La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Biostatistica ed Epidemiologia: Strumenti Decisionali nella Sanità. Il Modello del Diabete Ancona 10-11 marzo 2005 CONOSCERE PER PROGRAMMARE: IL MODELLO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Biostatistica ed Epidemiologia: Strumenti Decisionali nella Sanità. Il Modello del Diabete Ancona 10-11 marzo 2005 CONOSCERE PER PROGRAMMARE: IL MODELLO."— Transcript della presentazione:

1 Biostatistica ed Epidemiologia: Strumenti Decisionali nella Sanità. Il Modello del Diabete Ancona marzo 2005 CONOSCERE PER PROGRAMMARE: IL MODELLO DELLE MARCHE La Rete Epidemiologica Regionale F. Di Stanislao

2

3 PROCESSO DI TECHNOLOGY ASSESSMENT Ricerca biomedica di base Ricerca biomedica applicata (sviluppo della tecnologia) SPERIMENTAZIONE Technology assessment Quality assessment ANALISI BISOGNI DEFINIZIONE PRIORITA IDENTIFICAZIONE TECNOLOGIE ORGANIZZAZIONE DELLOFFERTA IMPLEMENTAZIONE DELLOFFERTA VALUTAZIONE PROCESSO DI PROGRAMMAZIONE

4 Ricerca di base Ricerca applicata Sperimentazione Technology assessment Quality assessment EPIDEMIOLOGIA ETIOLOGICA EPIDEMIOLOGIA CLINICA/SPERIMENTALE EPIDEMIOLOGIA VALUTATIVA TECNOLOGIA SANITARIA SVILUPPO E DIFFUSIONE

5 ANALISI BISOGNI DEFINIZIONE PRIORITA IDENTIFICAZIONE TECNOLOGIE ORGANIZZAZIONE DELLOFFERTA IMPLEMENTAZIONE DELLOFFERTA VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGIA CLINICA/SPERIMENTALE EPIDEMIOLOGIA VALUTATIVA EPIDEMIOLOGIA DI COMUNITA

6 EPIDEMIOLOGIA DI COMUNITA EPIDEMIOLOGIA CLINICA/SPERIMENTALE EPIDEMIOLOGIA VALUTATIVA EPIDEMIOLOGIA ETIOLOGICA

7 ANALISI BISOGNI DEFINIZIONE PRIORITA IDENTIFICAZIONE TECNOLOGIE ORGANIZZAZIONE DELLOFFERTA IMPLEMENTAZIONE DELLOFFERTA VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGIA CLINICA/SPERIMENTALE EPIDEMIOLOGIA VALUTATIVA EPIDEMIOLOGIA DI COMUNITA

8 ANALISI BISOGNI DEFINIZIONE PRIORITA IDENTIFICAZIONE TECNOLOGIE ORGANIZZAZIONE DELLOFFERTA IMPLEMENTAZIONE DELLOFFERTA VALUTAZIONE EPIDEMIOLOGIA CLINICA/SPERIMENTALE EPIDEMIOLOGIA VALUTATIVA EPIDEMIOLOGIA DI COMUNITA

9

10 Agenzia Regionale Sanitaria (L.R. 26/1996 e PSR ' ), è incaricata di svolgere l'attività di Osservatorio Epidemiologico Riorganizzazione del SSR (LR 13/2003) IL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE assicura in modo unitario la gestione dei sistemi informativi pertinenti lo stato di salute della popolazione umana ed animale, nellambito della rete epidemiologica regionale

11 PRIORITA PER LA FUNZIONE EPIDEMIOLOGICA Coinvolgimento degli operatori del SSR OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO REGIONALE RETE EPIDEMIOLOGICA Istituzione Centro di Epidemiologia occupazionale

12 ADEGUAMENTO L.R. 13/2003 E PSR …In particolare levoluzione dellattuale modello sarà mirata: 5. Al potenziamento della funzione di promozione della salute e della funzione epidemiologica, nellambito della rete epidemiologica marchigiana, quale componente importante della mission nellarea della Prevenzione In particolare per lepidemiologia si identificano delle UU.OO. specifiche DGR 54/04

13 LEpidemiologia è funzione trasversale a tutte le figure professionali e a tutti i servizi del SSR in quanto strumento metodologico di rilevazione ed analisi dei bisogni sanitari e di valutazione del sistema dellofferta Necessaria la presenza di professionisti specificamente dedicati a tale funzione ISTITUZIONE ED ORGANIZZAZIONE DELLA RETE EPIDEMIOLOGICA DELLA REGIONE MARCHE

14 CEAZT ARS EBI Un.Po.Ma. IZP ARPAM INRCA Univ. Camerino CERS OER

15 fornisce proposte alla rete sulle attività da sviluppare sul breve (1 anno) e medio (3 anni) periodo, fondate sugli obiettivi e azioni previsti dal PSR e da altri documenti di programmazione socio sanitaria regionale. esprime pareri sulle attività dellOER e dei CEAT sulla base dei report annuali di attività; predispone la procedura di accreditamento per listituzione di nuovi CRES indice e coordina una conferenza annuale sulle attività epidemiologiche sviluppate nella regione Marche Conferenza Regionale per lEpidemiologia

16 1.Relazione sullo stato di salute della popolazione marchigiana 2.Sperimentazione set di indicatori utili per i Piani Comunitari di Salute 3.Sistema sorveglianza incidenti stradali 4.Indagine copertura vaccinale popolazione infantile straniera 5.Verifica attività di screening 6.Collaborazione indagine PASSI-ISS Gli obiettivi della REM per lanno 2005

17 Fondi finalizzati allo sviluppo dellepidemiologia Obiettivi di budget 2005 per tutte le ZT


Scaricare ppt "Biostatistica ed Epidemiologia: Strumenti Decisionali nella Sanità. Il Modello del Diabete Ancona 10-11 marzo 2005 CONOSCERE PER PROGRAMMARE: IL MODELLO."

Presentazioni simili


Annunci Google