La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diete improvvisate e disturbi del comportamento alimentare: cosa fare? Dott. Raffaele Limauro Pediatra di famiglia A.S.L. Na3 sud.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diete improvvisate e disturbi del comportamento alimentare: cosa fare? Dott. Raffaele Limauro Pediatra di famiglia A.S.L. Na3 sud."— Transcript della presentazione:

1 Diete improvvisate e disturbi del comportamento alimentare: cosa fare? Dott. Raffaele Limauro Pediatra di famiglia A.S.L. Na3 sud

2 Dieta: Complesso degli alimenti solidi e liquidi assunti abitualmente da un individuo. (Enciclopedia UTET) Adolescenza: Periodo della vita compreso tra la pubertà e la vita adulta, approssimativamente dai 13 ai 20 anni, caratterizzato da grandi trasformazioni sul piano dei processi conoscitivi, corporei ed affettivi

3 Tanto per cambiare la parola è stata (o forse labbiamo?) medicalizzata: Fare una dieta perché…

4 Quando è necessaria (ed in qualche caso cè da discutere…) Eccesso ponderale Eccesso ponderale Dislipidemie Dislipidemie Allergie alimentari Allergie alimentari Malattie da accumulo Malattie da accumulo Diabete Diabete Nefropatie Nefropatie Celiachia Celiachia e tutte le altre patologie non citate… e tutte le altre patologie non citate…

5 Scuola Famiglia Amici Media Pediatra Influenzano con valenza differente ad età differenti

6 La loro somma educazione

7 Se i messaggi dei primi attori Scuola – Famiglia – Pediatra sono poco chiari – scorretti – assenti prevalgono MEDIA - AMICI

8 Da Google: DIETA 127 milioni di risultati in 0,22 sec (chi vi parla continua ad essere scettico sullassoluta bontà dellinformatizzazione…)

9 Voglio far vedere i miei muscoli Sono grasso Mi sento inadeguata La fanno le mie amiche Voglio andare in TV Voglio essere come Il mio campione preferito Sarò bella come le ragazze del telefilm Sono malato Faccio una dieta perché...

10 Passando di fiore in fiore… ( al quarto titolo su Google con parole chiave dieta - muscoli) COLAZIONE 350 ml di latte parzialmente scremato 2 fette di pane + 50 gr. marmellata 30 gr di mandorle-noci COLAZIONE 350 ml di latte parzialmente scremato 2 fette di pane + 50 gr. marmellata 30 gr di mandorle-noci SPUNTINO 2 fette di pane 50 gr di bresaola (migliore), oppure di tacchino, prosciutto crudo 0,25 L dacqua SPUNTINO 2 fette di pane 50 gr di bresaola (migliore), oppure di tacchino, prosciutto crudo 0,25 L dacqua PRANZO gr di pasta + condimento 200 gr di carne/pesce 50 gr di verdura 1 cucchiaio dolio di oliva per condire la verdura 0,5 L dacqua PRANZO gr di pasta + condimento 200 gr di carne/pesce 50 gr di verdura 1 cucchiaio dolio di oliva per condire la verdura 0,5 L dacqua (se vedi che non aumenti di massa e neanche di grasso aggiungi pasta o 50gr pane; se invece metti su più massa grassa togli un po di carboidrati o riduci il pane nello spuntino mattutino) SPUNTINO 2 fette di pane 50 gr di bresaola (migliore), oppure di tacchino, prosciutto crudo 0,25 L dacqua OPPURE yogurt bianco (non zuccherato e non fruttato) + frutta (se vedi che non aumenti di massa e neanche di grasso aggiungi pasta o 50gr pane; se invece metti su più massa grassa togli un po di carboidrati o riduci il pane nello spuntino mattutino) SPUNTINO 2 fette di pane 50 gr di bresaola (migliore), oppure di tacchino, prosciutto crudo 0,25 L dacqua OPPURE yogurt bianco (non zuccherato e non fruttato) + frutta CENA Minestrone di verdure con gr. di pasta (o 100 gr. di pane) OPPURE Minestrina con pasta e formaggio fuso OPPURE gr di pasta + condimento 200gr di pesce\carne 50gr. di verdure 1 cucchiaio dolio di oliva 0,5 L dacqua PRENANNA il pre nanna se nn ti senti pieno fallo con proteine lente (caseine): cioè mangiati fiocchi di latte o un po di grana non prendere latte nel prenanna ALTRI CONSIGLI mangiare 2 noci al giorno bere più di 2 lt di acqua al giorno dopo allenamento prendere 2 cucchiaini di miele e poi fare un pasto più liquido (vedi cena). Non lasciar troppo tempo tra allenamento e pasto

11 Oppure dieta - modelle Dieta dukan Dieta dukan Dieta atkins Dieta atkins Dieta a zona Dieta a zona Dieta Dash Dieta Dash Dieta gentica Dieta gentica Eccetera, eccetera…

12 Il media è il me(a)ssaggio Marshall Mc Luhan/graffitista situazionista trentino 1968

13 Il nostro compito EducazioneInformazione

14 10 Bilanci di salute Misuriamo, auscultiamo osserviamo, chiediamo… insegnamo? Dedichiamo tra i 20 ed i 30 minuti ad ognuno di questi momenti e se i risultati sono quelli della tabella successiva, dobbiamo almeno ripensare alle nostre capacita comunicative, se non alla qualità della comunicazione. se non alla qualità della comunicazione. 1) nascita – 1° mese 2) 2° - 3° mese 3) 5° - 6° mese 4 ) 10° - 12° mese 5) 15° - 18° mese 6) anni 7) anni 8) 5 – 6 anni 8) 8 – 10 anno 9) anni

15 Se valutiamo i soggetti in età pediatrica (2-14 anni), potremmo non essere lontani dai soggetti con problemi di eccesso ponderale. Il numero è tale, se guardiamo ai soli casi di obesità, da non poter essere affrontato in solitudine da una rete di ambulatori di 2°-3° livello. (dati Congressi Provinciali F.I.M.P. Napoli, ).

16 Disturbi del comportamento alimentare Obesità (Campania 49% in Eccesso Ponderale tra 8 e 10 anni) Obesità (Campania 49% in Eccesso Ponderale tra 8 e 10 anni) Anoressia Anoressia Bulimia Bulimia Disturbo da alimentazione incontrollata (Binge Eating disorder) Disturbo da alimentazione incontrollata (Binge Eating disorder)

17 Fino a prova contraria, ladolescente non nasce con un disturbo alimentare, ma nel tempo, alle varie età, viene esposto a rischi differenti. Fino a prova contraria, ladolescente non nasce con un disturbo alimentare, ma nel tempo, alle varie età, viene esposto a rischi differenti. Il nostro compito è prevenire, per quanto possibile, alcuni di questi rischi, ed i momenti topici possono essere i Bilanci di Salute.

18 La formazione La nostra formazione scolastica (universitaria – specialistica), non ci ha preparato ad affrontare i problemi legati ai disordini alimentari (allepoca erano cosa relativamente marginale) ed ai problemi delladolescenza. Il mondo delladolescenza ci è crollato addosso grazie alla qualità del nostro lavoro (ripensiamo a quanti bambini sopra i 6 anni avevamo nei primi anni di lavoro)

19 Abbiamo ripetutamente affrontato il problema negli ultimi anni, sia a livello di formazione aziendale, sia con corsi specifici tenuti in sede, sia con iniziative sul territorio (Progetto scuola, chat-line). Il passo successivo è individuale…

20 Per quanto frustante sia nella nostra realtà, abbiamo lobbligo morale (e contrattuale) di seguire al meglio i nostri pazienti per farne degli adulti sani, anche se la soluzione dei problemi è complessa e non solo Pediatra-dipendente ed i nostri interventi non possono essere limitati dal senso di frustrazione che è fisiologicamente presente.

21 In fin dei conti, come sempre… RIMBOCCHIAMOCI LE MANICHE PERCHE NON SIAMO I MEDICI DEL RAFFREDDORE


Scaricare ppt "Diete improvvisate e disturbi del comportamento alimentare: cosa fare? Dott. Raffaele Limauro Pediatra di famiglia A.S.L. Na3 sud."

Presentazioni simili


Annunci Google