La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

APOSTOLATO DELLA DIVINA CONSOLAZIONE Consolati consoliamo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "APOSTOLATO DELLA DIVINA CONSOLAZIONE Consolati consoliamo."— Transcript della presentazione:

1 APOSTOLATO DELLA DIVINA CONSOLAZIONE Consolati consoliamo

2 Condizione umana Dalla nascita alla morte

3 Dio consacrò in Spirito Santo e potenza Gesù di Nazareth, il quale passò beneficando e risanando tutti coloro che stavano sotto il potere del diavolo, perché Dio era con lui.

4 Cammino della storia Tutta la storia si snoda tra due punti focali Tutto si riferisce a Cristo: accoglienza o rifiuto Cristo venuto Cristo venturo

5 Mancanza di salute e di beni Difficoltà economiche Incidenti, insuccessi Separazioni Abbandoni Malefici Maledizioni Perdita di lavoro Lutti, Furti, rapine, sventure Persecuzioni Litigi

6 Da Gerusalemme e Gerico «Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. Per caso, un sacerdote scendeva per quella medesima strada e quando lo vide passò oltre dallaltra parte. Anche un levita, giunto in quel luogo, lo vide e passò oltre» (Lc 10,29-32)

7 colpito derubato spogliato abbandonato distrutto nella sua integrità dei suoi tesori della sua dignità senza alcun aiuto incapace d i rialzarsi Ecco luomo! Presenza di pericoli mortali Senza salute, pace, grazia, vita Da libero a schiav o Oggetto di rifiuto Vinto dal male

8 La condizione umana

9 Perché, Signore, stai lontano, nel tempo dellangoscia ti nascondi? Il misero soccombe allorgoglio dellempio e cade nelle insidie tramate (Sal 10,22-23) «Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? (Sal 22,2) «Dirò a Dio, mia difesa: «Perché mi hai dimenticato? Perché triste me ne vado, oppresso dal nemico?». Per linsulto dei miei avversari sono infrante le mie ossa; essi dicono a me tutto il giorno: «Dovè il tuo Dio?» (Sal 42,10-11)

10 Lo ripete lempio che ti colpisce impunemente Ecco: Dio non cè! Ripete lateo Non conviene essere buoni: Tutti te ne fanno di angherie Vieni con chi ti fa eccitare e dimenticare! Se Dio cè, perché Permette questo? DIO TACE!

11 AFFLIZIONE DESOLAZIONE DISPERAZIONE CONSOLAZIONE COMPAGNIA UN SENSO PER VIVERE FUGA O SUICIDIO UNA NUOVA SPERANZA

12 Sion ha detto: «Il Signore mi ha abbandonato, il Signore mi ha dimenticato». Si dimentica forse una donna del suo bambino, così da non commuoversi per il figlio delle sue viscere? Anche se queste donne si dimenticassero, io invece non ti dimenticherò mai (Is 49,14-15) Come una madre consola un figlio così io vi consolerò; in Gerusalemme sarete consolati. Voi lo vedrete e gioirà il vostro cuore (Is 66,13-14) DIVINE PROMESSE

13 Voi sarete afflitti, ma la vostra afflizione si cambierà in gioia. La donna, quando partorisce, è afflitta, perché è giunta la sua ora; ma quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più dellafflizione per la gioia che è venuto al mondo un uomo. Così anche voi, ora, siete nella tristezza; ma vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno vi potrà togliere la vostra gioia (Giovanni 16,20-23)

14 Il buono e cattivo ladrone Entrambi crocifissi e condannati a morte Uno ammira e ama Gesù. Laltro lo insulta e lo odia Uno si converte e vuole la salvezza Laltro vuole solo vita e libertà di fare come prima Uno prega: Ricordati di me! Laltro bestemmia e impreca. Il primo muore consolato. Il secondo invece disperato.

15 Chi accetta e ama la Sua volontà Chi segue Gesù portando la croce Chi innalza a Dio un lamento accorato Chi si mette vicino a Maria Addolorata Chi ha dato amore e conforto agli afflitti Chi si abbandona Nelle braccia del Padre

16 Buon Samaritano Invece un Samaritano, che era in viaggio, passandogli accanto lo vide e nebbe com- passione. Gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino; poi, caricato- lo sopra il suo giumento, lo portò a una locanda e si prese cura di lui. Il giorno seguente, estrasse due denari e li diede allalbergatore, dicendo: Abbi cura di lui e ciò che spenderai in più, te lo rifonderò al mio ritorno (Luca 10,33-35)

17 Gli si fece vicino Ebbe compassione Gli fasciò le ferite Olio e vino Lo portò ad una locanda Si prese cura di lui

18 La via della consolazione Ascolto empatico: Condivisione della pena Testimonianza dellamore di Dio Aprire lorizzonte ad un futuro di speranza Accogliere e tacere amando Avvicinare la persona afflitta Non giudicare Non condannare Dare un sorriso

19 La via della consolazione Ascolto empatico Condivisione della pena: Testimonianza dellamore di Dio Aprire lorizzonte ad un futuro di speranza Versare lolio della comprensione Dare il buon vino della speranza

20 La via della consolazione Ascolto empatico Condivisione della pena Testimonianza dellamore di Dio: Aprire lorizzonte ad un futuro di speranza Dio ti ama: ti aiuterà! Dio ti manda Suo Figlio Gesù che ha sofferto come te

21 La via della consolazione Ascolto empatico Condivisione della pena Testimonianza dellamore di Dio Aprire lorizzonte ad un futuro di speranza: Cè un disegno buono di Dio Vi sarà frutto buono per tanto soffrire

22 Portare alla locanda E il posto del ristoro fisico e spirituale, dove la persona afflitta può riconciliarsi: Con Dio Con la vita Col mondo Egli cè e mi viene in aiuto Ho ripreso le forze e la voglia di vivere Posso riprendere il mio cammino

23 E lovile di Cristo Qui cè il Buon Pastore Qui ci sono i pascoli della vita eterna: la Parola e lEucaristia Qui ci sono i fratelli e il Padre dei cieli Qui cè il ristoro spirituale Qui si risanano le ferite

24

25

26 IL NOSTRO DIO E UN DIO CHE LIBERA E SALVA Lo può riconoscere chi come quelluomo soccorso dal buon Samaritano si ristorò nella locanda ospitale. Lo possono dire tutti coloro che furono guariti dalle loro malattie, liberati dal demonio, tolti da una situazione di discriminazione e disperazione da Gesù. Chi consola gli afflitti mostra il volto benigno di Dio e suscita fede e riconoscenza in Lui.

27 La violenza è dentro casa Difetta lamore, la comprensione Si conosce più la bruttura del mondo umano che la bellezza e la bontà di Dio Alcol, droga, lotterie … Non riescono a dare speranza Urge ritrovare il Consolatore

28 Poiché dunque i figli hanno in comune il sangue e la carne, anchegli ne è divenuto partecipe, per ridurre allimpotenza mediante la morte colui che della morte ha il potere, cioè il diavolo, e liberare così quelli che per timore della morte erano soggetti a schiavitù per tutta la vita. Egli infatti non si prende cura degli angeli, ma della stirpe di Abramo si prende cura. Perciò doveva rendersi in tutto simile ai fratelli, per diventare un sommo sacerdote misericordioso e fedele nelle cose che riguardano Dio, allo scopo di espiare i peccati del popolo. Infatti proprio per essere stato messo alla prova ed avere sofferto personalmente, è in grado di venire in aiuto a quelli che subiscono la prova (Eb 2,14-18)

29 Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla; su pascoli erbosi mi fa riposare ad acque tranquille mi conduce. Mi rinfranca, mi guida per il giusto cammino, per amore del suo nome. Se dovessi camminare in una valle oscura, non temerei alcun male, perché tu sei con me. Il tuo bastone e il tuo vincastro mi danno sicurezza. Davanti a me tu prepari una mensa sotto gli occhi dei miei nemici; cospargi di olio il mio capo. Il mio calice trabocca. Felicità e grazia mi saranno compagne tutti i giorni della mia vita, e abiterò nella casa del Signore per lunghissimi anni (Sal 23) IL SIGNORE E IL MIO PASTORE

30 Sono venuto perché abbiano la vita Conosco le mie pecore Curerò quella malata Fascerò quella ferita Do la vita per le mie pecore Nessuno le strapperà dalla mano del Padre mio

31 Parola di Dio Preghiera personale Eucaristia Comunione fraterna Adorazione

32 Cuore di Gesù misericordioso

33

34

35 Fare i suoi interessi Cercarlo conoscerlo amarlo Andarlo a trovare spesso in chiesa Sapere tutto di Lui: vita e morte, parole e opere, miracoli e prodigi, sentimenti e pensieri, dolori e amori, relazioni …

36 Gesù è la Via, la Verità e la Vita Tu solo hai parole di vita eterna! Chi mi segue, non cam- mina nelle tenebre, ma avrà la luce della vita Le mie parole sono spirito e vita! Signore, da chi andremo?

37 Padre, non la mia Ma la tua volontà! Chiunque fa la volontà del Padre mio è per Me fratello, sorella e madre. Dico la verità: il Padre vi ama Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel Regno dei Cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che sta nei Cieli. PADRE NOSTRO CHE SEI NEI CIELI … SIA FATTA LA TUA VOLONTA

38 Frutti dello Spirito sono: amore, gioia, pace Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è Amore! Chi non ha lo Spirito di Cristo non gli appartiene Tutti quelli che sono guidati dallo Spirito di Dio, costoro sono figli di Dio. E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto uno spirito da figli adottivi per mezzo del quale gridiamo: «Abbà, Padre!» (Rom 8,14-15)

39 Non cè amore più grande di chi dà la vita per i propri amici Il Figlio delluomo è venuto per dare la sua vita in riscatto per molti Sono stato crocifisso con Cristo Completo nella mia carne quello che manca ai patimenti di Cristo, in favore del Suo Corpo, che è la Chiesa (Col 1,24) Sono lieto delle sofferenze che sopporto per voi e …

40 Proprietà letteraria della Associazione della Divina Consolazione Sciacca (AG) Febbraio 2012 p. Giuseppe Tagliareni Casa S. Giorgio, Sciacca Tel m


Scaricare ppt "APOSTOLATO DELLA DIVINA CONSOLAZIONE Consolati consoliamo."

Presentazioni simili


Annunci Google