La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La validazione dellistruzione e della formazione non formali e informali : le iniziative dellUnione Europea 29 Settembre 2006 Martina Ní Cheallaigh, DG.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La validazione dellistruzione e della formazione non formali e informali : le iniziative dellUnione Europea 29 Settembre 2006 Martina Ní Cheallaigh, DG."— Transcript della presentazione:

1 La validazione dellistruzione e della formazione non formali e informali : le iniziative dellUnione Europea 29 Settembre 2006 Martina Ní Cheallaigh, DG EAC

2 La dichiarazione di Copenaghen (30 novembre 2002) volta a promuovere il rafforzamento della cooperazione europea in materia dinsegnamento e di formazione professionali ha riconosciuto « che era necessario accordare la priorità allelaborazione di una serie di principi comuni inerenti la validazione dellistruzione e della formazione non formali e informali nellottica di garantire una più ampia compatibilità tra gli approcci adottati in diversi paesi e a diversi livelli »

3 La validazione dellistruzione e della formazione non formali e informali Perché? Chiave per lapprendimento nel corso di tutta la vita – lobiettivo è quello di fare emergere e valorizzare lintera gamma delle conoscenze e delle competenze di un soggetto, qualunque sia il luogo e il metodo della loro acquisizione. Attesta le esperienze di un soggetto e le mette in evidenza. Non si concretizza con un certificato o un diploma formale, ma può servire come base per tale riconoscimento formale. oppure La validazione è basata sulla valutazione dellacquis di un soggetto e può concretizzarsi con un certificato. Si effettuano nellambito e al di fuori dellistruzione e della formazione formali, sul posto di lavoro e nella società civile.

4 Cambio di direzione nelle politiche di istruzione e formazione INPUT + durata + tipologia (FI, FC …) + luogo + programma + istituto Risultati dellapprendimento Ciò che ci si attende da un soggetto al termine di unesperienza di apprendimento: ciò che sa, ciò che sa fare… Verso Trasparenza Comparabilità Qualità Responsabilità

5 Principi europei comuni per lidentificazione e la validazione dellistruzione e della formazione non formali e informali (2004) diritti individuali – validazione facoltativa ma parità di accesso e di trattamento di ciascun individuo obbligo delle parti in causa di definire sistemi o approcci affidabilità e fiducia: procedure e criteri equi, trasparenti e giustificati credibilità e legittimità: sistemi/approcci che rispettino gli interessi legittimi delle parti interessate, processo di valutazione imparziale

6 Initiatives soutenues par le Conseil Inventario europeo sullidentificazione e la validazione dellistruzione e della formazione non formali e informali per sostenere gli scambi di esperienze e lapprendimento reciproco. Tutti i paesi membri dellUE stanno sviluppando un sistema e alcune Procedure per la validazione Inventario disponibile su: Iniziative sostenute dal Consiglio

7 Mettere a punto e sostenere mezzi coerenti e comparabili per presentare i risultati dellidentificazione e della validazione dellistruzione e della formazione non formali e informali a livello europeo. Esaminare il modo in cui gli strumenti impiegati in ambito Europass per la trasparenza delle qualifiche e delle competenze possono apportare un contributo a tal fine; Esaminare in quale modo i principi europei comuni potrebbero –Rinforzare i lavori in corso circa il trasferimento e cumulo di crediti, lassicurazione della qualità e lorientamento e, in modo generale, –Contribuire allimplementazione del quadro europeo delle certificazioni. Iniziative sostenute dal Consiglio

8 Il quadro europeo delle certificazioni - CEC (EQF) Raccomandazione sul CEC approvata dalla Commissione 5 settembre 2006; Basata su una consultazione in Europa nel 2005; Decisione del Consiglio e del Parlamento attesa per la primavera 2007 Basato sui risultati dellapprendimento, facilita la validazione delle esperienze non formali e informali

9 Il CEC si appoggia sui risultati dellapprendimento CEC Risultati dellapprendimento Apprendimento non formale Apprendimento formale Apprendimento informale

10 Gli otto livelli e le varie dimensioni Ciascun livello di riferimento Conoscenza Know-how Competenze

11 CEC : elementi chiave 8 livelli Sistemi di crediti (ECTS, ECVET)

12 ECVET: prospettiva formazione lungo tutta la vita (LLL) & risultati degli apprendimenti Percorso LLL KSC 1 capitale informale 1 : knowledge, skills, competences Formale Non formale Formale

13 Percorsi ECVET & LLL verso la qualifica Combinazione dei vari contesti Al lavoro Esperienza della vita Contesto di apprendimento accademico formale

14 Percorsi ECVET & LLL verso la qualifica Combinazione dei vari contesti Al lavoro Esperienza della vita Contesto di apprendimento accademico formale Qualifica

15 Percorsi ECVET & LLL verso la qualifica Oppure: combinazione di quanto sopra Apprendimento sul posto di lavoro Esperienze di apprendimento nel quotidiano Contesto di apprendimento accademico

16 I punti che sembrano non porre problemi La costruzione delle certificazioni sulla base dei risultati dellapprendimento è ampiamente praticata Le certificazioni sono da tempo costruite con i rami e settori professionali e i partner sociali

17 Perché è importante per il settore edile ? Ledilizia è: Un settore ampio e vario (costruzione, restauro, ingegneria) Trasversale Problemi da risolvere sul posto di lavoro Cambiamento costante – materiali, attrezzi, ambiente, ecc. Contratti precari e atipici Lunga tradizione di apprendimento con stage sul lavoro

18 Esempio tipico di un settore che richiede una formazione per tutto il corso della vita Ledilizia – un settore che richiede flessibilità Gli operai operano in svariati cantieri, devono risolvere problemi e sfide quotidiane I quadri devono coordinare, comunicare, lavorare in squadra Il subappalto aumenta Alto tasso di soggetti con elevato livello di qualifica

19 Aggiornamento puntuale delle competenze Sicurezza e salute Specializzazioni Management (avanzamento di carriera) Per la mobilità

20 Gruppi svantaggiati nel settore Soggetti con basso livello formativo Soggetti in età avanzata : necessità di un lavoro meno faticoso Immigrati Soggetti senza contratti fissi

21 I progetti Leonardo da Vinci e FSE Ledilizia è ben rappresentata Spesso con progetti che sostengono lapprendimento non formale o informale Talvolta sulla validazione delle esperienze acquisite Moduli di formazione sviluppati per gli operai e sovente i quadri (es. nelle PMI)

22 I progetti tipo Leonardo da Vinci e FSE Moduli di formazione che utilizzano le TIC (Tecnologie dellInformazione e della Comunicazione) Restauro di edifici Sicurezza e salute Sensibilizzazione in materia di ambiente Immigrati. Corsi di lingua, ecc. Riconoscimento delle loro qualifiche Formazione per soggetti livelli inferiori


Scaricare ppt "La validazione dellistruzione e della formazione non formali e informali : le iniziative dellUnione Europea 29 Settembre 2006 Martina Ní Cheallaigh, DG."

Presentazioni simili


Annunci Google