La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Metodi di studio della funzionalità autonoma cardiovascolare applicabili nella pratica clinica Dipartimento Attività Integrata di Malattie Cardiovascolari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Metodi di studio della funzionalità autonoma cardiovascolare applicabili nella pratica clinica Dipartimento Attività Integrata di Malattie Cardiovascolari."— Transcript della presentazione:

1 Metodi di studio della funzionalità autonoma cardiovascolare applicabili nella pratica clinica Dipartimento Attività Integrata di Malattie Cardiovascolari e Respiratorie U.O.C. di Fisiopatologia Cardiovascolare – Az. Policlinico Umberto I - Roma Stefano Strano UNIVERSITA DEGLI STUDI DI ROMA LA SAPIENZA – I Facoltà di Medicina Roma, 31 maggio SCAN 2005

2

3 Mancia et al. Lancet 1983; 2: 69Lancet 1983; 2: VISITA MEDICA Il sistema neurovegetativo regola continuamente le grandezze cardiovascolari in rapporto alle esigenze adattative indotte dagli stimoli ambientali.

4 Cuore e cervello interagiscono modificando il sistema simpato- vagale nelle diverse condizioni patologiche contribuendo sia allo sviluppo di meccanismi di compenso e di percezione dello stato di malattia che, d'altra parte, all'instaurarsi dei circoli viziosi che mantengono il danno biologico e precipitano il deficit funzionale

5 DISTURBI DELLA NEUROREGOLAZIONE ASSOCIATI AD INTOLLERANZA ORTOSTATICA POTS SINCOPE RIFLESSA NCSALTRECSH PAF CRONICAACUTA MSA PARK. MIXED CEREB. PRIMARIASECONDARIA

6 Neurology 1996; 46:

7 Head Up Tilt test Episodi sincopali singoli inspiegati in situazioni ad alto rischio Episodi ricorrenti in assenza di cardiopatia organica, oppure dopo aver escluso la sincope cardiogena Quando sia clinicamente utile dimostrare la suscettibilità alla sincope neuromediata al paziente Identificare il meccanismo emodinamico. Differenziare la sincope dallepilessia. Cadute ricorrenti inspiegate. Presincope ricorrente o vertigine. Disautonomia e intolleranza ortostatica

8 Conventional Diagnostic Methods/Yield Test/ProcedureYield (based on mean time to diagnosis of 5.1 months 7 History and Physical (including carotid sinus massage) 49-85% 1, 2 ECG2-11% 2 Electrophysiology Study without SHD*11% 3 Electrophysiology Study with SHD49% 3 Tilt Table Test (without SHD)11-87% 4, 5 Ambulatory ECG Monitors: Holter2% 7 External Loop Recorder (2-3 weeks duration) 20% 7 Insertable Loop Recorder (up to 14 months duration) 65-88% 6, 7 Neurological (Head CT Scan, Carotid Doppler) 0-4% 4,5,8,9,10 *Structural Heart Disease MRI not studied 1 Kapoor, et al N Eng J Med, Kapoor, Am J Med, Linzer, et al. Ann Int. Med, Kapoor, Medicine, Kapoor, JAMA, Krahn, Circulation, Krahn, Cardiology Clinics, Eagle K,, et al. The Yale J Biol and Medicine. 1983; 56: Day S, et al. Am J Med. 1982; 73: Stetson P, et al. PACE. 1999; 22 (part II): 782.

9

10 HUT QUADRI DI RISPOSTA ANORMALE POTSDISAUTONOMICO SINCOPE PSICOGENA NMS VASOD. CARDIOINIB.

11

12 Sincope Neuromediata Cardioinibitor ia (tipo IIb) Fisiopatologia Clinica - Universita' "La Sapienza" - Roma

13 Sincope Cardioinibitoria Tipo IIa Fisiopatologia Clinica - Universita' "La Sapienza" - Roma

14 Notare linstabilità della PAS e lincremento di FC che precedono la caduta della PAS mostrata nel sistogramma (ultimo in basso) Vasodepressi va Tipo III Fisiopatologia Clinica - Universita' "La Sapienza" - Roma

15 IPERSENSIBILITA SENO- CAROTIDEA - Cardioinibitoria (marcata bradicardia sinusale, blocco SA, blocchi AV avanzati) - Vasodepressiva (diminuzione prima- ria della PA, senza importante bradi- cardia) - Mista (bradicardia e ipo- tensione) 32 BPM 85 mmHg

16 Puggioni E. et al. MASSAGGIO DEL SENO CAROTIDEO

17

18 Sindromi da intolleranza ortostatica e tachicardia (cardiopalmo con astenia, vertigini e/o facile affaticabilità) sono riscontrabili nelle seguenti condizioni: Ansia con risposta di tipo iperadrenergico agli stimoli ambientali / sindrome da iperventilazione Distiroidismi Disturbi alimentari e Uso di Sostanze Farmaci (particolarmente nellanziano – può presentarsi senza tachicardia) Ipovolemia (anemia acuta, disidratazione, etc.) Malattie infettive Sindrome del prolasso valvolare mitralico Feocromocitoma (in presenza di crisi ipertensive)

19 Intolleranza ortostatica: accentuazione del riflesso vagale alla manovra di riposizionamento rapido in clinostatismo

20

21 Fisiopatologia Clinica - Universita' "La Sapienza" - Roma Ipotensione ortostatica (Disautonomia Severa)

22 Strano S. et al. JNNP 2005, in press

23 SINDROME DISAUTONOMICA NCS POTS PAF/MSA

24 Tachicardia e ridotta variabilità della FC Aumentata latenza adattativa della PA in orto Anomalo incremento della PAS al riposizionamento in clino Aumentata risposta simpatica con inadeguata risposta vasale ? Disautonomia con deficit globale della risposta barocettoriale ?

25 SOGGETTO NORMALE B.A. – FEM. – AA. 50 LA MANOVRA DI VALSALVA INDUCE UNA SEVERA CADUTA DELLA PRESSIONE SISTOLICA DURANTE LA FASE III (DEFICIT DELLA RISPOSTA SIMPATICA VASALE) CON BREVE PERDITA DI COSCIENZA. LA CONCOMITANTE ANORMALITA DI RISPOSTA DELLA FC ALLE VARIAZIONI DI PA RIVELA UN DANNO DEI MECCANISMI BARORIFLESSI

26 Sensibilità Baroriflessa della FC Metodo delle sequenze

27

28 Parati G, Di Rienzo M, Bertinieri G, et al. Hypertension 1988; 12:

29 Di Rienzo Di Rienzo M, Mancia G, Parati G, Pedotti A, Zanchetti A, eds. Amsterdam: IOS Press, 1992:

30 Metodiche per lo Studio del Sistema Nervoso Autonomo n Misura diretta del traffico nervoso in nervi periferici, mediante microneurografia n Spillover delle catecolamine plasmatiche n Analisi delle fluttuazioni spontanee del ritmo cardiaco

31 Lineeguida Heart Rate Variability. Standard of Measurement, Physiological Interpretation and Clinical Use. Circulation Circulation 1996:93: QRS detection. Length of tachogram to be analysed. Algorithms for spectral estimation (Fast Fourier Trasform, Autoregressive Modelling...) Use of absolute, percentage and normalised units Clinical use

32 Indici di variabilità cardiaca misure tradizionali Valore medio Varianza (scarto quadratico medio) Intervallo RR [sec] Numero di Battito

33 Indici di variabilità cardiaca misure geometriche TINNInterpolazione triangolare dellistogramma RR HRV index Area dellistogramma diviso valore massimo

34 Limiti delle misure classiche (media e varianza)

35

36 Bilanciamento simpato-vagale Simpatico Parasimpatico Simpatico Parasimpatico LF/HF ratio

37 Tipo IIIREM

38 Bilanciamento simpato-vagale nel sonno

39

40 Autonomic nervous activity during sleep in middle cerebral artery infarction. Giubilei F, Strano S, Lino S, Calcagnini G, Tisei P, Fiorelli M, Ferretti C, Cerutti S, Fieschi C. Cerebrovasc Dis Mar-Apr;8(2):

41 Bilanciamento simpato-vagale nel sonno - fase acuta dellIctus from: Giubilei et al. Cerebrovasc Dis Mar-Apr;8(2):

42 Cardiac Autonomic Derangement and Arrhythmias in Right-Sided Stroke With Insular Involvement Furio Colivicchi, MD, FESC; Andrea Bassi, MD; Massimo Santini, MD, FESC, FACC; Carlo Caltagirone, MD Conclusions These findings further support the notion that the right insula is implicated in the autonomic control of cardiac activity and that acute right insular damage may lead to a derangement of cardiac function with potential prognostic implications. (Stroke. 2004;35: )


Scaricare ppt "Metodi di studio della funzionalità autonoma cardiovascolare applicabili nella pratica clinica Dipartimento Attività Integrata di Malattie Cardiovascolari."

Presentazioni simili


Annunci Google