La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO DROGHE PREVENZIONE DEL RISCHIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO DROGHE PREVENZIONE DEL RISCHIO."— Transcript della presentazione:

1 1 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO DROGHE PREVENZIONE DEL RISCHIO STRADALE EDUCAZIONE FISICA - EDUCAZIONE STRADALE stessi OBIETTIVI, METODI, CONTENUTI. FARMACI Prof.ssa Tozzi Carla Ti M.u.O.v.i? ALCOL FUMO

2 2 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO CONOSCERE per prevenire il DOPINGDOPING nei giovani

3 3 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Problema non più circoscritto al solo ambiente sportivo ma fenomeno esteso anche fra coloro che praticano lo sport per tutti Molte le strutture coinvolte La Giustizia LAssociazionismo in genere La Scuola Il mondo della Medicina Delle Società Sportive Delle Federazioni ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

4 4 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Coinvolgere e sensibilizzare gli studenti e le loro famiglie. perché: Il commercio di farmaci ad effetto dopante è in costante aumento Il doping si è esteso a tutti gli atleti anche a quelli non di vertice. Non bastano la Legge dello Stato né le condanne. Lopinione pubblica è pronta a condannare e poi a dimenticare chi usa mezzi illeciti ma che consegue risultati sportivi. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

5 5 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Per contrastare questo fenomeno ….. …. occorre prevenirlo alla radice a) INDIVIDUARE I FATTORI DI RISCHIO Individuo (poca stima di se, dipendenza dai fattori esterni, poca morale, sbagliate abitudini di vita) Famiglia (scarso supporto famigliare, non rispetto delle regole, minimizzazione dei problemi) Ambiente sportivo (ricerca esasperata del talento/campione, ineguatezza e scarsa trasparenza nei controlli antidoping, allenamenti troppo intensi e frequenti, infrazione delle regole) Società (inesistenza dei valori, valorizzazione della prestazione sportiva, influenza dei maxmedia) b) ATTUARE INTERVENTI FORMATIVI c) CREARE UNA CULTURA IN GRADO DI CONTRASTARLO, (una cultura antidoping) ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

6 6 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice PERCHE DOPING PERCHE un adolescente o un giovane sportivo sceglie di assumere sontanze non leciteDOPING Scarsa informazione sugli effetti collaterali (anche di semplici integratori alimentari) Lo sportivo non sopporta lo stress della competizione Dipendenza dal successo e dallacclamazione del pubblico Scarsa educazione alimentare Esasperazione agonistica (allenamenti massacranti) Per emulare grandi campioni Per ottenere benefici biomeccanici e psicologici La pressione da parte di allenatore, medico sportivo, max-media, etc. Per seguire lesempio di amici che ne fanno già uso. Per labitudine ad assumere integratori alimentari di vario genere. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

7 7 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Aspetti di tipo ambientale che spingono latleta a far uso di sostanze dopanti Stress dello sportivo professionista Pressioni economiche Contratti che impongono risultati Richiesta di continue prestazioni ad alto livello Aspettative del pubblico e dei club di tifosi Necessità di essere sempre vincenti Confronto continuo con il record Malcostume generalizzato in certi ambienti sportivi e il cinismo che ne deriva Frustrazione dovuta alla mancanza di miglioramenti evidenti nelle prestazioni Pressioni degli sponsor e la loro influenza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

8 8 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Le motivazioni sociologiche e psicoanalitiche del fenomeno doping ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

9 9 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ZYGMUNT BAUMAN Il teorico della postmodernità sostiene che la società degli individui è una società di persone sole e isolate, che hanno paura di non avere le caratteristiche giuste per ottenere il successo (incertezza, dispersione, frammentarietà, sgretolamento del tempo, individualismo, perdita dei valori durevoli). La notorietà si è sostituita alla fama e la visibilità pubblica ha rimpiazzato le credenziali accademiche. il nostro tempo è contrassegnato da una preoccupazione ossessiva per il CORPO (estetica), considerato come strumento di piacere e perciò consegnato in pasto a tutte le attrattive che il mondo ha in serbo; di fronte a questo quadro lautore auspica il recupero di standard etici. Questa analisi sociologica consente di trovare alcune risposte ai tanti "perché" che sottostanno all'utilizzo del doping nelle attività sportive: senso di solitudine, individualismo, paura di non ottenere successo, perdita di principi etici, esigenza di notorietà e di visibilità. La preoccupazione ossessiva per il corpo, infine, offre la spiegazione a tanti altri rischi sottesi alla decisione di asssumere sostanze dopanti. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

10 10 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice RAYMOND CAHN Psicoanalista, afferma che non è facile valutare le tracce lasciate sulle generazioni attuali dagli orrori e la violenza del XX secolo, nel mondo attuale la paura di non essere all'altezza ha preso il posto dei sensi di colpa. Il senso di angoscia non viene più affrontato con la mente, ma viene ridotto solo attraverso il sostegno concreto di oggetti o della realtà esterna, mediante la valorizzazione del proprio corpo o dei comportamenti secondo il culto della prestazione, della padronanza tecnica (culto narcisista). ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

11 11 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice DOP ESTRATTO LIQUOROSO ECCITANTE CHE VENIVA BEVUTO DURANTE LE CERIMONIE RELIGIOSE DOOP MISCUGLIO DI SOSTANZE ENERGETICHE CHE I MARINAI OLANDESI GIA QUATTRO SECOLI FA INGERIVANO PRIMA DI AFFRONTARE UNA TEMPESTA SULLOCEANO DOPING UN ADDITIVO CHE MODIFICA IL RENDIMENTO OOP MISCELA DI OPPIO, TABACCO E NARCOTICI SOMMINISTRATA AI CAVALLI DA CORSA NELLOTTOCENTO TO DOPE VERBO INGLESE CHE SIGNIFICA DROGARE. DOPE BEVANDA ALCOLICA PRIMITIVA IMPIEGATA COME STIMOLANTE NEL CORSO DI DANZE ANTICHE SUDAFRICANE DOPING IMPIEGO DI SOSTANZE O METODI PROIBITI DA PARTE DEGLI ATLETI AL FINE DI MIGLIORARE IL RENDIMENTO SPORTIVO ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

12 12 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice DOPING : DOPING : un male antico - Gli antichi lottatori greci (III secolo a.C.) assumevano sostanze estratte da funghi o semi per potenziare le prestazioni atletiche in quanto i premi destinati ai vincitori delle competizioni olimpiche erano molto consistenti (sotterfugi e corruzione decretarono infatti la fine delle Olimpiadi antiche). - Gli atleti romani ricorrevano a qualità differenti di carni associate a sostanze stimolanti inoltre somministravano potenti pozioni stimolanti ai cavalli (nelle corse con le bighe) e allucinogeni ai gladiatori. - Nell ottocento incomincia luso eccessivo di miscele eccitanti quali etere e cocaina - Nel novecento come eccitante si usa la stricnina mescolata al cognac e dopo la I° guerra mondiale il consumo di sostanze stimolanti quali le amfetamine dilaga nella pratica sportiva provocando diverse morti ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

13 13 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice NORMATIVA ANTIDOPING NORME CIO - WADA LEGGE 14/12/2000 N°376 DMS 19/11/2002 REGOLAMENTI SPECIALI DMS 7/8/2002 DMS 19/11/2002 REGOLAMENTO CONI DEL 30/06/05 (22/12/05) DMS 03/02/2006 REGOLAMENTI SPECIALI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

14 14 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Definizione di doping secondo la LEGGE , n°376 (art. 1) ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Costituiscono doping la somministrazione o lassunzione di farmaci o di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive e ladozione o la sottoposizione a pratiche mediche non giustificate da condizioni patologiche ed idonee a modificare le condizioni psichiche o biologiche dellorganismo al fine di alterare le prestazioni agonistiche degli atleti Ai fini della presente legge sono equiparate al doping la somministrazione di farmaci o di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive e l'adozione di pratiche mediche non giustificate da condizioni patologiche, finalizzate e comunque idonee a modificare i risultati dei controlli sull'uso dei farmaci, delle sostanze e delle pratiche indicati nel comma 2. Luso terapeutico di sostanze dopanti è ammesso solo nel caso in cui il medico specialista in malattie respiratorie o il medico sociale compili una notifica scritta attestante la sussistenza di asma e/o asma indotta da esercizio fisico da inviare alla federazione sportiva di appartenenza

15 15 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice LEGGE 14 dicembre 2000, n°376 (art. 1) Lattività sportiva è diretta alla promozione della salute individuale e collettiva e informata al rispetto dei principi etici e dei valori educativi richiamati dalla Convenzione di Strasburgo Ad essa si applicano i controlli a tutela della salute e della regolarità delle gare e non può essere svolta con lausilio di tecniche, metodologie o sostanze che possano mettere in pericolo lintegrità psicofisica degli atleti ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

16 16 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Art. 1Tutela sanitaria delle attività sportive, divieto di doping Art. 2Classi delle sostanze dopanti Art. 3Commissione per la vigilanza ed il controllo sul doping e per la tutela della salute nelle attività sportive Art. 4Laboratori per il controllo sanitario sullattività sportiva Art. 7Farmaci contenenti sostanze dopanti Art. 9Disposizioni penali LEGGE Dicembre 2000 ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

17 17 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice I FARMACI CONTENENTI SOSTANZE DOPANTI VIETATE DEVONO: Recare un apposito contrassegno sullinvolucro e sul foglietto illustrativo DM 24 settembre 2003 Letichettatura dellimballaggio esterno delle confezioni di tali medicinali deve includere il seguente pittogramma per chi svolge attività sportiva: luso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare comunque positività ai test antidoping ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

18 18 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice CLASSI DI SOSTANZE VIETATE IN COMPETIZIONE S1. STIMOLANTI S2. NARCOTICI S3. CANNABINOIDI S4. AGENTI ANABOLIZZANTI S5. ORMONI PEPTIDICI S6. BETA 2 AGONISTI S7. AGENTI CON ATTIVITA ANTI – ESTROGENICA S8. AGENTI MASCHERANTI S9. GLUCOCORTICOSTEROIDI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

19 19 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice CLASSI DI SOSTANZE VIETATE IN E FUORI COMPETIZIONE S4. AGENTI ANABOLIZZANTI S5. ORMONI PEPTIDICI S6. BETA-2-AGONISTI S7. AGENTI CON ATTIVITA'ANTI - ESTROGENICA S8. AGENTI MASCHERANTI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

20 20 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice METODI PROIBITI IN E FUORI COMPETIZIONE M1. AUMENTO DEL TRASPORTO DI OSSIGENO M2. MANIPOLAZIONE FARMACOLOGICA, CHIMICA E FISICA M3. DOPING GENETICO ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

21 21 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice SOSTANZE PROIBITE IN PARTICOLARI DISCIPLINE SPORTIVE P1. ALCOOL P2. BETA BLOCCANTI P3. DIURETICI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

22 22 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S1. STIMOLANTI: STIMOLANTI BLANDI: caffeina, efedrina, etamivan, pipradol, stricnina, beta 2 agonisti STIMOLANTI FORTI: anfetamina, cocaina, bromantan, bambuterolo La loro azione è eccitante e antidepressiva, aumentano l'attenzione, ritardano la fatica (alterano la capacità di autolimitare lo sforzo), riducono il bisogno di sonno, accrescono l'aggressività. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Anfetamina Cocaina Molecola caffeina Principio attivo Efedrina

23 23 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S1. STIMOLANTI Danni allorganismo ANFETAMINA: dà assuefazione, provoca gravi aritmie e ipertermia, irrequietezza, irritabilità, stato confusionale, delirio, eccitazione maniacale, autolesionismo, insonnia, convulsioni, coma, collasso cardio – circolatorio. CAFFEINA: (tolta dalla lista nel 2005 è comunque tossica) un iperdosaggio può causare eccitazione psico – motoria, emicrania, irritabilità, gravi aritmie cardiache, disturbi gastro – intestinali, predisposizione allinfarto del miocardio (oltre i 250 mg. è tossica) ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

24 24 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice EFEDRINA: gli effetti lesivi sono paragonabili a quelli già citati per la caffeina, se non addirittura peggiori. COCAINA: E un estratto della foglia di coca, pianta che si coltiva prevalentemente in America del Sud. Si presenta come polvere da "sniffare", ma anche in scaglie (flake cocaine) e in cristalli (crack). Generalmente viene assunta per via nasale (sniffata), oppure sciolta e iniettata per via endovenosa. Il crack invece viene fumato. Sviluppa aggressività, può causare allucinazioni, ansia, anoressia, nausea e insonnia, insufficienza respiratoria, MORTE. PROVOCANO DIPENDENZA E ASSUEFAZIONE IN BREVE TEMPO ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

25 25 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Vengono assunti per ridurre la percezione del dolore, il rischio è di incorrere in lesioni traumatiche gravi e danni permanenti S2. NARCOTICI: MORFINA, EROINA, METADONE La loro azione è analgesica centrale, calmante ed euforizzante, queste sostanze vengono utilizzate nello sport del pugilato per mitigare la sensazione di dolore ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Morfina usata già agli inizi dell800 Eroina METADONE CONOSCERLO Per non usarlo!!!

26 26 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S2. NARCOTICI Danni allorganismo ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO EROINA : derivato della morfina, è tra le droghe di strada la più mortale. Lintossicazione può sopraggiungere dopo pochi mesi anche con approccio saltuario. Chi ne abusa giornalmente può intossicarsi e dipendente fisicamente già dopo poche settimane. Si può somministrare per via endovenosa o inalare. Provoca sonnolenza, alterazione delle coordinazione motoria, rallenta i riflessi e il livello di attenzione. METADONE : è un oppiaceo sintetico, una droga come leroina e la morfina. Porta la persona a dipendenza pesante e a seri danni fisici (depressione). Un consumo prolungato provoca danni al fegato e ai reni. Unoverdose o combinazione con altre droghe provoca la morte MORFINA : viene spesso somministrata ai malati terminali di cancro perché potente antidolorifico. Provoca lentezza psico motoria, difficoltà di concentrazione, sonnolenza, restringimento delle pupille, dipendenza.

27 27 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Distorcono la percezione e non consentono la corretta valutazione del rischio, latleta compie azioni che non farebbe in condizioni normali S3. CANNABINOIDI MARIJUANA - HASHISH ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Hashis Marijuana

28 28 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S3. CANNABINOIDI Danni allorganismo ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO MARIJUANA : non provoca dipendenza fisica, ma psicologica. Può provocare stati confusionali, panico, ansia, perdita di controllo. 3 sigarette contenenti canapa corrispondono a 20 sigarette normali. HASHISH : sostanza stupefacente psico-attiva. Può provocare depressione, disorientamento, nausea, vomito, svenimenti In ambito medico queste sostanze sono usate per combattere la nausea e il vomito indotti dalle terapie antitumorali e per il rilassamento, nei trattamenti psico-analitici La Cannabis (canapa indiana) è una varietà di canapa originaria dell'Asia centrale ma ormai coltivata in tutto il mondo. Si presenta con foglie secche (marijuana) o blocchi scuri e solidi (hashish). Si consuma fumandola (spinelli o "canne"), ma si può anche ingerire sotto forma di infuso o masticandone le foglie.

29 29 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S4. AGENTI ANABOLIZZANTI : STEROIDI ANABOLIZZANTI Sono ormoni steroidei (testosterone, nandrolone e ecc.) potenziano la muscolatura e riducono il grasso. Sostanze con azione simile a quella dellormone maschile testosterone, inducono modificazioni tipiche legate alla differenziazione sessuale, in particolare aumentano la massa muscolare e la forza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

30 30 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S4. AGENTI ANABOLIZZANTI : Atleti maggiormente esposti al loro utilizzo: ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO SOLLEVAMENTO PESI GETTO DEL PESO LANCIO DEL DISCO LANCIO DEL MARTELLO BODYBUILDING CALCIO LOTTA LIBERA GLI STEROIDI ANABOLIZZANTI Possono in meno di due anni trasformare un atleta

31 31 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ANABOLIZZANTI Danni allorganismo Perdita delle proprietà meccaniche ed elastiche del tessuto connettivale (tendini), con facilità di rottura Elevato rischio di trombosi e complicanze cardio – vascolari Nelle donne arresto dellaccrescimento corporeo con cambiamento della voce, crescita di peli e riduzione del volume delle mammelle Modificazione dei caratteri sessuali sia nelluomo che nella donna Dipendenza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

32 32 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S5. ORMONI PEPTIDICI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Sono piccole molecole proteiche ottenute con nuove biotecnologie: Il GH GONADOTROPINE: Il GH o ormone della crescita e GONADOTROPINE: hanno lo stesso effetto del testosterone, provocano blocco della crescita delle ossa lunghe, ginecomastia, depressione, atrofia dei testicoli, tumori al fegato LINSULINA: è un ormone prodotto dal pancreas, LINSULINA: è un ormone prodotto dal pancreas, aumenta l'assorbimento degli amminoacidi, stimolando la sintesi proteica, si oppone al catabolismo muscolare facilitando il recupero dellatleta (linsulina preserva la disgregazione muscolare), ripristina le riserve epatiche e muscolari di glicogeno consentendo rapidi recuperi. Può causare ritenzione di liquidi, tossicità epatica, aritmia, anemia emolitica.

33 33 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S5. ORMONI PEPTIDICI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO ERITROPOIETINA (EPO): ERITROPOIETINA (EPO): moderna applicazione della vecchia e pericolosa pratica della emotrasfusione. LEritropoietina è un ormone secreto dal rene e in misura minore dal fegato. E utilizzata per MIGLIORARE LE PRESTAZIONI SPORTIVE, in quanto tendendo ad aumentare i globuli rossi nel sangue migliora gli scambi di ossigeno a livello muscolare con conseguente maggiore RESISTENZA ALLESERCIZIO FISICO Innalzando il numero dei globuli rossi nel sangue, causa lipertensione arteriosa e il suo utilizza aumenta notevolmente i rischi di morte per trombosi (del 400%) e ictus cerebrale. Marion Jones Globuli rossi

34 34 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S6. BETA 2 AGONISTI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Favoriscono la crescita della parte magra del corpo diminuendo quella grassa, sono stati utilizzati in ambito sportivo per aumentare la MASSA e la POTENZA MUSCOLARE (effetto Anabolizzante) Gli effetti collaterali sono stanchezza, insonnia, vertigini, mal di testa, eritemi, orticaria. Alcune conseguenze gravi comprendono: tachicardia, palpitazioni, ipotenisione e infarto del miocardio.

35 35 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S7. AGENTI CON ATTIVITA ANTI - ESTROGENICA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Servono a sopprimere gli effetti collaterali dellassunzione di anabolizzanti. Inibitori dell aromatasi, inclusi: anastrozolo, letrozolo, exemestasano, amminoglutetimmide, formestasano, testolattone; ma non limitante ad essi. Modulatori dei recettori estrogeni selettivi (SERM), inclusi: raloxifene, tamoxifene, toremifene, ma non limitati ad essi. Altre sostanze anti - estrogene, incluse: clomifene, ciclofenile, fulvestrant, ma non limitati ad essi.

36 36 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S8. AGENTI MASCHERANTI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO DIURETICI e PROPENECID Sono farmaci che aumentano la diuresi, favoriscono leliminazione di acqua e di sali minerali dal corpo. Hanno quindi la capacità di alterare lescrezione di sostanze proibite e di mascherare la loro presenza nellurina o in altri campioni utilizzati nei controlli antidoping o di modificare i parametri ematologici. Servono a diminuire di peso nelle varie discipline a categoria (pugilato, lotta, arti marziali etc.) POSSONO PROVOCARE: Disidratazione Amenorrea ( malattia caratterizzata dalla mancanza o dalla sospensione del flusso mestruale ) Anemia Squilibrio elettrolitico Osteoporosi Pancreatite Eccessiva perdita di potassio (Arresto cardiaco) Ipotensione che può portare a collasso

37 37 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice S9. GLUCOCORTICOSTEROIDI: CORTISOLO/ONE e loro derivati EFFETTI POSITIVI TERAPEUTICI O PRIMARI trattamento del dolore acuto, anti-infiammatori I glucocorticosteroidi comprendono sostanze generate dallorganismo umano e prodotti sintetici con un vasto spettro dazione. Dal 1° gennaio 2004 sono proibiti durante le competizioni di tutte le discipline sportive. Per quanto noto non hanno effetti diretti sulla prestazione fisica. Già nel 1975 la commissione medica del CIO intraprese delle iniziative per limitare luso di glucocorticosteroidi a scopi che esulano da quelli di ordine medico. La loro azione è antinfiammatoria ed analgesica, sono noti come ormoni dello STRESS. Hanno effetto euforizzante e riducono la percezione della fatica. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

38 38 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Un uso prolungato ed ininterrotto di glucocorticosteroidi può portare a DISFUNZIONI METABOLICHE. La somministrazione prolungata specialmente di dosi elevate produce UNATROFIA AI MUSCOLI DEGLI ARTI e una DEPOSIZIONE IRREGOLARE DI TESSUTO ADIPOSO NEL CORPO soprattutto nella zona del busto, dietro il collo e sul viso (faccia da luna). Può insorgere una certa fragilità ossea (osteoporosi) e unIMMUNODEPRESSIONE. Nei bambini la crescita è rallentata. GLUCOCORTICOSTEROIDI Danni allorganismo ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

39 39 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice METODI PROIBITI EMOTRASFUSIONE ILLECITA: doping del sangue L'emotrasfusione consiste nella somministrazione ad un atleta, di sangue, globuli rossi o prodotti affini del sangue. MANIPOLAZIONE FARMACOLOGICA, CHIMICA o FISICA: consiste nelluso di sostanze o metodi che modificano o tentano di modificare lintegrità e la validità dei campioni di urina utilizzati per i controlli antidoping (es. diuretici, cateterizzazione, sostituzione o alterazione dei campioni, linibizione dellescrezione renale etc.) DOPING GENETICO: è un trattamento pensato per combattere la distrofia muscolare e per incrementare la forza muscolare negli anziani, ma potrebbe venir utilizzato illegalmente per creare dei SUPER ATLETI ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

40 40 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice Integratori o prodotti di erboristeria dalla composizione non ben definita (composizione non approvata dal FDA – Food and drug administration/agenzia per gli alimenti e i medicinali), utilizzati spesso per scopi non del tutto leciti da atleti importanti,hanno determinato reazioni positive ai controlli anti-doping. Tra queste sostanze, non esplicitamente proibite, molto diffusi sono gli AMINO ACIDI A CATENA RAMIFICATA e la CREATINA. Queste sostanze vengono consigliate e vendute ad atleti super allenati e a principianti in dosi elevatissime, ben oltre il necessario, per ottenere risultati e incrementi di prestazione non fisiologici…. Le conseguenze sullorganismo sono dannose e ancora sconosciute. PER OTTENERE BUONE PRESTAZIONI SPORTIVE NON ESISTONO FARMACI O ALIMENTI MAGICI MA SONO SUFFICIENTI UN BUON ALLENAMENTO E UNA SANA ALIMENTAZIONE INTEGRATORI E MEDICINE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

41 41 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ALCOL ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO COSÈ LALCOL? Lalcol è una sostanza tossica, potenzialmente cancerogena e capace di indurre dipendenza (alcol-dipendenza) superiore rispetto alle sostanze o droghe illegali più conosciute. I giovani (al di sotto dei 16 anni), le donne e gli anziani sono in genere più vulnerabili agli effetti delle bevande alcoliche a causa di una ridotta capacità dellorganismo a metabolizzare lalcol. Lalcol, pur apportando circa 7 Kcalorie per grammo, non è un nutriente (come le proteine, i carboidrati o i grassi alimentari) e il suo consumo non è utile allorganismo o alle sue funzioni; risulta invece fonte di danno diretto delle cellule di molti organi tra cui i più vulnerabili sono il fegato e il sistema nervoso centrale. Ogni anno sono attribuibili, direttamente o indirettamente, al consumo di alcol: il 10 % di tutte le malattie, il 10 % di tutti i tumori, il 63 % delle cirrosi epatiche, il 41 % degli omicidi ed il 45 % di tutti gli incidenti, il 9% delle invalidità e delle malattie croniche (di lunga durata). In tutta Europa, ogni 4 giovani che muoiono, 1 muore a causa dellalcol, che attualmente rappresenta la prima causa di morte tra i giovani di età compresa tra i 15 ed i 29 anni.

42 42 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO COME AGISCE LALCOL SULLORGANISMO? Lalcol viene assorbito per il 20% dallo stomaco e per il restante 80% dalla prima parte dellintestino. Se lo stomaco è vuoto, lassorbimento è più rapido. Lalcol assorbito passa nel sangue e dal sangue al fegato, che ha il compito di distruggerlo. Finché il fegato non ne ha completato la digestione, lalcol continua a circolare diffondendosi nei vari organi. In alcuni individui, in alcune razze e nelle donne lefficienza di questo sistema è molto ridotta, risultando più vulnerabili agli effetti dellalcol. Circa il 90-98% dellalcol ingerito viene rimosso dal fegato. Il restante 2 % - 10% viene eliminato attraverso lurina, le feci, il respiro, il latte materno, le lacrime, il sudore. La velocità con cui il fegato rimuove lalcol dal sangue varia da individuo a individuo, è circa 1 bicchiere tipo di bevanda alcolica allora.

43 43 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice La quantità di alcol presente nel sangue di una persona che ha bevuto alcolici viene chiamata ALCOLEMIA e può essere misurata con diversi metodi. ALCOL E GUIDA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

44 44 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice I valori dellalcolemia vengono influenzati da diversi fattori: QUANTITATIVO ALCOL ASSUNTO TEMPI DI ASSUNZIONE (quanto e quando) GRADAZIONE DELLA BEVANDA ALCOLICA PESO CORPOREO (le persone magre metabolizzano più lentamente) UOMO – DONNA (le donne metabolizzano lalcol meno rapidamente degli uomini) ASSUNTO A STOMACO PIENO O VUOTO (bere durante i pasti rallenta lassorbimento) TIPO DI BEVANDA ALCOLICA (le bevande gassate accelerano lassorbimento) CONDIZIONI DI SALUTE (persone con malattie acute o croniche metabolizzano lalcol più lentamente) ETA (nei giovani i valori alcolemici sono tendenzialmente più alti) ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

45 45 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO TASSOEFFETTICONSEGUENZE 0,3/°°°Appena euforici Prestazioni leggermente minori specie in persone stanche 0,5/°°° Euforici, diminuzione delle percezioni e delle capacità motorie, influenza sullequilibrio La capacità di guida diminuisce, si hanno i riflessi più lenti di c.a. il 30% 0,8/°°° Perdita di equilibrio, comportamento alterato, diminuisce la capacità di giudizio, il guidatore diventa pericoloso Sorpassi azzardati, velocità eccessiva, difficoltà a tenere la destra, guida zigzagante 1,6/°°° Forte diminuzione delle percezioni, difficoltà nella deambulazione e nel mantenimento della stazione eretta Inidoneità assoluta alla guida, comportamenti irresponsabili e spesso molesti allungamento dei tempi di reazione 3,0/°°° Stato confusionale, eventuale perdita di conoscenza Impossibilità assoluta di mettersi alla guida di un veicolo 4,0/°°° - 4,5/°°° Perdita di conoscenza, rallentamento del ritmo respiratorio, eventuale arresto respiratorio 5,0/°°°Coma etilico, morte

46 46 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Il tasso alcolemico si misura in grammi di alcol per litro di sangue; un tasso alcolemico di 1g/litro indica quindi che in ogni litro di sangue del soggetto e' presente 1 grammo di alcol puro; lo stesso tasso alcolemico può venire espresso anche nella forma 1 per mille) Quanto alcol è presente nelle bevande alcoliche? Il valore massimo di alcolemia alla guida consentito per legge è di 0, 5 grammi di alcol per litro di sangue ( = 0,5 per mille). Valore massimo di alcolemia 0,5 gr. di alcol per litro di sangue

47 47 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO GUIDA E CONSUMO DI BEVANDE ALCOLICHE Secondo il codice della strada (art. 186 e successive modifiche) il limite legale di alcolemia (concentrazione di alcol nel sangue) durante la guida non deve superare 0.5 g/l (0.5 grammi per litro). Con il nuovo decreto legge il conducente può essere sottoposto ad un accertamento da parte delle forze dellordine della quantità di alcol che ha consumato misurandone la quantità nellaria espirata (etilometro). Lo stato di ebbrezza sarà dimostrato qualora il limite legale di 0.5 venga superato in base a due misurazioni consecutive effettuate in un intervallo di 5 minuti. In questi casi scatta la sospensione della patente, una sanzione amministrativa: una multa pari ad un minimo di 258 euro e una sottrazione di 10 punti dalla patente di guida. Prima di mettersi alla guida di un qualunque veicolo, è indispensabile aspettare almeno unora per ogni bicchiere tipo di bevanda alcolica bevuto Punti

48 48 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Lassorbimento di alcol a digiuno è completato nel giro di 10 – 100 minuti: in questo intervallo di tempo si raggiunge la quantità massima nel sangue e quindi il valore massimo di alcolemia o per mille. Per contro, la quantità oraria di alcol eliminata dallorganismo è di circa 0,15 grammi di alcol per litro di sangue, quindi 0,15 per mille per ora.

49 49 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO TASSO 0,5/°°°CALCOLO Peso "netto" x 0,5 / 10 Se donna - 3 Se a stomaco vuoto0 Se durante o dopo un pasto normale+ 4 Se durante un pasto molto abbondante+ 8 Durata della bevuta 2 ore+ 8 Durata della bevuta 3 ore+ 16 TOTALE GR. Tabella per il calcolo immediato: Peso corporeo moltiplicato per 5 diviso 10 (es. 70Kg. X 5 = 350 : 10 = 35 gr.) più le voci seguenti GUIDA SICURA SENZA ALCOL

50 50 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO Lalcol può causare lesioni, denominate patologie organiche alcolcorrelate (PAC) al: sistema nervoso (cervello e nervi) sistema digerente (bocca, esofago, stomaco, fegato, pancreas, intestino) sistema cardiocircolatorio (cuore, arterie e vene) sistema respiratorio (polmoni) apparato genitale feto se consumato in gravidanza. I principali effetti conseguenti all'uso e all'abuso di alcol sono: INTOSSICAZIONE ALCOLICA ACUTA (ubriachezza): gli effetti acuti dell'alcol sul comportamento variano da individuo ad individuo (euforia o apatia, allegria o tristezza, ecc.). Alcuni segni fisici caratteristici sono: volto arrossato, pronuncia indistinta, marcia instabile e difficoltà di coordinazione. Gli effetti acuti dell'alcol sono pericolosi, in quanto l'individuo che li presenta ha un elevato rischio di incidenti (strada, lavoro, domestici), conseguenti all'alterato stato di coscienza e di reattività, nonché il rischio di coma etilico. ALCOLISMO - ALCOLDIPENDENZA: si diagnostica quando l'alcol interferisce con il buon funzionamento della vita di un individuo nell'ambito familiare e o sociale. E' possibile che al mattino si avvertano sintomi di mancanza della sostanza, tremori alle mani e della lingua, crampi, nausea, ansia, irritabilità; questi sintomi scompaiono dopo l'assunzione di bevande alcoliche.

51 51 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO ATTENZIONE: Alcol prima dei 18 anni: i bambini e gli adolescenti, hanno una ridotta capacità di metabolizzare lalcol, sono infatti ben noti gli effetti negativi sul processo di sviluppo Alcol in gravidanza e durante l'allattamento: provoca effetti negativi sul feto e o sul lattante Alcol e lavori pericolosi o di precisione: aumenta il rischio di incidenti sul lavoro Alcol e farmaci: Lalcol etilico interagisce con vari farmaci con effetti diversi: aumento o diminuzione degli effetti dei farmaco, aumento degli effetti collaterali, comparsa di sintomi specifici. Quando si assume un farmaco è necessario chiedere al medico o al farmacista se vi sono controindicazioni al consumo di alcolici: farmaci sedativi e tranquillanti: anche piccole quantità di alcol potenziano l'effetto calmante di questi farmaci con conseguente abbassamento della vigilanza, della coordinazione motoria e della velocità di reazione agli stimoli antibiotici: alcuni antibiotici associati all'alcol riducono la loro azione o producono sintomi come nausea, vomito o vertigini aspirina: l'alcol aumenta la possibilità di produrre danni allo stomaco Alcol e droghe: troppo spesso l'assunzione di alcol avviene insieme a quella di droghe di vario genere. Si pensa infatti che un cocktail di questo genere renda più intensi gli effetti desiderati. Invece no: questi mix aumentano notevolmente gli effetti indesiderati e i rischi per la salute

52 52 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO FARMACO USO TERAPEUTICO DIPENDENZA DURATA EFFETTO METODI DI ASSUNZIONE EFFETTO EFFETTI ALLA GUIDA EFFETTI ASTINENZA OVERDOSE FISICAPSICHICATOLLERANZAORE NARCOTICI Oppio (analgesico/antidiarroico/ antitosse/anestetico) ElevataSI 3 - 6Orale - Fumo Euforia Senso di ubriachezza Analgesico Calmante Sonnolenza Riduzione del livello di attenzione Rallentamento dei riflessi difficoltà a riconoscere gli oggetti scuri di sera Lacrimazione Tremori Sbadigli Dolori muscolari Sudorazione Diarrea Vomito Midriasi Tachicardia Ipertensione Secrezione nasale Agitazione Dispnea Cianosi Miosi Coma Morfina (analgesico/antidiarroico) SI Endovena Intramuscolo Fumo Eroina (non presente nella farmacoterapia) SI Si3 - 6 Endovena Inalata Codeina (analgesico/antitosse) ModerataSI 3 - 6Orale Metadone (analgesico/sostanza eroina) Elevata SI Endovena Intramuscolo Orale STIMOLANTI Cocaina (non presente nella farmacoterapia) NOElevataSI3 - 6 Endovena Inalata Aumento prestazioni fisiche Diminuzione appetito e fatica Senso di euforia e di eccitazione (viaggiare a velocità sostenuta) Difficoltà di valutare le distanze) Colpo di sonno Apatia Sonnolenza Depressione Irritabilità Agitazione ipertermia Allucinazioni Convulsioni Anfetamina (antisonno/antifatica/antid epressivo/anoressizzante) NOSINO1 - 14Orale

53 53 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO FARMACO USO TERAPEUTICO DIPENDENZA DURATA EFFETTO METODI DI ASSUNZIONE EFFETTO EFFETTI ALLA GUIDA EFFETTI ASTINENZA OVERDOSE FISICAPSICHICATOLLERANZAORE DEPRESSORI Barbiturici (anestetici psicoinducenti anticonvulsivanti depressivi del sistema nervoso centrale) ElevataSI Orale Endovena Intramuscolo Euforia Senso di ubriachezza Analgesico Calmante Sonnolenza Riduzione del livello di attenzione Riflessi rallentati Perdita di coordinaz. della muscolatura volontaria (ubriaco) Ansia Insonnia Vertigini Nausea Convolsioni Delirio Torpore Sonno Coma Arresto Cardio Respiratorio Benzodiazepine (ansiolitici anestetici miorilassanti anticonvulsivi) Moderata SI4 - 8 Orale intramuscolo Rallentamento dellattività psico fisica e mentale EFFETTO ANSIOLITICO Sonnolenza Riduzione del livello di attenzione Riflessi rallentati Insonnia Ansia Panico Tachicardia Ipertensione Tremori Convulsioni Psicosi Torpore Astenia Coma Acool (analgesico antidiarroico) Elevata SI 4 ore o più giorni Orale Euforia Ebrezza Ubriachezza Coma Morte Sottovalutare situazioni di pericolo Riduzione del campo visivo Abbagliamento Tempi di reazione rallentati Sonnolenza Ipotensione Ipotermia Depressione respiratoria Coma Stato ansioso Delirio Convulsioni Allucinazioni

54 54 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO FARMACO USO TERAPEUTICO DIPENDENZA DURATA EFFETTO METODI DI ASSUNZIONE EFFETTO EFFETTI ALLA GUIDA EFFETTI ASTINENZA OVERDOSE FISICAPSICHICATOLLERANZAORE CANNABINOIDI – CANAPA INDIANA Marijuana (non presente nella farmacoterapia) NOPossibile Non ancora definita Orale - Fumo Azione Euforizzante Allucinogena seguita da stati di profondo malessere fisico e psichico deficit della memoria Percezioni sensoriali alterate Calo concentraz. Modificazioni orientamento spazio-tempo Pallore Sudori freddi Capogiri Nausea senso di panico RARA Possono presentarsi gravi danni allapparato respiratorio Hashish (non presente nella farmacoterapia) Olio di Hashish THC (non presente nella farmacoterapia) ALLUCINOGENI Psicocibina (non presente nella farmacoterapia) NOPossibile VariabileOrale Dilatiazione delle pupille Immagini distorte AllucinazioniFreddo Nausea distrazione del campo visivo Modificazione della percezione dei colori Allucinazioni con alterazione e distorsione delle percezioni di distanze e profondità di campo COLPO DI SONNO Episodiche Non sono note overdose da allucinogeni mitriasi Secchezza della bocca Tremori L S D (non presente nella farmacoterapia) NOPossibile Variabile Orale Endovena Mescalina (antisonno antifatica antidepressivo anoressizzante) NOPossibile Variabile Orale Endovena

55 55 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO OLTRE AI PROBLEMI LEGATI ALLA SALUTE ED AL COMPORTAMENTO DEI SOGGETTI CHE SI DROGANO, E STATO DIMOSTRATO DA NUMEROSI STUDI EPIDEMIOLOGICI CHE LASSUNZIONE DI SOSTANZE DA PARTE DI CONDUCENTI DI VEICOLI, SPECIE SE ACCOMPAGNATO DA CONSUMO DI ALCOL, COMPORTA UN AUMENTO NOTEVOLE DI RISCHIO DI INCIDENTE STRADALE GRAVE O MORTALE STOP AL FUMO STOP ALLE DROGHE STOP ALLE DROGHE STOP ALLALCOL

56 56 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO

57 57 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO PER CONCLUDERE PER CONCLUDERE Non assumere alcol, stupefacenti o qualsiasi altro tipo di droga prima di metterti alla guida, fermati se hai sonno o sei stanco anche se sei quasi arrivato a destinazione. Presta particolare attenzione alle norme del Codice della Strada, nel più profondo rispetto di te stesso e soprattutto degli altri. Ricordati sempre: La vita è unica e non ha prezzo. PROTEGGILA !!


Scaricare ppt "1 Per contrastare questo fenomeno occorre: Pevenirlo alla radice ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EUROPA UNITA di CHIVASSO DROGHE PREVENZIONE DEL RISCHIO."

Presentazioni simili


Annunci Google