Sommario Ripasso su struttura generale ed elementi della classificazione Norme per la codifica e qualificatori Il valore aggiunto dellICF

34 34 Corso ICF Analizza e scompone la complessità Organizza losservazione nel team Da un ordine possibile agli strumenti di misura Migliora il livello della valutazione Guida gli interventi riabilitativi È supporto per il follow-up

35 35 Corso ICF

36 36 Corso ICF


Scaricare ppt "1 Corso ICF Norme ed approfondimenti per la codifica Maurizio Massucci."

Presentazioni simili


Annunci Google