La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LIDENTITA DI GENERE SIGNIFICATI E TRATTAMENTO Linee Guida ONIG: Standard di adeguamento per la riassegnazione del genere C.I.D.I.Ge.M., Torino, 16 marzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LIDENTITA DI GENERE SIGNIFICATI E TRATTAMENTO Linee Guida ONIG: Standard di adeguamento per la riassegnazione del genere C.I.D.I.Ge.M., Torino, 16 marzo."— Transcript della presentazione:

1 LIDENTITA DI GENERE SIGNIFICATI E TRATTAMENTO Linee Guida ONIG: Standard di adeguamento per la riassegnazione del genere C.I.D.I.Ge.M., Torino, 16 marzo 2006 Mariateresa Molo - Ce.R.Ne.

2 Eventi importanti George/Christine Jorgensen 1951 Harry Benjamin: The Transsexual Phenomenon Harry Benjamin International Gender Dysphoria Association: 1979 The Standards of Care for Gender Identity Disorders, Sixth Version, febbraio 2001 Documento originale Revisioni : 1980, 1981, 1990, 1998

3 Standards of Care HBIGDA Linee guida cliniche, stabiliscono i requisiti minimi Mezzo per capire lorientamento degli esperti da parte di interessati, famiglie, istituzioni sociali Adattamento allidentificazione/Psicoterapia per arrivare a stato di benessere Non requisito assoluto Terapia a tre livelli: T.O., R.L.E., R.C.S. Eligibilità ed esser pronti Lavoro in gruppo; importanza del chirurgo

4 In Italia Legge n° aprile 1982 Standard sui percorsi di riattribuzione nel disturbo dellidentità di genere (DIG): 15 giugno 1997 Osservatorio Nazionale sullIdentità di Genere (O.N.I.G.): 1998

5 LEGGE 14 APRILE 1982 n°164 RETTIFICAZIONE DI ATTRIBUZIONE DI SESSO art.1 tale rettificazione è consentita anche in forza di sentenza del tribunale passata in giudicato che attribuisca ad una persona sesso diverso da quello enunciato sullatto di nascita a seguito di intervenute modificazioni dei suoi caratteri sessuali

6 art.2 Quando è necessario, il giudice istruttore dispone con ordinanza lacquisizione di consulenza intesa ad accertare le condizioni psicosessuali dellinteressato art.3 Il tribunale, quando risulta necessario un adeguamento dei caratteri sessuali da realizzare mediante trattamento medico-chirurgico, lo autorizza con sentenza

7 O.N.I.G. Si propone di approfondire la conoscenza di transgenderismo e transessualismo e favorirne la libertà di espressione in tutti i loro aspetti. Si adopera per la definizione di linee guida di intervento medico, chirurgico, psicologico, legale. Mira a realizzare interventi integrati in tutti i processi di adeguamento.

8 Standard sui percorsi di adeguamento nel Disturbo dellIdentità di Genere Premesse: 7 articoli Criteri di intervento divisi in due parti: - Analisi della domanda e valutazione di eligibilità: 5 valutazione di eligibilità: 5 articoli articoli - Iter di adeguamento: 6 articoli Follow-up 3 Considerazioni finali

9 Premesse 1) Sono situazioni esistenziali. 2) Ricchezza di una cultura fondata su differenze individuali e sul principio di non discriminazione. discriminazione. Principio di autodeterminazione e rispetto di Principio di autodeterminazione e rispetto di diritti e libertà altrui. diritti e libertà altrui.

10 3) Costruzione identità è processo precoce e intreccio di fattori biologici e relazionali. Molteplicità di differenze individuali lungo Molteplicità di differenze individuali lungo un continuum fra identità e un continuum fra identità e ruoli maschili e femminili, secondo ruoli maschili e femminili, secondo parametri che variano da cultura a cultura. parametri che variano da cultura a cultura.

11 4) Omogeneità di trattamenti nei vari servizi specialistici, che garantiscano rispetto e benessere dei soggetti e confronto e ricerca fra i professionisti. 5) Essenziale e prioritario un intervento psicologico di elaborazione e psicologico di elaborazione e sostegno nel processo di adeguamento, sostegno nel processo di adeguamento, dati gli effetti irreversibili di T.O. e i dati gli effetti irreversibili di T.O. e i cambiamenti definitivi da R.C.S. cambiamenti definitivi da R.C.S.

12 6) Servizi specialistici interdisciplinari (competenza specifica e qualificata) collegati con servizi territoriali, agenzie sociali, strutture quali Tribunali e Pubblica Amministrazione. 7) Correttezza del rapporto fra operatore e utente, con rispetto operatore e utente, con rispetto dellautodeterminazione del soggetto dellautodeterminazione del soggetto e della libertà professionale delloperatore. e della libertà professionale delloperatore.

13 Criteri di intervento A - Analisi domanda e valutazione eligibilità 1) Analisi domanda del soggetto, indagine personalità e ambiente socio-familiare, e ambiente socio-familiare, per evidenziare motivazioni, per evidenziare motivazioni, aspettative, contesto e verifica di aspettative, contesto e verifica di quanto la domanda si inquadri in quanto la domanda si inquadri in problematiche di genere. problematiche di genere.

14 2) Ogni operatore (MB, endocrinologo, chirurgo, psichiatra, psicologo) deve collegarsi con specialisti o inviare il soggetto a strutture specialistiche per concordare e pianificare con il soggetto e gli altri operatori un progetto complessivo integrato e individualizzato. 3) Ogni fase del progetto è parte del percorso psicofisiologico e richiede del percorso psicofisiologico e richiede rapporto terapeutico costante sia medico- rapporto terapeutico costante sia medico- chirurgico che psico-sociale. chirurgico che psico-sociale.

15 4) In presenza di patologia psichiatrica o di altre problematiche psicologiche o comportamentali, la cui risoluzione viene ritenuta primaria, si procede alle terapie specifiche. Se non si riscontrano i criteri di eligibilità in base a DSMIV/ICD10 le persone verranno inviate ai Se non si riscontrano i criteri di eligibilità in base a DSMIV/ICD10 le persone verranno inviate ai servizi o professionisti competenti. servizi o professionisti competenti. 5) Il processo di adeguamento è riservato ad adulti maggiorenni, salvo riservato ad adulti maggiorenni, salvo diversa disposizione del Tribunale diversa disposizione del Tribunale dei Minori. dei Minori.

16 B - Iter di adeguamento 1)Lammissione al protocollo di riattribuzione medico- chirurgica prevede che il soggetto sia informato chirurgica prevede che il soggetto sia informato adeguatamente su procedure, terapie, rischi, adeguatamente su procedure, terapie, rischi, irreversibilità, indispensabili per un consenso irreversibilità, indispensabili per un consenso informato inerente al progetto informato inerente al progetto concordato. concordato. Gli operatori che aderiscono alle linee guida non Gli operatori che aderiscono alle linee guida non si fanno carico di chi non segue tale si fanno carico di chi non segue tale progetto terapeutico. progetto terapeutico.

17 2) Il percorso psicologico (parallelo e integrato con quello medico-chirurgico) si adegua allindividualità del soggetto, mira alla verifica dellacquisizione di scelte responsabili e ha la finalità di sostenere, elaborare le modificazioni somatiche e le esperienze relazionali e sociali. Lintervento psicoterapeutico mira Lintervento psicoterapeutico mira allelaborazione del conflitto di allelaborazione del conflitto di identità e di quelli cognitivi ed emozionali identità e di quelli cognitivi ed emozionali sorti nel percorso e a responsabilizzare nei sorti nel percorso e a responsabilizzare nei confronti delle proprie scelte. confronti delle proprie scelte.

18 3) Dati gli effetti irreversibili e quelli psicologici di T.O. linizio di tale terapia è subordinato allaver sostenuto una relazione psicoterapeutica della durata di almeno sei mesi. La somministrazione di T.O. è subordinata alla valutazione degli specialisti, su parere di psicologo/psicoterapeuta. 4) Parte fondamentale del processo è lesperienza di vita nel ruolo lesperienza di vita nel ruolo prescelto. Verrà pianificato un tempo prescelto. Verrà pianificato un tempo congruo, non inferiore a un anno. congruo, non inferiore a un anno. R.C.S. : su parere concorde R.C.S. : su parere concorde dei vari operatori. dei vari operatori.

19 5 )Ottenuta lautorizzazione del Tribunale, su parere concorde degli specialisti, si procede a R.C.S., non prima di due anni dallinizio del processo di adeguamento, previa T.O. ed esperienza di vita reale nel sesso desiderato. 6) Variazioni relative ai criteri e alle procedure di intervento devono procedure di intervento devono essere adottate solo in casi specifici, essere adottate solo in casi specifici, con motivazioni mediche e/o psicologiche con motivazioni mediche e/o psicologiche ampiamente documentate. ampiamente documentate.

20 Follow-up Perché il benessere della persona possa realizzarsi in modo compiuto e stabile nel tempo. Perché il benessere della persona possa realizzarsi in modo compiuto e stabile nel tempo. Tre incontri generalizzati, finalizzati a verificare linserimento sociale e le condizioni psicofisiologiche connesse con gli adeguamenti effettuati. T.O. : almeno un controllo annuale per lintero arco di vita.

21 Considerazioni 1) Per la prevenzione: servizi di osservazione età evolutiva, formazione/informazione di genitori e evolutiva, formazione/informazione di genitori e insegnanti. insegnanti. 2) Viste implicazioni sociali di transessualismo: formazione/informazione di personale paramedico formazione/informazione di personale paramedico e pubblica amministrazione. e pubblica amministrazione. 3) Approfondire ricerca scientifica su genesi identità ed eziopatogenesi disturbi, genesi identità ed eziopatogenesi disturbi, effetti a lungo termine T.O., sviluppo tecniche effetti a lungo termine T.O., sviluppo tecniche chirurgiche. Essenziale il follow-up chirurgiche. Essenziale il follow-up

22 DEFINIZIONE DSM IV DISTURBO DI IDENTITA DI GENERE A - Una forte e persistente identificazione col sesso opposto sesso opposto B - Persistente malessere riguardo al proprio sesso riguardo al proprio sesso o senso di estraneità riguardo al ruolo o senso di estraneità riguardo al ruolo sessuale del proprio sesso sessuale del proprio sesso

23 C - Lanomalia non è concomitante con una condizione fisica intersessuale. fisica intersessuale. D - Lanomalia causa disagio clinicamente significativo o compromissione dellarea sociale, compromissione dellarea sociale, lavorativa, o di altre aree lavorativa, o di altre aree importanti del funzionamento. importanti del funzionamento. Diagnosi differenziale: Anticonformismo, Feticismo di Travestimento, Schizofrenia

24 ICD -10 TRANSESSUALISMO Lindividuo desidera vivere ed essere accettato come membro del sesso opposto. Lidentità transessuale è stata presente persistentemente per almeno due anni. Il quadro non rappresenta un sintomo di unaltra sindrome psichica e non è associato a unanormalità cromosomica.

25 IDENTITA SESSUALE Consapevolezza di appartenere ad un sesso (io sono un maschio/io sono una femmina). sono un maschio/io sono una femmina). Esperienza personale di svolgere un ruolo corrispondente al sesso. corrispondente al sesso. Espressione pubblica dellidentità sessuale: tutto ciò che uno dice e fa, inclusa sessuale: tutto ciò che uno dice e fa, inclusa leccitazione sessuale, per indicare agli altri e leccitazione sessuale, per indicare agli altri e a se stesso il proprio livello di a se stesso il proprio livello di mascolinità o femminilità. mascolinità o femminilità.

26 TRANSESSUALISMO PRIMARIO Insorgenza precoce. Assenza di psicopatia e disturbi di personalità. Rilevabile con accurata anamnesi e indagine di personalità. Terapia delezione è la Riassegnazione Chirurgica del Sesso (RCS).

27 TRANSESSUALISMO SECONDARIO Maturazione graduale dellidentità transessuale nella tarda adolescenza e nelletà adulta, partendo da una identificazione iniziale difficile nel proprio sesso biologico. Possono permanere disadattamento sociale e disturbi psicopatologici dopo la risoluzione del disturbo.

28 DIAGNOSI PSICOLOGICA Presenza di disturbo didentità di genere essenziale, non conseguenza di problematiche psicologiche o sociali. Real Life Test positivo. Real Life Test: esperienza di vita simile a quella dopo RCS, permessa dall'assunzione di ormoni che modificano laspetto e il funzionamento psicofisico.

29 RIASSEGNAZIONE CHIRURGICA DEL SESSO NECESSITA CHE LA NECESSITA CHE LA DECISIONE SIA DECISIONE SIA CONSAPEVOLE E CONSAPEVOLE E MOTIVATA MOTIVATA


Scaricare ppt "LIDENTITA DI GENERE SIGNIFICATI E TRATTAMENTO Linee Guida ONIG: Standard di adeguamento per la riassegnazione del genere C.I.D.I.Ge.M., Torino, 16 marzo."

Presentazioni simili


Annunci Google