La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Regina Elena National Cancer Institute

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Regina Elena National Cancer Institute"— Transcript della presentazione:

1 Regina Elena National Cancer Institute
A leading example of excellence in research and care UN NUOVO PROGETTO CONTRO IL CANCRO L’IMPEGNO DELLA SCIENZA CONTRO IL CANCRO. DALLA RICERCA ALLA CLINICA: I PROGRESSI DELL’I.R.E. Prof. Francesco Cognetti Direttore Scientifico Roma 9, Marzo 2004

2 DIFFERENZA TRA LA SOPRAVVIVENZA A 5 ANNI IN ITALIA E LA CORRISPONDENTE MEDIA EUROPEA

3 EUROCARE 3 Confronto geografico degli andamenti temporali della sopravvivenza relativa a 5 anni,standardizzata per età, per le principali sedi tumorali. Periodo di diagnosi

4 EUROCARE 3 Confronto geografico degli andamenti temporali della sopravvivenza relativa a 5 anni,standardizzata per età, per le principali sedi tumorali. Periodo di diagnosi

5 NUOVI CASI DI TUMORE A LIVELLO MONDIALE NEI PROSSIMI DECENNI
Entro il 2020, venti milioni di nuovi casi (70% in Paesi che avranno accesso a meno del 5% delle risorse disponibili per il controllo della malattia) Il 50% di questi tumori è prevenibile: - infezioni 15% (22% nei paesi in fase di sviluppo) - tabacco 35%

6 ISTITUTI DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO Punti di forza
32 Istituti che perseguono finalità di ricerca nel campo biomedico e per patologie specifiche Ricerca traslazionale: Trasferimento di risultati della ricerca di laboratorio alle applicazioni cliniche Eccellenza diagnostico-terapeutica Istituti pilota per l’avanzamento e l’innovazione terapeutica Formulazione di percorsi innovativi in ambito clinico IRCCS spiegare l’acronimo

7 PROSPETTIVE PER UNA RIORGANIZZAZIONE DEGLI IRCCS
Da Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico a Istituti di Ricerca Biomedica Programmazione degli Istituti in base agli sviluppi della ricerca Rete comprendente anche Istituti senza posti letto (sul modello degli Istituti Max Planck in Germania)? Definizione delle competenze Regionali e Statali

8 Posti letto 6.113 7.295 Personale 16.651 14.372 N° dipendenti
Istituti Privati (16) Istituti Pubblici (16) Posti letto Personale N° dipendenti per posto letto 2, ,97 Impact Factor (anno 2000) per dipendente 0, ,52

9 Istituti Oncologici N° Posti letto 1.587 Dipendenti 5.284
Impact Factor Dipendenti/letto ,3 I.F./dipendente ,6

10 OBIETTIVI Rete di interconnessione tra gli Istituti di
Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Oncologici costituita per iniziativa del Ministero della Salute nell’ aprile 2002 OBIETTIVI Potenziare i risultati sulla missione primaria: la Ricerca Traslazionale Potenziare l’ Interazione e la Collaborazione in ambito di ricerca nazionale ed internazionale Trasferire le conoscenze in Percorsi Informativi , Formativi e di Aggiornamento destinati ad operatori sanitari in un ambito territoriale il più vasto possibile (Distance Long Life Learning)

11 I BENEFICI ATTESI PER IL PAZIENTE
Riduzione della migrazione sanitaria Miglioramento e garanzia di uniformità nella qualità della diagnosi e della cura applicata Facilità di accesso alle strutture in Rete 1

12 PROGETTI ACC COORDINATI DALL’IRE
n. 2 - Progetto AZALEA: biblioteca digitale in oncologia per pazienti, familiari e cittadini. Referente: G. Cognetti n Classificazione molecolare per migliorare la diagnosi, prognosi e cura dei tumori epiteliali (genomica). Referente: A. Sacchi n Progetto globale per la valutazione ed il miglioramento della QoL nei pazienti oncologici a lunga aspettativa di vita. Referenti: P. Pugliese, A. Fabi, A. Pietrangeli, C. Garufi n Network per l’analisi epidemiologica, etiopatogenica ed economico-sanitaria della popolazione con tumore della tiroide e patologia tiroidea d’interesse neoplastico afferente agli IRCCS. Referente: V. Ramazzotti n. – Progetto Giotto

13 LINEE DI RICERCA I.R.E. EPIDEMIOLOGIA, FATTORI DI RISCHIO, ABITUDINI DI VITA E PREVENZIONE TUMORALE INDICATORI MOLECOLARI E BIO-UMORALI UTILI ALLA DIAGNOSI E PROGNOSI DEI TUMORI IMMUNOTERAPIA, VACCINI E TERAPIA GENICA GENETICA E DIAGNOSI PRECOCE DEL CANCRO NUOVI APPROCCI FARMACOLOGICI E CLINICO-TERAPEUTICI ASSISTENZA E RIABILITAZIONE DEL PAZIENTE NEOPLASTICO

14 PRINCIPALI OBIETTIVI DEL PIANO DI AZIONE DELLA DIREZIONE SCIENTIFICA IRE, CTS 25 SETTEMBRE 2001
Potenziamento dell’attività scientifica dell’Istituto, non solo del Dipartimento sperimentale, ma soprattutto di quello clinico Raggiungimento di una piena integrazione tra ricerca di base e clinica Trasferimento dei prodotti della ricerca sperimentale alla clinica Potenziamento dei rapporti convenzionali con le Università per l’attuazione di specifici programmi didattici e di ricerca Consolidamento dei rapporti di collaborazione strutturale con altri Istituti di ricerca, italiani e stranieri, con particolare enfasi a quelli europei e nordamericani Collocazione dell’Istituto come centro di eccellenza delle attività nel settore clinico diagnostico oncologico, a livello territoriale, sia regionale, sia nazionale

15 PUBBLICAZIONI SU RIVISTE RECENSITE DAL 1999 AL 2003
INSERIRE IL NUMERO DI PUBBLICAZIONI L’i.f. TOTALE NORMALIZZATO E MEDIO(DATI 2003 PROVVISORI)

16 ENTI EROGATORI DI PROGETTI DI RICERCA CLINICA E SPERIMENTALE
ENTE N° PROGETTI APPROVATI 2002 PROGETTI COORDINATI IRE 2002 N° PROGETTI APPROVATI 2003 2003 Ministero salute 8 6 5 Ministero salute (Esterni) 14 - 12 Regione Lazio 1 AIRC 15 16 CNR-MIUR 7 ISS 2 Altro 4 Totale 50 34 48 36 REGIONA CALABRIA ,00

17 SPERIMENTAZIONI ATTIVATE E PAZIENTI ARRUOLATI IN STUDI CLINICI NEL 2002 E 2003
TOTALE TRIALS TOTALE PAZIENTI 2002 113 974 2003 148 1296 Da aggiornare

18 STUDI COORDINATI DALL’ISTITUTO REGINA ELENA 2002-2003
16 STUDI ATTIVATI NEL 2002 22 STUDI ATTIVATI NEL 2003

19 NUMERO DI STUDI SPONSORIZZATI PER AZIENDA FARMACEUTICA 2002
Totale: 53 Pierre-Fabre, Prodotti Formenti, Organon, Italfarmaco, Ipsen, Glaxo, Chiron Italia, Eli-Lilly-Aventis Pharma e Abott hanno sponsorizzato 1 studio ciascuno

20 NUMERO DI STUDI SPONSORIZZATI PER AZIENDA FARMACEUTICA 2003
Totale: 70 Bayer, ELAN, KS Biomedix, Phidea, Promefarm, Prodotti Formenti, Pierre-Fabre, Organon, Ipsen, Chiron Italia; Bristol, Abbott hanno sponsorizzato 1 studio ciascuno

21 NUMERO DI STUDI SPONTANEI ATTIVI NEL 2003
Totale: 79

22 BREVETTI I.R.E. “Procedimento per la proliferazione in vitro di cellule terminalmente differenziate…” Inventore: Dott. M. Crescenzo “Procedimento per la produzione in piante di anticorpi ingegnerizzati” Inventori: Dott. P. Galeffi, P. Natali “Vaccini a subunità e procedimenti per la loro produzione” Inventori per IFO: Prof.ssa M.L. Marcante, A. Venuti (collaborazione ENEA-ISS-IFO) “Oligonucleotide treatments and composition for human melanoma” Inventore: Dott.ssa G. Zupi “Osteotomo automatico ad azionamento pneumatico” Inventori: Dott. L. Raus, Dott. F. Caroli

23 Collaborazioni Scientifiche INTERNAZIONALI
Già avviate Tunisia Israele Corea del Sud Di prossima attivazione Brasile Burkina Faso Cina Giordania Iran Libia Nepal Russia Siria Lasciare?

24 OBIETTIVI Favorire lo scambio di esperienze in settori specifici di formazione Incentivare lo scambio di studenti, dottorandi, ricercatori e docenti Organizzare periodi di studio, stages, seminari e workshops bilaterali Stimolare lo scambio di informazioni, documentazione e pubblicazioni scientifiche Questi obbiettivi verranno perseguiti anche mediante la firma di convenzioni, ove appropriato, sotto l’egida della Direzione Generale Relazioni Scientifiche e Culturali del MINISTERO AFFARI ESTERI Lasciare?

25 PROGETTI DI RICERCA ITALIA-USA (accordo bilaterale siglato nell’aprile 2003)
1° ambito di collaborazione Micro-RNA gene for the study of genetic control of oncogenesis: development of a new family of antineoplastic agents 2° ambito di collaborazione Oncoproteomics for early diagnosis and targeted therapy of cancer

26 CLINICAL FELLOWSHIPS SU PROGETTI TRASLAZIONALI
Dott. Andrea ALIMONTI Memorial Sloan Kettering, New York, US c/o Molecular and Developmental biology ( P. Pandolfi, MD) Dott. Emilio BRIA Columbia University, Herbert Irving Cancer Center, New York, US c/o Division of Medical Oncology (R. Gralla, MD) Dott.ssa Serena DI COSIMO Ospedale Vall d’Hebron, Barcellona c/o Laboratori di Ricerca Oncologica (prof. Baselga) Dott.ssa Susanna DI SEGNI Ospedale Mario Negri, Milano c/o Laboratorio di Farmacologia Oncologica (Prof.D’Incalci) Dott.ssa Alessandra FELICI Erasmus University, Rotterdam c/o Laboratorio di Farmacologia (J. Verweij, MD) Dott. Alain GELIBTER Sheba Medical Center, Tel Aviv, Israele c/o lab of molecular biology (Prof. Rechavi,MD) Dott. Michele MILELLA MD Anderson Cencer Center, Houston, Texas c/o Section of Molecular Hematology and Therapy Dott.ssa Simona PINO MD Anderson Cancer Center, Houston, Texas c/o Dipartimento di Gastroenterologia (Abbruzzese MD) Dott. Luca PAOLUZZI NIH, Bethesda, USA c/o Laboratorio di genomica e farmacocinetica (A. Sparreboom, PhD)

27


Scaricare ppt "Regina Elena National Cancer Institute"

Presentazioni simili


Annunci Google