La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il destino delle nazioni dipende dal modo in cui esse si cibano Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto ?

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il destino delle nazioni dipende dal modo in cui esse si cibano Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto ?"— Transcript della presentazione:

1 Il destino delle nazioni dipende dal modo in cui esse si cibano Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto ?

2 NUTRIZIONE = Scienza che studia il rapporto tra dieta e stato di salute o malattia.

3 - Nel 475 a.C. Anassagora sosteneva che nel cibo esistono dei principi che vengono assorbiti dal corpo umano e usati come componenti generativi ( una prima intuizione dellesistenza dei principi nutritivi) -Nel 400 a.C. Ippocrate diceva Lascia che il tuo cibo sia la tua medicina, e la medicina sia il tuo cibo

4 -Nel 1747 il medico inglese James Lind condusse il primo esperimento di nutrizione, scoprendo che il succo d limone era in grado di far guarire dallo scorbuto. Solo negli anni 1930 si scoprì che questa proprietà era dovuta alla vitamina C. Dr. JAMES LIND 1747

5 Principi di nutrizione: Glucidi, lipidi, proteine, necessari per fornire energia per il mantenimento delle funzioni vitali e per le attività corporee Proteine, necessarie per fornire materiale plastico per la crescita, il rimodellamento e la riparazione dei tessuti Minerali e vitamine necessari per fornire materiale regolatore delle reazioni metaboliche

6 I principi nutritivi vengono classificati in

7 Macrocontenuti : Carboidrati, o glucidi : fonte di energia principale (alimenti farinacei, patate, frutta, latte ) Proteine : materiale plastico per la costruzione di tessuti e organi (carne, pesce, latte, uova, legumi) Lipidi : importante fonte di energia (burro, olio, carne, pesce, frutta secca )

8 Microcontenuti Vitamine : necessarie per lo svolgimento del normale metabolismo. Minerali : calcio, fosforo, magnesio, potassio, zinco, cromo.

9 Esistono moltissimi fattori, identificati e non, che contribuiscono allo svilupparsi del cancro : Fumo Infezioni Fattori ormonali Radiazioni Dieta

10 Dieta: L OMS (Organizzazione mondiale della sanità) ritiene che i fattori dietetici possono spiegare il 30% dei casi di cancro nei paesi industrializzati.

11 Una delle diete proposte dai nutrizionisti per la prevenzione del cancro è la Dieta Mediterranea: modello nutrizionale ispirato ai modelli tradizionali dei paesi del bacino del Mar Mediterraneo, in particolare Italia meridionale, Grecia e Spagna.

12 Qual è il modello della dieta mediterranea? Attività fisica e acqua Frutta, legumi, frutta secca, ortaggi Formaggi, yogurt, olio doliva Dolci, uova, pollame, pesce Carne Giornalmente Mensilmente Settimanalmente

13 I LARN (livelli di assunzione raccomandati di energia e nutrienti per la popolazione italiana) hanno indicato quali dovrebbero essere le porzioni medie: Latte,yogurt: 125 grammi Formaggio fresco: 120 grammi Formaggio stagionato: 50 grammi Carne: 100 grammi Pesce: 150 grammi Uova: 50 grammi Legumi freschi: 100 grammi (a crudo) Legumi secchi: 30 grammi (a crudo) Pane: 50 grammi Pasta/riso: 80 grammi ( a crudo) Pasta fresca alluovo: 120 grammi (a crudo) Patate: 200 grammi (a crudo) Insalate: 50 grammi Ortaggi: 250 grammi (a crudo) Frutta: 150 grammi ?

14 Cosa è cambiato nella nostra alimentazione rispetto al passato? Il costo della vita, in termini di calorie, è diminuito a tutti i livelli. Non soltanto per limpiegato sedentario o il dirigente, ma anche per il contadino, ormai facilitato nel lavoro manuale da ogni genere di macchine e ben protetto da indumenti che riducono la dispersine termica e quindi il costo calorico del vivere.

15 Da quando il contadino ha smesso d zappare la terra ed ha potuto fruire dei tanti benefici del progresso tecnologico, quegli stessi alimenti che per secoli gli avevano assicurato la sufficienza calorica si sono dimostrati ipercalorici per il nuovo stile di vita. Cosa è cambiato nella nostra alimentazione rispetto al passato?

16 Le tradizioni alimentari meriterebbero di essere conservate, ma ciò può avvenire solo se si è disposti a recuperare almeno una parte di quella attività fisica che caratterizzava la vita dei nostri nonni.

17 Il modello alimentare della dieta mediterranea: Ma non fa miracoli e per rimanere in salute sarà bene mantenersi in forma con una regolare ATTIVITA FISICA. Favorisce il corretto bilanciamento di entrate caloriche e spese energetiche.

18 Bibliografia: Enciclopedia Wikipedia Yahoo Salute Bortolotti Sara IV D


Scaricare ppt "Il destino delle nazioni dipende dal modo in cui esse si cibano Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto ?"

Presentazioni simili


Annunci Google