La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Premere un tasto per procedere con la presentazione. 5 1 La respirazione interna, o respirazione cellulare, richiede un apporto continuo di ossigeno dallesterno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Premere un tasto per procedere con la presentazione. 5 1 La respirazione interna, o respirazione cellulare, richiede un apporto continuo di ossigeno dallesterno."— Transcript della presentazione:

1 Premere un tasto per procedere con la presentazione. 5 1 La respirazione interna, o respirazione cellulare, richiede un apporto continuo di ossigeno dallesterno. A ciò provvede, nelluomo, lapparato respiratorio. Esso è costituito dalle seguenti strutture: Cavità nasali Costituiscono il tratto iniziale dellapparato respiratorio. Esse non servono soltanto per condurre laria nei polmoni, ma anche per scaldarla e depurarla. Le cavità nasali funzionano come un filtro capace di trattenere, mediante piccoli peli e ripiegature interne, il pulviscolo più grosso. Laria viene inoltre riscaldata e inumidita dal sangue della mucosa nasale.

2 5 2 Faringe È un corto canale posto dietro la lingua, che viene anche attraversato dal cibo. Rappresenta un importante crocevia anatomico e funzionale tra lapparato digerente e lapparato respiratorio, considerando che è il passaggio sia del bolo sia dellaria. Presenta nel suo epitelio organi linfoidi che garantiscono difesa specifica contro eventuali agenti patogeni.

3 5 3 Laringe È formata da cartilagini ed è situata nella parte anteriore del collo, posta allaltezza della sesta vertebra cervicale. Allinterno della laringe ci sono due piccole pieghe, le corde vocali. Esse entrano in vibrazione al contatto dellaria espirata, producendo suoni.

4 5 4 Epiglottide È una membrana cartilaginea posta al di sopra della laringe, che, come una valvola, chiude lingresso delle vie respiratorie al momento della deglutizione del cibo.

5 5 5 Trachea È un condotto lungo 10 cm costituito da semianelli cartilaginei, simili al tubo flessibile di una doccia. La sua parte posteriore è ricoperta da un tessuto elastico per non ostacolare il percorso del cibo nellesofago, posto subito dietro.

6 5 6 Bronchi La trachea si divide in due rami, i bronchi (destro e sinistro). Essi a loro volta si ramificano in tubicini sempre più sottili, i bronchioli. È a questi livelli profondi, nella laringe, nella trachea e nei bronchi, che la fuliggine e i batteri del diametro di 2 millesimi di millimetro o meno vengono trattenuti. A ciò provvede un sottile strato di muco che tappezza soprattutto la trachea e i bronchi.

7 5 7 Alveoli polmonari Ciascun bronco sbocca in numerosissimi sacchettini, gli alveoli polmonari, circondati da capillari sanguigni. Alveoli Bronchiolo

8 5 8 Polmoni Sono formati da due masse spugnose costituite dallinsieme degli alveoli polmonari. Nei polmoni ci sono 30 milioni di alveoli. Essi aumentano enormemente lintera superficie polmonare.

9 5 9 Pleura È una doppia membrana che ricopre ciascun polmone (pleura viscerale) e linterno del torace (pleura parietale). Tra i due strati della membrana, detti foglietti, scorre un liquido che impedisce gli attriti e facilita lo scorrimento.

10 5 10 È a livello degli alveoli che laria termina il suo percorso. Lossigeno dellaria passa dunque nel sangue, per poi essere portato a tutte le cellule, mentre laria emessa dai polmoni contiene acqua e anidride carbonica. Alveoli sangue aria CO 2 O2O2 Cellule del corpo CO 2 + H 2 O Esterno Qui avviene lo scambio gassoso tra il sangue, ricco di anidride carbonica, e laria, ricca di ossigeno.

11 5 11 È facile notare che durante la respirazione il nostro torace sinnalza e si abbassa con un ritmo piuttosto costante. Quando facciamo entrare laria, compiamo un movimento di inspirazione. Questo provoca linnalzamento del torace, che avviene in concomitanza con labbassamento del diaframma, un muscolo trasversale che separa la cavità toracica da quella addominale.inspirazione I polmoni, quindi, si gonfiano e si sgonfiano passivamente in modo alternato. Il movimento opposto è quello di espirazione, in cui linnalzamento a cupola del diaframma causa la diminuzione di volume della gabbia toracica. Di conseguenza si ha la compressione dei polmoni con la fuoriuscita dellaria.espirazione

12 5 Premere Invio per ritornare. Animazione

13 5 12 Il raffreddore e linfluenza sono originati da virus e contro di essi non esiste un rimedio specifico. Le medicine, infatti, ne curano i sintomi (febbre, tosse), ma non le cause. Obiettivo Salute Laria che respiriamo contiene polveri, veleni, batteri, virus. Essa può quindi infettare le vie dellapparato respiratorio. In inverno tornano sempre in circolazione raffreddori e influenze. Il freddo indebolisce le difese dellapparato respiratorio e favorisce la vittoria dei microrganismi che provocano questi malanni. Virus del raffreddore visto al microscopio. Per evitare le malattie dellapparato respiratorio si possono usare alcune precauzioni, per esempio evitare il freddo prolungato o lo stringere la mano di persone raffreddate o influenzate, e non frequentare luoghi chiusi dove esiste una maggiore possibilità di diffusione dei virus.

14 5 13 Tutti abbiamo sentito parlare del raffreddore da fieno: è il disturbo di cui soffrono alcune persone, in primavera e in estate, quando laria si riempie di polline. Obiettivo Salute Linfluenza e il raffreddore possono anche lasciare il posto a malattie più serie, come uninfiammazione dei bronchi, la bronchite, o dei polmoni, la polmonite. Se la reazione allergica al polline si estende ai bronchi, provoca serie difficoltà di respirazione, che portano allasma bronchiale. Essa si manifesta con attacchi di affanno dovuti a contrazioni spasmodiche dei bronchi, provocando difficoltà respiratorie.

15 5 14 Il bacillo assale soprattutto i polmoni, distruggendoli progressivamente, ma può anche colpire le ossa, lintestino e i reni. Obiettivo Salute Unaltra grave malattia dei polmoni è la tubercolosi, prodotta da un microbo chiamato bacillo di Koch, dal nome del medico tedesco che lo scoprì alla fine dellOttocento. Linfezione si manifesta quando lorganismo è indebolito per scarsa alimentazione, per cattive condizioni ambientali e igieniche o per fatica eccessiva. Bacillo di Koch al microscopio. La tubercolosi è ancora oggi la malattia più diffusa al mondo. La si può prevenire seguendo adeguate norme igieniche e comportamentali, nonché tramite una diagnosi precoce mediante la reazione alla tubercolina, sostanza che si estrae dai bacilli di Koch.

16 5 15 Il fumo fa male: contiene gas tossici cancerogeni, come lossido di carbonio, lacetone, il benzene, e particelle contenenti nicotina e catrame. Obiettivo Salute Il gas più importante è lossido di carbonio. Esso penetra nel sangue, dove si lega allemoglobina, ostacolando così il trasporto dellossigeno verso i tessuti. Lossido di carbonio si accumula nei locali frequentati dai fumatori, danneggiando anche quelli che fumatori non sono: è il cosiddetto fumo passivo. Particolare del filtro di una sigaretta. Larea giallastra è residuo di catrame.

17 5 16 Qui scatena una reazione che provoca un aumento della pressione arteriosa e unaccelerazione del battito del cuore. Ha inoltre la proprietà, così come succede per molte droghe, di creare dipendenza fisica e psichica. Ciò significa che il soggetto non può fare a meno di assumerla. Obiettivo Salute La nicotina è un veleno molto potente: basta il contenuto di 50 sigarette iniettato per via endovenosa per uccidere un uomo. La nicotina viene assorbita dai polmoni, entra nel sangue e, in meno di 10 secondi dallinalazione, arriva al cervello. Nicotina

18 5 17 Studi condotti su oltre un milione di persone hanno accertato che un trentenne che fuma due pacchetti di sigarette al giorno ha una speranza di vita ridotta di 8 anni rispetto a un coetaneo non fumatore. Obiettivo Salute Il catrame è il residuo solido del fumo e comprende molte sostanze cancerogene. Catrame

19 5 17 È stato dimostrato che il fumo in una donna incinta danneggia il nascituro. I figli delle fumatrici pesano mediamente, alla nascita, 200 grammi in meno degli altri per la carenza di ossigeno subita dal feto durante la gravidanza. Obiettivo Salute Il fumo, con il colesterolo e lalta pressione arteriosa, è uno dei tre più importanti fattori di rischio per malattie come linfarto e larteriosclerosi, ed è il principale responsabile dei tumori polmonari, faringei e laringei. Il fumo comporta anche notevoli danni ecologici ed economici. Infatti, lessiccamento del tabacco richiede un grande impiego di combustibili e questo, soprattutto nel Terzo mondo, causa la distruzione di molte foreste. Nei paesi poveri, inoltre, le aree dedicate alla coltivazione del tabacco sottraggono spazio prezioso alla coltura di piante alimentari.

20 5 pag Slide disponibile per modifiche personali Inserire il testo Inserire limmagine nel riquadro.


Scaricare ppt "Premere un tasto per procedere con la presentazione. 5 1 La respirazione interna, o respirazione cellulare, richiede un apporto continuo di ossigeno dallesterno."

Presentazioni simili


Annunci Google