La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il METANO, che è un gas naturale che viene estratto dal sottosuolo e distribuito tramite le condotte cittadine; I gas che utilizziamo normalmente in casa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il METANO, che è un gas naturale che viene estratto dal sottosuolo e distribuito tramite le condotte cittadine; I gas che utilizziamo normalmente in casa."— Transcript della presentazione:

1

2 Il METANO, che è un gas naturale che viene estratto dal sottosuolo e distribuito tramite le condotte cittadine; I gas che utilizziamo normalmente in casa sono:

3 Il G.P.L., composto da butano e propano, ottenuti dalla raffinazione del petrolio e venduto in bombole mobili o distribuito in serbatoi fissi. I gas che utilizziamo normalmente in casa sono:

4 La sicurezza domestica legata all'utilizzo del gas è un tema di particolare attualità. Le statistiche danno unindicazione del fenomeno: nel 2011 si sono verificati, in Italia, 344 incidenti correlabili all'utilizzo del gas, che hanno causato 52 decessi 575 infortunati.

5 Il rispetto delle norme, coniugato alla prudenza e alla consapevolezza da parte degli utilizzatori, e l'osservanza di buone abitudini quotidiane, costituisce la base dei principi della sicurezza.

6 Principali cause degli incidenti : Sono riconducibili sostanzialmente ad errori di installazione e a carenze di manutenzione, ma anche alla disattenzione o all'errata manovra nel caso del GPL distribuito in bombole.

7 I principali pericoli: I pericoli non si limitano solamente al rischio di incendio, I principali pericoli:

8 di esplosione,

9 o di intossicazione derivanti dal gas,

10 ma anche dalla nocività rappresentata dai prodotti della sua combustione, in particolare dal monossido di carbonio (CO).

11 Le fughe di gas: Una dispersione di gas negli ambienti domestici è molto pericolosa. Il gas può fuoriuscire silenziosamente, saturare lambiente e renderlo esplosivo. E sufficiente una piccola scintilla per innescare unesplosione di gravi proporzioni.

12 IL METANO E IL G.P.L. IN NATURA SONO INODORI!! PER POTER IDENTIFICARE EVENTUALI PERDITE VENGONO ADDITIVATI CON PRODOTTI IN GRADO DI FORNIRE FORTI ODORI. SINO A POCHI ANNI FA SI USAVANO A TALE SCOPO LETANTIOLO O IL FURFUROLO OGGI SI UTILIZZANO PRODOTTI CHIMICI IN GRADO DI PRODURRE GLI STESSI EFFETTI QUALI AD ESEMPIO IL CHIMEC AD 210 VEDIAMO COSA SONO QUESTI ADDITIVI:

13 L'etantiolo è un composto organico con formula CH3CH2SH Si ricava in natura come componente minore del petrolio. L'etantiolo è tossicocomposto organicopetrolio Il furfurolo è un composto organico derivato da una varietà di prodotti agricoli tra cui mais, avena, grano, crusca e segatura. Il nome deriva dal latino furfur, che significa crusca, riferendosi alla sua fonte più comune. Sebbene si trovi in molti cibi ed esaltatori organolettici, il furfurolo è tossicocomposto organicomaisavenagrano cruscasegaturalatino Il chimec AD 210 è un prodotto formato da un 70/80% di acetilacetone e da un 20/30% di alcool isobutilico Il chimec AD 210 è nocivo

14 Perché non si utilizza più il furfurolo o letantiolo?

15 Perché se pur contenuti in minime quantità sono prodotti tossici

16 Che differenza cè tra un prodotto nocivo e uno tossico?

17 "Nocivo": sostanze e preparati che, per inalazione, ingestione o penetrazione cutanea, possono comportare rischi per la salute di gravità limitata "Tossico": sostanze e preparati (comprese le sostanze e i preparati molto tossici) che, per inalazione, ingestione o penetrazione cutanea, possono comportare rischi per la salute gravi, acuti o cronici e anche la morte

18 Se sentite odore di gas in casa Aerare rapidamente i locali aprendo porte e finestre che diano allesterno Chiudere il rubinetto principale del gas

19 Staccare linterruttore elettrico generale esterno allabitazione fate estrema attenzione a tutto quanto possa fungere da innesco per un incendio Non utilizzare nessun apparecchio elettronico o elettrico (luce – frigorifero – telefono – citofono…) Non muovere oggetti che possano accumulare cariche elettrostatiche (scope, maglioni etc )

20 Chiamate i vigili del fuoco (115) Se sentite odore di gas nel palazzo

21 Come prevenire gli incidenti Far riparare sempre limpianto da tecnici specializzati e farsi rilasciare la dichiarazione di conformità.

22 Far controllare periodicamente la canna fumaria e il tubo di gomma.

23 E' espressamente vietato dalla legge (D.M. 37/08) qualunque operazione di 'fai da te'.

24 La tubazione flessibile riveste un ruolo molto importante per la sicurezza: le bombole del GPL devono essere preferibilmente installate all'esterno in nicchie adeguatamente aerate. La tubazione deve essere munita di rubinetti d'intercettazione. i tubi in gomma devono essere idonei sia come materiale per l'impiego del gas (resistente all'usura ed all'azione chimica del GPL), sia come montaggio sui porta-gomma e devono riportare stampigliato la data di scadenza entro la quale la tubazione dovrà essere regolarmente sostituita;

25 E ancora: quando si abbandona l'abitazione anche per breve tempo è buona norma, qualora non si utilizzino gli apparecchi di riscaldamento, chiudere la valvola di ingresso della tubazione di alimentazione del gas o quella della bombola; privilegiare i piani di cottura provvisti del sistema di controllo della fiamma (in gergo termocoppia);

26 non allontanarsi dalla cucina se vi sono cibi in cottura sul fuoco; non riempire eccessivamente le pentole; i liquidi in ebollizione possono debordare e causare lo spegnimento della fiamma con grave pericolo, qualora il piano di cottura sia sprovvisto delle termocoppie.

27 Il monossido di carbonio (CO) Il monossido di carbonio è un nemico invisibile. E un gas incolore, inodore, insapore e non irritante che si forma quando si brucia un combustibile in carenza di ossigeno. Il monossido di carbonio può formarsi dalla combustione degli impianti di riscaldamento, dei fornelli, delle stufe e dei camini, qualora si verifichi un malfunzionamento di tali dispositivi dovuto ad unerronea installazione o manutenzione oppure ad una inadeguata ventilazione. In base alla quantità di monossido di carbonio inalata, si possono verificare diversi effetti sull'organismo, dal senso di affaticamento provocato da basse concentrazioni, a mal di testa, problemi di coordinamento, nausea, vertigini in caso di concentrazioni moderate, sino alla morte in caso di elevate concentrazioni.mal di testavertigini

28 Per evitare possibili problemi con il monossido di carbonio è necessario considerare alcuni elementi fondamentali che sono alla base della sicurezza: la garantire che i condotti di scarico dei prodotti della combustione siano tenuti costantemente puliti e liberi da impedimenti Garantire una adeguata ventilazione ed aerazione dei locali ove sono installati i generatori di calore. Verificare, inoltre, che le tubazioni di raccordo tra i generatori di calore e le canne fumarie siano a tenuta, realizzati con tubature in acciaio rigido e posizionate secondo i principi della regola d'arte.

29

30 Grazie per lattenzione!!!


Scaricare ppt "Il METANO, che è un gas naturale che viene estratto dal sottosuolo e distribuito tramite le condotte cittadine; I gas che utilizziamo normalmente in casa."

Presentazioni simili


Annunci Google