La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INCONTRI CONSORZIO ABACO AREZZO FORMAZIONE 2^ INCONTRO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INCONTRI CONSORZIO ABACO AREZZO FORMAZIONE 2^ INCONTRO."— Transcript della presentazione:

1 INCONTRI CONSORZIO ABACO AREZZO FORMAZIONE 2^ INCONTRO

2 AZIONE 4 - PROGETTO PROVINCIALE di ORIENTAMENTO Attività di informazione sullofferta formativa locale (Istituti Superiori della Provincia di Arezzo) CONSORZIO AREZZO FORMAZIONE ABACO OBIETTIVO GENERALE Informazioni e orientamento sullOfferta formativa locale al fine della scelta consapevole degli alunni della Scuola secondaria di primo grado analizzando: competenze, contenuti e finalità

3 AZIONE 4 - fase A CONSORZIO AREZZO FORMAZIONE ABACO Il lavoro tiene conto delle indicazioni contenute nella normativa riguardante linnalzamento dellobbligo di istruzione, disposto con la legge 296/2006 e relativo regolamento, approvato con D.M. 139 del 22 agosto Lorizzonte delle fonti normative di riferimento comprende anche il documento relativo alle competenze chiave europee (Parlamento Europeo e del Consiglio, 18 dicembre 2006)

4 AZIONE 4 - fase A CONSORZIO AREZZO FORMAZIONE ABACO Piano di lavoro, finalizzato ad accompagnare le scuole nel percorso di elaborazione delle conoscenze della cultura scientifica e della cultura umanistica, che possono diventare riferimento per la programmazione didattica del biennio dellobbligo, a partire dalle competenze e conoscenze contenute nel D.M. 139 del 22 agosto 2007

5 AZIONE 4 - fase A CONSORZIO AREZZO FORMAZIONE ABACO Descrizione specifica dellazione Poiché la normativa imposta il quadro generale di riferimento, senza però descrivere direttamente il piano operativo, la finalità del nostro lavoro di ricerca ha inteso verificare come le indicazioni ministeriali possano impattare nella vita degli istituti, la logica ispiratrice è stata, quindi, quella di partire dalle situazioni reali e dalloperatività e non dai modelli, prefigurando un percorso allinterno dellobbligo di istruzione di almeno 10 anni sui banchi di scuola.

6 AZIONE 4 - fase A Corretto orientamento con lo scopo di evitare dispersione e insuccesso scolastico degli alunni spesso derivato da scelte lontane dalle loro attitudini e desideri

7 AZIONE 4 - fase A Si invitano, quindi, le scuole di secondo grado ad elaborare un elenco di competenze ed attitudini specifiche necessarie al successo scolastico dellalunno nel biennio dellobbligo. Si invitano le scuole di primo grado al confronto sugli opportuni strumenti in uso per aiutare e guidare il ragazzo ad una consapevole autovalutazione delle attitudini e aspirazioni

8 Proposta di scheda di autovalutazione dellalunno per valorizzare gli incontri previsti nelle fasi B PROGRESSI DELL ALUNNO/A Grado di accettazione dellesperienza scolastica Grado di attenzione durante la lezione Materie che preferisci Materie dove hai migliori risultati Come studi (metodo di studio) Quali occupazioni future vorresti svolgere Hai fatto progressi nel corso del triennio Preferisci le attività di laboratorio o teoriche Indica alcune qualità Cosa pensi del rapporto con i professori e compagni

9 IPOTESI: ULTIMA ALTERNATIVA Prendere in considerazione anche lipotesi di uscita, anche per un periodo, dal percorso scolastico per intraprenderne uno di formazione per coloro che hanno assolto lobbligo e non intendono proseguire, al momento, con il canale dellistruzione.

10 Azioni B e C Definizione calendario incontri Lezioni e laboratori School day Sportelli famiglie

11 Fasi di attuazione: Gli insegnanti, facendo tesoro delle esperienze già condotte negli ultimi anni, allinterno dei Corsi di Formazione Professionale e dei Percorsi Integrati hanno provato ad affrontare il compito attivo di riorganizzazione e progettazione dei curricoli intorno ai 4 assi culturali ed alle competenze chiave per la cittadinanza attiva. AZIONE 4- fase B CONSORZIO AREZZO FORMAZIONE ABACO

12 Competenze chiave comunicazione nella madre lingua; comunicazione nelle lingue straniere; competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia; competenza digitale; imparare ad imparare; competenze sociali e civiche; spirito diniziativa e imprenditorialità; consapevolezza ed espressione culturale.

13 I 4 assi culturali Dall Art. 1, comma 622, Legge 296/2006, istruzione impartita per 10 anni Dal D.M. 139 del 22 agosto 2007, Linee guida Obbligo di Istruzione 1.Asse dei linguaggi 2.Asse matematico 3.Asse scientifico-tecnologico 4.Asse storico-sociale

14 LAsse dei linguaggi Competenze di base a conclusione dell obbligo di istruzione Padronanza della lingua italiana: · Padroneggiare gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire linterazione comunicativa verbale in vari contesti; · Leggere, comprendere ed interpretare testi scritti di vario tipo; · Produrre testi di vario tipo in relazione ai differenti scopi comunicativi Utilizzare una lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi Utilizzare gli strumenti fondamentali per una fruizione consapevole del patrimonio artistico e letterario Utilizzare e produrre testi multimediali

15 LAsse matematico Competenze di base a conclusione dell obbligo dellistruzione Utilizzare le tecniche e le procedure del calcolo aritmetico ed algebrico, rappresentandole anche sotto forma grafica Confrontare ed analizzare figure geometriche, individuando invarianti e relazioni. Individuare le strategie appropriate per la soluzione di problemi Analizzare dati e interpretarli sviluppando deduzioni e ragionamenti sugli stessi anche con lausilio di rappresentazioni grafiche, usando consapevolmente gli strumenti di calcolo e le potenzialità offerte da applicazioni specifiche di tipo informatico

16 Lasse scientifico-tecnologico Competenze di base a conclusione dell obbligo di istruzione Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e di complessità Analizzare qualitativamente e quantitativamente fenomeni legati alle trasformazioni di energia a partire dallesperienza Essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui vengono applicate

17 LAsse storico sociale Competenze di base a conclusione dellobbligo di istruzione Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici in una dimensione diacronica attraverso il confronto fra epoche e in una dimensione sincronica attraverso il confronto fra aree geografiche e culturali. Collocare lesperienza personale in un sistema di regole fondato sul reciproco riconoscimento dei diritti garantiti dalla Costituzione, a tutela della persona, della collettività e dellambiente Riconoscere le caratteristiche essenziali del sistema socio economico per orientarsi nel tessuto produttivo del proprio territorio.

18 VALUTAZIONE DEGLI OBIETTIVI DISCIPLINARI CONSEGUITI Per i contenuti e gli obiettivi disciplinari, come pure per i criteri di misurazione e di valutazione adottati dallIstituto, si fa riferimento ai Piani di Studio Personalizzati e al POF. Per le abilità specifiche si può fare riferimento ai Portfolio disciplinari proposti dallAtlas. Livello degli obiettivi disciplinari acquisiti sulla base delle prove scolastiche di verifica.

19 ORIENTAMENTO? 1. Attitudini emerse: analisi dei Docenti 2. Valutazioni dellAlunno/a 3. Autovalutazione / Valutazioni dei Familiari

20 Informazione Consorzio Arezzo Formazione ABACO Rappresentante legale: Prof. Alessandro Artini Direttore Tecnico: Prof. Matteo Martelli Sedi: Le scuole consorziate del territorio aretino Referenti del progetto: Prof. Carlo Bianchi Prof.ssa Immacolata Graziani Sede Abaco:


Scaricare ppt "INCONTRI CONSORZIO ABACO AREZZO FORMAZIONE 2^ INCONTRO."

Presentazioni simili


Annunci Google