La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lattenzione. Attenzione Il sistema di elaborazione delle attività cognitive delluomo ha dei limiti, spaziali e temporali Lattenzione regola lattività

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lattenzione. Attenzione Il sistema di elaborazione delle attività cognitive delluomo ha dei limiti, spaziali e temporali Lattenzione regola lattività"— Transcript della presentazione:

1 Lattenzione

2 Attenzione Il sistema di elaborazione delle attività cognitive delluomo ha dei limiti, spaziali e temporali Lattenzione regola lattività dei processi mentali, filtrando ed organizzando le informazioni ambientali ed endogene, per consentire una risposta, un comportamento adeguato

3 Diversi tipi di attenzione Arousal: livello di preparazione fisiologica a ricevere stimolazioni esterne-interne che permette di rispondere più o meno adeguatamente e velocemente Vigilanza o attenzione sostenuta: capacità di mantenere un buon livello di attenzione per un periodo di tempo prolungato Attenzione selettiva: selezionare linformazione presente in un canale in presenza dinformazione irrilevante

4 Attenzione selettiva spaziale endogena Fissazione al centro Ignorare tutti gli stimoli periferici Usare gli indizi informativi per orientare l'attenzione endogena (volontaria) Rispondere il più velocemente ed accuratamente possibile agli stimoli target (Posner, 80, 84)

5 Tempo * oppure * Valida Invalida Indizio informativo

6 Attenzione endogena o volontaria

7 Detezione più veloce ed accurata di stimoli nella posizione pre-indicata (pre-cued) Dimostra che è possibile controllare volontariamente locchio della mente Viene osservata solo la facilitazione con lattenzione volontaria mentre non si manifesta IOR Inibizione di Ritorno

8 Attenzione basata suloggetto vs. sullo spazio Si pone lattenzione su un posto o su un oggetto? Modifica del paradigma endogeno spaziale (Egly et al.1994) Il confronto cruciale è tra posizioni cued, indicate come probabili, che siano allinterno di un oggetto o che appartenga a due oggetti diversi

9 Cue Spostamento esternoSpostamento interno Cue Target

10 Attenzione basata sulloggetto

11 Attenzione basata suloggetto vs. sullo spazio Dimostra entrambe le ipotesi di distribuzione dellattenzione Suggerisce che si verifica un raggruppamento (grouping) dellinformazione visiva prima che venga posta attenzione

12 Inattentional Blindness Mack & Rock (1998). Incapacità di percepire informazione visiva senza attenzione Suggerisce che linformazione venga selezionata precocemente Tuttavia, alcune informazioni sono più facili da percepire di altre

13 Change Blindness

14 Coscienza

15 Cosè la coscienza? ??? Risposta molto speculativa ??? Esistono definizioni multiple E laspetto meno compreso della psicologia cognitiva Filosofia: dualismo vs. materialismo Freud – Attività mentale inconscia

16 Cosè la coscienza? Consapevolezza degli eventi ambientali e cognitivi come i ricordi, i pensieri, i sentimenti, e le sensazioni corporee Il concetto di capacità limitata vale anche per la coscienza - possiamo essere consapevoli di una cosa per volta Molto legata al concetto di attenzione, ma non si identifica con essa, non sono la stessa cosa

17 Coscienza ABCDE

18 Elaborazione senza coscienza Linformazione può essere elaborata in assenza di consapevolezza Chiamata elaborazione od apprendimento implicito E in favore di una selezione relativamente tardiva dellinformazione

19 Cosa può essere elaborato senza coscienza? Informazione percettiva Azioni – Guidare, lavarsi i denti, etc Pensiero e Problem Solving – Cosa succede nella fase di incubazione? Decision making – Non cè un accesso privilegiato dellinformazione cosciente

20 Masking - Mascheramento Un breve stimolo può essere mascherato da un pattern immediatamente successivo A certi intervalli temporali, lo stimolo non entra nella conscious awareness, non diventa cosciente e non viene percepito Marcel (1983) ha dimostrato che uno stimolo inconscio o mascherato può essere elaborato fino ad estrarne il suo significato

21 Priming - Facilitazione Risposte migliori ad uno stimolo se preceduto da uno stimolo simile Frutta – Arancia vs. Bicicletta– Arancia velocelento Un modo efficace per sondare lelaborazione e la memoria implicita

22 V1 Lesion

23 Blindsight - Visione Cieca Capacità di rispondere non casualmente (above chance) ad informazione visiva presentata nel campo cieco Avviene incosapevolmente; i pazienti negano di vedere Dovuta ad una parte del cervello che risponde allinformazione ma non la rende consapevole (via retino-collicolo- extrastriata)

24 Emianopsia Cecità nella metà di campo visivo controlesionale

25 Campo visivo del paziente

26 Neglect - Negligenza spaziale I Pazienti non riescono a percepire, esplorare e/o rispondere a stimoli nello spazio controlesionale (sinistro). Lesione lobulo parietale inferiore destro Estinzione – Omissione dellinformazione controlesionale quando presentata contemporaneamente con quella ipsilesionale. Lesioni destre, ma anche sinistre A che livello, nel caso, viene elaborata linformazione negletta?

27 Bisecare una linea: un semplice test di percezione spaziale, che viene eseguito male da un paziente con neglect

28 Il test di Albert, barrage (cancellazione) di linee

29 Test di copia di un disegno Gainotti et al, 1972

30 Prestazione tipica di un paziente con neglect in un compito di copia: a sinistra i modelli da riprodurre, a destra la copia effettuata da un paziente

31 ModelloCopia del paziente

32 Levoluzione dellautoritratto di un paziente pittore affetto da lesione parietale posteriore destra e neglect sinistro: dallalto a sinistra 2 mesi, 3 mesi, 6 mesi, 9 mesi

33 Neglect rappresentazionale I Pazienti non riescono ad esplorare nemmeno le immagini visive mentali La rappresentazione evocata dalla memoria di unimmagine o di un luogo noto subisce unamputazione sinistra simile a quella che si manifesta nello spazio visivo esterno (Bisiach & Luzzatti, 1978)

34 Piazza del Duomo Duomo Prospettiva spalle al Duomo Prospettiva faccia al Duomo

35 La Mappa della Francia Se si chiede ai pazienti con neglect (di nazionalità francese) di pensare alla mappa del loro paese e elencarne le città, alcuni pazienti omettono le città collocate a sinistra Rode & Perenin, 1994

36 Anche le grandezze numeriche hanno una rappresentazione spaziale: la bisezione di una serie numerica viene eseguita male da un paziente con neglect, in modo simile a quanto avviene per la bisezione di linee Zorzi et al., 2002

37 Bisecare una linea, indicare il punto medio di una barra di uguale lunghezza, o raggiungere per afferrare e sollevare la barra: variazioni del neglect lungo la dimensione percezione-azione Robertson et al, 1995; 1997

38 A sinistra di cosa? Diversi sistemi di riferimento per la codifica delle posizioni relative degli stimoli. In A il paziente copia loggetto nero In B copia loggetto bianco

39 Il neglect può interessare materiale verbale: La dislessia da neglect (Ellis, Flude & Young, 1987) Prestazione ad alta voce di un paziente: carro, macero Omissione-carro, sostituzione-ero Parole da leggere: Autocarro, Cappero

40 La dislessia da neglect si può manifestare anche quando le parole sono proiettate interamente nel nel campo visivo ipsilesionale (Kinsbourne & Warrington, 1962) AutocarroAutocarro … o nel caso in cui le parole siano stampate con orientamento verticale (Caramaza & Hillis, 1990)

41 Il neglect non presenta solo manifestazioni patologiche (sintomi) negative, ma anche produttive: Rifiuto dellappartenenza degli arti controlesionali - Somatoparafrenia (Gerstmann, 1942) Ripugnanza e persecuzione nei confronti degli arti controlesionali - Misoplegia (Critchley, 1953) Ripetizione inadeguata di comportamenti motori - Perseverazione (Rusconi et al., 2002)

42 Volpe, LeDeoux e Gazzaniga (1979) Il neglect impedisce la denominazione di stimoli presentati nel campo visivo sinistro Tuttavia, se si chiede ai pazienti di giudicare se due oggetti sono uguali o diversi, alcuni di essi lo possono fare Suggerisce unelaborazione implicita, inconscia dellinformazione negletta

43

44 Lo stimolo negletto, ignorato, viene elaborato almeno fino a livello dellestrazione della sua categoria di appartenenza, ed è pertanto in grado di influenzare il comportamento

45 Trattamento della negligenza spaziale sinistra: tecnica delladattamento ad una deviazione destra del campo visivo indotta da lenti prismatiche

46 X

47 X

48 X

49 X

50 Lefficacia del trattamento prismatico nel neglect Prima del trattamento Dopo 1 trattamento Dopo ripetizione del trattamento

51 Estinzione Incapacità di percepire informazione controlesionale in presenza simultanea di informazione ipsilesionale Riguarda diverse modalità sensoriali (visione, udito, tatto, olfatto; dubbia quella gustativa)

52 Compito: Fissare la croce centrale, rispondere ad ogni stimolo visivo Destra Sinistra Nulla Destra

53 A sinistra di cosa? Diversi sistemi di riferimento per la codifica delle posizioni relative degli stimoli In A il paziente estingue lo stimolo in basso, cioè lo stimolo sinistro prima della rotazione in senso orario del Prof. Bob Rafal In B il paziente estingue lo stimolo in alto, cioè lo stimolo sinistro prima della rotazione antioraria

54 Estinzione Può manifestarsi anche TRA modalità sensoriali diverse: estinzione cross-modale Nel qual caso è prevalente nello spazio peripersonale, immediatamente circostante il corpo del paziente, rispetto allo spazio esterno più lontano


Scaricare ppt "Lattenzione. Attenzione Il sistema di elaborazione delle attività cognitive delluomo ha dei limiti, spaziali e temporali Lattenzione regola lattività"

Presentazioni simili


Annunci Google