La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roccastrada, 21 settembre 2007

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roccastrada, 21 settembre 2007"— Transcript della presentazione:

1 Roccastrada, 21 settembre 2007
“Progetto Fiume Bruna” estrarre metano dal carbone per fare posto alla CO2 Roccastrada, 21 settembre 2007

2 Independent Energy Solution
Nata nel 2002, opera nel settore della ricerca di fonti energetiche innovative e dello stoccaggio di CO2 Posseduta al 100% da Independent Resources plc, fondata da tre soci, di cui uno italiano, con grandi esperienze nella geologia e dell’energia Dal 2005 è quotata alla Borsa di Londra, dopo che esperti indipendenti hanno valutato severamente i suoi progetti E’ leader nei processi di confinamento geologico della CO2 Collabora con i migliori Istituti di Ricerca pubblici e privati

3 I nostri progetti Realizzazione di siti di stoccaggio di gas naturale per rafforzare la sicurezza del Sistema Energetico Nazionale Permesso di esplorazione per giacimenti di greggio e gas naturale in Tunisia Istanze per giacimenti petroliferi adatti all’estrazione di greggio con confinamento geologico in acquifero della CO2

4 Il progetto “Fiume Bruna”
Estrarre il metano contenuto negli strati carboniferi dell’area Il metano, estratto a bassa pressione, verrà avviato al mercato, anche attraverso operatori locali In una seconda fase, al posto del metano si potrà iniettare CO2 La CO2 si fissa irreversibilmente nel carbone Questo procedimento ha un grande valore ambientale: contribuisce a prevenire i cambiamenti climatici

5 Verifica compatibilità ambientale e tecnico-economica
Un progetto in due fasi Coltivazione Esplorazione Estrazione del metano dal carbone Pozzi in aree non protette da vincoli paesaggistici, geologici ed ambientali Non vicino a centri abitati e alla miniera A fine fase si potrebbe iniettare CO2 Durata 20 anni Area ridotta Linee sismiche 1 pozzo esplorativo 4 a 7 pozzi satellite Durata 2 anni VIA Si passa alla seconda fase solo se le compatibilità sono accertate e verificate Verifica compatibilità ambientale e tecnico-economica

6 I numeri del progetto Superficie di esplorazione
15 Km2 (con vincoli 8 Km2 circa) Area pianura del Fiume Bruna (Comune di Roccastrada) Pozzi 1 pozzo esplorativo da 4 a 7 pozzi satelliti Profondità circa 700 m Investimento 6 milioni di euro la fase esplorativa 50 milioni di euro il progetto totale Quantità estratta di metano 2,4 miliardi m3 1,2 miliardi di m3 in più con iniezione eventuale di CO2 Capacità produttiva prevista 5-10mila m3/giorno per pozzo CO2 eventualmente stoccata 14 milioni di tonnellate Durata circa 25 anni (compresa l’eventuale iniezione di CO2) Dismissione Ripristino siti come erano prima dell’investimento

7 CBM: tecnologia ampiamente consolidata
DOMANI ANCHE IN ITALIA CANADA USA CINA UK MESSICO VENEZUELA SUD AFRICA AUSTRALIA INDIA RUSSIA Europa dell’Est SPAGNA FRANCIA GERMANIA TURCHIA GIAPPONE INDONESIA ARGENTINA

8 La produzione di CBM in USA
Negli USA il 9% della produzione nazionale di metano è prodotta con impianti da CBM con pozzi attivi

9 Dove poterlo fare in Europa
Carbonifero Terziario

10 ECBM: eliminare CO2 in cambio di metano
L’ECBM consiste nel sostituire il metano presente nel carbone con CO2 iniettata La CO2 si fissa in maniera geologicamente irreversibile e definitiva nei micropori del carbone Questo processo aumenta l’efficienza del progetto: Si eliminano gas potenzialmente causa dei cambiamenti climatici Si ottengono maggiori quantità di combustibili pregiati È una tecnologia già applicata in molte iniziative, tra cui: USA – Allison Unit, Progetto ICBM POLONIA – Concessione Slask, Progetto RECOPOL CANADA – Red Deer e Fenn Big Valley, Progetti ARC CINA – Bacino di Quinshui, Progetto ARC-CUCBM

11 Come funziona: l’esempio di Allison Unit (USA)

12 Un contributo ambientale
Grazie a questa tecnologia è possibile: recuperare completamente una fonte energetica pregiata (metano) sequestrare più CO2 di quella prodotta dalla combustione da metano estratto CO2 prodotta dalla combustione del metano estratto da Fiume Bruna 6,5 milioni di ton. 14 milioni di ton. CO2 sequestrabile definitivamente nel carbone di Fiume Bruna Metano estratto 3,6 miliardi di m3

13 Torniamo alla proposta
Coltivazione Esplorazione Estrazione del metano dal carbone Pozzi in aree non protette da vincoli paesaggistici, geologici ed ambientali Non vicino a centri abitati e alla miniera A fine fase si potrebbe iniettare CO2 Durata 20 anni Area ridotta Linee sismiche 1 Pozzo esplorativo 4 a 7 pozzi satellite Durata 2 anni VIA Si passa alla seconda fase solo se le compatibilità sono accertate e verificate Verifica compatibilità ambientale e tecnico-economica

14 Le procedure autorizzative
1 Istanza MSE con progetto e screening ambientale Rapporto di impatto ambientale per la prospezione sismica, pozzi esplorativi, prove di produzione del metano; screening ambientale Prospezione sismica, pozzo esplorativo, prove di produzione del metano, studio di fattibilità della coltivazione 2 Permesso di ricerca 3 VIA e Autorizzazione Valutazione di impatto ambientale Regione e Ministero Ambiente 4 Sviluppo del campo, allacciamento alla rete di metano, coltivazione del metano con tecnica CBM Studio di fattibilità per il recupero migliorato, richiesta di variazione del programma di lavoro presso UNMIG Concessione di coltivazione Allaccio alla sorgente di CO2, iniezione di CO2, e continuazione della coltivazione con tecnica ECBM. Esaurimento del metano. Fine della Concessione

15 Perché Independent A seguito di una richiesta di un operatore il Ministero dello Sviluppo Economico pubblica l’istanza su un bollettino ufficiale per 3 mesi (BUIG) Si apre così una gara tra tutte le società che operano sul mercato internazionale Il Ministero dello Sviluppo Economico assegna il titolo minerario all’operatore che ha presentato il progetto migliore e più affidabile

16 Perché Independent Nel 2004 IES presenta un’istanza per un permesso di ricerca al Ministero dello Sviluppo Economico Nel 2005 il Ministero dello Sviluppo Economico esamina i progetti concorrenti Il Ministero Sviluppo Economico sceglie IES perché ritenuta più affidabile e con un progetto di migliore qualità oltre che di minor impatto ambientale complessivo Il Ministero dello Sviluppo Economico invita IES a richiedere l’approvazione ambientale regionale prima del rilascio del titolo minerario

17 Area della concessione
Area permesso Area esplorativa

18 Vincoli e zone di rispetto
L’area esplorativa Vincoli e zone di rispetto Aree per usi civici Vincolo archeologico Vincolo idrogeologico Area di rispetto acustico Rete elettrica

19 Il programma delle attività
Il programma di esplorazione (acquisizione dati) si articola in: Esplorazione sismica per individuare con precisione la profondità e la consistenza del carbone ed i punti migliori dove perforare Verifica, attraverso l’analisi della capacità produttiva dei pozzi, della fattibilità ambientale ed economica della coltivazione del metano a bassa pressione Verifica dei dati per verificare la compatibilità industriale ed ambientale della seconda fase

20 Le linee sismiche Si acquisiscono linee sismiche sperimentali utilizzando il metodo della Sismica a riflessione (vibrazione meccanica senza uso di esplosivi) Individuazione della geometria (profondità e giacitura) dello strato di carbone lontano dall’area dell’ex-miniera In questa fase si individua, nell’area ellittica, l’ubicazione dei pozzi estrattivi e di drenaggio delle acque di formazione

21 Prospezione sismica: i mezzi impiegati

22 La perforazione esplorativa
Si prevede di perforare 5-8 pozzi: uno principale più i satelliti L’ubicazione dei pozzi è stata studiata con particolare attenzione rispetto alla vecchia attività mineraria della zona di ogni vincolo esistente Profondità: in media 700 metri Distanza fra pozzi: 600 metri circa Il progetto di tubaggio non incide le falde acquifere attraversate Materiali e tecniche impiegati: compatibili con l’ambiente ed i terreni attraversati

23 Prove di produzione Si estrae l’acqua contenuta nel carbone con una pompa di profondità (prove di pompaggio) L’acqua estratta, a seconda della quantità e della sua qualità, potrà essere ceduta per usi civili o industriali o reiniettata Si misura quanto metano viene estratto Il metano estratto può essere utilizzato in vari modi: prelievo mediante “carro bombolaio” dai singoli pozzi o da un punto unico e commercializzazione

24 I collegamenti Il metano estratto è a bassa pressione quindi non richiede metanodotti invasivi I pozzi sono collegati da una rete di tubi di 3 pollici di diametro interrati e protetti per evitare perdite e dispersioni Tutte le linee elettriche per alimentare i pozzi, in fase di produzione, saranno interrate

25 I rendimenti attesi Produzione attesa con tecnica CBM:
2,4 miliardi di metri cubi di metano, corrispondenti, indicativamente, al consumo medio annuo di mila famiglie nell’arco di circa 15 anni Produzione aggiuntiva attesa con tecnica ECBM: da 1,0 a 1,2 miliardi di metri cubi di metano, nell’arco di circa anni

26 Un esempio della fase di perforazione

27 Un esempio di pozzo in attività estrattiva

28 Un secondo esempio di pozzo in attività estrattiva

29 I tempi 1 gennaio 2008 1 anno Ripristino ambientale siti
Iter autorizzativo 2 anni Esplorazione VIA 10-15 anni Produzione Metano 10-15 anni Iniezione Co2 e estrazione metano residuo

30 Attenzione all’ambiente
Tecnologia innovativa soprattutto dal punto di vista ambientale Tempi limitati per le operazioni di prospezione e di perforazione Limitata superficie occupata durante la perforazione: 20mx30m, durante la coltivazione e 6mx10m (come un pozzo per l’acqua potabile) Vicinanza delle infrastrutture per la distribuzione del gas Accessibilità viaria Sinergia con gli operatori locali/imprese locali Supporto alle attività produttive locali attraverso la fornitura diretta di gas

31 Le royalty La Legge Italiana sugli Idrocarburi prevede che la Società riconosca una royalty allo Stato e agli Enti locali È pari al 7% del fatturato che deriva dalla vendita del gas Questa percentuale viene ripartita: Stato 30% Regione 55% Comuni interessati 15%

32 Un esempio Nel caso in cui Produzione annua utile 180.000.000 m3
Prezzo di vendita 0,15 euro al m3 Le royalty sarebbero Royalty totali € Stato € Regione € Comuni interessati € Se le quantità ed i prezzi cambiano, varia anche l’ammontare delle royalty

33 L’occupazione e l’indotto
Addetti selezionati prevalentemente nell’area della provincia Il numero dei posti di lavoro è il seguente: fase di esplorazione /25 unità x 2 anni eventuale fase di coltivazione /44 unità x 20 anni Possiamo stimare una ricaduta positiva dell’indotto, sia nella fase di cantiere, per la costruzione, sia nella fase di gestione (per manutenzione e forniture varie) È intenzione di IES privilegiare fornitori e partner locali


Scaricare ppt "Roccastrada, 21 settembre 2007"

Presentazioni simili


Annunci Google