La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Fondi strutturali 2007-2013 per il sostegno dellinnovazione. Dicembre.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Fondi strutturali 2007-2013 per il sostegno dellinnovazione. Dicembre."— Transcript della presentazione:

1 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Fondi strutturali per il sostegno dellinnovazione. Dicembre 2007

2 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione La Programmazione Documento Unico di Programmazione PSR POR FSE ENPI - PO Italia-Francia Marittimo PROGRAMMA PESCA APQ (FAS) POR FESR

3 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione I PROGRAMMI NELLA REGIONE SARDEGNA Programmi Operativi Regionali (POR) POR Sardegna FESR 2007 – 2013 (circa MEuro) POR Sardegna FSE 2007 – 2013 (circa 730 MEuro) Programma di Sviluppo Rurale Sardegna (PSR) FEASR Programma di Sviluppo Rurale Sardegna (PSR) FEASR (circa MEuro) Programmi Cooperazione Territoriale Europea FESR PO Italia-Francia Marittimo (circa 121 MEuro per 4 regioni) PO ENPI CBC Bacino Mediterraneo (circa 189 MEuro per 89 reg.) ProgrammazioneFondoAreeottoutilizzate Programmazione delle risorse del Fondo per le Aree sottoutilizzate (FAS) (circa MEuro che verranno programmati dalla Regione, pi ù i Programmi Nazionali per il Mezzogiorno) La Programmazione

4 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione rafforzare la competitività e il potere di attrazione delle regioni loccupazione Al di fuori delle regioni meno avanzate, rafforzare la competitività e il potere di attrazione delle regioni e loccupazione anticipando i cambiamenti economici e sociali, inclusi quelli connessi allapertura degli scambi, mediante lincremento e il miglioramento della qualità degli investimenti nel capitale umano, linnovazione e la promozione della società dei saperi, limprenditorialità, la tutela e il miglioramento dellambiente e il miglioramento dellaccessibilità, ladattabilità dei lavoratori e delle imprese e lo sviluppo dei mercati del lavoro. I DUE POR (FESR E FSE) RIENTRANO NELLOBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE: La Programmazione

5 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione cooperazione transfrontaliera cooperazione transnazionale cooperazione interregionalescambio di esperienze al livello territoriale Rafforzare la cooperazione transfrontaliera mediante iniziative locali e regionali congiunte, la cooperazione transnazionale mediante azioni volte allo sviluppo territoriale integrato connesse alle priorità comunitarie e la cooperazione interregionale e lo scambio di esperienze al livello territoriale adeguato. La Programmazione IL PO MARITTIMO E IL PO ENPI (FESR) RIENTRANO NELLOBIETTIVO COOPERAZIONE TERRITORIALE EUROPEA:

6 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione IL PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE NON RIENTRA NEI FONDI STRUTTURALI, ANCHE SE LESIGENZA DI INTEGRAZIONE RIMANE ALTISSIMA. IL PSR NON PREVEDE ATTIVITÀ DI RICERCA, MA DI AMMODERNAMENTO E INNOVAZIONE NELLE FILIERE. La Programmazione

7 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione La Programmazione LA PROGRAMMAZIONE DELLE RISORSE DEL FONDO PER LE AREE SOTTOUTILIZZATE (FAS) AVVERRÀ ALLINTERNO DELLINTESA ISTITUZIONALE DI PROGRAMMA ATTRAVERSO ACCORDI DI PROGRAMMA QUADRO. DEI MEURO FAS A PROGRAMMAZIONE REGIONALE, PRESUMIBILMENTE IL 7,3% (168 MEURO) SARANNO DESTINATI ALLA PROMOZIONE, VALORIZZAZIONE E DIFFUSIONE DELLA RICERCA E DELLINNOVAZIONE PER LA COMPETITIVITÀ.

8 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione La Programmazione IL QUADRO GLOBALE DELLA PROGRAMMAZIONE VERRÀ ELABORATO NEL DOCUMENTO UNICO DI PROGRAMMAZIONE (DUP).

9 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) Il 26 ottobre 2007 si è concluso il negoziato sul PO FESR Sardegna. Il PO FESR è stato adottato dalla Commissione europea con Decisione C (2007) 5728 del Stato dellarte

10 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Strategia Lobiettivo generale è accrescere la competitività del sistema produttivo e lattrattività regionale attraverso la diffusione dellinnovazione, la valorizzazione dellidentità e delle vocazioni del territorio, la tutela delle risorse naturali POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR)

11 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Le risorse, destinate a settori chiave, favoriranno: -La governance, -La governance, migliorando la qualità e laccessibilità dei servizi della pubblica amministrazione, attraverso luso delle tecnologie più avanzate, la ricerca e linnovazione delle imprese; -La competitività -La competitività del sistema produttivo regionale, promuovendo la ricerca e linnovazione tecnologica; -La sostenibilità ambientale, -La sostenibilità ambientale, incentivando lutilizzo di energie da fonti rinnovabili e il risparmio energetico; -Linclusione sociale -Linclusione sociale, mediante interventi di miglioramento della qualità e dellaccessibilità dei servizi; -Unofferta turistica sostenibile -Unofferta turistica sostenibile e di qualità, attraverso la valorizzazione dei beni naturali e culturali. POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR)

12 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Elenco delle Priorità di intervento Priorità di intervento 1.Società dellInformazione 2.Inclusione, servizi sociali, istruzione e legalità 3.Energia 4.Ambiente, attrattività naturale, culturale e turismo 5.Sviluppo urbano 6.Competitività POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR)

13 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Struttura delle Priorità di intervento OBIETTIVO GLOBALE OBIETTIVI SPECIFICI OBIETTIVI OPERATIVI LINEE DI ATTIVITÀ POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR)

14 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Promuovere la competitività del sistema produttivo regionale sostenendo la ricerca, il trasferimento tecnologico e la collaborazione tra i centri di ricerca, le Università e le imprese e diffondere linnovazione tra le imprese ed agire attraverso progetti territoriali di filiera o distretto. 6. Competitività Strategia Deroghe Non sono ammesse nuove infrastrutture POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) Priorità di intervento

15 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Obiettivi SpecificiObiettivi Operativi Promuovere e valorizzare la ricerca e linnovazione secondo una logica di rete e attraverso la creazione di strumenti di interfaccia che favoriscano forme stabili di collaborazione tra il sistema della ricerca e quello delle imprese, finalizzate al trasferimento tecnologico e al sostegno dei processi di innovazione Potenziare lattività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in settori di potenziale eccellenza Sostenere la creazione di piattaforme innovative e reti di ricerca tra operatori pubblici/privati Priorità di intervento 6. Competitività Segue…

16 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Obiettivi SpecificiObiettivi Operativi Promuovere lo sviluppo e la competitività del sistema produttivo regionale attraverso la promozione e diffusione di processi innovativi da parte delle imprese, agendo anche attraverso progetti strategici territoriali e/o di filiera Accrescere la propensione ad innovare del sistema delle imprese regionali incentivando la ricerca industriale applicata per lindividuazione di nuovi processi/prodotti, sostenendo e rafforzando i sistemi informativi a supporto dei comparti produttivi Sostenere i processi di crescita e innovazione del sistema delle imprese, favorendo, inoltre, le agglomerazioni e le interconnessioni produttive di filiera Rafforzare e qualificare il sistema dei servizi materiali e immateriali alle imprese favorendo la riqualificazione delle aree industriali esistenti Sviluppare lapertura internazionale del sistema produttivo regionale e potenziare la capacità di internazionalizzazione delle PMI Migliorare la capacità del sistema produttivo di internazionalizzazione delle PMI Priorità di intervento 6. Competitività

17 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione 2 Assi Prioritari Contributo comunitario (a) Controparte nazionale (b) = (c)+(d)) Finanziamento Totale (e)=(a)+(b) 1- Società dellinformazione – Inclusione, Servizi Sociali, Istruzione e Legalità – Energia – Ambiente, Attrattività Naturale, Culturale e Turismo – Sviluppo Urbano – Competitività – Assistenza Tecnica Totale Piano finanziario POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR)

18 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione POR FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE (FESR) Risorse totali circa 459 MEuro. Risorse Obiettivo Specifico Promuovere e valorizzare la ricerca e linnovazione secondo una logica di rete e attraverso la creazione di strumenti di interfaccia che favoriscano forme stabili di collaborazione tra il sistema della ricerca e quello delle imprese, finalizzate al trasferimento tecnologico e al sostegno dei processi di innovazione presumibilmente circa 136 MEuro. Risorse dellAsse prioritario 6 Competitività

19 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA MARITTIMO (FESR) Il 25 settembre 2007 si è concluso il negoziato sul PO Marittimo. Il PO Marittimo è stato adottato dalla Commissione europea con Decisione C (2007) 5489 del Riguarda quattro regioni italiane (Sardegna, Toscana e Liguria) e una regione francese (Corsica). Stato dellarte

20 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Strategia Lobiettivo generale è migliorare e qualificare la cooperazione fra le aree transfrontaliere in termini di accessibilità, di innovazione, di valorizzazione delle risorse naturali e culturali e di integrazione delle risorse e dei servizi al fine di accrescere la competitività, a livello mediterraneo, sud europeo e globale e assicurare la coesione dei territori e favorire nel tempo occupazione e sviluppo sostenibile. PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA MARITTIMO (FESR)

21 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione I temi chiave che caratterizzano questo nuovo spazio di cooperazione allargato sono i seguenti: -Lo spazio transfrontaliero marittimo: -Lo spazio transfrontaliero marittimo: che il mare sia considerato come opportunità di sviluppo e risorsa da valorizzare, piuttosto che come ostacolo alla continuità territoriale e allo sviluppo congiunto; -Le reti materiali e immateriali -Le reti materiali e immateriali, essenziali per rendere più competitiva e attrattiva larea di cooperazione nel contesto mediterraneo; -La competitività integrata -La competitività integrata nel contesto mediterraneo e globale, ovvero, la esigenza di investire sullintegrazione, la modernizzazione e innovazione del sistema produttivo; -Il patrimonio culturale e naturale: -Il patrimonio culturale e naturale: Il patrimonio comune dei territori della zona di cooperazione ha la particolarità di presentare una notevole ricchezza. PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA MARITTIMO (FESR)

22 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Elenco delle Priorità di intervento Priorità di intervento 1.Accessibilità e reti di comunicazione 2.Innovazione e competitività 3.Risorse Naturali e Culturali 4.Integrazione delle risorse e dei servizi PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA MARITTIMO (FESR)

23 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Obiettivo di AsseObiettivi Specifici Favorire lo sviluppo congiunto dellinnovazione e dellimprenditorialità, nellobiettivo più ampio della competitività delle PMI, dellindustria, dellagricoltura, dellartigianato, del turismo e del commercio transfrontaliero allo scopo di accrescere la competitività dellarea di cooperazione allinterno di un più ampio spazio mediterraneo ed Europeo Sviluppare le reti tra università, centri di ricerca, poli tecnologici e scientifici e tra queste strutture e le imprese. Favorire la creazione di piattaforme di dialogo e migliorare la qualità di servizi innovativi comuni destinati ai sistemi produttivi locali, al fine di favorire laccesso ai servizi dellamministrazione pubblica e dellinternazionalizzazione. Promuovere, attraverso la caratterizzazione dei territori, azioni innovative congiunte al fine di migliorare la produzione e commercializzazione di prodotti di qualità e deccellenza nel settore agricolo, agroalimentare, dellartigianato e del turismo sostenibile. Coordinare le politiche pubbliche per linnovazione al fine di promuovere un orientamento comune verso la Strategia di Lisbona e di Goteborg e il trasferimento di buone pratiche. Priorità di intervento 2. Innovazione e competitività

24 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione 2 Assi Prioritari Contributo comunitario (a) Controparte nazionale (b) = (c)+(d)) Finanziamento Totale (e)=(a)+(b) 1- Accessibilità e reti di comunicazione – Innovazione e competitività – Risorse Naturali e Culturali – Integrazione delle risorse e dei servizi – Assistenza Tecnica Totale Piano finanziario PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA MARITTIMO (FESR)

25 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Risorse totali circa 32 MEuro. Le risorse dei singoli Obiettivo Specifici non sono ancora definite. Non esiste una predeterminazione delle risorse che andranno ad ognuna delle quattro regioni. I beneficiari e gli interventi andranno individuati attraverso bandi per manifestazioni di interesse. È indispensabile che gli interventi includano almeno un partner della Corsica. Risorse dellAsse prioritario 2 Innovazione e Competitività PROGRAMMA DI COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA ITALIA - FRANCIA MARITTIMO (FESR)

26 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Stato dellarte POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE) Il PO FSE è stato adottato dalla Commissione europea con Decisione C (2007) 6081 del

27 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Strategia Lobiettivo generale è aumentare e migliorare le competenze per aumentare e migliorare i posti di lavoro in uneconomia che deve cogliere nuove opportunità di sviluppo. POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE)

28 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione La strategia di intervento si concentra sulle seguenti macro-aree di intervento: -Azioni sulle competenze possedute dalla forza lavoro, integrate da interventi di anticipazione a sostegno della capacità di adattamento dei lavoratori e delle imprese, che considerino anche il miglioramento della qualità del lavoro; -Azioni sulle competenze delle persone, in accompagnamento allimplementazione di strumenti attivi in termini di occupabilità; -Limplementazione di strumenti attivi che favoriscano ricadute in termini di inclusività, complementari alle azioni volte a favorire la dinamicità del mercato del lavoro; -Azioni sul funzionamento dei sistemi per favorire lo sviluppo delle capacità e la dinamicità del mercato del lavoro, rivolgendo particolare attenzione allintegrazione dei sistemi dellistruzione, della formazione e del lavoro. POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE)

29 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Elenco degli Assi di intervento Assi di intervento 1.Adattabilità 2.Occupabilità 3.Inclusione sociale 4.Capitale umano 5.Transnazionalità e interregionalità POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE)

30 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Obiettivi SpecificiObiettivi Operativi Elaborazione e introduzione delle riforme dei sistemi di istruzione, formazione e lavoro per migliorarne lintegrazione e sviluppare loccupabilità, con particolare attenzione allorientamento Potenziare il partenariato istituzionale del sistema scolastico con altri sistemi, in attuazione del DPR 275/99 (rapporto tra autonomia scolastica e sussidiarietà) Potenziare, migliorare e riorganizzare il sistema della formazione nel quadro del potenziamento dell'alta formazione professionale e della filiera tecnico scientifica Aumentare la diffusione, laccesso e luso delle tecnologie dellinformazione e della comunicazione nel sistema dellistruzione e della formazione Realizzare un adeguato sistema di valutazione regionale dellistruzione Potenziare e migliorare il sistema per lorientamento scolastico, universitario e professionale Asse di intervento 4. Capitale umano Segue…

31 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Obiettivi SpecificiObiettivi Operativi Aumentare la partecipazione alle opportunità formative lungo tutto larco della vita e innalzare i livelli di apprendimento e conoscenza Promuovere opportunità per il prolungamento della vita attiva Fornire informazioni sulle opportunità formative a tutti i livelli dellutenza differenziandone le esigenze Promuovere opportunità per linnalzamento dei livelli di istruzione e formazione della popolazione sarda con particolare riferimento ai giovani e alle donne Asse di intervento 4. Capitale umano Segue…

32 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Obiettivi SpecificiObiettivi Operativi Creazione di reti tra università, centri tecnologici di ricerca, mondo produttivo e istituzionale con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dellinnovazione Creazione di una anagrafe della ricerca che raccolga e cataloghi le informazioni relative allofferta di ricerca attualmente presente nel territorio da parte delle Università e dei Centri di ricerca e quelle relative alla domanda di ricerca in base alle esigenze dei potenziali fruitori (imprese, enti locali, scuole, etc.). Individuazione dei fabbisogni formativi idonei ad alimentare e sostenere nuove linee di ricerca Favorire lapplicazione della ricerca industriale e precompetitiva in settori di potenziale eccellenza Elevare, nel sistema scolastico regionale, il livello delle competenze linguistiche, logico-matematiche e scientifico-tecnologiche e comunque rivolte allo sviluppo della creatività Asse di intervento 4. Capitale umano

33 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione 2 Assi di Intervento Contributo comunitario (a) Controparte nazionale (b) = (c)+(d)) Finanziamento Totale (e)=(a)+(b) 1- Adattabilità – Occupabilità – Inclusione sociale – Capitale umano – Transnazionalità e interregionalità – Assistenza Tecnica Totale Piano finanziario POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE)

34 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Risorse totali circa 306 MEuro. Risorse Obiettivo Specifico Creazione di reti tra università, centri tecnologici di ricerca, mondo produttivo e istituzionale con particolare attenzione alla promozione della ricerca e dellinnovazione circa 63 MEuro. Risorse dellAsse di Intervento 4 Capitale umano POR FONDO SOCIALE EUROPEO (FSE)

35 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione 2 Dove trovare il Programma Operativo e le informazioni utili Dove trovare il Programma Operativo e le informazioni utili ogrammazione_europea/ html


Scaricare ppt "REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Dicembre 2007 Centro Regionale di Programmazione Fondi strutturali 2007-2013 per il sostegno dellinnovazione. Dicembre."

Presentazioni simili


Annunci Google