La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le composite Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le composite Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom."— Transcript della presentazione:

1 Le composite Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

2 Le Asteracee (Asteraceae note anche come Compositae) sono una vasta famiglia di dicotiledoni dell‘ordine Asteeales. Rappresenta la famiglia di spermatofite con il più elevato numero di specie Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

3 Le Asteraceae sono per la grande maggioranza piante erbacee, con diffusione cosmopolita e forma biologica prevalente terofita ; qualche specie legnosa è presente nelle aree tropicali. La caratteristica fiorale che contraddistingue la famiglia è la presenza di infiorescenze a capolino. In alcuni casi i capolini sono a loro volta riuniti in ulteriori infiorescenze come in Achillea che presenta ombrelle di più capolini. I capolini possono essere formati da due tipi di fiori: fiori tubulosi fiori liguati I fiori sono ermafroditi e la corolla è gamopetala. Gli stami sono 5. L'ovario è infero, può essere uniovulato o uniloculare. Il frutto è un achenio. Le Asteracee sono prevalentemente ad impollinazione entomofila, ma spesso presentano autogamia o apogamia. Vivono soprattutto nelle regioni temperate e sono presenti in gran numero anche in Italia. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

4 Le Asteraceae vengono suddivise in tre sottofamiglie:
. Le Asteraceae vengono suddivise in tre sottofamiglie: Asteroideae Barnadesioideae Cichorioideae Ne fanno parte più di generi con circa specie Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

5 Usi Molte specie di Asteracee hanno una funzione terapeutico-medicinali quali Matrecaria recutita da cui si ricava il noto infuso della camomilla e alcune Tussilago che hanno potere sedativo. Altre specie sono commestibili tra cui la lattuga (Lactuca sativa), il tarassaco (Taraxacum officinale), il radicchio (Cichorium intybus), la cicoria indivia (Cichorium endivia) ed il carciofo (Cynara). Da alcune specie come il girasole (Helianthus annuus) si ricava olio, altre forniscono gomma (Atractylis gummifera), altre vengono utilizzate per la preparazione di coloranti. Dalla Artemisia absinthium si ricava l'assenzio. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

6 ARNICA BELLIS PERENNIS CALENDULA CHAMOMILLA GNAPHALIUM HELIANTUS
MILLEFOLIUM SENECIO Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

7 PAROLE CHIAVE PER LA PRESCRIZIONE OMEOPATICA:
INTEGRITA’, DIGNITA’, AUDACI IPERESTESIA, INTOLLERANZA AL DOLORE, INTOLLERANZA AD ESSERE TOCCATI FREDDOLOSITA’ DESIDERIO DI CIBI ACIDI TENDENZA ALL’ABORTO TENDENZA EMORRAGICA SENSAZIONE DI VUOTO TENDENZA A SUPPURARE Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

8 Arnica montana Asteraceae (Compositae)
Genus Arnica 50 specie. Perenni a Rizoma Foglie semplici e fiori tipo margherita con raggi ben distinti Zone di diffusione: Nord (fino all’Artico) e climi temperati Habitat: Pianta tipicamente “alpina”. Paesaggi aperti. Necessita di luce solare specie in altitudine Maggiore altitudine e maggiore è l’aroma Cresce anche spontaneamente in luoghi “a rischio” di incidenti e cadute Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

9 Arnica montana Utilizzata per disturbi circolatori ed affaticamento muscolare durante le ascensioni in montagna specie ad elevate altitudini Cresce bene in terreni umidi, ricchi di torba e silicio.. Non sopporta fertilizzanti artificiali Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

10 Arnica montana Componenti: Olio volatile (0.5-1%) Arnicina Arnisterolo
Anthoxantina Tannini Resina Inulina Mn (specie nelle ceneri) Vedi lista completa Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

11 Arnica montana O.E. delle parti radicali: etere florometilico
etere dimetilico di timoidrochinone inulina arnicina (alcool triterpenico) acidi organici (malico, gallico) gomma cera Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

12 Arnica montana O.E. capolini mix di eteri metilici di butirrico, valerianico, laurico, palmitico, formico, acetico + etere dimetilico di timoidrochinone, arnicina, glucosio, arnisterina (colesterina vegetale), arnicaina (alcaloide), fitosterina, ac. malico, tannino Acido Caffeico Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

13 Arnica montana Principali azioni: Irritante Stimolante Sedativa
Antipiretica Diuretica Vulneraria (cicatrizzante)) Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

14 Arnica montana Irritante del tratto GI
In soluzione alcolica produce, in soggetti sensibili, eruzioni tipo erisipela A bassi dosaggi aumenta il ritmo cardiaco e innalza la pressione arteriosa. Tropismo per Pelle e Rene Ad alti dosaggi produce eccitazione transitoria, seguita da depressione circolatoria, respiratoria e diminuzione della temperatura corporea poi violenti mal di testa, pupille dilatate e paresi muscolare Dosi tossiche paralizzano il SN di animali causando collasso e morte Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

15 Arnica montana Nome: Deriva dal gr. anakis (pelle d’agnello) per via della consistenza delle foglie - Montana per via della zona in cui si trova (prati intorno ai 1000m) Lupo: specie nella tradizione tedesca (Occhio di Lupo, Giallo del Lupo, Wolfesgelega) richiamano il potere selvaggio e anche pericoloso di Arnica Leopardo: Leopard’s bane - inglese - richiama eleganza e forza selvaggia La maggioranza dei nomi si riferisce però alle proprietà curative (Fallherb ingl) Il termine “starnutella” o “starnudella” si riferisce alle proprietà starnutifere della polvere dei fiori seccati - (ptarmiké gr) Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

16 Arnica montana Le Compositae accumulano Selenio e Acido Silicico. Arnica contiene in grande quantità Lattoni Sequiterpeni tra cui l’Elenalina (C15H18O4), Flavonoidi, Timolo (Olio volatile), Polisaccaridi (Inulina) e Mucillagine L’Inulina è presente in molte Compositae. Immagazzinata nelle parti sotterranee in Inverno ed Autunno, sostituisce in toto o parzialmente l’Amido come riserva nutritiva (vedi concettualmente il Glicogeno epatico) L’inulina passa il tratto digerente e non è metabolizzata nè assorbita - vedi uso come dolcificante per i diabetici - Fibra biotica Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

17 Arnica montana Alcune proprietà dell’Inulina: Antidiabetico
Gastrostimolante Ipoglicemizzante Immunostimolante Lipolitico Fibra biotica Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

18 Arnica montana Le parti officinali della pianta sono le infiorescenze e il rizoma Si ottengono Arnicina, una resina amara non solubile nell’acqua, e Arnisterina, un olio essenziale nonchè Inulina con proprietà vasodilatatorie e anti-ecchimosi Abbinato alle tinture viene applicato sulle contusioni, sui geloni, sulle distorsioni in modo da facilitare il riassorbimento dei liquidi in eccesso Arnica oggi usata prevalentemente in forma di TM anche se alcune reazioni allergiche sono riportate Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

19 Arnica montana Arnica viene valutata con tossicità media controindicata in gravidanza ed allattamento Gusto Amaro Tempo balsamico: Luglio-Settembre Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

20 Arnica montana - tossicologia
Oltre 60-80gr di TM: Irritazione GI e SN Nausea, Vomito, Gastralgie, Diarrea, Emorragie, Ansia, Cefalea, Vertigini, Tremori e movimenti convulsi agli arti Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

21 Arnica montana - Usi tradizionali
Contusioni Slogature Ecchimosi Ematomi Strappi Mialgie Geloni Punture di insetti Varici Forfora Angine (gola) Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

22 Arnica montana - Usi tradizionali
Vi è una interazione tra l’azione degli alcoli triterpenici spasmolitici (musc. liscia) e i lattoni sesquiterpenici (elenalina ed esteri arnifolina, arnidiolo, diidrelenalina) con azione antiinfiammatoria e antinevralgica I polisaccaridi stimolano la reazione immunitaria dei granulociti L’Elenalina è il maggiore antiinfiammatorio per ora individuato e antidolorifico. Riduce dolore e gonfiore. Entra nelle cellule e si combina con il NFKB (Nuclear Factor Kappa Beta). Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

23 Arnica montana - Usi tradizionali
Tintura per uso esterno: 200gr di radici e fiori macerare in 1 litro di alcool a 60 gradi per 10gg filtrare e porre in un contenitore chiuso ermeticamente Uso: applicare con pezzuola dopo avere diluito la Tintura in acqua. Non tenere a lungo a contatto per evitare sensibilizzazioni Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

24 Arnica montana - Usi tradizionali
Indicazione ottimale: Infiammazioni post-traumatiche con versamenti sierosi o ematici 1 cucchiaio di TM + 2 cucchiai di miele per le impurità della pelle Antireumatico: 30gr di fiori di Arnica in ½ litro di Alcool puro e lasciare macerare per 8-10gg. Colare e aggiungere 1 dado di Canfora e 2 cucchiai di Trementina sbattendo a lungo per fare sciogliere la Canfora. L’acqua può essere aggiunta come regolatore della gradazione. NON SU MUCOSE. Applicare massaggiando. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

25 Arnica montana Provings: [1] Hahnemann - 10 provers; metodo: non noto
[2] Jörg - 11 provers [10 maschi, 1 femmine], 1823; metodo: dosi ripetute da 1/2 a 8 once (1oncia = 28,3gr) di infusione di fiori, o da 6 a 65 gocce di tintura, per periodi da 2 a 16 giorni [3] Von Szontagh – self-proving; dosi giornaliere di 3 gocce di 3x per 5 giorni; dosi giornaliere di TM in quantità crescenti da 1 goccia il primo giorno fino a 100 gocce al 18mo Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

26 Arnica montana - Omeopatia
Si può quindi dire che Arn, anche da un punto di vista omeopatico, presenta indicazione in caso di traumi di qualsiasi tipo, contusioni, distorsioni ed altro in cui compaiono ecchimosi ed ematomi La si utilizza anche in traumi di tipo chirurgico, estrazione dentaria o altro; nel parto , parti distocici, dove è utile anche l’azione antiemorragica E’ efficace anche nelle conseguenze da traumi di tipo psichico, spavento (vedi ranuncolaceae), dolori, forti emozioni, cattive notizie dall’effetto “traumatizzante” Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

27 Arnica montana - Omeopatia
Tropismo: Sangue - Vasi sanguigni - SN 9nervi secondo Steiner) - Muscoli - GI e organi collegati Modalità: Agg: TRAUMI (qualsiasi genere), TOCCO, Dopo il sonno, Movimento, Alcool, Riposare su un solo lato, Umidità e Freddo, Soffiare il naso, Zucchero Migl: Sdraiandosi (a testa in basso), Aria aperta, Bagno freddo, Scoprendosi, Cambiando posizione, Seduti a schena eretta, Vento sul viso Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

28 Arnica montana - Omeopatia
Sintomi Principali: Resistenza alle Opinioni e pareri altrui Contro tutto il mondo Affrontare prove rischiosissime Desiderio di essere indispensabili, Superimpegno devono imparare a delegare - che non sono soli sulla terra (Grandgeorge) Si mettono in situazioni “Arnica” Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

29 Arnica montana - Omeopatia
Sintomi Principali: IPERSENSIBILITA’ ANCHE CORPOREA Paura del Tocco Manda via il medico “Ho visto ipersensibilità sia corporea o di disposizione e talvolta entrambe” Hahnemann Sveglio di soprassalto - Sogni orribili di disastri, incidenti, incendi - si sveglia in preda al terrore - terrore della morte istantanea e subitanea Paura di rimanere solo di notte dopo un incidente Shock fisici o mentali Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

30 Arnica montana - Omeopatia
PAURA PER LA PROPRIA INTEGRITA’: PAURA DI ESSERE TOCCATO. PAURA DELLE DISGRAZIE. PAURA DI ESSERE INCURABILE. PAURA DELLA MORTE, ANCHE SE LO NASCONDE. DICE DI STAR BENE QUANDO È MALATO, RIFIUTA DI PRENDERE LE MEDICINE,MANDA VIA IL MEDICO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

31 Arnica montana - Omeopatia
GRAVIDANZA: TENDENZA AD ABORTIRE, MINACCE D’ ABORTO SPECIALMENTE DOPO TRAUMI. IPERSENSIBILITÀ DOLOROSA AI MOVIMENTI DEL FETO, CHE PROVOCA RISVEGLIO NOTTURNO, NAUSEA E VOMITO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

32 Arnica montana - Omeopatia
DIFFICOLTA DI MEMORIA RECENTE: DIMENTICA LE PAROLE, HA LA SENSAZIONE COSTANTE DI AVER DIMENTICATO QUALCOSA , HA DIFFICOLTÀ ALLA CONCENTRAZIONE; TUTTO CIÒ GLI PROCURA UNA SENSAZIONE DI “MINUS VALIA “ . Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

33 Arnica montana - Omeopatia
HA UN FORTE SENSO DELLA DIGNITÀ AGGRAVATO DALLA CONSOLAZIONE Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

34 Arnica montana - Omeopatia
DITTATORIALE : CONTRADDICE MA NON VUOLE ESSERE CONTRADDETTO, SPREZZANTE. E’ DOGMATICO, DOMINATORE, PRETENDE DI SAPERE TUTTO MEGLIO DEGLI ALTRI, E’ UNA PERSONA A CUI NON SI PUÒ INSEGNARE NIENTE; SI IRRITA E SI ARRABBIA PER NIENTE . SENSAZIONE DI INUTILITÀ , DI NON ESSERE BUONO PER NULLA, HA PAURA DI FALLIRE, DI NON ESSERE CAPACE DI REALIZZARE UN LAVORO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

35 Arnica montana - Omeopatia
TENDENZA ALL’AFFATICAMENTO, “SI LAMENTA CHE NON CE LA FA PIÙ A FARE QUELLO CHE FACEVA PRIMA. “PURTROPPO SONO IN CONDIZIONI DI NON FARE PERCHÉ SONO MALATO, E NON È COLPA MIA”. PEGGIORAMENTO CON IL MOVIMENTO E L’ESERCIZIO. “FLABBY FEELING” ESPRIME PROPRIO LA SENSAZIONE DI ESSERE COSÌ . “PAIN EXTREMITIES, AFTER OVEREXERTION”, Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

36 Arnica montana - Omeopatia
TENDENZA ALLA SUPPURAZIONE ASCESSI DI TIPO PUTRIDO, SETTICEMIA. SENSAZIONE DI VULNERABILITA’: COME TUTTE LE COMPOSITE CONSERVA LA CONSAPEVOLEZZA DI NON SAPERE RIPARARE UNA FERITA. “SUPPURANO” ANCHE EMOTIVAMENTE. LA PAURA DELLA PERDITA DELL’INTEGRITÀ E IL TERRORE CHE GLI ALTRI SE NE ACCORGANO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

37 Arnica montana - Omeopatia
AILMENTS DA PERDITA DI DENARO, “ AILMENTS FROM LOOSING MONEY ” DIVENTA UN PROBLEMA NON TANTO ECONOMICO MA DI PERDITA DI STIMA AGLI OCCHI DEGLI ALTRI ARNICA DEVE DIMOSTRARE DI ESSERE TOSTO, DURO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

38 Arnica montana - Omeopatia
SINTOMI CONGESTIZI : CONGESTIONE ALLA TESTA,CEFALEE PULSANTI, TESTA CALDA, MANI E PIEDI FREDDI,NASO FREDDO. NELLA FEBBRE HA IL VISO CONGESTO, E ALTRE PARTI DEL CORPO FREDDE. NEGLI STATI INFETTIVI ACUTI PUÒ COMPARIRE UN ODORE PUTRIDO, MOLTO EVIDENTE, NELL’ALITO, ERUTTAZIONI, FECI, URINE. SENSAZIONE DI VUOTO: È PRESENTE A VARI LIVELLI, ALLO STOMACO, TESTA, O IN GENERALE, COSÌ COME SPESSO È PRESENTE UNA SENSAZIONE DI AFFATICAMENTO E DI STANCHEZZA. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

39 Arnica montana - Omeopatia
KEY NOTES: Agg Notturno,Agg Riscaldato Amel Bagno freddo Sensazione di botta o contusione su tutto il corpo Cambia continuamente posizione nel letto Dolori come se esito di botte Eliminazioni (tutte) offensive e maleodoranti Tendenza alle emorragie, si ferisce facilmente Previene emorragie e problemi post-parto Paralisi a sx Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

40 Bellis Perennis Bellis perennis, chiamata anche "margherita comune", "margheritina" o "pratolina",. Pianta perenne diffusissima nei prati è originaria dell'Europa occidentale, centrale e settentrionale, largamente diffusa in Italia. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

41 Bellis Perennis È una pianta erbacea perenne, di tipo composto, dotata di un rizoma ed ha foglie tonde o leggermente allungate sempreverdi di 2-5 cm di lunghezza disposte a rosetta. Il capolino è di 2-3 cm di diametro; i fiori esterni (all'apparenza, petali, ma in realtà sepali) sono di colore bianco, mentre quelli all'interno sono gialli. I fiori si trovano sulla cima di un gambo privo di foglie alto da 2 a 10 cm. I sepali esterni si chiudono di notte sul capolino per poi riaprirsi al mattino. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

42 Bellis Perennis È a volte considerata una pianta infestante a causa del suo sviluppo tappezzante, è anche usata come pianta ornamentale grazie all'aspetto delicato dei suoi fiori. Sono state selezionate alcune bellis perennis con capolini di diametro di 5-6 cm con i fiori esterni (impropriamente, petali) rosa o violacei. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

43 Bellis Perennis I fiori e le foglie vengono utilizzati in infusione
come medicamento contro l'ipertensione. Facendola macerare, se ne ricava un liquido efficace come antiparassitario. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

44 Bellis Perennis Il suo nome latino deriva dall'aggettivo bellus, grazioso; mentre il nome inglese, daisy, deriverebbe da day's eye, occhio del giorno, per la peculiarità del suo riaprirsi ogni giorno al sorgere del sole. Nella mitologia nordica la margherita è il fiore sacro ad Ostara, la dea della primavera. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

45 Bellis Perennis omeopatia
ECCELLENTE RIMEDIO PER TRAUMI SULLE MAMMELLE E UTERO, INDICATO ANCHE NEL TRAVAGLIO E NEI PROBLEMI UTERINI POSTOPERATORI. E’ PARTICOLARMENTE SENSIBILE AL FREDDO, PIÙ DELLE ALTRE COMPOSITE. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

46 Bellis Perennis omeopatia
TROPISMO GENITALI (TRAUMI) TESSUTO GHIANDOLARE (TRAUMI) ESTREMITA’ (TRAUMI, REUMATISMI) ACNE, (QUESTE ERUZIONI COMPAIONO SPESSO IN CONCOMITANZA CON PROBLEMI MESTRUALI.) Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

47 Bellis Perennis omeopatia
Ferite dei tessuti profondi dopo interventi importanti, spec. sugli organi pelvici. Traumi degli organi pelvici; cattivi effetti della masturbazione. Dolenzia, sensazione di ammaccatura nella regione pelvica (utero). - Disturbi dopo: bevande fredde (cibo freddo, freddo umido), quando è accaldato. - Cancro del seno/indurimento della mammella dopo contusione del seno. - Incapacità a camminare durante la gestazione. - Stasi. Affaticato. - Superlavoro nei vecchi lavoratori, giardinieri, rappresentanti, ferrovieri. - Bolle Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

48 Bellis Perennis omeopatia
“BELL-P. SI RAPPRESENTA SPESSO COME “UNA MACCHINA “, COME UN QUALCOSA CHE DEVE FUNZIONARE COME UNA MACCHINA (COME ANCHE COLLINSONIA).HA MOLTI PROBLEMI LEGATI PROPRIO AL FATTO DI RIPRODURSI, AL FATTO DELLA RIPRODUZIONE CHE DEVE ESSERE PERENNE, DEVE ANDARE SEMPRE AVANTI (COME ANCHE È INDICATO DAL NOME: “PERENNIS”). Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

49 Bellis Perennis GENERALI
Contusioni. Sensazioni d'indolenzimento e d'ammaccatura. Stravaso di sangue. Traumi, interventi chirurgici e contusione del tronco del corpo. Traumi seguiti da rigonfiamento dei linfonodi prossimali e freddezza degli arti. Aggravamento generale dopo essersi bagnato o aver bevuto bevande fredde quando è surriscaldato e sudato. Intervento chirurgico - per i dolori e per accelerare la guarigione. Ascessi. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

50 Bellis Perennis Si usa soprattutto per traumi profondi con un rilevante versamento emorragico. È uno dei rimedi scelti in alternativa ad Arnica dove essa non funziona. Si usa nei traumi forti delle parti molli dove si prevede vi possa essere un indurimento o dove vi è già (in questo caso insieme a Conium maculatum). Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

51 Bellis Perennis Si usa negli stiramenti e lussazioni dove è probabile vi sia un versamento negli strati più profondi. Traumi degli organi pelvici. Ecchimosi molto dolenti al tatto. Patologia mammaria post-traumatica (indurimenti, mastite, carcinomi). Si usa anche negli ascessi, specie dei denti, e nelle lussazioni, distorsioni e traumi al coccige. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

52 Calendula officinalis
Nome scientifico: Calendula officinalis Famiglia: asteracee Habitat: zone mediterranee Sinonimi:Garofano di Spagna Provenienza:Egitto,Italia, coltivata Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

53 Calendula officinalis
La Calendula officinale è una pianta comunissima, riconoscibile dal bellissimo e caratteristico colore dei suoi fiori, arancioni o gialli con forma simile a quella della margherita. Per il colore dei fiori la calendula viene anche chiamata Fiorarancio. Il nome, pare attribuito dai Romani, fà riferimento al ciclo mensile, la calenda, poichè il fiore fiorisce una volta al mese. Si narra che questo ciclo sia legato al ciclo lunare. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

54 Calendula officinalis
COMPOSIZIONE CHIMICA Sono state isolate sei saponine (glicosidi A-D, D; e F), le cui strutture sono state determinate, ed hanno quale unità base l'acido oleanoico D-glucoronide;  i triterpenoidi elinatriolo C e F, ursadiolo, 12-ursene-3,16,21-triolo; faradolo, breina, amidiolo, ertrodiolo, calenduladiolo, longispoinogenina; calendulosidi A, B, C, D, G e H; a- e -amirina, taraxasterolo, T-taraxasterolo e lupeolo; flavonoidi quali narcissina e rutina; tracce di olio essenziale; acido clorogenico (GLASBY WREN); polisaccaridi, tra cui un ramnoa-rabinogalattano e arabinogalattani;3 il pigmento giallo dei fiori è costituito da una miscela di beta-carotene, licopene, violaxantina e altre xantofìlle (CSIR II). Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

55 Calendula officinalis
Impiego tradizionale della calendula uso interno: - scarse mestruazioni - immunostimolante uso esterno - antiinfiammatorio locale - antiarrossante Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

56 Calendula officinalis
Per uso interno, generalmente come tintura madre o macerato glicerinato, viene impiegata nelle disfunzioni dell'apparato genitale femminile, poichè aumenta le mestruazioni scarse e diminuisce le abbondanti, ma è utilissima soprattutto per uso esterno, poichè i principi attivi presenti hanno ottimi effetti su una grande quantità di malattie della pelle, dall'acne ai geloni. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

57 Calendula officinalis
La tintura madre di Calendula viene anche indicata per arrossamenti e infiammazioni della cute di qualsiasi origine. Generalmente ben tollerato dalle mucose, è molto indicato per gli eritemi da pannolino della prima infanzia. L'estratto di pianta fresca di foglie e fiori di Calendula, attiva in sommo grado le proprietà antiinfiammatorie, lenitive e cicatrizzanti Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

58 Calendula officinalis
La parte impiegata della calendula sono i fiori poichè sono ricchi di triterpeni, flavonoidi, polisaccaridi, caroteni, fitosteroli e olio essenziale. Le foglie della calendula a differenza del fiore vengono considerate tossiche. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

59 Calendula officinalis
FARMACOLOGIA O ATTIVITÀ BIOLOGICHE Si attribuiscono ai fiori, alle preparazioni fiori/parte aerea e agli estratti proprietà antiinfìammatorie, immunomodulatorie e vulnerarie, in quanto stimolano la granulazione nel luogo ove si situa la ferita (in concomitanza con un aumento del metabolismo delle glicoproteine, nucleoproteine e collagene); inoltre sono citate proprietà antibatteriche, antifungine, antivirali, antiparassitarie (tricomonoavidali), coleretiche, stimolazione della fagocitosi in vitro e nel test di clearance del carbonio nel topo, nonché un'attività antitumorale in vitro e in vivo per i polisaccaridi Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

60 Calendula officinalis
Medicina tradizionale.   Storicamente i fiori sono considerati vulnerari, antisettici, stiptici; si registra l'uso esterno come lozione e linimento in caso di bruciature e scottature (di primo grado), tagli, esantemi; internamente per disturbi di stomaco, ulcere gastriche e duodenali, itterizia Le parti aeree e i loro preparati sono usati per stimolare la circolazione e favorire la guarigione in caso di nevralgie gastriche, ulcere, spasmi, tumefazioni ghiandolari, itterizia, anemia ed, esternamente, in caso di ascessi, piaghe, emorragie, eczemi. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

61 Calendula officinalis
UN SINTOMO CARATTERISTICO RIPORTATO NELLA CLINICA E NELLA PATOGENESI È LA ROTTURA SPONTANEA DEI MUSCOLI. TEMA INTEGRITÀ: HA MOLTI SINTOMI MENTALI RIFERITI NEI SOMATICI, AD ESEMPIO LE PAURE QUANDO HA LA FEBBRE. PRESENTA MOLTI SINTOMI DI LACERAZIONE CHE SOPRATTUTTO INTERESSANO IL NASO, I TESSUTI MOLLI ECC … Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

62 Calendula officinalis omeopatia
UTILE SOPRATTUTTO NEL TRATTAMENTO DI FERITE, ABRASIONI E INCISIONI. FUNZIONA COME ANTISETTICO O PER PREVENIRE INFEZIONI GRAVI QUANDO VIENE USATA IN MODO TOPICO. IN CASO DI FERITE INFETTE PUÒ PROMUOVERE VELOCEMENTE LA GUARIGIONE, SE PRESA PER VIA INTERNA. È ANCHE UN ECCELLENTE ASTRINGENTE. A LIVELLO LOCALE RIUSCIRÀ SPESSO A CONTROLLARE ILSANGUINAMENTO DA FERITE DI QUALSIASI TIPO - TAGLI, INCISIONI, O ESTRAZIONI DENTALI. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

63 Calendula officinalis omeopatia
PUÒ ANCHE LENIRE I DOLORI DELLA FERITA. IN QUALSIASI CONDIZIONE CUTANEA CHE RICHIEDE UN AGENTE LENITIVO, LE CREME ALLA CALENDULA SPESSO AIUTERANNO IL PAZIENTE AD EVITARE APPLICAZIONI TOPICHE DI CORTISONE. LE LOZIONI ALLA CALENDULA, COMUNQUE, CHE SPESSO CONTENGONO UNA BASE ALCOLICA, NON DOVREBBERO ESSERE USATE PER L'ECZEMA O ALTRE CONDIZIONI CUTANEE SECCHE POICHÉ L'ALCOL IRRITA O PROVOCA SECCHEZZA ECCESSIVA Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

64 Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

65 Chamomilla vulgaris La pianta ha un portamento cespitoso, con più fusti che partono dalla base, più o meno ramificati nella porzione superiore. L'altezza non supera in genere i 50 cm nelle forme spontanee, mentre nelle varietà coltivate può arrivare agli 80 cm. La pianta è spiccatamente aromatica Le foglie sono alterne e sessili, oblunghe. La lamina è bipennatosetta o tripennatosetta, con lacinie lineari molto strette. I fiori sono riuniti in capolini con ricettacolo conico e cavo. I fiori esterni hanno la ligula bianca, quelli interni sono tubulosi con corolla gialla. I capolini di diametro di 1-2 cm, sono riuniti in cime corimbose. Il frutto è un achenio di circa 1 mm di lunghezza, di colore chiaro, privo di pappo Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

66 Chamomilla vulgaris durata:annuale
periodo di fioritura:fiorisce in primavera e in estate area di origine:Europa, Asia clima:temperato uso:coltivata in piena terra o in sia come pianta ornamentale, sia come pianta medicinale Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

67 Chamomilla vulgaris vive bene in pieno sole: predilige un clima mite:
tollera anche terreni piuttosto poveri, se coltivata in deve essere annaffiata regolarmente durante le bella stagione, in piena terra solo quando ci sono periodi troppo siccitosi non è soggetta a nessuna malattia in particolare Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

68 Chamomilla vulgaris STORIA : il termine Latino Matricaria, derivante da Mater, fa riferimento al fatto che era utilizzata in passato per la cura di disturbi ginecologici della matrice, cioè l'organo femminile. La Camomilla era già conosciuta dagli antichi Egizi, che l'avevano consacrata al dio sole. Ai tempi di Dioscoride e Galeno si ricorreva speso ai capolini della Camomilla per favorire la sudorazione, calmare i dolori e i nervi attraverso infusi, oli. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

69 Chamomilla vulgaris Ambiente: Questa erbacea cresce spontaneamente nei prati ed in aperta campagna, non oltre gli 800 m, diventa spesso invadente comportandosi come pianta infestante delle colture agrarie. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

70 Chamomilla vulgaris Di questa pianta vengono in genere raccolti i fiori, preferibilmente dopo aver perso i petali ma prima di essersi essiccati sulla pianta stessa. Una comune metodologia di raccolta consiste nel far passare fra le dita gli steli della pianta in maniera tale da raccogliere solamente i fiori, evitando una lunga fase di pulitura. . Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

71 Chamomilla vulgaris Gli infusi di fiori di camomilla notoriamente vengono utilizzati per i loro effetti blandamente sedativi, un suo prolungato uso può portare però l'organismo ad una reazione opposta se lasciata per troppo tempo in infusione, l'effetto della camomilla non è più calmante ma eccitante. Questo perché vi è presente una piccola quantità di caffeina Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

72 Chamomilla vulgaris Le tisane ottenute con questa pianta inoltre provocano l'espulsione di gas intestinali in eccesso. Sono infine note le proprietà nutrizionali della camomilla rispetto ai capelli e rispetto al cuoio capelluto; si utilizza anche per schiarire i capelli biondi che con il tempo tendono al castano: per questi scopi si deve preparare un infuso di fiori di camomilla, lasciarlo raffreddare, filtrarlo e poi utilizzarlo regolarmente dopo lo shampoo. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

73 Chamomilla vulgaris Ha proprietà anti-infiammatorie, locali ed interne. Questo grazie a componenti dell'olio essenziale (alfa-bisabololo, guaiazulene, camazulene e farnesene), ad una componente flavonoide (soprattutto apigenina, quercetina, apiina e luteolina) ed ai lattoni matricina e des-acetil-matricarina. Il suo potere antiflogistico a parità di principio attivo (in peso) è stato comparato a quello del cortisone. Altri flavonoidi presenti (eupatuletina, quercimetrina) e le cumarine sono responsabili delle proprietà digestive e spasmolitiche. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

74 Chamomilla vulgaris Efficace nella dismenorrea, nei crampi intestinali dei soggetti nervosi, negli spasmi muscolari e nei reumatismi. Nella medicina omeopatica, oltre alle indicazioni già elencate, la camomilla viene consigliata per i problemi associati alla dentizione, alla sindrome premestruale ed a varie malattie infantili come otiti ,coliche e a numerosi problemi comportamentali. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

75 Chamomilla vulgaris IPERSENSIBILITA’ INTOLLERANZA IRRITABILITA’
Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

76 Chamomilla vulgaris TROPISMO; Sistema nervoso Mucose Digerente Cute
Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

77 Chamomilla vulgaris HA UNA ASSOLUTA INTOLLERANZA AL DOLORE. A CUI E’ IPERSENSIBILE E REAGISCE CON RABBIA E LAMENTOSITA’ ESAGERATA . VIVE IL DOLORE COME UN AFFRONTO PERSONALE DI CUI HA COLPA CHIUQUE ALTRO LE SIA VICINO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

78 Chamomilla vulgaris MENTRE NELLE ALTRE COMPOSITE C’È LA TENDENZA A
NASCONDERE QUESTI SINTOMI, QUESTO NON AVVIENE IN CHAM. L’ENORME DIFFERENZA RISPETTO ALLE ALTRE PIANTE DELLA FAMIGLIA È CHE QUI CI SI LAMENTA ,…..ECCOME !! Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

79 Chamomilla vulgaris IPERSENSIBILITA’
IN ARN. LA MAGGIOR PARTE DEI DOLORI È “SORE”, CIOÈ COME UNA AMMACCATURA; IN CHAM. INVECE CI SONO DOLORI “TEARING”, LACERANTI,STRAPPANTI , QUASI A SIGNIFICARE COME IL SISTEMA SIA GIÀ STATO LACERATO, COMPROMESSO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

80 Chamomilla vulgaris IRRITABILITA’ (FRAGILITA’)
CHAMOMILLA SI SENTE MOLTO PIÙ FRAGILE : A DIFFERENZA DI ARNICA , CHAMOMILLA VUOLE L’AIUTO, LO PRETENDE, LO ESIGE, NON SI COMPATISCE PER IL FATTO DI CHIEDERE AIUTO. HA LA PERCEZIONE DI QUANTO SIA FRAGILE, VULNERABILE Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

81 Chamomilla vulgaris LA RABBIA È DOVUTA AL FATTO CHE LUI SI PERCEPISCE MALE, A DISAGIO, E QUESTO LO PROIETTA SUGLI ALTRI. LO SI PUÒ AIUTARE SOLO IN MANIERA ENERGICA, SCUOTENDOLO E TRATTANDOLO IN MODO DECISO E SERIO , COSÌ ANCHE NEL RAPPORTO COL MEDICO. DANNO L’IDEA DI PERSONE CHE NON SI CONTROLLANO, CHE BISOGNA METTERE DEI PALETTI INTORNO A LORO, SE NO DEBORDANO TROPPO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

82 Chamomilla vulgaris TENDENZA SPASMODICA, SPASTICA:
IN QUESTO CHAMOMILLA È MOLTO SIMILE A CUPRUM E INFATTI LA PIANTA HA MOLTO BISOGNO DI RAME PER CRESCERE. QUESTA TENDENZA SPASTICA, COSTRITTIVA NON È COSÌ EVIDENTE NELLE ALTRE COMPOSITE. DITTATORIALITÀ CENSORIOUS (IPERCRITICO). Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

83 Chamomilla vulgaris KEY NOTES Rabbia. Grande irritabilità.
Bambini irritabili, possono persino colpire o dare calci ai genitori (o al medico). Deve essere portato in braccio; piange con rabbia se viene messo giù e i genitori devono camminare avanti e indietro per calmarlo. Bambini o lattanti inconsolabili. Avversione ad essere toccato. Evita con irritazione di essere toccato. Capriccioso; chiede qualcosa poi la getta via (spesso contro qualcuno) non appena l'ha ottenuta. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

84 Chamomilla vulgaris KEY NOTES
Ipersensibile al dolore; i dolori sembrano insopportabili. I disturbi compaiono dopo episodi di rabbia (febbre, metrorragia, dolori). Disturbi durante la dentizione; diarrea, febbre, irritabilità. Aggravamento generale alle 9 AM (o dalle 9 alle 10 PM). Aggravamento alla notte. Caloroso, sebbene molti disturbi locali siano migliorati dal calore. Aggravamento generale con il caffè. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

85 Chamomilla vulgaris Spasmi e anche disturbi convulsivi, specialmente nei bambini. Aggravamento generale con il vento. Molti autori parlano di dolori con intorpidimento come un sintomo chiave (Gnaph). Una guancia rossa,una pallida Feci con odore di uova marce Feci dall’aspetto di erba tagliata o spinaci Piedi caldi e deve metterli fuori del letto la notte Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

86 ARTEMISIA CINA Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

87 CINA Il rimedio Cina appartiene al gruppo delle Artemisie; è noto anche come A. maritima, A. contra, Semen cinae,o semen contra, quest’ ultimo appellativo di semen deriva dall’aspetto dei capolini non ancora sbocciati che si presentano ovoidali, stretti, serrati gli uni agli altri,assomiglianti quindi a dei semi. Cresce in Medio-Oriente, particolarmente in Siria, nelle vicinanze del Mar Caspio e nel Turkestan. Predilige i terreni salati. In omeopatia si utilizza sia il rimedio Cina che il rimedio Santoninum . La T.M.di Cina viene preparata dal capolino; il rimedio Sant viene ottenuto da differenti specie di Artemisie, la Russia,la Levantina, ma soprattutto il semen Cinae. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

88 Fu importata in Europa dai crociati ed era utilizzata fin dall’antichità come vermifugo. Particolarmente attivo sugli ascaridi, meno sugli ossiuri, per niente sulle tenie, veniva utilizzata allo stato grezzo,come polvere. La dose eccessiva, o la ripetizione troppo frequente produceva a volte la comparsa di sintomi tossici, e, in alcuni casi, perfino la morte. La tossicità è legata alla presenza di un alcaloide, la santonina, il cui effetto si produce soprattutto a livello del tubo digerente e del sist. nervoso. I sintomi che compaiono sono: nausea, vomito,coliche addominali; contratture Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

89 I sintomi che compaiono sono: nausea, vomito,coliche addominali; contratture muscolari,spasmi,scosse muscolari, tics, convulsioni. Ha anche un’azione tossica a livello renale,producendo ematuria, e a livello occhi,determinando un’alterazione della visione dei colori: il sogg. vede gli oggetti colorati in blu-violetto, e in un tempo successivo in giallo. La Santonina(CI5 H18 O3), che allo stato grezzo si presenta incolore,inodore e con un gusto amaro, veniva anch’essa utilizzata come vermifugo, ma con effetti collaterali maggiori rispetto alla Cina. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

90 In omeopatia si utilizza sia il rimedio Cina che il rimedio Santoninum
In omeopatia si utilizza sia il rimedio Cina che il rimedio Santoninum . La T.M.di Cina viene preparata dal capolino; il rimedio Sant viene ottenuto da differenti specie di Artemisie, la Russia,la Levantina, ma soprattutto il semen Cinae. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

91 Già H. sperimentò Cina in varie potenze, sottolineando come questo rimedio ,noto per la già citata azione, trovasse in realtà applicazione in molte altre patologie,p.e. nella pertosse, o in alcune forme di febbre accompagnate da vomito e fame canina; e come la prescrizione del rimedio dovesse basarsi,come sempre, sulla base della similitudine dei sintomi,indipendetemente dalla presenza o meno dei parassiti intestinali. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

92 La sperimentazione su uomo sano ha evidenziato numerosi sintomi,sia fisici che mentali, che si ritrovano nei soggetti affetti da elmintiasi, come p.e. fascicolazioni palpebrali,irritabilità, sonno agitato e digrignamento dei denti,enuresi, tosse spsmodica con vomito, prurito al naso e all’ano,fame canina,faccia pallida con occhi cerchiati etc. In Cina il maggior contenuto di santonina rispetto ad altre Composite, fa si che sia più evidente l’aspetto spastico e più intensa l’azione a livello del sistema nervoso. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

93 Irritabilità sia fisica che mentale: è irritabile, di cattivo umore,suscettibile caparbio,contrary, non sopporta di essere toccato,accarezzato(spesso si parla del bembino Cina), si irrita perfino se viene guardato o se gli si parla. Si offende per il minimo scherzo; è capriccioso,rifiuta anche le cose che di solito gli piacciono. L’irritabilità è evidente specialmente durante la dentizione, la febbre, la tosse e nella donna durante le mestruaioni. Agitazione: agitato nel sonno,digrigna i denti,ha incubi (sogna cani, fantasmi) ;parla e grida nel sonno, ha sussulti e scosse dormendo; si sveglia impaurito,strilla e trema, piange e si lamenta. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

94 Spasticità: la si trova a vari livelli ed è strettamente legata alla irritabilità; sbatte le palpebre,ha contrazioni alle sopracciglia,può avere uno strabismo spasmodico, teme la luce. Ha un tropismo importante verso l’app. respiratorio: tosse spasmodica,tosse come da vellichio in gola. Gli accessi possono essere molto violenti, accompagnati da apnea. La tosse è spesso presente durante la dentizione. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

95 A livello tubo digerente ci possono essere spasmi nel faringe, con difficoltà alla deglutizione,specialmente per i liquidi ; ha fame e questa fame persiste anche se ha vomitato;vomita ma la lingua è pulita; ha crampi, coliche, dolori pungenti e taglienti; diarree frequenti.Problemi digestivi durante l’estate,ma soprattutto se si arrabbia.. A livello uinario abbiamo molti sintomi come pollacchiuria,enuresi,difficoltà alla minzione per contrazione dei muscoli del collo vescicale o,viceversa incontinenza Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

96 A livello S.N. possono comparire scosse,tremori, movimenti coreici,Le rigidità spastica,convulsioni. Le convulsioni sono scatenate da indigestione (Cina ha fame canina),o da arrabbiature, contrarietà,durante la dentizione, la tosse,la febbre, in presenza di vermi, in gravidanza. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

97 Ipersensibilità: al rumore, al dolore, a essere toccato, alle scosse, ai rimproveri; ha un’ipersensibilità cutanea, al cuoio capelluto, pettinarsi può scatenare cefalea, così come si può avere cefalea con la tosse, per problemi digestivi,dopo esposizione al sole etc.; cefalea con disturbi visivi o scatenate, da affaticamento visivo. Tendenza emorragica : presenta epistassi, metrorragie,mestruazioni ravvicinate, abbondati,prolungate. Le mestruazioni,inoltre,sono molto dolorose(bearing down, labor-like pain). Anche in questa Composita c’è tendenza all’aborto. Eruzioni: eruz. cutanee eczematose,impetiginizzate, legate a intoosicazione alimentare o a vermi; crosta lattea; eruz. gementi tipo Graph, Mez . Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

98 In generale il sogg. Cina è agg
In generale il sogg. Cina è agg. dal freddo, di notte e al risveglio; da vari stimoli mentali, dall’ essere toccato,accarezzato(soprattutto in testa),guardato;.il bambino dall’essere sollevato; alcuni sintomi come la diarrea sono agg. d’estate. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

99 SANTONINUM Di questo rimedio sono riportati soprattutto sintomi di tipo intossicativo, come convulsioni,paralisi,dilatatazione pupillare,delirio, vomito e diarrea. Sono molto intensi i sintomi di irritazione a livello di S.N.: fascicolazioni,contratture,tics al viso, specialmente alle labbra; agli arti. Convulsioni violente, spasmi che iniziano al volto e si estendono agli arti. Cefalea con vomito,congestione cerebrale. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

100 Alterazione a carico della vista,soprattutto per quanto riguarda la visione dei colori:il colore predominante è il giallo ma anche il verde e il violetto sono abbastanti marcati. Ci può essere strabismo, cecità per alterazione del nervo ottico. Utile in casi di cronica oftalmia con lacrimazione continua. A livello app. digerente ci sono sintomi di marcata sete, vomito e diarrea con intensi dolori addominali. A livello app. respiratorio: tosse incessante da solletichio in gola e in trachea; respiro rapido, rumoroso. Utile in casi di cistite cronica con dolore vescicale,disuria,incontinenza Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

101 Gnaphalium polycephalum Sweet-scented Everlasting
Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

102 Gnaphalium polycephalum
Il nome viene dal greco Gnaphalon (lanoso) che allude al fogliame lanoso - Polycephalum poichè dalle molte teste fiorite Indigena dell’Est degli Stati Uniti Cresce in campi abbandonati o secchi e aridi Le foglie hanno un profumo aromatico e un sapore debolmente amaro, astringente e piacevole Fiori secchi sono stati utilizzati come imbottitura dei cuscini nei sanatori Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

103 Gnaphalium polycephalum
Fiori tubulari gialli Fioritura da Luglio ad Agosto Usi Medici tradizionali: Ulcerazioni Bocca e Gola Infusioni Calde diaforetiche Tonsillite, Angina Disturbi Polmonari Leucorrea Applicazioni calde su ferite e contusioni Tumefazioni non dolorose Infusioni per problemi intestinali, emorragie Succo fresco come anti-malattie veneree - antiafrodisiaco Infusione fredda come vermifugo Tintura da pianta intera Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

104 Gnaphalium polycephalum
J Ethnopharmacol  1991 Feb;31(2): Plants used in Guatemala for the treatment of respiratory diseases. Screening of 68 plants against gram-positive bacteria. Caceres A, Alvarez AV, Ovando AE, Samayoa BE. Center for Mesoamerican Studies on Appropriate Technology (CEMAT), Guatemala. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

105 Gnaphalium polycephalum - Herbario Novo di Castore Durante 1585
Virtù di dentro: Bevonsi utilmente le frondi in vino astero per la disenteria, giiova ancora la polvere dell’erba alla diarrea e al flusso de mestrui e alle rotture intestinali Virtù di fuori: Giova à l’ulcere putride e sospesa al collo dei fanciulli gli libera da i vermini Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

106 Gnaphalium polycephalum
Contenuto prevalente in TANNINI SAPONINE TERPENOIDI Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

107 Gnaphalium polycephalum - Omeopatia
TROPISMO: NERVI (sciatico specialmente) PROSTATA MUCOSE (specie intestinale) ARTICOLAZIONI Fonte: Triturazione foglie secche e fiori / Pianta intera Proving: Introdotto da Banks, N. Am. J. of Hom. 7, 383 in (1858); Allen: Encyclop. Mat. Med. IV, 456; Hering: Guiding Symptoms, V. 433 Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

108 Gnaphalium polycephalum
SINTOMI PRINCIPALI Agg Tempo freddo, umido (dist nevralgici) Agg Estate (diarrea) Inappetenza (specie dopo diarrea) Dolore con o senza insensibilità della parte colica, sciatica, lombalgia, dismenorrea, nevralgia faciale Agg movimento Dolore occipitale - trafittivo lancinante agli occhi Diarrea acquosa offensiva al mattino e grande debolezza Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

109 Gnaphalium polycephalum
SINTOMI PRINCIPALI Irritabile Sensazione di pienezza e tensione alla vescica anche appena svuotata Dismenorrea con flusso scarso. Dolorose specie al primo giorno. Sangue marrone cioccolato Dolore nevralgico addominale Peso e pienezza pelvica o insensibilità spesso associato a crampi ai polpacci e piedi Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

110 Gnaphalium polycephalum
SINTOMI PRINCIPALI Irritabile Sensazione di pienezza e tensione alla vescica anche appena svuotata Dismenorrea con flusso scarso. Dolorose specie al primo giorno. Sangue marrone cioccolato Dolore nevralgico addominale Peso e pienezza pelvica o insensibilità spesso associato a crampi ai polpacci e piedi Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

111 Gnaphalium polycephalum
SINTOMI GUIDA: nevralgie intermittenti, soprattutto a carico dell’articolazione mascellare superiore, occipitale, ecc. dolori e rigidità articolare con sensazione di forte intorpidimento e debolezza degli arti superiori sciatica, peggio a destra, con intorpidimento, formicolio e dolore intenso, peggiorata stando coricati o muovendosi, migliorata stando seduti su una sedia sensazione come se le articolazioni mancassero del liquido sinoviale diarrea abbondante, acquosa ed irritante, che appare al mattino e si ripete durante la giornata, seguita da grande astenia Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

112 Gnaphalium polycephalum
SINTOMI PRINCIPALI SCIATICA Agg Notte, sdraiandosi, movimento, stirando (gamba), umidità Migl Piegando le gambe sull’addome, seduta con ginocchia piegate TORPORE LOCALE CRAMPI (arti inf) ESTENDE AL PIEDE O TORPORE Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

113 Achillea Millefolium Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

114 Achillea Millefolium Achillea millefoglie (nome scientifico Achillea millefolium L.) è una pianta della famiglia della Asteraceae, di tipo erbaceo, perenne e aromatica con rizoma ramificato e strisciante e fusto diritto alla cui sommità dei corimbi portano diversi capolini di fiori profumati bianchi o rosati. L'aspetto è densamente cespitoso dato soprattutto dalle foglie tipiche (molto frastagliate in profondità) di questa specie. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

115 Achillea Millefolium Etimologia
La tradizione (trasmessaci da Plinio) vuole che Achille curò alcune ferite dei suoi compagni d'arme, nell'assedio di Troia, con tale pianta; da qui il nome del genere. Sembra che sia stato Chirone (suo maestro) ad informarlo delle capacità cicatrizzanti della pianta. Il nome definitivo della pianta fu comunque assegnato da Linneo Il nome della specie (millefoglie) deriva per le sue foglie profondamente frastagliate. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

116 Achillea Millefolium Achillea : Proprietà e Utilizzo
L' Achillea contiene azulene e quindi rilassa la muscolatura liscia dell' apparato digerente, stimola l'appetito, migliora la digestione. Viene utilizzata in casi di problematiche relative al ciclo mestruale, particolarmente indicata in caso di menorragia moderata, ma anche in altri casi. L'azione, in questo caso, non è di tipo ormonale ma agisce a livello della circolazione a livello uterino. Grazie alla sua attività antispasmodica aiuta a diminuire il dolore ed il ritorno del flusso mestruale in caso di amenorrea. Negli uomini si può associare in caso di prostatiti e/o iperplasia benigna. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

117 Achillea Millefolium Un altro utilizzo è sicuramente relativo al suo potere emostatico per ferite nonché anche per la loro disinfezione. Ottima nelle emorroidi sanguinanti o nelle ferite ulcerose. Questo effetto è da imputarsi alla presenza dell'achilleina dell'achilletina. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

118 Achillea Millefolium Le proprietà antisettiche ed antinfiammatorie si hanno grazie alla presenza di azulene, acido salicilico, mentolo, terpeniolo, tannini e cineolo. Un altro buon utilizzo dell' achillea si ha in caso di ipertensione: associata al Biancospino, Vischio e ad altre piante da dei grandi risultati. Agisce come vasodilatatore, quindi anche ottima nei casi di mani e piedi perennemente freddi. La sua efficacia a livello di disturbi cardiocircolatori viene accreditata alla combinazione di flavonoidi, sesquiterpeni e cumarine. La pianta fresca, masticata, consiste in un ottimo rimedio contro l'epistassi. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

119 Achillea Millefolium L'achillea viene anche utilizzata in caso di febbre, specialmente per i primi stadi febbrili, ma non è da utilizzarsi in caso di febbre “bagnata”. La sua azione antinfiammatoria e diuretica la rende altresì utile nei casi di nefrite, cistiti ed uretriti. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

120 Achillea Millefolium Forme farmaceutiche e loro utilizzo
Le forme farmaceutiche normalmente utilizzate sono l'infuso, il decotto, la polvere, il succo di pianta fresca e la T.M. L’ olio essenziale calma i dolori di tipo reumatico e le nevralgie Precauzioni nell’ uso dell’ Achillea e interazioni con farmaci L'achillea può creare problemi di dermatite da contatto e più in generale di allergia. Anche se normalmente viene ben tollerata, dovrebbero far attenzione le persone allergiche alla varietà di camomilla Ambrosia artemisiafolia. Nulla di preoccupante se le urine compariranno di colore scuro.. si è semplicemente assunta troppa achillea! Dobbiamo prestare attenzione a possibili interazioni nei confronti di farmaci anticoagulanti e degli ipotensivi. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

121 Achillea Millefolium La pianta è controindicata in caso di allattamento al seno e gravidanza (se utilizzata senza la supervisione di un professionista), in caso di allergia alle Asteracee e, come o.e., in gravidanza. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

122 Achillea Millefolium omeopatia
- Boericke Un rimedio prezioso per vari tipi di emorragie; sangue rosso brillante. - Ernia incarcerata; vaiolo, con grande dolore alla bocca dello stomaco. - Dopo interventi per calcoli. - Effetti negativi da caduta dall' alto; sollevamento di pesi. - Alta temperatura continua. - Emottisi. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

123 Achillea Millefolium Testa - Vertigine quando si muove lentamente.
- Sensazione come se avesse dimenticato qualche cosa. - La testa sembra piena di sangue. - Convulsioni ed epilessia da mestruazioni soppresse. - Spinte penetranti di dolore. Naso - Epistassi. [Erech.] Dolore penetrante dagli occhi alla radice del naso. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

124 Achillea Millefolium - Emorragia intestinale. - Emorroidi sanguinanti.
- Ematuria. [Senecio aureus] Apparato genitale femminile - Mestruazioni precoci, abbondanti, protratte. - Emorragia uterina; fluido rosso brillante. - Varici dolorose durante la gravidanza Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

125 Achillea Millefolium Apparato respiratorio
- Emottisi in tisi incipiente. - Tosse, con espettorato insanguinato, in mestruazioni soppresse o emorroidi. - Palpitazione violenta. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

126 Achillea Millefolium Relazioni - Comparare: Ficus venosa (Pakur).
- Emorragia dall' intestino e dai polmoni. - Acalypha ed Helix tosta - Snail - (in emottisi, malattie del torace, consunzione); anche, Sec.; Ip.; Erecht.; Geran.; Ham. Dose - Dalla tintura, alla terza potenza. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

127 Achillea Millefolium SINTOMI MENTALI
NELLE SPERIMENTAZIONI HA LA FREQUENTE “DELUSION”DI ESSERE STATO AVVELENATO. HA INOLTRE VARI SINTOMI DI DEBOLEZZA DI MEMORIA. MOLTA SINTOMATOLOGIA LEGATA ALLA AGGRESSIVITÀ ED ALLA VIOLENZA. CONGESTIONE, PIENEZZA O AL CONTRARIO SENSO DI VUOTO : SONO SENSAZIONI PRESENTI A VARI LIVELLI : PER ESEMPIO SENSAZIONE CHE L’ARIA O IL VENTO PASSI ATTRAVERSO LA TESTA.. C’È SPESSO QUESTA IDEA DEL VUOTO, DI UN VUOTO CHE SI POSSA RIEMPIRE MANGIANDO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

128 Achillea Millefolium E’ UN RIMEDIO NATURALMENTE MOLTO EMORRAGICO. L’EMORRAGIA SEMBRA ESSERE UN ELEMENTO SOSTANZIALE, DETERRENTE, UN ELEMENTO DI COMPENSAZIONE. TUTTO QUESTO È PERCEPITO CON UN SENSO DI BENESSERE. UN TIPO ARN., PER ESEMPIO, MOSTREREBBE CHE A LUI NON IMPORTA NIENTE SE STA SANGUINANDO , LO METTEREBBE IN MOSTRA, SALVO POI FARSELA SOTTO PER L’EMORRAGIA. IN MILLEFOLIUM INVECE LE PERSONE PARLANO TRANQUILLAMENTE DELLE LORO EMORRAGIE, NON SE NE PREOCCUPANO PIÙ CHE TANTO. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

129 Achillea Millefolium SENSAZIONE DI DOLORI PUNGENTI, STITCHING, STINGING : ARNICA SANGUINA MENO ED È PIÙ “CORAZZATO “. IN MILL. È PIÙ UNA SENSAZIONE DI DOLORI TRAFITTIVI , DI QUALCOSA CHE PUNGE BUCANDO , COME UNA FRECCIA. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

130 Achillea Millefolium TRAUMI ALLA TESTA. SPESSO IN QUESTI PAZIENTI DELLE COMPOSITE SI RISCONTRANO MOLTI INCIDENTI NELL’ANAMNESI , COME SE TENDESSERO FACILMENTE A FARSI DEL MALE. LA COMPETIZIONE. SONO PERSONE MOLTO COMPETITIVE , SPESSO NELLO SPORT. SI SENTONO MOLTO GUERRIERI, IN TRINCEA. COME ARN., HA L’IDEA CHE IL FISICO DEBBA FUNZIONARE AL MASSIMO, QUINDI DEVONO ESSERE PRESTANTI. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

131 Helianthus annuus Fiore di S
Helianthus annuus Fiore di S. Marco, Erba massima, Corona di Giove, Eclizia, Occhio del Sole Magnoliophyta (Divisione) Magnoliopsida (Classe) Asterales (Ordine) Asteraceae/Compositae (Famiglia) Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

132 Senecio aureus Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

133 Senecio aureus Senecio viene Senex e si riferisce al fatto che il pappo dei semi è ricoperto di lanugine bianco-grigia (diffusione anemofila) Aureus per via dei fiori giallo dorati Specie nativa in America (Virginia e Canada) La pianta perenne ha stelo cotonoso specie alla base e foglie che diminuiscono di dimensione procedendo dalla radice verso i fiori. Si trova prevelentemente presso paludi ed acquitrini e sulle rive di torrenti e corsi d’acqua Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

134 Senecio aureus Il Senecio contiene parecchi alcaloidi di cui uno caratteristico detto Senecionina (gruppo pirrolizidina) di cui si riconoscono proprietà Antitumorali Epatotossiche Ipotensive Gli alcaloidi pirrolizidinici si ritrovano nelle Boraginaceae (Heliotropium), Compositae (Senecio), Leguminosae (Crotalaria) Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

135 Senecio aureus Sembra abbiano un ruolo protettivo per la pianta
Negli insetti sono utilizzati come precursori dei feromoni Sono contraddistinti dal contenere un anello 1azabiciclo [3.3.0] ottano e normalmente sono degli esteri La parte pirrolizidinica viene chiamata necina La presenza di un doppio legame nella posizione 1,2 rende i derivati epatotossici Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

136 Senecio aureus La notevole tossicità di questi composti è causa di moltissimi avvelenamenti di bestiame e qualche volta anche esseri umani sono rimasti avvelenati Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

137 Senecio aureus Le intossicazioni prevedono un’assunzione di gr della pianta fresca al dì per 7-8 settimane L’animale accusa di solito: amncanza di appetito, seria emaciazione, costipazione e ingiallimento delle membrane mucose come da ittero I cavalli diventano sonnolenti, sbadigliano, vanno incontro a vertigini e marcia instabile (vedi leguminosae) Il bestiame si profonde in tentativi di liberare l’intestino senza diarrea Possono manifestarsi disturbi comportamentali e frenesia Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

138 Senecio aureus Le intossicazioni prevedono un’assunzione di gr della pianta fresca al dì per 7-8 settimane L’animale accusa di solito: mancanza di appetito, seria emaciazione, costipazione e ingiallimento delle membrane mucose come da ittero I cavalli diventano sonnolenti, sbadigliano, vanno incontro a vertigini e marcia instabile (vedi leguminosae) Il bestiame si profonde in tentativi di liberare l’intestino senza diarrea Possono manifestarsi disturbi comportamentali e frenesia Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

139 Senecio aureus Parti usate: mai la pianta fresca ma le parti aeree essicate Rimedio tradizionalmente usato come: Tonico uterino Diuretico Espettorante Anti-infiammatorio Emmenagogo Diaforetico Febrifugo Utilizzato per disturbi della menopausa Mestruazioni ritardate o soppresse Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

140 Senecio aureus Leucorrea (lavaggi)
Tonico in stati di debilitazione psico-fisica o dopo lunga malattia (utilizzato nella TBC) Modo d’uso: Infusione: versare in tazza acqua bollente su da 1 a 3 cucchiaini di tè di pianta essicata e lasciare per minuti. Assunto 3 volte al dì Tintura: ml di Tintura 3 volte al dì Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

141 Senecio aureus THE UNIVERSITY OF NEW MEXICO BULLETIN Whole Number 366 June 1, Anthropological Series, Volume 3, No. 5 - Published monthly by the University of New Mexico, Albuquerque, new Mexico Albuquerque, new Mexico, under Act of Congress of July 16, 1894 Utilizzo da parte dei nativi (specie Navajo) di Senecio in varie preparazioni tra cui i “Nake ati” (per i lavaggi degli occhi) preparati per infusione calda o fredda. Uso come lavaggi o gocce nell’occhio o lavaggi dell’intero capo per alleviare mal di testa e gonfiore agli occhi Anche fumigazioni o applicazione della polvere sulle parti Anche per dolori reumatici o articolazioni gonfie e doloranti. Artriti deformanti in maschi per contatto improprio con donne mestruate o sangue mestruale La parola Navajo per le medicine utili nell’artrite è la stessa di quella per le mestruazioni Decotti, Lozioni Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

142 Senecio aureus Elenco composti e loro attività in Senecio aureus:
FLORIDANINE No activity reported. FLOROSENINE OTOSENINE Hepatotoxic DUKE1992B RESIN SENECIFOLINE SENECINE Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

143 Senecio aureus SENECIONINE
Antitumor 526 ; Hepatotoxic M11 ; Hypotensive DUKE1992B TANNIN Anthelmintic JNP59:205; Antibacterial JE26:74; Anticancer JAF47:397 ; Anticariogenic JNP59:205; Antidiarrheic DUKE1992B; Antidysenteric DUKE1992B ; Antihepatotoxic JNP59:205 ; AntiHIV JNP59:205 ; Antihypertensive JNP59:205 ; Antilipolytic JNP59:205 ; Antimutagenic DUKE1992B ; Antinephritic CPB38:1049 ; Antiophidic EMP5:363 ; Antioxidant 1/3 quercetin JAF47:397 IC50=1.44 ug/ml CPB38:1051 ; Antiradicular 1/3 quercetin JAF47: mg/kg/day orl mus CPB38:1049 ; Antirenitic CPB38:1049 ; Antitumor; Antitumor-Promoter JAF47:397 ; Antiulcer JNP59:205 ; Antiviral; Cancer-Preventive HG22:14 ; Carcinogenic AHP156 ; Chelator JNP59:205 ; Cyclooxygenase-Inhibitor JNP59:205 ; Glucosyl-Transferase-Inhibitor JNP59:205 ; Hepatoprotective DUKE1992B ; Immunosuppressant RWG29 ; Lipoxygenase-Inhibitor JNP59:205 ; MAO-Inhibitor JNP59:205 ; Ornithine-Decarboxylase-Inhibitor JNP59:205 ; Pesticide DUKE1992B ; Psychotropic CPB38:1049 ; Xanthine-Oxidase-Inhibitor JNP59:205 Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

144 Senecio aureus - Omeopatia
Provings: Dr Jones (1865) e Dr. Small (Med. and Surg. J, 151, 1866) Fonte: Pianta intera Tropismi: Urogenitale Femminile Vescica Mucose (naso, basse vie respiratorie) FEGATO Zona lombare Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

145 Senecio aureus - Omeopatia
Mentale: Piagnucolosità Alternanza di stati emotivi Autoreferente Nervosismo e depressione specie durante mestruazioni / Stato meditativo Molti Sogni Piacevoli Con attività intellettiva e mnemonica Mission impossible con esito filmico Stanchezza diurna respiro affannoso Desiderio di sdraiarsi Insonnia e nervosismo notturno Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

146 Senecio aureus - Omeopatia
Fisico: Freddolosità agg aria aperta, aria fredda, correnti d’aria tendenza a prendere freddo in concomitanza delle mestruazioni o quando dovrebbero cominciare Condizioni infiammatorie (gola, bronchi, vescica) migl alla comparsa de flusso mestruale Brividi di freddo con desiderio di urinare Agg Umidità e Aria fredda Avv dolci e caffè Migl sulla schiena Migl muovendosi (sp. Mentale) Agg Notte Migl Eliminazioni Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

147 Senecio aureus - Omeopatia
Fisico: Rimedio del periodo Climaterico (vedi Hale) Amenorrea Sensazione che debbano arrivare mestruazioni Dolore lombare come di “Rottura” (vedi Navajo) Disuria Vicariazione (Epistassi et al) Insonnia e nervosismo Perdita dell’appetito In Pubertà o prime mestruazioni Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

148 Senecio aureus - Omeopatia
Fisico: Mestruazioni scarse o soppresse disturbi catarrali di naso e gola vescica irritabile Sintomi migl al giungere delle mestruazioni Mestruazioni irregolari a volte anticipate e troppo abbondanti a volte ritardate e scarse (Sepia) Attacchi di Vertigine come ondate dall’occipite alla fronte Sensazione di cadere in avanti Dismenorrea Dolore dall’Ovaio al Seno e alla Schiena Disuria Dolori taglienti in regione sacrale ed ipogastrica Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

149 Van Gogh scrive al fratello: “ Il girasole è mio in un certo senso ”
Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

150 Helianthus annuus Pianta erbacea annuale - muore in Autunno esaurita la funzione di fare fiori e semi Il fusto con interno spugnoso e leggero arriva fino a 3m e il capolino (infiorescenza) fino a 30 cm circondato da brattee di aspetto fogliaceo Fiori gialli, a scaglie e costati con brattea acuminata alla base. Più di mille in un capolino sono di due tipi ESTERNI dalla grossa lingula oblungata lanceolata giallo dorati INTERNI piccoli e bruni Frutto achenio nerastro o grigio con striature scure e superficie vellutata Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

151 Helianthus annuus Foglie opposte in basso e alternate in alto, sono ovali o cuoriformi percorse da una o da tre nervature. Margine seghettato Radice fibrosa Ampiamente coltivata specie in Europa (Russia) e in regioni dai climi temperati come PIANTA ORNAMENTALE PRODUZIONE DI SEMI PER ESTRAZIONE DI OLIO (35-55% nei semi) Talora come pianta spontanea in terreni incolti Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

152 Helianthus annuus I Girasoli vengono spesso utilizzati come “Bonificatori” biologici del terreno in cui vengono piantati Accumulano in particolare elementi radioattivi e anche metalli pesanti (in misura minore) Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

153 Helianthus annuus Impollinazione Entomofila Semina: Marzo - Aprile
Fioritura: Luglio - Ottobre Polline scarsamente allergenico (34-36 micron): Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

154 Helianthus annuus Semina: BUCHE PROFONDE 3-4CM IN TERRA
DISTANTI CIRCA 30-50CM 2-3 SEMI PER BUCA Crescita: VA INNAFFIATA PARECCHIO SOSTENUTO IL FUSTO SPECIE IN ZONE VENTOSE Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

155 Helianthus annuus Parti utilizzate ad uso terapeutico:
Pianta intera senza radice Tempo balsamico (per la maggior concentrazione di principi attivi): FOGLIE maggio - giugno FIORI giugno - luglio FRUTTI agosto Principali principi attivi: RUTINA, SCOPOLINA, ACIDI CLOROGENICO E CAFFEICO. GLUTATIONE, ZINCO, MAGNESIO, PROVITAMINA A, VITAMINA C, ALEURONE Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

156 Helianthus annuus Raccolta e Conservazione:
Foglie e Capolini laterali durante il periodo della fioritura Grossi Capolini centrali vanno raccolti a maturazione completa, quando stanno per appassire I Fiori vanno appesi ad asciugare all'ombra, in luogo aerato sino a quando i semi cominciano a cadere Fare essiccare le Foglie all'ombra Foglie e Fiori  si ripongono in cassette o scatole, mentre i semi vanno conservati in sacchetti di tela Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

157 Helianthus annuus I semi contengono OLIO PROTEINE SOSTANZE NON AZOTATE
FIBRA CENERI Albumina, Lecitina, Cilestrina, Nucleina, Fitina, Arginina, Acido linoleico, Magnesio, Rame Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

158 Helianthus annuus Nella Pianta ritroviamo:
Potassio, Carbonato di potassio, Tannini, Quercetina*, Betaina, Colina, Acido solantico, Resina. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

159 Helianthus annuus L’Olio è il più ricco di acidi grassi insaturi
Acido Oleico 33-55%, Acido Linoleico (Omega 6) 55-60% Arteriosclerosi Ipercolesterolemia Punto di Fumo 130C - inadatto per friggere Olio utilizzato anche per produzione di saponi e vernici. Valutato come uso “diesel” Più a Nord la piantagione e maggiore il contenuto in Acido Linoleico Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

160 Helianthus annuus febbrifugo ipocolesterolemizza nte
cattiva digestione dissenteria dolori artritici eccitazione nervosa emicrania infiammazioni renali malattie polmonari piaghe malattie della pelle spasmi muscolari stiramenti Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

161 Helianthus annuus Infuso dei Petali: Decotto di Semi:
40gr essiccati in un litro di acqua bollente 3 tazzine al dì Cattiva digestione con sensazione di Mal di somaco, Meteorismo intestinale, Dissenteria Decotto di Semi: Bollire un pugno di semi in 1 litro di acqua per 20min e poi filtrare Assumere liberamente durante il dì Ottimo per la funzionalità e infiammazioni renali Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

162 Helianthus annuus Unguento: Tintura Madre:
Olio di Semi di Girasole + Essenza di Trementina + Olio Canforato + Essenza di Chiodi di Garofano Massaggiare su articolazioni e/o muscolatura con spasmi o stiramenti Tintura Madre: 20 gtt in acqua Febbre e Astenia da sforzo psicofisico Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

163 Helianthus annuus Effetto cicatrizzante in vivo ed antimicrobico in vitro e in vivo dell’olio ozonizzato Attivo in vitro nei confronti di diversi batteri isolati da infezioni cutanee e resistenti ai β-lattamici, alla vancomicina ed alla gentamicina I PUFA sono indicati nel trattamento delle malattie gastrointestinali per via della loro attività antinfiammatoria. L’azione è dovuta all’elevata concentrazione di ecosanoidi con proprietà inibenti maggiori nei confronti delle PGFE3 e dei leucotrieni B5 e minori sulle PGFE2 e sui leucotrieni B4 Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

164 Helianthus annuus Evidenze dell’effetto inibitorio dei PUFA sulla crescita di H. pylori (alternativa al metronidazolo) Nella gastrite sperimentale i PUFA ozonizzati associati ai lactobacilli (L. gasseri, L. acidofilus jejuni, L. sporogenes e B. bifidus) alla dose 15,8mg/kg, hanno prevenuto significativamente la formazione delle lesioni indotte dallo stress associato all’assunzione di ASA. Effetto protettivo si é osservato in tutti i livelli di lesione gastrica e si è dimostrato significativamente più efficace della cimetidina e del placebo, suggerendo che il prodotto previene la rottura della barriera mucosale Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

165 Helianthus annuus Tisana per Raffreddore:
20 gr di fiori di Girasole + 20 gr di fiori di Camomilla + 20 gr di fiori di Spirea Un Cucchiaio per Tazza, 1-3 tazze al giorno lontano dai pasti Bagno Emolliente: 1/2 tazza di olio di semi di Girasole (spremuti a freddo), 400 gr di sale inglese Mescolare l'olio con il sale e spalmarlo sul corpo massaggiando e successivamente immergetersi nella vasca. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

166 Helianthus annuus Semi:
Vitamine (B1-B2-E-B9-D) Mg, Fe, Co, Mn, Zn, Cu Ac. Linoleico Fenoli (att. Anti-tumorale, Aterosclerosi, Pat. Degenerative) Semi al naturale, spremuti per ottenere l'olio, macinati sotto forma di farina o come sostitutivi del caffè. Si possono masticare anche crudi, sono degli ottimi energizzanti e digestivi, oppure si possono tostare e unire nelle insalate ad altre verdure ed erbe. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

167 Helianthus annuus Nella tradizione i semi sono utilizzati come
DIURETICI ESPETTORANTI PER RAFFREDDORI TOSSE PROBLEMI POLMONARI MACERATI NEL VINO BIANCO IN VENEZUELA COME ANTICANCEROGENO Vedi Tabella completa (Duke DB) Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

168 Helianthus annuus Eccitazione / Emicrania:
2-3 tazzine al dì di infuso di semi Masticare semi 15gtt di Olio 3v/die Piaghe ed Ulcerazioni: Compresse imbevute di infuso di petali e lasciare circa 15-20min in loco Dolori articolari / Dolori Artritici / Spasmi / Distorsioni / Stiramenti: vedi preparazione Olio Tintura di Foglie: macerare per una decina di giorni 20 g di petali o foglie essiccati e sminuzzate in 80 g di alcol a 60°. Filtrare. Conservare in boccette di vetro scuro con contagocce. Dose consigliata di gocce prese 2-3 volte nel corso della giornata. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

169 Helianthus annuus Infuso: petali essiccati 40 g di in un litro di acqua bollente, usando un recipiente di terracotta. Lasciare in infusione un quarto d'ora. Filtrare. Berne 4 tazzine al giorno Infuso di Semi: 20 g di semi torrefatti in un litro d'acqua bollente per un quarto d'ora, filtrare e bere a tazzine nel corso della giornata Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

170 Helianthus annuus Miele di Girasole: colore giallo chiaro vivo, profumato ma non molto dolce. Leggermente erbaceo con aroma di polline. E’ consigliato come: Antinevralgico Febbrifugo (S. Influenzale) Diuretico Astringente Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

171 Helianthus annuus omeopatia
Fonte: Petali e Semi (colti al crepuscolo o di notte) Mix di parti della pianta + spremitura Semi (American Pharmacopea) Capolini (Allen Encyclopedia) Proving: Dr. Cessoles (CH) in Allen Encyclopedia Autorità: Eduardo Fornias, M. D. (HomRec, vol. 23, no. 4, p April, 1908.) Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

172 Helianthus annuus omeopatia
Considerato tradizionalmente come tropismo: MILZA Casi Cronici di Febbre intermittente Patologie della Milza (Burnett) Raffreddore, Catarro, Epistassi, Scaglie spesse nasali Dolori tipo reumatico (ginocchio sx) Vomito, Feci scure, Congestione e Secchezza delle fauci Rossore e calore della cute Estremo TROPISMO GASTRICO (dolori e vomito) Emorroidi Pelle e concomitante GI Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

173 Helianthus annuus omeopatia
Costipazione / Feci Molli = ad Arnica e Calendula per Contusioni e Ferite Orticaria - aggr Calore Gola secca (tosse - bruciore) In generale: > dopo Vomito, < Calore Milza ingrossata e dolente Congiuntivite, Arrossamento palpebra sup sx e canto interno Viso congesto arrossato Sete Tosse con espettorato gelatinoso / striato di sangue Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom

174 Helianthus annuus omeopatia
BOERICKE: Vecchi casi di febbre intermittente. - Corizza, catarro, emorragia nasale e croste dense nel naso. - Dolore reumatico nel ginocchio sinistro. - Vomito, feci nere, congestione e secchezza della bocca e della faringe, rossore e calore della pelle. - I sintomi sono aggravati dal calore e alleviati dal vomito. - Rimedio splenico. - Marcati effetti sullo stomaco, con nausea e vomito. - Feci nere. [Leptandra] - Bocca secca. - Esternamente, come cicatrizzante come Arnica e Calendula. Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom


Scaricare ppt "Le composite Scuola di Omeopatia Classica Dulcamara - Faculty of Homeopathy of United Kingdom."

Presentazioni simili


Annunci Google