La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giovanni Mazzillo Educare alla pace, educare alla legalità Scalea 17/11/2004 1) Quel disagio che ci portiamo dentro 2) Uscire dallapparenza, uscire dal.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giovanni Mazzillo Educare alla pace, educare alla legalità Scalea 17/11/2004 1) Quel disagio che ci portiamo dentro 2) Uscire dallapparenza, uscire dal."— Transcript della presentazione:

1 Giovanni Mazzillo Educare alla pace, educare alla legalità Scalea 17/11/2004 1) Quel disagio che ci portiamo dentro 2) Uscire dallapparenza, uscire dal vuoto 3) Iniziare con piccole esperienze in controtendenza (1)

2 Cè un disagio diffuso che più che essere tale in termini sociologici è un inquietudine che lessere umano si porta dentro: da quando cominciò a rivolgersi verso un Tu, cercato … (2)

3 Una poesia di autore a-teo (?): Arsenij Tarkovskij,. Una poesia che sembra essere la chiave per cogliere il messaggio del discusso film di Marco Bellocchio Lora di religione (3)

4 E' fuggita l'estate, pi ù nulla rimane. Si sta bene al sole. Eppur questo non basta. (4)

5 Quel che poteva essere una foglia dalle cinque punte mi si è posata sulla mano. Eppur questo non basta. (5)

6 Ne' il bene ne' il male sono passati invano, tutto era chiaro e luminoso. Eppur questo non basta. (6)

7 La vita mi prendeva, sotto l'ala mi proteggeva, mi salvava, ero davvero fortunato. Eppur questo non basta. (7)

8 Non sono bruciate le foglie, non si sono spezzati i rami... Il giorno è terso come cristallo. Eppur questo non basta. (8)

9 Perché? 1) Perché tutto ciò che abbiamo e che viviamo ora per ora momento per momento non basta? 2) Non basta agli adulti, che con questinquietudine avrebbero dovuto imparare a convivere e invece non lhanno mai imparato abbastanza. (9) 3)

10 E i giovani? Non basta di certo a voi giovani, nei quali linquietudine, la voglia di sperimentare, la volontà di sapere e di cercare dovrebbe essere molto più viva (10)

11 Uninquietudine che è fonte dinfelicità? No, se essa è stimolo del vivere e molla della ricerca Tuttavia è uninquietudine che è più espressione che fonte dinfelicità, quando la ricerca si è compiuta, avvitandosi su se stessa, ha bruciato le tappe, ha schiacciato sentimenti e relazioni, ha imbroccato la strada della trasgressione sistematica anche contro le regole del vivere sociale (11)

12 New Scientist: Quali paesi del mondo più felici? Al primo posto è risultata essere la Nigeria, con il 68 %, il Messico con il 59 %, il Venezuela con il 58, El Salvador con il 55, il Portorico con il 51 ecc… Sotto il Vietnam e la Colombia (49-48 %). lItalia è molto più in basso (con una percentuale attestata solo sul 17 %) Unindagine seria, che ha evidenziato come non abbondante denaro, immarcescibile bellezza, perenne giovinezza, ma qualità di rapporti buoni e positivi, amicizia autentica, fede profonda sono la ragione della felicità degli intervistati. lOlanda e poi la Danimarca (47-46 %). APRI pagina web (12)

13 2) Uscire dallapparenza, uscire dal vuoto Cè una situazione da noi ed è che denaro, potere, giovinezza, bellezza, fisico palestrato, sesso anticipato e consumato, vanità e simili è ciò che da noi è più inseguito, additato a supremo senso della vita, agognato come strumento della felicità. (13)

14 Le prove? Cento colpi di spazzola prima di andare a dormire, di Melissa P., diciassette anni i giovani sono spremuti finché cè da spremere (oggi anche editorialmente) e poi buttati via APRI PAGINA su Melissa P. (14) APRI PAGINA su Melissa P.

15 I miti diventano disagio, malattie Il disagio giovanile, quello sociologico negativo, si alimenta non più e non solo di infanzie vissute male, di privazioni e di incertezze: si alimenta di miti irraggiungibili, di felicità inarrivabili, di promesse irrimediabilmente fallimentari (15)

16 3) CHE FARE? Realizzare piccole esperienze in controtendenza Invertire la rotta. Cè bisogno di riscoprire ciò che lindagine del New Scientist ha confermato: rende felice un animo non la quantità dei beni, ma la buona qualità delle relazioni (16)

17 Impegnarsi per sé e per gli altri Limpegno per la pace e la crescita in tal senso dei giovani migliora certamente lapproccio verso il mondo e anche verso se stessi (17)

18 È fondamentale la qualità delle esperienze e non la quantità delle nozioni impartite o da impartire la capacità critica e autocritica per smascherare le false promesse recuperare il proprio valore, incluso quello del proprio corpo e quello del proprio tempo e soprattutto d del proprio futuro (18)

19 È una fede più che un compito? occorre recuperare la fede nellamore e nelle sue possibilità amore autentico che sa scoprire il voler bene come il volere il bene dellaltro mentre oggi è spesso solo la ricerca adolescenziale del proprio star bene (19)

20 E una fede che sa coltivare i sogni e li sa custodire, aiuta a realizzarli Quali sogni? Quelli dei nostri giovani ad avere un mondo più vero di quello che molti stanno loro propinando Il sogno di fare tutta la tua parte per salvare il mondo con il tuo impegno per gli altri vedi testamento di R. Follerau (20)testamento di R. Follerau

21 Martin Luther King Ho fatto un sogno, ho sognato come un giorno ogni valle sarà innalzata, ogni montagna sarà spianata... Questa è la nostra speranza questa la fede che porto con me. Con questa fede saremo in grado di trarre dalla montagna della disperazione la pietra della speranza.

22 Con questa fede, saremo in grado di trasformare le nostre discordie in una meravigliosa sinfonia di fratellanza. (Martin Luther King)

23 FINE

24

25


Scaricare ppt "Giovanni Mazzillo Educare alla pace, educare alla legalità Scalea 17/11/2004 1) Quel disagio che ci portiamo dentro 2) Uscire dallapparenza, uscire dal."

Presentazioni simili


Annunci Google