La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

B&B 2007-2008 Magliani1 Elementi di conservazione Dipartimento di Storia Corso di bibliografia e biblioteconomia 2007-2008 Mariella Magliani A esclusivo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "B&B 2007-2008 Magliani1 Elementi di conservazione Dipartimento di Storia Corso di bibliografia e biblioteconomia 2007-2008 Mariella Magliani A esclusivo."— Transcript della presentazione:

1 B&B Magliani1 Elementi di conservazione Dipartimento di Storia Corso di bibliografia e biblioteconomia Mariella Magliani A esclusivo uso didattico per gli studenti del corso

2 B&B Magliani2 Le parti del libro (antico) n Compagine (carte, corpo del testo) n Legatura

3 B&B Magliani3 La legatura n I libri erano usualmente venduti slegati n A piegare i fogli e a mettere insieme i fascicoli seguendo scrupolosamente le segnature, spesso indicate nel registro stampato alla fine del libro ci pensava il legatore che solo raramente, nelle officine più grandi e organizzate, aveva sede nella stessa bottega del tipografo

4 B&B Magliani4 Registro

5 B&B Magliani5 La legatura

6 B&B Magliani6 La legatura

7 B&B Magliani7 Legatura: elementi n Piatti e coperta n Cucitura n Elementi di raccordo (carte di guardia, cuciture, nervi, capitelli …) n Elementi di protezione (borchie, cantonali …)

8 B&B Magliani8 Legatura: materiali n Piatti: legno, cartone n Coperta: pelle, cuoio, stoffa, pergamena, cartone, carta, elementi misti (mezza pelle …) n Cucitura: fili di cotone, canapa, seta … n Nervi: pelle, pergamena, spago, elementi misti (pergamena con anima in canapa …) n Rinforzi della legatura (maculature …) n Carte di guardia: carta, pergamena n Capitelli: cotone, seta; neutri, colorati n...

9 B&B Magliani9 Conservazione n Per conservazione si intende il complesso delle azioni, dirette e indirette, volte a rallentare gli effetti della degradazione causata dal tempo e dalluso sulle componenti materiali dei beni librari e archivistici n C. Federici, A, B e C: dialogo sulla conservazione di carte vecchie e nuove, Roma, Carocci; Venezia, Regione del Veneto, 2005

10 B&B Magliani10 Conservazione n La conservazione comprende la prevenzione e il restauro

11 B&B Magliani11 Prevenzione n La prevenzione è unazione di salvaguardia che non comporta lalterazione della consistenza fisica dei beni librari n La prevenzione si articola in prevenzione indiretta e diretta

12 B&B Magliani12 Prevenzione indiretta n La prevenzione è indiretta se lazione preventiva esclude il contatto materiale con loggetto

13 B&B Magliani13 Esempi di prevenzione indiretta n condizionamento ambientale dei magazzini n schermatura delle finestre per ridurre il degrado provocato dalle radiazioni luminose n educazione dellutente al trattamento del materiale n …

14 B&B Magliani14 Prevenzione diretta n La prevenzione è diretta se lazione preventiva implica il contatto materiale con loggetto

15 B&B Magliani15 Esempi di prevenzione diretta n spolveratura n reggilibri adeguati n copertinatura n realizzazione di custodie di protezione n …

16 B&B Magliani16 Restauro n Il restauro comporta lintervento chimico e/o fisico sui materiali e sulle strutture dei beni culturali e, di conseguenza, la loro alterazione anche se in vista di un decremento dei processi degradativi

17 B&B Magliani17 Prevenzione vs Restauro n Le misure preventive permettono di assicurare un rapporto costi/benefici di gran lunga più conveniente di quello conseguibile con il restauro: u non comportano alterazioni del bene le cui conseguenze non sono valutabili con certezza u sono molto meno costose u sono più facili da applicare u permettono il coinvolgimento responsabile del personale della biblioteca e degli stessi utenti

18 B&B Magliani18 Restauro vs Prevenzione n È evidente comunque che lintervento di restauro non potrà essere sempre evitato se lo stato di conservazione del bene è tale da mettere a repentaglio la sua concreta sopravvivenza n Lintervento di restauro, una volta giudicato inevitabile, andrà però calibrato nella invasività che comunque esso comporta

19 B&B Magliani19 Piccolo restauro n Sempre più diffusa è la pratica del cosiddetto piccolo restauro, che prevede tecniche il meno invasive possibile, atte a bloccare il danno conservando gli elementi originali (deacidificazione non per via acquosa, restauro senza smontaggio, recupero coperte e carte di guardia…)

20 B&B Magliani20 Alcune considerazioni n Rallentare n Componenti materiali n Conoscenza del bene n Beni culturali/oggetti duso

21 B&B Magliani21 Rallentare n Il complesso delle azioni che costituiscono la conservazione rallentano ma non possono bloccare o far regredire il processo di degradazione, anzi, il restauro comporta comunque una forma di degradazione n Il restauro non è restituzione (C. Federici)

22 B&B Magliani22 Componenti materiali n La conservazione agisce solo sulle componenti materiali del bene n Si conserva la materia n La riproduzione quindi non è una forma di conservazione: serve a documentare, a tramandare il testo (immateriale), contribuisce alla conservazione perché può sostituire luso del materiale

23 B&B Magliani23 Conoscenza del bene n Attraverso le azioni della conservazione possiamo studiare e conoscere le componenti materiali del bene e trarne informazioni (supporti, inchiostri, caratteristiche di manifattura …) n Archeologia del libro

24 B&B Magliani24 Beni culturali/oggetti duso n Quando il libro, che nasce come oggetto duso più o meno durevole, diventa bene culturale ? n Quando e come conservare ? n Quando restaurare ?

25 B&B Magliani25 Beni culturali/oggetti duso n Missione e politica della biblioteca n Si restaura solo quando non intervenire comporta la sicura rapida perdita delloggetto n Il restauro deve essere reversibile

26 B&B Magliani26 Oggetti n Libri manoscritti n Libri a stampa n Documenti n Giornali n Disegni n Incisioni n Mappe n...

27 B&B Magliani27 Oggetti n Fotografie n Lastre n Pellicole n Supporti audiovisivi n...

28 B&B Magliani28 Fattori di rischio n Umidità relativa n Luce n Temperatura n Inquinamento atmosferico e pulviscolare n Infestazioni (muffe, insetti, roditori) n Modalità di collocamento nei depositi n Modalità di uso (personale e utenti) n Riproduzione n Mostre

29 B&B Magliani29 Umidità relativa n Rapporto tra il vapore dacqua contenuto effettivamente in ogni metro cubo di aria dellambiente preso in considerazione (ovvero lumidità assoluta) diviso per la saturazione e poi moltiplicato per 100, per avere il valore percentuale n Formula: n UR = UA : S x 100

30 B&B Magliani30 Umidità relativa n Principale fattore di rischio n interagisce con la temperatura n provoca sviluppo di muffe n provoca alterazioni chimiche dei materiali, soprattutto della carta (idrolisi) n Forchetta consentita: dal 40% al 65 % n materiali reagiscono in maniera diversa (+ UR pergamena, - UR carta)

31 B&B Magliani31 Umidità relativa: che cosa fare ? n va monitorata per tempi lunghi (ambienti nuovi almeno 12 mesi prima di collocare i materiali) n va tenuta sotto controllo assieme alla temperatura n vanno evitate brusche variazioni (umidificare / deumidificare) n vanno scelti locali idonei e isolati per i depositi (no sottoterra, no sottotetto)

32 B&B Magliani32 Luce n Secondo fattore di rischio n Radiazioni visibili e non visibili (ultravioletti e infrarossi) sia della luce solare sia di quella artificiale che provocano degradazione (scolorimento, ingiallimento e altre alterazioni chimiche) n Effetto ad accumulo (più lunga lesposizione alla luce, maggiore lirradiazione) n Valore prescritto entro 200 lux n Sale di lettura max lux n Depositi lux

33 B&B Magliani33 Luce: che cosa fare? n Monitorare n Depositi bui o con finestre oscurate n Tenere le luci spente nei depositi n Finestre con filtri n Sale con illuminazione individuale per gli utenti

34 B&B Magliani34 Temperatura n Non è pericolosa tanto per sé quanto perché interagisce con lumidità relativa n Che cosa fare ? n Vanno evitate brusche variazioni, anche tra il microclima dei depositi e quello delle sale n Va monitorata e tenuta sotto controllo assieme allumidità relativa n Forchetta: 20°-30° a seconda delle stagioni

35 B&B Magliani35 Inquinamento atmosferico e pulviscolare n Provoca danni chimici n Che cosa fare ? n Depositi senza finestre o apertura delle finestre solo nelle ore di minor inquinamento esterno (traffico, polvere, gas) n Spolveratura

36 B&B Magliani36 Infestazioni n Muffe e microrganismi (causate dallumidità relativa o da danni da acqua) n Insetti (tarli, lepismatidi o pesciolini dargento, termiti …) n Roditori n Altri animali (uccelli …)

37 B&B Magliani37 Infestazioni: che cosa fare ? n Prevenzione: n spolveratura, pulizia, monitoraggio ambienti da parte del personale, trappole n Disinfestazioni e disinfezioni: n ambientali n del materiale n gassose n anossiche con azoto

38 B&B Magliani38 Modalità di collocamento nei depositi: che cosa fare ? n Scaffali adatti n No libro piccolo accanto a libro alto n Formati grandi e giornali possibilmente collocati orizzontalmente n Uso di reggilibri n Uso di contenitori per materiale fragile, rovinato, legature preziose o con borchie n Conservazione sottovuoto

39 B&B Magliani39 Modalità duso da parte del personale: che cosa fare? n Carrelli e contenitori per trasporto adatti n Non prendere mai il volume dalla cuffia superiore n Quando si prendono più volumi contigui usare reggilibri come sostegno momentaneo degli altri rimasti sul palchetto n Non mettere troppi volumi di piatto uno sopra laltro n Non collocare i libri rovesciati con il dorso in alto

40 B&B Magliani40 Modalità duso da parte del personale: che cosa fare? n Monitorare i depositi relativamente ai fattori ambientali n Controllare le raccolte e segnalare i problemi di conservazione n Intervenire con operazioni di pronto soccorso: custodie, contenitori, copertine di carta e cartoncino non acidi anche di poco prezzo (carta alga) per contenere il danno n Mai usare nastro adesivo

41 B&B Magliani41 Modalità duso da parte degli utenti: che cosa fare ? n Non appoggiarsi sui libri n Non toccare la scrittura e la decorazione n Non scrivere (su altro supporto) sopra i libri n Usare possibilmente matite morbide e non penne n Non aprire il libro a 180° ma a seconda di quanto permetta la legatura n Usare supporti (leggii) per lapertura e la lettura, possibilmente adattabili n Non inserire segnacoli o peggio altri oggetti (penne, occhiali …) nei libri

42 B&B Magliani42 Riproduzione: che cosa fare ? n No fotocopiatura di libri fragili: non è tanto la luce quanto loperazione di capovolgere il volume e di fare forza sul dorso n Sì alla riproduzione dallalto, alla luce naturale (controllando lesposizione alla fonte di luce) e utilizzando supporti e pesi per tener fermo il libro

43 B&B Magliani43 Mostre n Fattori di rischio: n trasporto n modalità di esposizione n lunghezza dellesposizione n restauro estetico in vista dellesposizione e/o in presenza di finanziamenti

44 B&B Magliani44 Mostre: che cosa fare ? n Valutare bene il rapporto costi benefici della concessione del prestito n Stabilire e verificare condizioni di trasporto e di esposizione (tipologia bacheche, sorveglianza) n Stabilire e verificare condizioni microclimatiche e di luce a seconda del pezzo esposto: di solito 40%-55% UR per la carta, anche fino a 60%- 65% per la pergamena, max 50 lux indiretti n Non superare i 3 mesi di esposizione

45 B&B Magliani45 Mostre: che cosa fare ? n Non esporre mai il volume aperto a 180° ma regolare lapertura a seconda della legatura (120°-90°), su supporto protetto, con dorso sostenuto adeguatamente a seconda che si tratti di dorso attaccato o staccato n Si possono fermare le pagine con fascette di polietilene o poliestere o carta giapponese n Possibilmente, cambiare pagina esposta durante la mostra

46 B&B Magliani46 Istituti di riferimento tecnico n Istituto Centrale di Patologia del Libro (1938) n Centro di Fotoriproduzione Legatoria e Restauro degli Archivi di Stato (1963) n dipendono dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, che ora li ha unificati (2007) n attività di ricerca, studio, sperimentazione; linee guida

47 B&B Magliani47 Procedure tecniche restauro n Analisi n Decisione n Scheda di progetto n Progetto preliminare n Progetto esecutivo n Intervento n Verifica in corso dopera n Collaudo finale

48 B&B Magliani48 Scheda di progetto n Vari modelli (ICPL, CFLR …) n Fondamentale collaborazione tra bibliotecario- conservatore e restauratore n Fondamentale, nella parte a cura del bibliotecario-conservatore, la storia del pezzo analizzato nel contesto della raccolta

49 B&B Magliani49 Danni n Di origine biologica (infestazioni di muffe, infestazioni di insetti, attacchi di roditori...) n Di origine chimica (mutamenti causati dalle caratteristiche endogene delloggetto e dalle sue interazioni con lambiente, p. es. idrolisi della carta, acidità carta e inchiostri …) n Di origine meccanica (strappi, urti, sfregamenti …)

50 B&B Magliani50 Interventi di restauro n Senza smontaggio n Con smontaggio n Trattamenti per via umida (lavaggi e deacidificazioni) n Risarcimenti n Rifacimenti


Scaricare ppt "B&B 2007-2008 Magliani1 Elementi di conservazione Dipartimento di Storia Corso di bibliografia e biblioteconomia 2007-2008 Mariella Magliani A esclusivo."

Presentazioni simili


Annunci Google