La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

APPRENDISTATO E FORMAZIONE: IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO FRA ITALIA E SVIZZERA Consiglio Sindacale Interregionale Ticino Lombardia Piemonte Séance.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "APPRENDISTATO E FORMAZIONE: IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO FRA ITALIA E SVIZZERA Consiglio Sindacale Interregionale Ticino Lombardia Piemonte Séance."— Transcript della presentazione:

1 APPRENDISTATO E FORMAZIONE: IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO FRA ITALIA E SVIZZERA Consiglio Sindacale Interregionale Ticino Lombardia Piemonte Séance du 22 février 2008 à Varese Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT

2 Aspetto giuridico Coordinatore svizzero per il riconoscimento dei diplomi Coordinatore Coordinazioni esterne Coordinazioni interne Paesi membri UECommissione Europea ESTICDIPSwisstopoOFSPCantoniCroce RossaOFFTCdC-CdS Vigilare sulla corretta applicaizone delle Direttive Europee in Svizzera Ambasciata Svizzera Ufficio per lintegrazione V o l e t d e c o o r d i n a t i o n (art. 9 al. 2 Dir. 89/48/CEE) Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT

3 Due sistemi di riconoscimento : Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT Le Direttive Europee riprese nellAccordo sulla Libera Circolazione delle Persone ALCP Articolo 69 dellOrdinanza sulla formazione professionale (art. 5 Ordinanza sulle Alte Scuole Specializzate) Sistema reciproco, accordo bilaterale Diplomi IT CH Diplomi CH IT Sistema unilaterale Diplomi IT CH SistemaMeccanismo

4 ALCP Parte 1 : Libera circolazione Parte 2 : sicurezza sociale Parte 3 : riconoscimento dei Diplomi Direttive settoriali Medici + dentisti Farmacisti Infermieri Avvocati Sages-femmes Architetti Veterinari Direttive Generali Dir. 89/48/CEE (alte scuole) Dir. 92/51/CEE (1-3 anni di formazione) Dir. 99/42/CE Allegati C et D OFSP CRS Cantons CRS Cantons OFSP Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT ALCP

5 Nozione di professione regolamentata Una professione è regolamentata quando è obbligatorio possedere un diploma determinato per esercitarla. Professioni regolamentate: medico, ottico, infermiere, insegnante, ingegnere-geometra, ecc.. Professioni non regolamentate: cuoco, meccanico, ragioniere, rappresentante, ecc.. La ALCP si applica soltanto ai cittadini dell'Ue che vogliono esercitare in Svizzera una professione regolamentata. Per le professioni non regolamentate, o per i cittadini cittadini di Stato terzo, la legge svizzera offre anche una possibilità di riconoscere il suo diploma. Questo riconoscimento è quindi facoltativo. Regolamentazione dell'esercizio della professione regolamentazione della formazione Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT ALCP

6 Funzionamento del sistema generale: Principio: fiducia reciproca nelle formazioni e riconoscimento reciproco dei titoli. Quando una persona può bene esercitare una professione regolamentata nel suo Stato d'origine, deve potere esercitarla nello Stato d'accoglienza. Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT ALCP

7 Misure di Compensazione Se la formazione seguita nello Stato da origine differisce dalla formazione imposta nello Stato d'accoglienza, quest'ultimo può esigere misure di compensazione (tirocinio o prova attitudinale). Lo stato d'accoglienza può inoltre esigere che il migrante porti la prova della durata della formazione seguita, dal suo contenuto, ecc.. Lo stato d'accoglienza deve provare che la formazione differisce di ciò che esige dai suoi connazionali Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT ALCP

8 Funzionamento del sistema svizzero : Un riconoscimento è concesso se: -La durata della formazione straniera è identica alla formazione svizzera -il contenuto è identico -il livello è identico -il settore straniero comporta un insegnamento teorico e pratico. Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT Art. 69 OFPr

9 Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT Art. 69 OFPr Questo sistema si applica soltanto per i diplomidellUfficio Federale della Formazione professionale : -Attestato, certificato federale di capacità -Brevetto federale e diploma -Maturità professionale -Diplomi SSS; Diplomi SUP.

10 Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT Art. 69 OFPr Ordinanza sulla Formazione Profess. Questo sistema si applica essenzialmente : ALCP Accordi Libera Circolazione delle persone -Settore del lavoro sociale e della salute; -Ottici; -Maestri di sci; -Settore contabile (revisione delle società); Ecc.. -Settore della costruzione; -Settore alberghiero, ristorazione, turismo; -Vendita, marketing, informatica.

11 Corrente 2009 Ev Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT ALCP = accordo « statico » La direttiva 2005/36/CE Termine di trasposizione Adozione Pubblicazione Direttiva effettiva in tutta lUE In mancanza di trasposizione entro il termine prescritto, effetto diretto Negoziato della ripresaEventuale termine di trasposizione Direttiva effettiva tra CH e UE Procedure interne Nuovo Allegato III ALCP Décision Comité mixte Suisse - UE Decisione Comitato misto Direttiva effettiva

12 Dipartimento federale delleconomia DFE Ufficio federale della formazione professionale et della tecnologia UFFT In attesa della ripresa in Svizzera: La direttiva 2005/36/CE -Le vecchie direttive restano applicabili; -Per la maggior parte dei casi, non si attendono problemi più gravi d'applicazione, poiché la maggior parte delle norme è ripresa nel vecchio sistema; -La maggior parte delle modifiche riguarda le prestazioni di servizi; come la maggior parte dei settori economici sono deregolamentati in Svizzera, i fornitori della CE non dovrebbero essere ostruiti dal termine di ripresa della direttiva 2005/36/CE. -Eccezioni sono sempre possibili, soluzioni pragmatiche dovranno dunque essere trovate a caso per caso.


Scaricare ppt "APPRENDISTATO E FORMAZIONE: IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO FRA ITALIA E SVIZZERA Consiglio Sindacale Interregionale Ticino Lombardia Piemonte Séance."

Presentazioni simili


Annunci Google