La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Millumino di meno Risparmio energetico ed equilibri ambientali Abbiati Giulia Bertolotti Sylvia Kim Bottino Chiara Fornasari Marta Lazzati Alice Lucev.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Millumino di meno Risparmio energetico ed equilibri ambientali Abbiati Giulia Bertolotti Sylvia Kim Bottino Chiara Fornasari Marta Lazzati Alice Lucev."— Transcript della presentazione:

1 Millumino di meno Risparmio energetico ed equilibri ambientali Abbiati Giulia Bertolotti Sylvia Kim Bottino Chiara Fornasari Marta Lazzati Alice Lucev Federica Classe IV C Liceo Scientifico T. Taramelli-PAVIA Insegnante A. Colli

2 Nel giorno 16 febbraio 2006 abbiamo preso parte al progetto Millumino di meno, progetto organizzato da Agenda 21 e dal Comune di Pavia. Nel corso di un incontro tenutosi presso palazzo Mezzabarba siamo stati sensibilizzati rispetto al problema energetico che ultimamente è diventato sempre più urgente. In modo particolare ci sono state illustrate alcune semplici ma importanti norme per risparmiare energia nella vita di tutti i giorni anche a casa nostra. Ci sono state inoltre presentate forme di energia alternativa ed il loro possibile utilizzo sia nella sfera pubblica che privata.

3 Alcune semplici regole… Utilizzare lampadine a basso consumo energetico Staccare caricabatterie dalla presa non appena terminato il loro utilizzo Non lasciare in stand-by supporti tecnologici (televisore, radio, computer, etc.) Ridurre luso di condizionatore e riscaldamento Spegnere sempre le luci quando si lascia una stanza Chiudere i rubinetti dellacqua evitando inutili sprechi

4 Forme alternative di energia Solare Eolica Idroelettrica Biomassa

5 Energia Solare Per energia solare si intende l'energia, termica o elettrica, prodotta sfruttando direttamente l'energia irraggiata dal Sole verso la Terra. Due sono le tecnologie principali per estrarre energia dal sole: il pannello solare o collettore termico che sfrutta i raggi solari per scaldare un liquido con speciali caratteristiche (acqua e antigelo/antiebollizione), contenuto nel suo interno che cede calore, tramite uno scambiatore di calore, all'acqua contenuta in un serbatoio di accumulo, e il pannello fotovoltaico che sfrutta le proprietà di particolari elementi di produrre energia elettrica quando sollecitati dalla luce.

6 Come funziona un pannello fotovoltaico? Alcuni materiali come il silicio possono produrre energia elettrica se irraggiati dalla luce solare. Una caratteristica fisica che ha consentito negli anni '50 la realizzazione della prima cella fotovoltaica della storia. Le celle fotovoltaiche collegate tra loro formano un "modulo", un insieme di moduli compone il pannello solare fotovoltaico da installare sui tetti, terreni o terrazzi, ovunque ci sia un irragiamento diretto dei raggi solari. Il vantaggio è evidente, investendo in un impianto fotovoltaico casalingo si abbatte il costo dell'energia elettrica per almeno anni. In Germania, e di recente anche in Italia con il Conto Energia, i proprietari dei pannelli solari fotovoltaici rivendono l'energia prodotta alle società elettriche ottenendo in cambio un reddito mensile aggiuntivo.

7 Perché conviene? installare sul proprio tetto 8 metri quadri di pannelli fotovoltaici consente di abbattere per almeno 25 anni la propria spesa per l'energia elettrica il costo dell'installazione oscilla intorno ai euro, in altre parole pari al costo di una normale automobile utilitaria con il Conto Energia è possibile produrre un reddito cedendo al Gestore della Rete Elettrica l'energia elettrica prodotta dai pannelli solari fotovoltaici. esistono agevolazioni regionali per ottenere finanziamenti agevolati e contributi pubblici per affrontare la spesa iniziale

8

9 Energia eolica Per energia eolica si intende lenergia ottenuta dalla conversione dell'energia cinetica del vento, in elettrica. Prima tra tutte le energie rinnovabili per il rapporto costo/produzione è stata anche la prima fonte energetica rinnovabile usata dall'uomo. Il suo sfruttamento, relativamente semplice e poco costoso, è attuato tramite macchine eoliche divisibili in due gruppi ben distinti: Generatori eolici ad asse verticale Generatori eolici ad asse orizzontale

10 Vantaggi e svantaggi VANTAGGI 1.E rinnovabile 2.Ha costi contenuti SVANTAGGI 1.Deturpamento del paesaggio 2.Impatto acustico

11 Energia idroelettrica Per energia idroelettrica si intende quel tipo di energia che sfrutta il movimento di masse di acqua per produrre energia cinetica e quindi, grazie a turbina l'energia elettrica. E' una fonte di energia pulita e rinnovabile che garantisce circa il 15% del fabbisogno italiano energetico. L'energia idroelettrica viene ricavata dal corso di fiumi e di laghi grazie alla creazione di dighe o di condotte forzate. E' la principale risorsa alternativa al petrolio usata in Italia.

12 Vantaggi e svantaggi VANTAGGI 1.Fonte di energia inesauribile 2.Emissioni di sostanze inquinanti molto basse SVANTAGGI 1.Difficoltà di collocamento nel paesaggio

13 Energia di biomassa Le fonti di energia da biomassa sono costituite dalle sostanze di origine animale e vegetale che possono essere usate come combustibili per la produzione di energia e cioè legna da ardere, gli scarti vegetali che provengono da aziende agrarie e i rifiuti agricoli, zootecnici e urbani. Dalla fermentazione dei vegetali ricchi di zuccheri, come canna da zucchero, barbabietole e mais, spesso prodotti in quantità superiori al fabbisogno, si può ricavare l'etanolo o alcool etilico che può essere utilizzato in sostituzione della benzina.

14 Vantaggi e svantaggi VANTAGGI 1.Fonte locale, pulita e rinnovabile 2.La combustione non aumenta la concentrazione totale di CO2 nellatmosfera SVANTAGGI 1.Produzione di ossido dazoto e particelle di polvere in seguito alla combustione 2.Lincremento delle colture energetiche richiederebbe ampie superfici di terreno

15 Conseguenze dellinquinamento EFFETTO SERRA CAUSECONSEGUENZE

16 CAUSE Emissione di anidride carbonica, clorofluorocarburi, metano, ossido di azoto, ozono troposferico dovuta a attività umane. 1.Modello energetico dominante: l80% di CO2 dalla combustione del carbone, di petrolio e del metano (attività delle centrali termoelettriche, fumi delle industrie, scarichi delle automobili. 2. Fertilizzanti azotati usati in agricoltura, responsabili di buona parte delle emissioni di ossido di azoto. 3.Clorofluorocarburi responsabili della distruzione della fascia di ozono

17 CONSEGUENZE Scioglimento ghiacciai Surriscaldamento delle acque oceaniche Innalzamento del livello marino Incremento delle precipitazioni e inondazioni Aumento della temperatura Sconvolgimento dellecosistema Incremento dei disastri legati al clima Aumento della diffusione di malattie tropicali

18 Bibliografia


Scaricare ppt "Millumino di meno Risparmio energetico ed equilibri ambientali Abbiati Giulia Bertolotti Sylvia Kim Bottino Chiara Fornasari Marta Lazzati Alice Lucev."

Presentazioni simili


Annunci Google