La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO: IL RIFIUTO ORGANICO COME RISORSA SOSTENIBILE Relatore: Dott. Daniele Della Toffola.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO: IL RIFIUTO ORGANICO COME RISORSA SOSTENIBILE Relatore: Dott. Daniele Della Toffola."— Transcript della presentazione:

1 IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO: IL RIFIUTO ORGANICO COME RISORSA SOSTENIBILE Relatore: Dott. Daniele Della Toffola

2 Chiusura locale dei cicli U N PRINCIPIO GENERALE DI COMPORTAMENTO Distribuzione e consumo Recupero e riciclo Risorse Trasformazione

3 I NTRODUZIONE La frazione organica costituisce in media il 15-35% dei rifiuti solidi urbani prodotti dallutenza domestica Una persona produce nella sua abitazione giornalmente da 150 a 300 gr. di rifiuto organico ; troppo spesso questo quantitativo è destinato a finire nelle discariche con la massa dei rifiuti indifferenziati

4 Un programma di compostaggio domestico può assicurare una sensibile riduzione del quantitativo di R.S.U. conferito al sistema di smaltimento con due vantaggi: L aspetto economico (minor costo di smaltimento) e il vantaggio ecologico (riutilizzo diretto del terriccio prodotto dallutente)

5 C OSA SIGNIFICA C OMPOSTAGGIO Lidea del compostaggio prende origine dalla semplice osservazione di ciò che in natura accade da sempre. In un bosco ad esempio gli alberi, gli arbusti e le piante erbacee alla fine del loro ciclo si decompongono naturalmente negli strati superficiali del terreno grazie allintervento di funghi, batteri, insetti, lombrichi e molte altre categorie di organismi viventi.

6 Il processo, nella sua complessità è lento ed articolato e trasforma i tessuti vegetali in elementi minerali e in compost Il compost, è un humus stabile di natura organica che si degrada in tempi molto lunghi Possiamo imitare ciò che in natura avviene spontaneamente, attraverso gli scarti organici e grazie ai microrganismi già presenti nei rifiuti e nel terreno

7 Destrutturazione con un innalzamento della temperatura (50-60°C) e decomposizione delle sostanze organiche Trasformazione delle sostanze decomposte ed abbassamento della temperatura Fase di strutturazione, maturazione ed assestamento della massa durante cui si ha lumificazione della sostanza organica (si forma il cosiddetto terriccio) L E TRE FASI PRINCIPALI DEL PROCESSO DI COMPOSTAGGIO

8 I FATTORI DEL COMPOSTAGGIO I fattori principali che consentono la trasformazione dei rifiuti umidi in terriccio contenente dal 20 al 30% di humus sono legati alla vita dei microrganismi Batteri, funghi e lieviti, per accrescersi e riprodursi respirano ossigeno, si nutrono di azoto, di carbonio e di acqua.

9 Q UALI RIFIUTI ORGANICI POSSO UTILIZZARE NEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ? Avanzi di frutta e verdura Fondi di caffè Filtri di tè o tisane Gusci di uova Alimenti avariati Fiori appassiti Piume e capelli Cenere in piccole quantità

10 D A COMPOSTARE CON CURA foglie di piante resistenti alla degradazione (resinose, magnolia, lauroceraso, castagno) bucce di arance e limoni residui di cibo animale (attenzione alla temperatura di igienizzazione) lettiere di piccoli animali domestici (attenzione alla temperatura di igienizzazione)

11 Q UALI RIFIUTI ORGANICI NON SONO ADATTI ? sacchetti di plastica tetrapak del latte e dei succhi di frutta vasetti dello yogurt imballaggi in plastica chiodi e posate olii-lubrificanti sacchetti dell'aspirapolvere rifiuti speciali medicinali coloranti pannolini e assorbenti

12 Q UALI RIFIUTI ORGANICI NON SONO ADATTI AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ? fitofarmaci batterie insetticidi cenere di carbone e di legno trattato con coloranti e vernici mozziconi di sigaretta e in generale tutti i materiali che si possono separare con la raccolta differenziata come carta stagnola, metalli, lattine, vetro.

13 S ISTEMI DI COMPOSTAGGIO Il sistema più semplice di compostaggio si ha distribuendo sul suolo coltivabile la parte organica dei rifiuti, mescolandola agli strati superficiali del terreno. Tale sistema va seguito con cura e in alcuni casi è da ritenersi rischioso da un punto di vista igienico.

14 Si possono in alternativa raccogliere i rifiuti in cumulo, in concimaie, oppure su apposite strutture chiamate composter SISTEMI DI COMPOSTAGGIO

15 I N DETTAGLIO … Compostare significa trasformare il materiale organico di scarto secondo processi naturali sostenuti da microrganismi, funghi e microinvertebrati presenti nel suolo e nellambiente circostante i composter

16 I N DETTAGLIO … In genere i rifiuti domestici e gli sfalci del verde appena tagliati sono maggiormente ricchi di azoto e durante la decomposizione sviluppano con facilità odori sgradevoli…

17 I N DETTAGLIO … I rifiuti che provengono dal giardino come le foglie secche e le potature sono invece ricchi di cellulosa, poveri di azoto e la loro decomposizione sarà piuttosto lenta e fredda. mescolare rifiuti domestici con quelli del giardino 3 a 1 Per rendere ottimali le condizioni che portano alla formazione di un terriccio di qualità, sarà dunque opportuno mescolare i rifiuti domestici con quelli del giardino in una proporzione approssimativa di 3 a 1.

18 C OSA SI SVILUPPA CON LA DECOMPOSIZIONE DELLA SOSTANZA ORGANICA ARIA IN ASSENZA DI ARIA ARIA IN PRESENZA DI ARIA Metano (CH 4 )Anidride carbonica (CO 2 ) Ammoniaca e ammonio (NH 3 – NH 4 ) Nitriti e nitrati (NO 2 – NO 3 ) Idrogeno Solforato (H 2 S) Anidride solforosa e solforica (SO 2 – SO 4 ) Percolato liquidoVapore acqueo Calore di fermentazione (40 – 45°C) Calore (55 – 70°C) ODORI SGRADEVOLI PROCESSO BIOLOGICO CON ODORI SGRADEVOLI INODORE PROCESSO BIOLOGICO INODORE

19 C OSA SI SVILUPPA CON LA DECOMPOSIZIONE DELLA SOSTANZA ORGANICA POCO AZOTOMOLTO AZOTO Foglie seccheAvanzi di cucina Paglia e ramaglieLettiere di animali Carta e cartone Segatura e trucioli Erba fresca Con lazoto (N) I microrganismi elaborano struttura e si moltiplicano. Se (N) è troppo abbondante, i microrganismi se ne liberano ( cattivi odori! ) Se (N) scarseggia, la trasformazione è fredda e lenta Con il carbonio (C) I microrganismi si riforniscono di energia e di materia per la costruzione di strutture cellulari

20 È FONDAMENTALE UN GIUSTO RAPPORTO CARBONIO/AZOTO (C/N) C/N alto (100) Esempio: compost di foglie secche e ramaglie, manca N per la riproduzione dei microrganismi (compostaggio lento) C/N basso (10) ad esempio un compost di soli avanzi di cucina o erba fresca, manca C (cattivi odori)! Giusto rapporto C/N (30) Circa 3 parti di avanzi cucina 1 parte di foglie, paglia e trucioli

21 È FONDAMENTALE LA GIUSTA QUANTITÀ DI ACQUA (50-60%) Troppa acqua Troppa acqua Non lascia passare Ossigeno! Fermentazioni e cattivi odori Intervenire con drenaggio o materiale secco Poca acqua Scarsa attività batterica Compostaggio lento Irrigare e mescolare spesso per evitare la compattazione

22 È FONDAMENTALE LA GIUSTA QUANTITÀ DI ARIA Senza Ossigeno Fermentazioni e basse temperature (non avviene ligienizzazione) Cattivi odori (intervenire con drenaggio o materiale secco) Ammassare i rifiuti favorendo la porosità e mescolare spesso!

23 P ER UN COMPOSTAGGIO OTTIMALE Scegliere un luogo adatto Preparare un fondo drenante Ammassare in modo vario (giusto rapporto C/N) Garantire il ricambio daria Innaffiare, drenare e ombreggiare per favorire la giusta umidità

24 T IPI DI COMPOST E DOSI DI IMPIEGO TIPO DI COMPOST TIPO DI UTILIZZODOSI E IMPIEGO FRESCOOrto 5 l al mq Come concimazione autunnale e prima delle semine primaverili lasciando che trascorrano almeno giorni dallimpianto PRONTO Costruzione di giardini 20 – 30 l al mq In miscela con sabbia PRONTO E MATURO Impianto di giovani alberi e siepi Porre al fondo della buca di impianto, ricoprire con terra per 5-10 cm e poi porre a dimora le piante con radice nuda

25 T IPI DI COMPOST E DOSI DI IMPIEGO TIPO DI COMPOST TIPO DI UTILIZZODOSI E IMPIEGO MATURO E RAFFINATO Manutenzione Ricoprire con un sottile strato in primavera o in autunno il tappeto erboso Floricoltura e Orticoltura in vaso, in miscela con torba o terriccio torboso per la preparazione di terricci per vasi da fiori. Per il diretto contatto con le radici il compost deve essere ben maturo, per non provocare I'ingiallimento e la stentata crescita delle piante dovuta alla scarsa stabilizzazione della sostanza organica.

26 R IASSUMENDO compostaggio Gli elementi del compostaggio sono: rifiuto organico Il rifiuto organico: nutrimento per i microrganismi, deve contenere azoto e carbonio in quantità sufficiente ed equilibrata acqua Lacqua: indispensabile per la vita dei microrganismi ossigeno Laria e lossigeno: importanti per la respirazione microbica

27 R IASSUMENDO … U SI DEL TERRICCIO migliora terreno Il compost migliora le qualità fisiche e chimiche del terreno e favorisce l'attività dei microrganismi del suolo bidonesi riempirà meno Il bidone dei rifiuti si riempirà meno, con effetti positivi sulla durata delle discariche e sul contenimento dei costi di raccolta e smaltimento sostituire fertilizzanti sinteticicostosi, possono inquinare alimenti e acque Il compost può sostituire i prodotti a base di torba, i terricci preparati e i fertilizzanti sintetici che, oltre a risultare costosi, se somministrati in dosi eccessive possono inquinare alimenti e acque

28 Utilizzare 2 - 2,5 ml di rete metallica zincata (alta 1 metro) con maglia quadrata o rettangolare da circa 10X10 o 15X15 mm Avvolgere la rete metallica con del tessuto ombreggiante. Utilizzare per questo scopo una quantità di tessuto (alto 1 metro) 10 cm più lunga della rete metallica in modo da cucirla con la rete zincata; unire a cilindro il tutto e coprire con un coperchio in rete o altro materiale. C OME COSTRUIRE UN COMPOSTER A RETE

29

30 A MMASSARE IN MODO VARIO Preparare uno strato di cm con rametti (Ø 2-10 mm), o di torba Alternare rifiuti domestici e da giardino P REPARAZIONE DI UN FONDO

31 Rimescolare la massa se compaiono odori sgradevoli; Coprire eventualmente con terra, (utile anche contro gli insetti estivi) oppure con prodotti commerciali

32 Utilizzare eventualmente UREA (46% di N) se il materiale è povero di azoto

33 Irrigare soprattutto nel periodo estivo

34

35

36 Grazie per lattenzione!


Scaricare ppt "IL COMPOSTAGGIO DOMESTICO: IL RIFIUTO ORGANICO COME RISORSA SOSTENIBILE Relatore: Dott. Daniele Della Toffola."

Presentazioni simili


Annunci Google