La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE NOVELLE DELLA IV GIORNATA. NOVELLA PRIMA Tancredi, prenze di Salerno, uccide lamante della figliuola e mandale il cuore in una coppa doro; la quale,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE NOVELLE DELLA IV GIORNATA. NOVELLA PRIMA Tancredi, prenze di Salerno, uccide lamante della figliuola e mandale il cuore in una coppa doro; la quale,"— Transcript della presentazione:

1 LE NOVELLE DELLA IV GIORNATA

2 NOVELLA PRIMA Tancredi, prenze di Salerno, uccide lamante della figliuola e mandale il cuore in una coppa doro; la quale, messa sopresso acqua avvelenata, quella si bee, e così muore. Così doloroso fine ebbe lamor di Guiscardo e Ghismonda, come udito avete; li quali Tancredi dopo molto piant, e tardi pentuto della sua crudeltà, con general dolore di tutti li salernitani, onorevolmente amenduni in un medesimo sepolcro gli fe seppellire.

3 NOVELLA SECONDA Frate Alberto dà a vedere ad una donna, che langelo Gabriello è di lei innamorato, in forma del quale più volte si giace con lei; poi, per paura de parenti di lei della casa gittatosi, in casa duno povero uomo ricovera, il quale in forma duomo salvatico il dì seguente nella Piazza il mena, dove, riconosciuto, è da suoi frati preso e incatenato. Così costui, tenuto buono e male adoperando, non essendo creduto, ardì di farsi lagnolo Gabriello, e di questo in un uomo salvatico convertito, a lungo andare, come meritato avea, vituperato, senza pro pianse i peccati commessi. Così piccia a Dio che tutti gli altri possa intervenire.

4 NOVELLA TERZA Tre giovani amano tre sorelle e con loro si fuggono in Creti: la maggiore per gelosia il suo amante uccide; la seconda concedendosi al duca di Creti scampa da morte la prima, lamante della quale luccide e con la prima si fugge; ènne incolpato il terzo amante con la terza sirocchia, e presi il confessano e, per tema di morire, con moneta la guardia corrompono, e fuggonsi poveri a Rodi e in povertà quivi muoiono. Adunque a così fatto partito il folle amore di Restagnone e lira della Ninetta sé condussero altrui.

5 NOVELLA QUARTA Gerbino, contra la fede data dal re Guglielmo suo avolo, combatte una nave del re di Tunisi per tòrre una sua figliuola; la quale uccisa da quegli che su verano, loro uccide e a lui è poi tagliata la testa. Adunque così miseramente in pochi giorni i due amanti, senza alcun frutto del loro amore aver sentito, di mala morte morirono comio vho detto.

6 NOVELLA QUINTA I fratelli di Lisabetta uccidon lamante di lei; egli lapparisce in sogno e mostrale dove sia sotterrato; ella occultamente disotterra la testa e mettela in una testa di bassilico, e quivi su piangendo ogni dì per una grande ora, i fratelli gliele tolgono, ed ella se ne muore di dolore poco appresso.

7 NOVELLA SESTA LAndreuola ama Gabriotto; raccontagli un sogno veduto ed egli a lei un altro; muorsi di subito nelle sue braccia; mentre che ella con una fante alla casa di lui nel portano, son prese dalla Signoria, ed ella dice come lopera sta; il podestà la vuole sforzare, ella nol patisce; sentelo il padre di lei, e lei innocente trovata fa liberare, la quale, del tutto rifiutando di star più al mondo, si fa monaca.

8 NOVELLA SETTIMA La Simona ama Pasquino; sono insieme in un orto, Pasquino si frega a denti una foglia di salvia e muorsi; è presa la Simona, la quale, volendo mostrare al giudice come morisse Pasquino, fregatasi una di quelle foglie a denti, similmente si muore.

9 NOVELLA OTTAVA Girolamo ama la Silvestra; va, costretto da prieghi della madre, a Parigi; torna e truovala maritata; entrale di nascoso in casa e muorle allato, e portato in una chiesa, muore la Silvestra allato a lui.

10 NOVELLA NONA Messer Guglielmo da Rossiglione dà a mangiare alla moglie sua il cuore di messer Guglielmo Guardastagno ucciso da lui e amato da lei; il che ella sappiendo, poi si gitta da una alta finestra in terra e muore, e col suo amante è seppellita.

11 NOVELLA DECIMA La moglie dun medico per morto mette un suo amante addoppiato in una arca, la quale con tutto lui due usurai se ne portano in casa; questi si sente, è preso per ladro, la fante della donna racconta alla signoria sé averlo messo nellarca dagli usurieri imbolata, laondegli scampa dalle forche e i prestatori davere larca furata sono condannati in denari.


Scaricare ppt "LE NOVELLE DELLA IV GIORNATA. NOVELLA PRIMA Tancredi, prenze di Salerno, uccide lamante della figliuola e mandale il cuore in una coppa doro; la quale,"

Presentazioni simili


Annunci Google