La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mesotelioma Facolta di Medicina e Chirurgia Anno Accademico 2008-9 CHIRURGIA TORACICA Prof. Marcello Migliore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mesotelioma Facolta di Medicina e Chirurgia Anno Accademico 2008-9 CHIRURGIA TORACICA Prof. Marcello Migliore."— Transcript della presentazione:

1 Mesotelioma Facolta di Medicina e Chirurgia Anno Accademico CHIRURGIA TORACICA Prof. Marcello Migliore

2 MESOTELIOMADefinizione E una neoplasia aggressiva che interessa ed infiltra diffusamente la pleura, sia parietale che viscerale.

3 MESOTELIOMAOrigine Prende origine dalle cellule mesoteliali totipotenti o dalle cellule sottosierose che possono dare origine a neoformazioni a carattere epiteliale o sarcomatoso; spesso presentano entrambe le componenti (forma bifasica).

4 MESOTELIOMAInsorgenza E stata messa in relazione allesposizione allasbesto ed in particolare alle fibre della variante crocidolite che, per le caratteristiche di essere ristrette e diritte, riescono agevolmente a penetrare nel parenchima polmonare.

5 MESOTELIOMAInsorgenza E dato certo che il 2-10% dei lavoratori esposti manifestano un mesotelioma con una latenza di anni e che soggetti a rischio sono anche considerati i conviventi con lavoratori di asbesto e gli abitanti nelle vicinanze delle fabbriche del minerale.

6 MESOTELIOMA Il picco di incidenza cade nella sesta decade di vita, con una netta predominanza maschile, tale peculiarità confermando limportanza dellesposizione allasbesto nelle miniere o nelle fabbriche in cui il personale è pressoché totalmente maschile.

7 MESOTELIOMA Presentazione clinica E insidiosa e del tutto aspecifica e la mancanza di sintomi peculiari determina un ritardo di 3-6 mesi tra linsorgenza di questi e la diagnosi.

8 MESOTELIOMA Quadro clinico Versamento pleurico recidivante (dopo toracentesi) Versamento pleurico recidivante (dopo toracentesi) Dispnea Dispnea Dolore toracico Dolore toracico Tosse Tosse Debolezza Debolezza Anoressia Anoressia Febbre Febbre Emottisi (molto rara) Emottisi (molto rara) Raucedine Raucedine Disfagia Disfagia Sindrome di Horner Sindrome di Horner Ottusità percussoria Ottusità percussoria Riduzione del M. V. Riduzione del M. V. Linfonodi sopraclaveari Linfonodi sopraclaveari

9 MESOTELIOMADiagnosi Si basa su un esame Rx del torace che rivelerà il versamento pleurico mentre solo tardivamente potrà svelare la presenza di masse pleuriche.

10 MESOTELIOMADiagnosi Lesame TC è di notevole aiuto nella diagnosi mettendo bene in evidenza le masse pleuriche, intervallate da sacche di versamento; può essere anche rappresentato da unirregolare e spessa cotenna pleurica che incarcera il polmone.

11 MESOTELIOMA Esame citologico Lesame citologico del liquido pleurico viene generalmente eseguito in fase iniziale, essendo generalmente il versamento il primo segno a comparire.

12 MESOTELIOMAVATS Rappresenta lesame mininvasivo cardine per confermare la diagnosi consentendo unaccurata esplorazione del cavo pleurico, lesecuzione di biopsie mirate su cui eseguire lesame istologico e le metodiche di colorazione e/o immunoistochimica.

13 MESOTELIOMA Diagnosi differenziale Le placche pleuriche sono degli ispessimenti appiattiti frequentemente polifocali a carico della pleura parietale del diametro di pochi mm. fino a 3-4 cm, di colore lattescente, costituite da ammassi di tessuto sclero-jalinoso.

14 MESOTELIOMAStadiazione Stadio ITumore confinato alla pleura e alla superficie dei tessuti da essa rivestiti (polmone, pericardio, diaframma) Stadio IITumore che infiltra la parete toracica o le strutture mediastiniche (esofago, trachea, cuore, pleura controlaterale) o metastasi linfonodali intratoraciche Stadio IIITumore che infiltra il diaframma, il peritoneo e gli organi sottodiaframmatici; invasione della pleura controlaterale; metastasi a linfonodi extratoracici Stadio IVMetastasi ematogene a distanza Butchart et al. 1976

15 MESOTELIOMA Stadiazione sec UICC 1998 I Malattia confinata nella capsula della pleura parietale: pleura ipsilaterale, polmone, pericardio e diaframma. T1 N0 MO T2 N0 M0 II All of stage I with positive intrathoracic (N1 or N2) lymph nodes. T1 N1 M0 T2 N1 M0 III Local extension of disease into the following: chest wall or mediastinum: heart or through the diaphragm, peritoneum; with or without extrathoracic or contralateral (N3) lymph node involvement. T3 NO MO T3 N1 M0 T1 N2 M0 T2 N2 M0 T3 N2 M0 IV Distant metastatic disease Any T N3 MO T4 any N M0 Any T and N M1

16 Le opzioni terapeutiche nel trattamento del mesotelioma maligno sono rappresentate dalla chirurgia, dalla radioterapia, dalla chemioterapia e dallimmunoterapia o dalla combinazione di queste. La scelta ovviamente si basa sui criteri clinico-stadiativi, sono generalmente anziani con problematiche preesistenti. MESOTELIOMATerapia

17 Manca comunque ununiformità nellapproccio terapeutico dovuta alla scarsa presenza di studi clinici di tipo prospettico. MESOTELIOMATerapia

18 VATS Mesotelioma

19 MESOTELIOMARadioterapia Valutare la radioterapia in sé non è cosa facile in quanto solitamente si usa quale completamento alla chirurgia o in combinazione con chemioterapia; inoltre la necessità di irradiare tutto lemitorace interessato non consente di usare alte dosi per la presenza di organi prospicienti delicati e di vitale importanza.

20 MESOTELIOMAChemioterapia Molto scadenti anche i risultati del trattamento con chemioterapia. Lascia invece ben sperare ed ha dato nuovo impulso a studi clinici limpiego dellimmunoterapia con interferon- in combinazione con cisplatino e/o tamoxifene.

21 MESOTELIOMA Terapia chirurgica La terapia chirurgica con completa resezione di tutto il tumore visibile macroscopicamente sembra determinare un modesto ma certo incremento della sopravvivenza rimane tuttavia controverso se effettuare lintervento di asportazione tramite una semplice pleurectomia e decorticazione o tramite una pneumonectomia extrapleurica (asportando cioè tutto il polmone con annessa la pleura viscerale e parietale). Recentemente Buchart (2003) ha dimostrato nessuna differenza di sopravvivenza dopo le due metodiche in 20 anni di esperienza.

22 MESOTELIOMA Terapia chirurgica Lasportazione in blocco ha il vantaggio di eliminare, quando possibile, il tumore macroscopicamente visibile ma il grosso svantaggio di avere, nei migliori centri moderni specializzati in tale problematica, un tasso di mortalità che, nella migliore delle ipotesi e tramite unaccurata selezione dei pazienti da un punto di vista emodinamico e respiratorio, si attesta sul 6-15%. A destra la mortalità è molto più alta che a sinistra.

23 Attualmente la migliore prospettiva si basa sullassociazione di polichemioterapia-radioterapia-chirurgia che allunga la sopravvivenza media dopo la diagnosi a 30 mesi circa.


Scaricare ppt "Mesotelioma Facolta di Medicina e Chirurgia Anno Accademico 2008-9 CHIRURGIA TORACICA Prof. Marcello Migliore."

Presentazioni simili


Annunci Google