La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 i BES nelle attività di insegnamento/apprendimento: vincoli e opportunità a cura di Maurizio Tiriticco - legge 8 ottobre 2010, nº 170 - direttiva miur.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 i BES nelle attività di insegnamento/apprendimento: vincoli e opportunità a cura di Maurizio Tiriticco - legge 8 ottobre 2010, nº 170 - direttiva miur."— Transcript della presentazione:

1 1 i BES nelle attività di insegnamento/apprendimento: vincoli e opportunità a cura di Maurizio Tiriticco - legge 8 ottobre 2010, nº direttiva miur 27 dicembre circolare miur 6 marzo 2013, n. 8

2 22 i BES nelle attività di insegnamento/apprendimento: vincoli e opportunità a cura di Maurizio Tiriticco Noi siamo due BES! ciascuno ha i suoi BES Sapeste quanti ne avevo io!

3 33 i BES nelle attività di insegnamento/apprendimento: vincoli e opportunità a cura di Maurizio Tiriticco Anchio! Noi siamo due BES! ciascuno ha i suoi BES

4 4 Leggiamo insieme la slide successiva: di che cosa si tratta?

5 5 a) Individuazione delle esigenze del contesto socio- culturale e delle situazioni di partenza degli alunni; b) Definizione degli obiettivi finali, intermedi, immediati che riguardano larea cognitiva e le loro interazioni; c) Organizzazione delle attività e dei contenuti in relazione agli obiettivi stabiliti; d) Individuazione dei metodi, materiali e sussidi adeguati; e)Sistematica osservazione dei processi di apprendimento; f) Processo valutativo essenzialmente finalizzato sia agli adeguati interventi culturali ed educativi sia alla costante verifica dellazione didattica programmata; g)Continue verifiche del processo didattico, che informino sui risultati raggiunti e servano da guida per gli interventi successivi.

6 66 a) Individuazione delle esigenze del contesto socio- culturale e delle situazioni di partenza degli alunni; b) Definizione degli obiettivi finali, intermedi, immediati che riguardano larea cognitiva e le loro interazioni; c) Organizzazione delle attività e dei contenuti in relazione agli obiettivi stabiliti; d) Individuazione dei metodi, materiali e sussidi adeguati; e)Sistematica osservazione dei processi di apprendimento; f) Processo valutativo essenzialmente finalizzato sia agli adeguati interventi culturali ed educativi sia alla costante verifica dellazione didattica programmata; g)Continue verifiche del processo didattico, che informino sui risultati raggiunti e servano da guida per gli interventi successivi. BES

7 7 La slide precedente riguarda le Fasi della programmazione, desunte dal DM 9 febbraio 1979: Nuovi programmi per la Scuola Media visualizzazione delle fasi della progettazione educativa e didattica

8 8 situazione iniziale del soggetto finalità dellistituzione competenze del soggetto azioni dellistituzione scolastica o formativa in un dato contesto valutazione degli studenti autovalutazione dellist. scol. o form. valutazione di sistema visualizzazione della progettazione curricolare percorso si deve operare in unottica sistemica

9 9 …dopo 34 anni… e dopo avere avviato nel 1977 lintroduzione degli alunni portatori di handicap nelle classi normali, primi in Europa, oggi scopriamo i BES??? Dalla legge 517 del 1977 La scuola elementare attua forme di integrazione a favore degli alunni portatori di handicaps. Nella scuola media sono previste forme di integrazione e di sostegno a favore degli alunni portatori di handicaps.

10 10 DEFINIZIONE Il BES (special education need) è qualsiasi difficoltà evolutiva di funzionamento permanente o transitoria, in ambito educativo o apprenditivo, dovuto allinterazione di vari fattori di salute, secondo il modello ICF dellOMS e che necessita di educazione speciale individualizzata Dario Janes, 2005 ICF: International Classification of Functioning, Disability and Health

11 11 DEFINIZIONE "Un Bisogno Educativo Speciale è qualsiasi difficoltà evolutiva, in ambito educativo e apprenditivo, espressa in funzionamento (nei vari ambiti della salute secondo il modello ICF dell'OMS) problematico anche per il soggetto, in termini di danno, ostacolo o stigma sociale, indipendentemente dall'eziologia, e che necessita di educazione speciale individualizzata" Dario Janes ICF: Classificazione Internazionale del Funzionamento, disabilità e salute

12 12 griglia per effettuare uno screening - Condizioni fisiche - Strutture corporee - Funzioni corporee - Capacità personali - Competenze scolastiche - Contesto ambientale - Contesto personale

13 13 Sembrano uguali, ma sono tutti portatori di BES!!! A ciascuno i suoi BES!!! Nessuno è uguale a un altro! Mai!

14 14 Dovè il confine tra un portatore di un handicap certificato e un portatore di BES??? Chi lo stabilisce? Il medico? Linsegnante? lui?lei? H BESBE chi è BES?

15 15 Dovè il confine tra un portatore di un handicap certificato e un portatore di BES??? Chi lo stabilisce? Il medico? Linsegnante? lui?lei? H BESBE chi è BES?

16 16 Dovè il confine tra un portatore di un handicap certificato e un portatore di BES??? Chi lo stabilisce? Il medico? Linsegnante? lui?lei? H BESBE chi è BES?

17 17 Dovè il confine tra un portatore di un handicap certificato e un portatore di BES??? Chi lo stabilisce? Il medico? Linsegnante? lui?lei? H BESBE chi è BES?

18 18 Dovè il confine tra un portatore di un handicap certificato e di un portatore di BES??? Chi lo stabilisce? Il medico? Linsegnante? lui?lei? chi è BES?

19 19 Dovè il confine tra un portatore di un handicap certificato e di un portatore di BES??? Chi lo stabilisce? Il medico? Linsegnante? lui? lei? chi è BES?

20 20 Dovè il confine tra un portatore di un handicap certificato e di un portatore di BES??? Chi lo stabilisce? Il medico? Linsegnante? lui? lei? chi è BES?

21 21 Dovè il confine tra un portatore di un handicap certificato e di un portatore di BES??? Chi lo stabilisce? Il medico? Linsegnante? lui?lei? I Bisogni Educativi sono tanti quanti sono i soggetti! E ciascuno è Speciale, anzi Specialissimo!!!

22 22 le ricadute che si hanno dai BES 1) attribuire agli insegnanti "normali", già oberati, il compito di valutare atteggiamenti e comportamenti degli alunni in profondità! Ma, se un alunno è portatore di qualcosa di veramente speciale, c'è solo la perizia medica che lo può valutare. Attribuendo agli insegnanti questo compito, lo Stato risparmia sugli insegnanti di sostegno!!! VERSO UNA CONFUSIONE DI RUOLI TRA INSEGNANTI DICIPLINARI E INSEGNANTI DI SOSTEGNO???

23 23 le ricadute che si hanno dai BES 2) poiché per ogni alunno BES occorre un Piano di Studi Personalizzato, quindi orientato a competenze di livello inferiore a quelle delle Indicazioni Nazionali o delle Linee guida, il rischio è che… …l'ignoranza dei nostri studenti, pur se giustificata, e dellintera popolazione (ricerca Isfol-Piaac) aumenti!!!

24 24 le ricadute che si hanno dai BES 3) una cosa è l'insegnamento obbligatorio, fino a 16 anni, per cui, per ogni alunno si potrebbero certificare le competenze che ha acquisito, normali o ancorate ai BES; altra cosa è l'insegnamento secondario di secondo grado! Che facciamo? Ve la sentireste di farvi riparare la lavatrice da un tecnico BES? O di farvi medicare da un infermiere BES? O di volare con un pilota BES?

25 25 le ricadute che si hanno dai BES 4) ogni insegnante "bravo" tiene sempre conto dei Bisogni Educativi dei suoi alunni, a prescindere da norme aggiuntive che… mirino al ribasso! Si vuole andare verso una scuola più facile?

26 26 le ricadute che si hanno dai BES 5) Ogni soggetto è diverso da un altro! Ma, se i BISOGNI di un soggetto sono VERAMENTE SPECIALI, allora è un altro conto. Concludendo: quand'è che un BE diventa S, cioè Speciale? Questo le ricerche internazionali non lo dicono con chiarezza!!! E ancora! Se ci sono i BES, non dovremmo avere anche gli IES? Gli Insegnamenti Educativi Speciali?

27 27 E gli IES già ci sonooo!!! Larticolo 4 del dpr 275/99 Regolamento dellautonomia delle istituzioni scolastiche, intitolato autonomia didattica, recita tra laltro: 2 …le istituzioni scolastiche possono adottare tutte le forme di flessibilità che ritengono opportune e tra laltro… 2c) lattivazione di percorsi didattici individualizzati, nel rispetto del principio generale dellintegrazione degli alunni nella classe e nel gruppo…; 4 … le istituzioni scolastiche assicurano comunque la realizzazione di iniziative di recupero e sostegno, di continuità e di orientamento scolastico e professionale… E a che servono gli IES se non per far fronte ai BES?

28 28 Vogliamo andare verso la… polverizzazione del nostro Sistema Educativo di Istruzione e Formazione? Lo abbiamo istituito a seguito del novellato Titolo V della Costituzione con la legge 53/2003 E questo che vogliamo???

29 29 NO! La scuola di oggi, riflettendo le tendenze di buona parte della società umana, è centrata sul mito della velocità, dellaccelerazione e della competizione, come criterio di selezione al quale i bambini vengono educati fin dai primi anni di vita. Genitori e insegnanti dovrebbero riflettere sul tempo educativo e sulla necessità di adottare strategie didattiche di rallentamento, per una scuola lenta e non violenta. Roberto Zavalloni, La pedagogia della lumaca

30 30 Dai BES come ai BEL! Bisogni Educativi Lentiii …

31 31

32 32 FIIIIS!!!

33 33 caso mai… vi pungesse vaghezza di accedere ai miei scritti… tiriticcheide … e tutti i siti che si occupano di scuola … e sono anche su facebook e su google


Scaricare ppt "1 i BES nelle attività di insegnamento/apprendimento: vincoli e opportunità a cura di Maurizio Tiriticco - legge 8 ottobre 2010, nº 170 - direttiva miur."

Presentazioni simili


Annunci Google