La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA. Gli standard nutrizionali Sono valori di riferimento utili a: calcolare il fabbisogno di nutrienti di una popolazione stabilire.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA. Gli standard nutrizionali Sono valori di riferimento utili a: calcolare il fabbisogno di nutrienti di una popolazione stabilire."— Transcript della presentazione:

1 ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA

2 Gli standard nutrizionali Sono valori di riferimento utili a: calcolare il fabbisogno di nutrienti di una popolazione stabilire programmi di educazione alimentare valutare situazioni alimentari di singoli individui o di collettività In Italia sono elaborati dalla SINU in collaborazione con lINRAN LARN (Livelli di assunzione giornalieri raccomandati di nutrienti per la popolazione italiana )

3 Alimentazione equilibrata La dieta equilibrata deve tener conto della quantità e della qualità degli alimenti

4 La distribuzione dellenergia Lenergia fornita con i cibi deve essere distribuita nella giornata:

5 La distribuzione dei nutrienti Glucidi: 55-65% dellenergia totale 3/4 amido e 1/4 glucidi semplici Protidi: 10-15% dellenergia totale 2/3 di origine vegetale + 1/3 di origine animale Lipidi: 25-30% dellenergia totale 2/3 di origine vegetale + 1/3 di origine animale

6 La distribuzione dei nutrienti Vitamine e sali minerali: frutta e ortaggi freschi in abbondanza Acqua: 1 g/kcal assunta

7 Le linee guida dellINRAN Insieme di suggerimenti atti a orientare e migliorare le scelte alimentari del consumatore italiano

8 1 Controlla il peso e mantieni sempre attivo Porre attenzione al peso fin dallinfanzia. Un peso stabile che rientri nei limiti della norma contribuisce a vivere meglio e più a lungo Leventuale correzione del peso deve essere seguita con cautela, senza brusche e severe restrizioni alimentari

9 2 Più cereali, legumi, ortaggi e frutta Questi alimenti sono importanti perché apportano carboidrati (soprattutto amido e fibra), ma anche vitamine, sali minerali e proteine (cereali e legumi) La fibra riduce il rischio di insorgenza di alcune patologie (tumori del colon-retto, diabete, malattie cardiovascolari) Alcune sostanze ad azione protettiva contenute in frutta e verdura hanno azione antiossidante (contrastano cioè lazione dei radicali liberi)

10 3 Grassi: scegli la qualità e limita la quantità Per la prevenzione delle malattie cardiovascolari è necessario controllare lapporto alimentare di colesterolo e la qualità di acidi grassi Gli acidi grassi insaturi hanno la capacità di ridurre il livello ematico di colesterolo diminuzione del rischio di aterosclerosi Moderare la quantità di grassi da condimento Aumentare la frequenza del consumo di pesce Preferire per condire e cucinare lolio extravergine di oliva

11 4 Zuccheri, dolci, bevande zuccherate: nei giusti limiti Nellalimentazione abituale una delle fonti importanti di zuccheri semplici sono gli alimenti e le bevande dolci Tenere conto della quantità e della frequenza di consumo di alimenti e bevande dolci nella giornata, per non superare la quota di zuccheri consentita

12 4 Zuccheri, dolci, bevande zuccherate: nei giusti limiti Moderare il consumo di prodotti dolci da spalmare sul pane (marmellata, miele, creme, ecc.) Limitare il consumo di prodotti a forte tenore di saccarosio e specialmente di quelli che tendono a restare aderenti alla superficie dei denti (caramelle, torroni, ecc.). Lavarsi i denti dopo il loro consumo

13 5 Bevi acqua ogni giorno in abbondanza Nellorganismo umano lacqua rappresenta il costituente presente in maggiore quantità ed è fondamentale per il mantenimento della vita Mantenere un giusto equilibrio idrico è indispensabile per conservare un buono stato di salute Particolare attenzione va agli anziani, nei quali il meccanismo della sete può funzionare male Bevi mediamente 1,5-2 litri di acqua al giorno

14 6 Il sale? Meglio poco Il consumo eccessivo di sale (NaCl) è un fattore di rischio per lipertensione arteriosa Limita il consumo di sale in tavola Riduci luso di sale in cucina (utilizza erbe aromatiche e spezie) Preferisci il sale iodato al comune cloruro di sodio Consuma saltuariamente alimenti ricchi di sodio (patatine, oliva da tavola, snack salati, ecc.)

15 7 Bevande alcoliche: se sì, solo in quantità controllata La quantità di alcol etilico che lorganismo è capace di metabolizzare è molto ridotta Labuso cronico di alcol crea gravi problemi allorganismo 1 UA = 12 g di alcol 1 bicchiere piccolo di vino 1 lattina di birra 1 bicchierino di superalcolico Uomo 2-3 UA Donna 1-2 UA Anziano 1 UA

16 8 Varia spesso le tue scelte a tavola Non esiste un alimento completo, che contenga cioè tutti i principi nutritivi che ci sono indispensabili Il modo più semplice e sicuro per garantire in misura adeguata lapporto di tutti i nutrienti è quello di variare il più possibile le scelte alimentari

17 8 Varia spesso le tue scelte a tavola La diversificazione delle scelte alimentari: riduce i rischi legati ad abitudini alimentari monotone riduce lingestione continuativa e ripetuta di sostanze antinutrizionali A questo proposito sono stati classificati gli alimenti in 5 gruppi

18 I 5 gruppi di alimenti GruppoAlimentiPrincipali nutrienti ICereali, loro derivati e tuberi Amido e fibra, proteine a basso valore biologico, vitamine del gruppo B IIFrutta e ortaggi, comprendente anche i legumi freschi Fibra, carotene, vitamina C, sali minerali (soprattutto K), antiossidanti IIILatte e derivatiProteine ad alto valore biologico, calcio, vitamine del gruppo B e A IVCarne, pesce, uova, legumi secchi Proteine ad alto valore biologico (carne, pesce, uova), proteine a medio valore biologico (legumi), vitamine del gruppo B, oligoelementi VGrassi da condimentoAcidi grassi essenziali, vitamine liposolubili

19 Porzione standard È lunità pratica di misura della quantità di alimenti consumata Si esprime in grammi Esempi: latte 1 bicchiere = 125 g patate 2 patate piccole = 200 g

20 9 Consigli speciali per persone speciali Gravidanza e allattamento: lalimentazione deve provvedere ai fabbisogni materni e del bambino (garantire la crescita e il suo armonico sviluppo)

21 9 Consigli speciali per persone speciali Bambini e ragazzi in età scolare: le abitudini alimentari acquisite da giovani spesso persistono nel tempo, è perciò importante insegnare a bambini e ragazzi a fare scelte adeguate Adolescenti: età caratterizzata da mutamenti fisiologici importanti. Nelle adolescenti aumenta molto il fabbisogno di Ca e di Fe. Rischio di alimentazione incongrua

22 9 Consigli speciali per persone speciali Donne in menopausa: minore protezione del cuore, più facile perdita di calcio dal tessuto osseo, diminuzione del fabbisogno di energia e ferro Anziani: rischio di malnutrizione (perdita del gusto, solitudine, problemi di masticazione, difficoltà economiche, ecc.)

23 10 La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te La sicurezza dei cibi dipenda da tutti i componenti della filiera alimentare È importante perciò saper leggere e interpretare correttamente le etichette alimentari e conoscere le modalità di conservazione e manipolazione degli alimenti Gli alimenti possono subire contaminazioni microbiche Attenzione alla conservazione e alla cottura degli alimenti !

24 La piramide alimentare un modello alimentare visivo

25


Scaricare ppt "ALIMENTAZIONE EQUILIBRATA. Gli standard nutrizionali Sono valori di riferimento utili a: calcolare il fabbisogno di nutrienti di una popolazione stabilire."

Presentazioni simili


Annunci Google