La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ILLECITO INTERNAZIONALE Diritti umani e diritto umanitario nei conflitti armati Alessandra Annoni Università Magna Graecia Catanzaro

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ILLECITO INTERNAZIONALE Diritti umani e diritto umanitario nei conflitti armati Alessandra Annoni Università Magna Graecia Catanzaro"— Transcript della presentazione:

1 ILLECITO INTERNAZIONALE Diritti umani e diritto umanitario nei conflitti armati Alessandra Annoni Università Magna Graecia Catanzaro

2 Tipologia di norme internazionali Norme primarie Norme primarie Definiscono il contenuto dellobbligo Norme secondarie Norme secondarie Regolano lattribuzione e le conseguenze dellillecito Norme terziarie Norme terziarie Definiscono i meccanismi e le procedure per comporre le controversie internazionali 2

3 Norme secondarie Responsabilità individui Responsabilità ente Progetto di articoli sulla responsabilità degli Stati (2001) Progetto di articoli sulla responsabilità degli Stati (2001) Progetto di articoli sulla responsabilità delle Organizzazioni internazionali (2011) Progetto di articoli sulla responsabilità delle Organizzazioni internazionali (2011) Altri enti? Altri enti? 3

4 Sommario Elemento oggettivo dellillecito Elemento oggettivo dellillecito Elemento soggettivo dellillecito Elemento soggettivo dellillecito Illecito plurisoggettivo Illecito plurisoggettivo Circostanze escludenti lillecito Circostanze escludenti lillecito Conseguenze dellillecito Conseguenze dellillecito Contromisure Contromisure Regime aggravato della responsabilità Regime aggravato della responsabilità Neutralità Neutralità 4

5 Elemento oggettivo Violazione di un obbligo primario Violazione di un obbligo primario Illecito commissivo Illecito commissivo Illecito omissivo (es. violazione obbligo di prevenire il genocidio – CIG, sent. Bosnia v. Serbia 2007) Illecito omissivo (es. violazione obbligo di prevenire il genocidio – CIG, sent. Bosnia v. Serbia 2007) Due diligence! Due diligence! n.b. Qualsiasi violazione norme DIU, non solo quelle che costituiscono crimini di guerra! 5

6 Elemento soggettivo Regole sullattribuzione dellillecito allo Stato/ente 1. Lautore dellillecito è un organo dello Stato (art. 4 Progetto 01) es. un soldato, milizie irregolari istituzionalmente inserite nella fila dello Stato belligerante, vertici politici dello Stato N.B. Lo Stato risponde della condotta dei propri organi anche quando non sono legittimi combattenti (es. sono civili, sono combattenti che non si distinguono, sono mercenari o spie) 6

7 Elemento soggettivo Nicaragua Test Controllo/istruzione sulla singola attività illecita ICJ, Case Concerning Military and Paramilitary Activities in and Against Nicaragua (Merits), 27 June 1986 Tadic Test Controllo globale ICTY, Appeals Chamber, Tadić, 15 July 1999 (Case no. IT-94-1-A) Lautore dellillecito è un non-State actor che ha posto in essere la condotta illecita su istruzione o sotto il controllo dello Stato/ente Organo di fatto ICJ, Case Concerning the Application of the Convention on the Prevention and Punishment of the Crime of Genocide Bosnia and Herzegovina v. Serbia and Montenegro), 26 Feb

8 Elemento soggettivo 3. Lautore dellillecito è un soggetto privato o ente che esercita funzioni pubblicistiche che gli sono state affidate con legge dallo Stato (art. 5 Progetto 01) - corsaro - movimenti di resistenza (CLNAI, d.l.lg. 28 febbraio 1945, n. 73) 8

9 Elemento soggettivo CONTRACTORS? 7. Although entering into contractual relations does not in itself engage the responsibility of Contracting States, the latter are responsible for violations of international humanitarian law, human rights law, or other rules of international law committed by PMSCs or their personnel where such violations are attributable to the Contracting State, consistent with customary international law, in particular if they are: a) incorporated by the State into its regular armed forces in accordance with its domestic legislation; b) members of organised armed forces, groups or units under a command responsible to the State; c) empowered to exercise elements of governmental authority if they are acting in that capacity (i.e. are formally authorised by law or regulation to carry out functions normally conducted by organs of the State); or d) in fact acting on the instructions of the State (i.e. the State has specifically instructed the private actors conduct) or under its direction or control (i.e. actual exercise of effective control by the State over a private actors conduct). Montreaux Document, 6/10/2008, 17 Stati 9

10 Elemento soggettivo Art. 6 Progetto 01 – The conduct of an organ placed at the disposal of a State by another State shall be considered an act of the former State under international law if the organ is acting in the exercise of elements of the governmental authority of the State at whose disposal it is placed. Art. 7 Progetto 11 The conduct of an organ of a State or an organ or agent of an international organization that is placed at the disposal of another international organization shall be considered under international law an act of the latter organization if the organization exercises effective control over that conduct Organo messo a disposizione di un altro Stato/ente Caschi blu? Caso NUHANOVIC v. Olanda

11 Elemento soggettivo 5. Lo Stato risponde della condotta di coloro che esercitano poteri di governo per colmare un vuoto di autorità 1. levée en masse 2. signori della guerra in Somalia 3. governo di fatto in territorio occupato 11

12 Elemento soggettivo 6. Lo Stato risponde della condotta degli insorti, se questi divengono il governo effettivo dello Stato (art. 10 Progetto 01) - Rivoluzione - Secessione - Processo di autodeterminazione 12

13 Elemento soggettivo 7. Lo Stato risponde della condotta di privati, se la ha fatta propria (art. 11 Progetto 01) – responsabilità indiretta - Studenti islamici a Tehran 13

14 Elemento soggettivo 8. Stato fantoccio? - manca nel Progetto una regola applicabile - eppure nella prassi la condotta del fantoccio è attribuita in toto alloccupante, purché il fantoccio non goda di fatto di alcuna indipendenza - Repubblica turco-cipriota - Republika Sprska? (secondo CIG no) - RSI? 14

15 Elemento soggettivo Lo Stato risponde della condotta dei propri organi, degli organi prestati, dei privati che svolgono funzioni pubblicistiche, anche quando questi hanno agito contravvenendo alle istruzioni ricevute (art. 7 Progetto 01) 15

16 Elemento soggettivo Effetto positivo Lo Stato/OI risponde degli illeciti posti in essere nella sua sfera di giurisdizione, indipendentemente da possibilità di attribuire lillecito direttamente o indirettamente allo Stato/OI sulla base delle regole già esposte, se è venuto meno al proprio obbligo positivo di garanzia - CIG, Serbia v. Bosnia, Missioni autorizzate ONU Effetto negativo Lo Stato non risponde delle violazioni poste in essere dai propri organi al di fuori del suo ambito di giurisdizione (es. norme sulloccupazione, norme sulla tutela dei diritti umani) - Corte EDU, Bankovic, Giurisdizione

17 Illecito plurisoggettivo Guerra di coalizione 1. Ciascuno risponde degli illeciti ad esso attribuibili 2. Ciascuno risponde degli illeciti posti in essere della sfera della propria giurisdizione 3. Ciascuno può rispondere della condotta illecita di un altro belligerante a titolo di complicità (art. 16 Progetto 01) 17

18 Circostanze escludenti lillecito Stato di necessità Stato di necessità (Art. 25) – per tutelare un interesse essenziale dello Stato contro un pericolo grave e imminente Distress Distress (Art. 24) the author has no other reasonable way, in a situation of distress, of saving the authors life or the lives of other persons entrusted to the authors care. Ma la necessità è già presa in considerazione dalle norme primarie di DIU e DU! 18

19 Conseguenze dellillecito Obbligo di riparazione 1. Obbligo di cessazione 2. Restitutio in integrum 3. Risarcimento del danno 4. Soddisfazione (scuse ufficiali, omaggio alla bandiera, punizione dellautore) 19

20 Contromisure Comportamento di per sé illecito, che diviene lecito perché assunto in risposta ad un precedente illecito Espressione di un ordinamento anorganico, incentrato sul principio di reciprocità Vale anche per rappresaglie di guerra? 20

21 Contromisure - Non vi è un divieto assoluto di porre in essere rappresaglie di guerra (proposta Polacca bocciata) - Rappresaglie vietate 1. Contro beni e persone protette da Titolo II (hors de combat) – Art. 20 I Prot Contro civili (art. 51, par. 6, I Prot. 77), incrementa protezione art. 33, par. 3, IV CG, che vietava rappresaglie solo nei territori occupati 21

22 Contromisure - Rappresaglie vietate 3. Contro beni indispensabili a sopravvivenza civili (Art. 54, par. 4, I Prot. 77) 4. Contro beni culturali e luoghi di culto (art. 53 I Prot. 77) 5. Contro lambiente (art. 55, par. 2, I Prot. 77) 6. Contro opere e installazioni contenenti forze pericolose (art. 56, par. 4, I Prot. 77) 7. Contro PoWs (art. 13, par. 3, III CG) 8. Mine antiuomo, armi chimiche, cluster munitions 22

23 Contromisure Diritto consuetudinario? ICTY, Sent. Kupreskic, MA Riserve UK – fanno salva reprisal in kind 23

24 Responsabilità aggravata Violazione grave o sistematica di norme di ius cogens determina un regime aggravato di responsabilità Obbligo di cooperare per porre fine ad illecito Obbligo di cooperare per porre fine ad illecito Divieto di riconoscere la situazione illecita Divieto di riconoscere la situazione illecita Obbligo di non fornire assistenza allo Stato/Ente autore dellillecito Obbligo di non fornire assistenza allo Stato/Ente autore dellillecito ICJ, Parere sul muro,

25 Neutralità - obblighi astensione - obblighi prevenzione - obblighi prevenzione - obbligo imparzialità - obbligo imparzialità - Diritto al rispetto del proprio spazio aereo e del proprio territorio - Tutela dei diritti propri cittadini e loro beni 25 Posizione dello Stato neutrale

26 Neutralità Diritto internazionale contemporaneo 1. La neutralità è sopravvissuta alla Carta delle Nazioni Unite (CIG, parere armi nucleari 1996) 2. La Carta e le decisioni del CdS possono modificare il regime di neutralità (manuale tedesco, par Misure ex art. 41 Carta ONU – prevalgono! 2. Operazioni peace-keeping/peace-enforcement – obbligo di cooperazione, divieto di assistere il destinatario 26

27 Neutralità Diritto internazionale contemporaneo 3. CdS si limita a indicare uno dei contendenti come aggressore – Stati terzi possono rimanere neutrali, ma possono anche adottare misure discriminatorie nei confronti dellaggressore 4. CdS non si pronuncia – Stati terzi possono agire in legittima difesa collettiva o rimanere neutrali Non belligeranza Assumere un atteggiamento discrimi- natorio nei confronti di uno dei belli- geranti pur non partecipando alle ostilità (art. 2, lett. c) I Protocollo) 27


Scaricare ppt "ILLECITO INTERNAZIONALE Diritti umani e diritto umanitario nei conflitti armati Alessandra Annoni Università Magna Graecia Catanzaro"

Presentazioni simili


Annunci Google