La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LORGANO UDITIVO NELLUOMO Anatomo-Fisio-Patologia Mantova, 5 dicembre 2008 Prof. Nicolino Taurozzi Direttore struttura complessa di Otorinolaringoiatria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LORGANO UDITIVO NELLUOMO Anatomo-Fisio-Patologia Mantova, 5 dicembre 2008 Prof. Nicolino Taurozzi Direttore struttura complessa di Otorinolaringoiatria."— Transcript della presentazione:

1 LORGANO UDITIVO NELLUOMO Anatomo-Fisio-Patologia Mantova, 5 dicembre 2008 Prof. Nicolino Taurozzi Direttore struttura complessa di Otorinolaringoiatria Azienda Ospedaliera C.Poma Mantova

2 Organi di senso Con finalità di ricevere informazioni per la vita di relazione Sul mondo visivo-uditivo tattile olfattivo-gustativo

3 Apparato uditivo Raccogliere informazioni sonore per il comportamento Duplice funzione Comuni a tutti gli animali Permettere lapprendimento del linguaggio parlato (imprinting) Peculiarità del primate uomo

4 La struttura dellorecchio Orecchio esterno (padiglione auricolare, condotto uditivo esterno) Orecchio medio (cassa timpanica, catena ossicini, tuba dEustachio Orecchio interno (labirinto membranoso, osseo con chiocciola e vestibolo) Nervo acustico (fibre nervose afferenti trasportano gli impulsi dalla coclea al cervello) Vie uditive centrali (fibre nervose che dal ponte cerebrale arrivano al lobo temporale della corteccia cerebrale)

5

6 Anatomia dellorecchio

7 Il suono e ludito Lorecchio umano (come quello degli altri animali) è capace di percepire le fluttuazioni di pressioni daria che arrivano alla membrana timpanica Si può percepire una gamma molto vasta di frequenze (circa dai 20 ai Hz) –Le frequenze percepite vengono dette toni o altezze dei suoni

8 Il suono e ludito Comprendere come funziona ludito richiede conoscenze nel campo della fisiologia, della fisica, della psicologia e dellacustica. Ci soffermeremo particolarmente sugli aspetti acustici delludito.

9 CARATTERISTICHE FISICHE DEL SUONO nDEFINIZIONE: fenomeno ondulatorio che si propaga in un mezzo elastico attraverso movimenti alternati di compressione e di rarefazione delle particelle del mezzo stesso, che oscillano intorno alla propria posizione di riposo nCLASSIFICAZIONE: SUONI SEMPLICI (TONI PURI): moto periodico sinusoidale SUONI COMPLESSI: moto periodico non sinusoidale dato dalla somma di diversi toni puri legati da un preciso rapporto matematico (fondamentale+armoniche) RUMORE: moto del tutto aperiodico

10 CARATTERISTICHE FISICHE DEL SUONO CARATTERISTICHE FISICHE n - FREQUENZA (cicli/s o Hertz): numero di oscillazioni complete compiute nell'unità di tempo n - AMPIEZZA (dine/cm 2 ): spostamento massimo della particella dalla posizione di riposo n - VELOCITÀ (m/s): spazio percorso dall'onda sonora nell'unità di tempo Frequenza ed Ampiezza dipendono dalla sorgente, velocità dal mezzo (solidi>liquidi>gas)

11 CARATTERISTICHE PSICOACUSTICHE DEL SUONO Il suono è stimolo adeguato per il sensore uditivo se ha: nFrequenza compresa tra 20 e Hz nAmpiezza compresa tra soglia minima e soglia dolore per quel tipo di suono nDurata dell'ordine del centesimo di secondo dine/cm2 SOGLIA DOLORE SOGLIA MINIMA Hz VOCE Campo uditivo umano


Scaricare ppt "LORGANO UDITIVO NELLUOMO Anatomo-Fisio-Patologia Mantova, 5 dicembre 2008 Prof. Nicolino Taurozzi Direttore struttura complessa di Otorinolaringoiatria."

Presentazioni simili


Annunci Google