La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La valutazione del paziente RegioneLombardia 2006 Capitolo 2.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La valutazione del paziente RegioneLombardia 2006 Capitolo 2."— Transcript della presentazione:

1 La valutazione del paziente RegioneLombardia 2006 Capitolo 2

2 Obiettivi Acquisire e memorizzare un metodo per valutare il paziente Riconoscere le situazioni pericolose per la vita

3 (non fa parte della sequenza ABCDE) Prima di toccare la vittima, il soccorritore valuta globalmente e sommariamente la gravità del paziente : »v»vitalità? »p»postura/posizione? »c»colorito cutaneo? »s»si muove spontaneamente? COLPO DOCCHIO Valutazione primaria

4 Algoritmo universale (1) Sicurezza della scena Risponde Valutazione stato di coscienza Osservare Trattare se indicato NON Risponde PERVIETA VIE AEREE GAS + Mo.To.Re (per 10 secondi)

5 Algoritmo universale (2) Respiro presente Posizione Laterale di Sicurezza Respiro ASSENTE (o Gasping) NESSUN MOVIMENTO INIZIA RCP per 2 minuti) (30:2 per 5 cicli) ALLERTA COEU Respiro G.A.S. + Mo.To.Re. + Mo.To.Re. Polso presente Polso

6 La valutazione primaria A (Airways) B (Breathing) C (Circulation) D (Disability) E (Exposure) Valutazione della pervietà delle vie aeree Valutazione dellattività respiratoria Esame Obiettivo Valutazione dello stato neurologico Valutazione del circolo

7 OBIETTIVO: Valutare la pervietà delle vie aeree

8 RISPONDE vie aeree PERVIE PERICOLO Vie aeree NON RISPONDE

9 OBIETTIVO: Valutare presenza e qualità del respiro

10 PERICOLO NO GAS Respiro Guardo Ascolto Sento Guardare Espansione Toracica Ascoltare Rumori Respiratori Sentire Calore e Umidità del Respiro

11 OSSERVA PERICOLO Respiro - Movimenti del Torace (simmetrcità) - Rumori Respiratori (rantoli, gorgoglii, sibili…) < 10 CONTA FR > (saturimetria) < 90 PERICOLO

12 OBIETTIVO: Valutare presenza e qualità del circolo

13 PERICOLO NO MOTORE Circolo MOvimenti TOsse REspiro MOvimenti spontanei degli arti o del corpo TOsse atti respiratori validi e/o colpi di tosse efficaci REspiro

14 APPREZZA PERICOLO - Ritmo - Ampiezza < 60 CONTA FC Radiale assente < 80mmHg pressione arteriosa PERICOLO Radiale Carotideo Circolo Radiale presente > 80mmHg > 100 OSSERVA - CUTE: colorito e temperatura - EMORRAGIE esterne

15 OBIETTIVO: Valutare lo stato e il danno neurologico

16 Disability Metodi di valutazione stato neurologico AIN NRESPONSIVE LERT ERBAL

17 OBIETTIVO: Valutare il paziente nella sua globalità

18 Esame Obiettivo Aspetto generale Postura assunta spontaneamente Osservazione di ogni distretto corporeo (esame testa-piedi) valuta osserva Exposure

19 Raccolta informazioni Allergie Medicine Patologie Pregresse Ingestione alimenti Altro sullevento

20

21 Conclusioni COMUNICAZIONE TEMPESTIVA COEU

22 Strumenti di valutazione RegioneLombardia 2006 Capitolo 2

23 Obiettivi Definire i parametri vitali Descrivere gli strumenti

24 Parametri vitali Frequenza Respiratoria (FR)Saturazione di Ossigeno (Sat.O 2 )Frequenza Cardiaca (FC)Pressione Arteriosa (PA) N° atti respiratori/minuto % Emoglobina legata allO 2 Si misura in mmHg Energia del sangue per circolare nei vasi sanguigni N° battiti cardiaci/minuto Massima (Sistolica) Minima (Diastolica)

25 Rilevazione Frequenza Respiratoria

26 Rilevazione Frequenza Cardiaca

27 Rilevazione Saturazione O 2

28 Rilevazione Pressione Arteriosa

29


Scaricare ppt "La valutazione del paziente RegioneLombardia 2006 Capitolo 2."

Presentazioni simili


Annunci Google