La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di primo soccorso livello base quinta lezione Associazione La Fenice Ladispoli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di primo soccorso livello base quinta lezione Associazione La Fenice Ladispoli."— Transcript della presentazione:

1 Corso di primo soccorso livello base quinta lezione Associazione La Fenice Ladispoli

2 APPARATO CARDIO-RESPIRATORIO

3 FUNZIONI E STRUTTURA DELL'APPARATO CIRCOLATORIO Il corpo umano, come tutti gli organismi di maggiori dimensioni, ha bisogno di un sistema che trasporti sostanze nutrienti e gas respiratori ad ogni cellula del corpo ed agli organi che svolgono funzioni vitali.

4 Il sistema circolatorio è costituito da un insieme di organi che permettono la circolazione del sangue in tutto il corpo: il sangue, che trasporta le sostanze in tutto il corpo. il cuore, che pompa il sangue in tutto il corpo; i vasi sanguigni (arterie, vene e capillari) dentro i quali scorre il sangue;

5

6

7 IL SANGUE Il sangue ha il compito di trasportare le sostanze nutrienti e i gas alle varie cellule e di prelevare da esse le sostanze di rifiuto. Il 45% del sangue è costituito dalla parte corpuscolata, che comprende globuli rossi, globuli bianchi e piastrine ed il restante 55% è costituito dalla parte liquida, il plasma. Il plasma a sua volta è formato da acqua contenente disciolte proteine (7%), sali, prodotti della digestione, ormoni, prodotti di rifiuto.

8 Lossigeno diffonde rapidamente in soluzione, ma la capacità di trasporto dei liquidi è bassa, e per questo si lega ad una proteina trasportatrice, lemoglobina, contenuta nei globuli rossi, la quale è costituita da quattro catene, ognuna delle quali contiene un gruppo eme che lega una molecola di ossigeno: ogni emoglobina trasporta quindi quattro molecole di ossigeno. Quando i globuli rossi passano nei capillari alveolari lossigeno si lega alle molecole di emoglobina per essere trasportato col sangue nei capillari dei tessuti di tutto il corpo, dove, a causa della bassa pressione parziale di ossigeno, viene liberato.

9 Si vedono diversi globuli rossi e un globulo bianco (in giallo). Globulik rosso Piastrine Globulone bianco

10 IL CUORE Il compito principale del cuore è quello di pompare il sangue e quindi tenerlo sempre in movimento. Il cuore è situato al centro del torace, tra i polmoni, alloggiato in una cavità del polmone sinistro detta "letto del cuore". Allinterno è diviso in quattro cavità, due superiori o atri e due inferiori o ventricoli; ogni atrio comunica con il corrispondente ventricolo attraverso delle valvole. Il cuore non è una pompa unica ma un sistema di due pompe, in quanto una parte pompa verso i polmoni il sangue che non ha ossigeno, mentre laltra pompa verso le cellule il sangue ricco di ossigeno.

11 Il percorso cuore – polmoni – cuore è detto piccola circolazione, invece quello cuore – periferia – cuore è detto grande circolazione. I condotti in cui scorre il sangue sono denominati vene e arterie. Quelli che portano il sangue al cuore sono le vene. Quelli che portano via il sangue dal cuore sono le arterie. Il sangue per un giro completo impiega circa 45 secondi e la forza con cui viene spinto dal cuore è detta pressione del sangue.

12 ANATOMIA DEL CUORE

13 IL CUORE COSA FA? SI CONTRAE: SISTOLE E SI RILASSA: DIASTOLE Il cuore si contrae e si dilata circa volte al minuto in un persona adulta (può variare in seguito a uno sforzo fisico o ad una forte emozione). LATTIVITA CARDIACA E AUTOPRODOTTA DAL CUORE STESSO TUTTAVIA LA REGOLAZIONE DEL RITMO PUO ESSERE MODIFICATA DAL SISTEMA NERVOSO CENTRALE

14 LA PRESSIONE ARTERIOSA VALUTAZIONE MASSIMAMINIMA (sistolica)(diastolica) Ottimale12080 Normale Superiore alla norma Fascia di confine ipertensione Ipertensione lieve Ipertensione moderataoltre Ipertensione severaoltre 180oltre 115 EtàMASSIMAMINIMA Sotto i 18 anni12080 Tra i 18 e i 50 anni14085 Dopo i 50 anni

15 I VASI SANGUIGNI I vasi sanguigni si dividono in arterie, vene e capillari. Le vene sono vasi sanguigni che portano il sangue dai capillari al cuore. Le arterie sono vasi che portano il sangue dal cuore a tutte le altre parti del corpo. Le arterie hanno il lume più piccolo e le pareti più spesse ed elastiche, che possono dilatarsi e propagare fino alla periferia la spinta data al sangue dalla contrazione dei ventricoli. Le vene hanno un lume più largo e le pareti sono più sottili e meno elastiche.

16 Le arterie della grande circolazione sono poste in profondità, invece le vene sono poste superficialmente e sono quelle che si intravedono attraverso alla pelle. Il sangue circola per tutto il corpo senza mai uscire dai vasi: si parla perciò di sistema circolatorio chiuso. Il sangue passa dalle arterie alle vene attraverso sottilissimi tubicini, i capillari. I capillari sono piccolissimi vasi delimitati da un solo strato di cellule e formano un intricata rete che trasporta il sangue dove avvengono scambi di ossigeno, nutrienti, messaggeri chimici e prodotti di rifiuto.

17

18 PERMETTONO LIRRORAZIONE SANGUIGNA DELLINTERO ORGANISMO FAVORENDO LO SCAMBIO DI OSSIGENO E DISOSTANZE NUTRITIIVE..

19 I VASI SANGUIGNI DEL CUORE LE CORONARIE : PROVENGONO DALLAORTA; FORNISCONO LAPPORTO SANGUIGNO AL CUORE; GARANTIISCONO IL SUO FUNZIONAMENTO.

20 PAUSA Un minuto di respiro !!!!!

21 L'apparato respiratorio Lapparato respiratorio è una complessa struttura che garantisce lo scambio di alcuni gas fra laria atmosferica ed il sangue.

22 Vie aeree superiori: naso bocca faringe tratto in comune con l'apparato digerente; Funzioni di filtrazione, regolazione termica e umidificazione dell'aria

23 Vie aeree inferiori laringe trachea bronchi e bronchioli polmoni pleure in esclusiva dell'apparato respiratorio Funzioni: filtrazione, regolazione termica e umidificazione dell'aria; scambi gassosi (alveoli polmonari)

24 I POLMONI

25 Meccanica respiratoria INSPIRAZIONE ESPIRAZIONE

26 GABBIA TORACICA MUSCOLI INTERCOSTALI E DIAFRAMMA

27 La respirazione è un ATTIIVIITA AUTOMATICA E AUTONOMA NON AVVERTIIBIILE O CONTROLLABIILE DALLA VOLONTA DELLA PERSONA. E guidata da centri nervosi situati nel bulbo. Essi regolano la frequenza respiratoria in base a vari stimoli. BULBO

28 Normalmente gli atti respiratori di un uomo durante il riposo sono al minuto e ogni volta introduce nell albero bronchiale circa mezzo litro daria; Nel bambino a riposo invece gli atti respiratori sono 20 –24 volte al minuto; La percentuale di ossigeno inspirata nellaria è circa del 21%, quella espirata è circa del 16%.

29 PAUSA Riflessioni o domande?

30 Ostruzione delle vie aeree da inalazione di corpo estraneo: Supporto di base

31 Aspirazione di corpi estranei nei bambini 7 % di morti accidentali nei bambini < 4 anni (USA) – Età media : 24 mesi (range mesi) – Nei bambini < 4 anni la incidenza è FBA sospetti: 25 / FB documentati: 9 / – M/F: 1.7 / 1 - Cibo o giochi IN ITALIA: 450 casi/anno il 60% (270) nei bambini 30 bambini/anno < 4 anni muoiono per inalazione di C.E.

32

33

34

35

36

37 Disostruzione: - Mantenere ossigeno a disposizione - Lasciare nella postura preferita - Evitare agitazione - Trasporto controllato in ospedale

38

39 Disostruzione delle vie aeree Adulto Manovra di Heimlich. Segue filmato…un attimo di pazienza!!

40 Quando la respirazione e la tosse diventano insufficienti o in caso di ostruzione completa, occorre intervenire rapidamente con la compressione addominale, nota come manovra di Heimlich. Creare una spinta del diaframma verso l'alto, forzando l'aria ad uscire dai polmoni con una sorta di "tosse artificiale". Fino a quando la vittima è in piedi o seduta, il soccorritore deve porsi dietro, fare il pugno con una mano (con il pollice all'interno) e porlo contro l'addome sopra l'ombelico. Con l'altra mano premere violentemente verso l'alto, ritmicamente e ripetutamente, fino a quando il paziente riprende a tossire e a respirare con efficacia o espelle il corpo estraneo.

41 Se la vittima diventa incosciente Porre la vittima a terra in posizione supina. Porsi a cavalcioni delle cosce della vittima. Appoggiare il palmo di una mano sull'addome sopra l'ombelico. Sovrapporre l'altra mano e premere violentemente verso l'alto.

42 Può essere necessario ripetere la manovra molte volte, poi riposizionare il capo della vittima, tentare lo svuotamento manuale della bocca, riprovare la respirazione artificiale; se questa non è efficace, occorre riprendere le compressioni e ripetere la sequenza fino all'arrivo dei soccorritori. La manovra di Heimlich non è priva di rischi (rottura di visceri addominali e toracici), poichè la forza applicata è notevole. Nei soggetti obesi e nelle donne gravide la compressione addominale è sostituita dalla compressione sternale, sia a paziente in piedi che supino.

43 FINE


Scaricare ppt "Corso di primo soccorso livello base quinta lezione Associazione La Fenice Ladispoli."

Presentazioni simili


Annunci Google