La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CODICE DEONTOLOGICO SETTIMO CIELO. DUE PARTI ISTITUZIONALE PROMOZIONALE Il codice deontologico è un documento di grande rilevanza etica con valenza istituzionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CODICE DEONTOLOGICO SETTIMO CIELO. DUE PARTI ISTITUZIONALE PROMOZIONALE Il codice deontologico è un documento di grande rilevanza etica con valenza istituzionale."— Transcript della presentazione:

1 CODICE DEONTOLOGICO SETTIMO CIELO

2 DUE PARTI ISTITUZIONALE PROMOZIONALE Il codice deontologico è un documento di grande rilevanza etica con valenza istituzionale e sociale. Il codice deontologico non è un manuale operativo, ma traccia le linee delloperatività giustificabile, corretta. Le linee guida sono principi etici di riferimento e linee di comportamento. E anche atto di assunzione di responsabilità di un gruppo nei confronti del singolo. E strumento di condivisione dei principi fondanti e fondamentali. E potere di legittimità operativa ovvero, è la Vostra faccia da mostrare al mondo e deve essere, bella,pulita,sana,amorevole e sorridente. E la incarnazione della vostra miglior parte; è ciò che voi dovete essere, epurati da qualsivoglia particolarismo o forma di autoesaltazione. E una scommessa con voi stessi e con il gruppo. Tra loro strettamente dipendenti e compenetrate PROBLEMATICHE Autodeterminazione o Eterodeterminazione del Codice Deontologico Sviluppo e Comprensione CORPUS Normativo. Una Definizione ampia può sembrare una non definizione, ma il contenitore definitorio, nel nostro caso, deve essere necessariamente ampio per contenere una : PLURALITA di SFUMATURE STRUTTURA ELABORATO

3 CODICE : SIGNIFICATI E SIGNIFICANTI 1 – CODICE FILOLOGICO : libro manoscritto,dal latino coudextronco dalbero poi contratto come codex e riferito alluso di scrivere su tavolette di legno ricoperte di cera. 2 – CODICE (dal punto di vista GIURIDICO) : raccolta di disposizioni normative disciplinanti una certa materia. Alla base dellidea di un codice vi è la necessità di ridurre e riassumere i principi legali/sociali/collettivi in un documento, IL CODICE in modo da elevarlo al di sopra di ogni contraddizione o lacuna, anche grazie alla interpretazione conforme al cosidetto spirito codicistico 3 – CODICE (dal punto di vista semantico) : insieme di segni noti, un alfabeto, una linea despressione, un linguaggio per utenti. A noi interessa il precipitato il significato di alcune parole …..quelle sottolineate…..

4 Tenete bene a mente queste parole, le ritroveremo in seguito …..ma ora interroghiamoci sul significato di ….DEONTOLOGICO o DEONTOLOGIA : o meglio ETICA DENTOLOGICA insieme di teorie etiche che si contrappongono al CONSEQUALISMO. Mentre il consequenzialismo determina la bontà delle azioni dai loro scopi IL FINE GIUSTIFICA I MEZZI regola aurea di Macchiavelli; la deontologia afferma che fine e mezzi sono strettamente dipendenti gli uni dagli altri, il che significa che un fine giusto sarà il risultato dellutilizzo di giusti mezzi. Il nome deontologia deriva dal greco DEON che significa DOVERE cioè il DOVERE tradotto in regole comportamentali in riferimento ad una determinata categoria.

5 ECCO !! CODICE DEONTOLOGICO : Insieme di regole di comportamento professionale di una determinata categoria di professionisti Quesito : e le violazioni? Le deviazioni rispetto ai patti presi con la categoria? Come vengono sanzionate ? Vi sono Provvedimenti di diversa severità a- ammonizioni b- sospensioni temporanee dallesercizio dellattività c- radiazione dallalbo categoria di appartenenza sino al d- penale come conseguenza rigorosa ed ultima ratio Ex Abusivo esercizio della professione medica Art.348 c.p. Numerose le sentenze della Cassazione se ne ricordi una CASS.PEN.SEZ.VI 3 marzo 2004,n

6 AUTODETERMINAZIONE Dal di dentro Dal di fuori Se è vero che ogni categoria professionale,che possa dirsi tale, genera un codice comportamentale valevole e da valere al suo interno; è altrettanto vero che i connotati etici derivano come verità istituzionalizzate da complessi etico/normativi esterni. Esempio : palpazione dellassistito è male, diagnosi, creare facili suggestioni di guarigione … ma la vedremo dopo. Quindi possiamo definire, alla luce di quanto detto …. Il CODICE DEONTOLOGICO come un IBRIDO cioè uninsieme di norme comportamentali ritenute estremamente vincolanti ed eticamente valide che la categoria specifica decide di autoimporsi per determinare il proprio CODICE COMPORTAMENTALE….il DNA dellassociazione...Torniamo per un attimo ad una delle problematiche iniziali O ETERODETERMINAZIONE DEL CODICE

7 Esaminiamo ora articolo per articolo il nostro codice deontologico 18 ARTICOLI ART. 1 ATTIVITA CONSAPEVOLE di adempiere ad una funzione sociale di pubblica utilità ( ponderare il peso delle proprie azioni RESPONSABILE INTERNA tra soci Corresponsabilità ESTERNA dei soci Quando agiscono esternamente Decoro deve uniformarsi a criteri di : DIGNITA CORRETTO ESERCIZIO OPERATORE BIOENERGETICO

8 ART. 2 – UTILIZZO TECNICHE NATURALI Semplice apposizione delle mani

9

10

11

12

13 -PREDISPOSIZIONE RIEQUILIBRIO ENERGETICO RIPRISTINO DELLOMEOSTASI

14 - AZIONI CODIFICATE - CONSAPEVOLEZZA DI AGIRE SULLESSERE VIVENTE nella sua globalità ART. 3 - OBIETTIVO rilevare normalizzare Squilibrio energetico EMPATIA Comprendere cosa unaltra persona sta provando. EMOZIONALITA PARTECIPATIVA SENSIBILITA (chinarsi ad ascoltare le sensazioni della persona evitando di formulare giudizi morali) E CIO SI OTTIENE MEDIANTE : Integrità psico-fisicaVedi importanza approccio (attenta e rispettosa valutazione della persona DELLOPERATORE Maggiori esiti si avranno se … ci saranno :

15 ART. 4 – COSCIENZA DEL SETTORE DI INTERVENTO Non sconfina negli ambiti di pertinenza delle altre professioni sanitarie anzi collabora attivamente fornendo attività sussidiaria e in regime di competenza. PERTANTO: No formulare diagnosi No prescrivere cure No contraddire diagnosi, prognosi, referti ed altri tipi di enunciazioni tecnico-scientifiche riservate al medico Espresso divieto di consigliare/sconsigliare assunzione di rimedi generici o specifici,naturali o non No indebite interferenze con operato del medico anche sotto forma di consigli amichevoli Fondamentale collaborazione e supporto con il medico curante la pranopratica non offre certezze assolute, non millantare i propri risultati a rischio di illudere lassistito Non utilizzare strumenti o apparecchiature mediche la cui gestione tecnico-scientifica è riservata a professionisti abilitati dallo Stato

16 IL MONDO DELLART. 4 E COMPLESSO …. SI RIBADISCE NO : Manipolazioni Palpazioni Massaggi

17 decoro dignità Corretto esercizio RISPETTO DELLE REGOLE DEONTOLOGICHE DI APPROCCIO a) attenta e rispettosa valutazione della persona b) compilazione scheda informativa (problematiche fisiche segnalate dallassistito) c) semplice apposizione delle mani d) integrità psico-fisica delloperatore : - Esente da turbe psichiche - Malattie infettive - Igiene Lappartenenza alla CATEGORIA di Operatore in Attività Bionaturali MODALITA ART.5

18 ART. 6 – ELEVATO LIVELLO DI CONDOTTA DELLOPERATORE VERSO notizie NON RIVELA informazioni fatti NO alloperatore comare Appresi durante la prestazione ASSOCIAZIONE ASSISTITI PERTANTO……

19 ART. 7 – IMPEGNI ASSUNTI IMPEGNI Coscienza Diligenza Conoscenza RISERVATEZZA E ASSENZA DI PRESUNZIONE COMPRENSIONE PROPRI LIMITI DI COMPETENZA CONSAPEVOLE COLLABORAZIONE SCORAGGIARE DIPENDENZA NON SUSCITARE ASPETTATIVE INFONDATE (o eccessive) FORNIRE INFORMAZIONI DETTAGLIATE Formazione continua Devono essere assolti con… RAPPORTO CON ASSISTITI

20 ART.8 –RIFIUTO PER INEGUATEZZA Di tutti quegli incarichi che non può assolvere per : INADEGUATA preparazione formazione professionale ART. 9- ESERCIZIO DELLATTIVITA LIBERTA AUTONOMIA PROFESSIONALE MODALITA E TEMPISTICHE DEI TRATTAMENTI ENERGETICI Concertate nel rispetto delle regole e norme dellAssociazione

21 ART RISPETTO Nellesercizio dellattività ci deve essere rispetto -Dignità -Opinione -Credenze -Diritto alla riservatezza -Autodeterminazione e autonomia DEI SUOI ASSISTITI NO DISCIMINARE Religione Etnie Nazionalità Politica Orientamento sessuale Disabililità

22 ART.11 – ESTRANEITA ESOTERICA, OCCULTISMO E MAGIA! PUNTO II MOLTO IMPORTANTE,RACCHIUDE FACILI TRANELLI PER L OPERATORE. IN CONSIDERAZIONE DELL IMPOSTAZIONE RAZIONALE E SCIENTIFICA DI CUI L ASSOCIAZIONE DEVE RIVESTIRE LA PRANOPRATICA NON SI DEVE FAR USO O MOSTRA DI OGGETTI SIMBOLICI, IMMAGINI, ATTREZZATURE O STRUMENTI CHE POSSANO RICOLLEGARE L ATTIVITA DEL PRANOPRATICO ALL OCCULTO, ALL ESOTERISMO ( Dottrine segrete e verità segrete rivelati agli adepti ) E ALLA MAGIA. ATTENZIONE A STRISCIA LA NOTIZIA

23 ART.-12 RAPPORTI CON L ASSOCIAZIONE OBBLIGO DI OSSERVARE I SEGUENTI PRINCIPI DI AUTODISCIPLINA NEI CONFRONTI DELLASSOCIAZIONE: 1- Frequentare con profitto corso di formazione per operatore bioenergetico in pranopratica per il conseguimento dellAttestato di idoneità. 2-Corsi di aggiornamento per mantenere livello adeguato di preparazione dovere di aggiornamento. 3-Riferire comportamenti scorretti dei colleghi ( è delatorio ? ) 4-Utilizzo cautela valutazione comunicazione Dei risultati raggiunti prudenza umiltà 5- promozione della propria attività EVITARE Di esprimersi in maniera ingannevole arbitraria ISPIRARSI serietà decoro Tutela dellimmagine professionale 6-Evitare utilizzo di PSEUDONIMI dichiarando le proprie generalità

24 ART. 13 RAPPORTO CON I COLLEGHI VALORI LEALTA CORRETTEZZA SOLIDARIETA Con i colleghi e altre categorie professionali GRAVE INFRAZIONE DEONTOLOGICA = DENIGRARE I COLLEGHI ART. 14 INFORMARE IL DIRETTIVO DI COMPORTAMENTI ETICAMENTE CENSURABILI DA PARTE DEI COLLEGHI ART. 15 NON COMPIERE ATTI DI CONCORRENZA SLEALE NO SOTTRAZIONE DI CLIENTELA AI COLLEGHI

25 ART. 16 RAPPORTI CON GLI ASSISTITI IL PRANOPRATICO : -Agisce per il recupero del benessere dellassistito solo su richiesta di questo -Informare senza creare false aspettative -Rapporto con assistiti deve mantenersi strettamente professionale -Possibilità di rifiutare intervento Instauro rapporto di STIMA FIDUCIA LEALTA ONESTA CHIAREZZA CORRETTEZZA Obbligo di riservatezza permane anche dopo la cessazione del rapporto vedi privacy Obbligo di rifiutare incarichi se incompetente

26 ART. 17 OPERATIVITA Buon comportamento professionale: ASCOLTO attento rispettoso Assistito MERA APPOSIZIONE DELLE MANI COMPILAZIONE SCHEDA CON LIBERATORIA PER PRIVACY ASSISTITO NE SPOGLIATO, NE VISITATO NO FARE DIAGNOSI E PRESCRIVERE CURE

27 ART. 18 GLI ACCERTAMENTI SULLESITO DEI TRATTAMENTI SPETTANO SOLO AL MEDICO

28 GRAZIE PER LATTENZIONE Alessandro C.


Scaricare ppt "CODICE DEONTOLOGICO SETTIMO CIELO. DUE PARTI ISTITUZIONALE PROMOZIONALE Il codice deontologico è un documento di grande rilevanza etica con valenza istituzionale."

Presentazioni simili


Annunci Google